programmi per alleggerire il pc



programmi per alleggerire il pc

I migliori programmi per alleggerire e velocizzare il PC.

IObit Advanced SystemCare Free

IMMAGINE QUI 1

IObit Advanced SystemCare Free è una suite gratuita per la manutenzione del sistema che permette di ottimizzare le performance del computer svolgendo molteplici operazioni.
È in grado di alleggerire il PC cancellando i file inutili dall’hard disk, pulire e deframmentare il registro di Windows, rimuovere i malware, ottimizzare i parametri della connessione Internet e gestire i programmi impostati per l’avvio automatico.
Include anche un comodo widget per il desktop che permette di monitorare costantemente CPU e RAM e di liberare la memoria del computer con un click.
Scarica da qui.



CCcleaner

IMMAGINE QUI 2

CCleaner è uno dei più popolari programmi per alleggerire il PC che racchiude in un’unica interfaccia molte semplice da usare tutti gli strumenti più utili per velocizzare il computer.
Utilizzandolo, è possibile liberare spazio sull’hard disk cancellando i file temporanei, eliminare le tracce della navigazione online, riparare gli errori presenti nel registro di sistema, disattivare i programmi superflui impostati per l’avvio automatico con Windows e molto altro ancora.
Ne è disponibile anche una versione per Mac OS X che permette di cancellare i file inutili e riparare il disco.
Scarica da qui.



DiskMax

IMMAGINE QUI 3

DiskMax è una piccola applicazione gratuita per Windows XP/Vista/7/8 che permette di alleggerire il PC cancellando dall’hard disk tutti i file superflui:
i residui di programmi disinstallati, i documenti presenti nel cestino e non eliminati definitivamente, la cronologia del browser, i file temporanei dei programmi, la lista dei documenti e delle applicazioni recenti, le anteprime delle immagini e dei video nell’Esplora Risorse, i file di log, i file residui dei Service Pack installati sul computer e molto altro ancora.
Va usato con cautela.
Scarica da qui.

Glary Utilities

IMMAGINE QUI 4



Glary Utilities è una delle più popolari suite gratuite per l’ottimizzazione del PC che permette di velocizzare Windows compiendo una vasta gamma di operazioni.
Fra queste ci sono:
la pulizia dell’hard disk mediante la cancellazione dei file inutili/temporanei, l’eliminazione delle tracce della navigazione in Rete, la pulizia del registro di sistema, la disattivazione dei programmi impostati per l’avvio automatico e molto altro ancora.
Il software può essere usato in modalità 1-click, che esegue tutte le operazioni di manutenzione in maniera automatica, oppure in modalità manuale, che permette di eseguire le singole operazioni di manutenzione in maniera indipendente.
Scarica da qui.

SlimCleaner

IMMAGINE QUI 5



SlimCleaner è un ottimo programma per alleggerire il PC che utilizza la potenza del cloud per valutare in maniera intelligente i file inutili presenti sul computer ed eliminarli.
Utilizzandolo, è possibile cancellare non solo i file temporanei del sistema ma anche i dati superflui generati da molteplici applicazioni.
È basato su un sistema di definizioni che, aggiornandosi tramite Internet, rende le capacità di pulizia del software sempre più avanzate ed efficaci.
È compatibile con tutte le principali versioni di Windows.
Scarica da qui.

Revo Uninstaller

IMMAGINE QUI 6

Come suggerisce il suo nome, Revo Uninstaller è un programma per disinstallare completamente le applicazioni presenti sul PC evitando che queste ultime lascino fastidiosi residui sul disco fisso e nel registro di sistema.
È estremamente facile da usare e permette di rimuovere anche i software più ostici, che con le procedure di disinstallazione standard non ne vogliono sapere di cancellarsi dal computer.
È disponibile in due versioni, una gratuita ed una a pagamento con maggiori funzionalità.
Scarica da qui.



programmi per archiviare foto



programmi per archiviare foto

I migliori programmi per archiviare foto al PC.

Picasa

IMMAGINE QUI 1

È semplicemente uno dei programmi per archiviare foto più conosciuti ed usati al mondo.
Distribuito gratuitamente da Google, Picasa permette non solo di archiviare le foto digitali (in tutti i principali formati) organizzandole in album e modificandone le informazioni, ma anche di compiere operazioni di fotoritocco, correggere errori comuni, caricare foto online, condividere contenuti su Google+, creare collage, masterizzare slideshow di foto su DVD e molto altro ancora.
Il software è interamente in Italiano ed è molto facile da usare anche per chi non è molto esperto di PC.
Scarica da qui.



Zoner Photo Studio Free

IMMAGINE QUI 2

Al grido di “Organizza, Modifica, Condividi”, Zoner Photo Studio Free permette di archiviare foto e gestire interi album di immagini in formato digitali con assoluta facilità.
Tra le sue funzioni principali, troviamo quelle per correggere gli errori più comuni che possono presentare le foto digitali (es.
occhi rossi, sfocature, ecc.), creare foto 3D, calendari personalizzati con le proprie foto, generare cartoline e molto altro ancora.
Il programma è disponibile anche in lingua Italiana e si presenta con un’interfaccia molto semplice da usare.
Adatto agli appassionati di fotografia quanto a chi cerca solo uno strumento facile e veloce per organizzare le proprie foto.
Scarica da qui.



Raccolta Foto di Windows Live

IMMAGINE QUI 3

Come evoluzione del visualizzatore di foto integrato in maniera predefinita in Windows 7 e Vista, Raccolta foto di Windows Live è una soluzione completa per la visualizzazione, la modifica e l’organizzazione delle foto in formato digitale.
Supporta tutti i principali formati di file grafici e permette di correggere gli errori più comuni presenti nelle foto scattate con fotocamere e smartphone usando dei filtri 1-click utilizzabili facilmente anche da un bambino.
Consente di organizzare le foto in album, modificarne le informazioni e applicare dei tag per cercarle in maniera più rapida.
Supporta anche il riconoscimento dei volti.
È incluso nel pacchetto di applicazioni gratuite Windows Live Essentials.
Scarica da qui.

ACDSEE

IMMAGINE QUI 4



Anche se non più in auge come qualche anno fa, quando era uno dei leader incontrastati del mercato, ACDSEE rimane uno dei programmi per archiviare foto più completi disponibili per Windows.
Oltre a visualizzare tutti i principali formati di file grafici, include una gamma molto vasta di effetti speciali e strumenti per abbellire e correggere le foto.
Supporta la modifica dei tag e l’aggiunta/modifica delle informazioni geografiche su ogni scatto.
Il programma è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne le funzionalità per un periodo di 30 giorni.
Supporta anche la sincronizzazione dei contenuti sui servizi online di ACDSEE.
Scarica da qui.

FastStone Image Viewer

IMMAGINE QUI 5



FastStone Image Viewer è uno dei più famosi programmi gratis per la visualizzazione delle foto.
Supporta tutti i più comuni formati di file grafici (BMP, JPEG, JPEG 2000, GIF animate, PNG, PCX, PSD, EPS, TIFF, WMF, ICO e TGA) più una vasta gamma di formati RAW delle fotocamere.
Tra le sue funzioni, ci sono anche quelle che permettono di applicare effetti e filtri di vario genere alle immagini, modificarne le informazioni e visualizzare dettagliatamente tutti i dati EXIF.
È in Italiano e la sua interfaccia è personalizzabile attraverso le skin.
Scarica da qui.

Magix Photo Manager MX

IMMAGINE QUI 6

MAGIX Photo Manager MX è una soluzione completa per visualizzare, gestire ed archiviare foto in formato digitale.
Ha un’interfaccia molto nuser-friendly e diverse funzioni avanzati che consentono di lavorare agevolmente con tutti i principali formati di file grafici.
La versione a pagamento del programma dispone di ulteriori feature dedicate ad appassionati di fotografia e professionisti, è disponibile in una versione di prova gratuita della durata di 7 giorni.
Scarica da qui.



programmi per batteria



programmi per batteria

La batteria del tuo notebook ha cominciato a “fare le bizze” ma, prima di procedere con un’eventuale sostituzione della stessa, vorresti sincerarti del suo effettivo stato di salute?
Pensi che la batteria del tuo computer portatile si scarichi troppo rapidamente e ti piacerebbe sapere se esiste un modo, o meglio, uno strumento, per ottimizzarla?
Beh, allora direi proprio che sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto.
Pensa un po’… con questo post di oggi desideravo indicarti proprio quelli che a mio modesto avviso sono i migliori programmi per batteria disponibili su piazza.

Ce ne sono sia per Windows che per macOS, sia gratis che a pagamento.
Devi solo individuare la risorsa che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo, scaricarla sul computer e il gioco è fatto.
Inoltre, ti fornirò i link di alcune app che permettono di verificare lo stato della batteria su smartphone e tablet.
Tutte le soluzioni di cui andrò a parlarti sono estremamente semplici da usare e sono adatte anche a chi – un po’ come te – non si ritiene propriamente un grande esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie.

Suvvia dunque, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e mettiamoci immediatamente all’opera! Concediti qualche istante tutto per te, posizionati bello comodo dinanzi il tuo fido laptop (oppure prendi il tuo smartphone/tablet) e inizia subito a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito.
Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso oltre che, ovviamente, di essere finalmente riuscito a saperne di più riguardo le batterie dei tuoi dispositivi.
Scommettiamo?



Indice

  • BattryCare (Windows)
  • Aerofoil (Windows)
  • BatteryInfoView (Windows)
  • Imtec Battery Mark (Windows)
  • Coconut Battery (macOS)
  • Battery Health (macOS)
  • App per batteria

BatteryCare (Windows)

IMMAGINE QUI 1

BatteryCare è uno dei migliori programmi per batteria a costo zero attualmente in circolazione.
È solo per Windows e consente di visualizzare informazioni dettagliate sullo stato della batteria, di monitorare i cicli di carica e aumentare l’autonomia dei computer portatili.



È altresì in grado di cambiare automaticamente il piano di risparmio energetico usato dal sistema a seconda dello stato di carica della batteria e riduce gli effetti grafici dell’OS quando l’energia a disposizione del notebook comincia a scarseggiare.
Usandolo, si possono anche monitorare le temperature di hard disk e CPU.

Per servirtene, collegati al suo sito Internet ufficiale e fai clic sul pulsante BatteryCare Free Download che si trova al centro della pagina, in modo tale da scaricare il software sul tuo computer. A download ultimato, avvia il file .exe ottenuto e clicca su Si.



Nella finestra che a questo punto si apre sul desktop, clicca sul pulsante Avanti, seleziona la voce Accetto i termini del contratto di licenza e clicca ancora sul bottone Avanti per cinque volte di fila, su quello Installa e su Fine.
Se durante il setup ti viene proposta l’installazione di programmi extra (es.
Opera), rimuovi la spunta dalla relativa opzione per evitare di ritrovarti sul PC software di cui non hai effettivamente bisogno.

Successivamente, il programma verrà avviato in automatico e andrà a collocarsi nell’area di notifica.
Portando sulla relativa icona il puntatore del mouse potrai visualizzare, tramite la finestra che si aprirà in automatico, le info relative all’autonomia restante, allo stato della batteria e la temperatura di CPU e HDD.

Facendo invece doppio clic sull’icona, potrai accedere alle informazioni di base di cui sopra e alla sezione Informazioni dettagliate, con informazioni aggiuntive, come la capacità totale della batteria, quella attuale, il voltaggio, il livello di usura ecc.



Ti segnalo, inoltre, la possibilità di regolare il funzionamento del programma in base a quelle che sono le tue esigenze e preferenze facendo clic sul pulsante Opzioni che si trova nella parte in alto della finestra dello stesso.
In questo modo potrai, ad esempio, scegliere se fare avviare il software all’avvio del sistema, se cecare in automatico gli aggiornamenti, potrai regolare i piani per il risparmio energetico e molto altro ancora.

Aerofoil (Windows)

IMMAGINE QUI 2

Se quello che stai usando è un computer portatile con su installato Windows 7 oppure Vista, non puoi non rivolgerti a un software come Aerofoil.
Si tratta di una piccola applicazione gratuita che permette di aumentare l’autonomia della batteria disattivando gli effetti grafici, ricchi di trasparenze e animazioni, dei due OS in questione. Consente altresì di regolare in maniera intelligente le funzioni di risparmio energetico del sistema operativo. Tra le sue funzioni, ci sono anche la disattivazione dei widget e del volume.
Insomma, è da provare subito!



Per scaricarlo sul tuo computer, visita la pagina per il download presente sul sito Internet di Computer Bild, clicca sul pulsante Download collocato in alto a sinistra e poi sul bottone Download Starten. A scaricamento ultimato, estrai l’archivio zip appena ottenuto, apri il file .exe contenuto al suo interno e clicca sul pulsante Si nella finestra che si apre sul desktop, dopodiché premi sul pulsante Next, su quello I Agree e sul bottone Install.
Segui quindi la procedura di configurazione iniziale del programma che ti viene proposta indicando i profili per il risparmio energetico che preferisci impostare e le opzioni relative all’avvio, premendo sempre sul pulsante Next.
Per concludere, fai clic sul bottone Finish.

Successivamente, il programma andrà a collocarsi nell’area di notifica di Windows e, facendo clic destro sulla relativa icona, potrai selezionare, dal menu che si apre, il profilo che preferisci per aumentare l’autonomia della batteria.
Scegliendo invece l’opzione Disable Aero Glass potrai disattivare gli effetti grafici Aero del sistema.

BatteryInfoView (Windows)

IMMAGINE QUI 3



Un altro programmino che ti invito a prendere in considerazione per tenere d’occhio lo stato di salute della batteria del tuo laptop, oltre che la sua autonomia, e BatteryInfoView.
Si tratta di un software gratuito, no-install e specifico per Windows che mostra per quanto tempo ancora la batteria sarà operativa e il suo stato di integrità, consentendo altresì di confrontare i valori massimi di carica con cui era stata fabbricata con la massima carica che invece attualmente può essere raggiunta.

Per scaricarlo sul tuo computer, collegati alla sua pagina per il download e clicca sul collegamento Download BatteryInfoView che trovi in basso.
Provvedi anche a fare clic sulla voce Italian nella colonna Language poco più giù, in modo tale da effettuare anche il download della traduzione in italiano.



A scaricamento ultimato, estrai entrambi gli archivi ZIP ottenuti in una qualsiasi posizione del computer, dopodiché avvia il file .exe ricavato.
In questo modo, ti ritroverai al cospetto della finestra principale del programma.
Tramite quest’ultima, potrai visualizzare il nome esatto del modello di batteria, quello del produttore di riferimento, lo stato in cui si trova, la capacità corrente, il voltaggio ecc.

Facendo invece clic sul pulsante con la finestra che si trova sulla barra degli strumenti, potrai accedere alle opzioni avanzate del software e scegliere, ad esempio, ogni quanto aggiornare le info sulla batteria, la frequenza richiesta per aggiornare i log ecc.

Ti segnalo, infine, la possibilità di esportare in un file di testo le informazioni ottenute.
Per riuscirci, ti basta selezionare le voci di tuo interesse nella finestra del software, cliccare sul pulsante con il floppy disk posto in cima e indicare la posizione in cui salvare il file sul PC.



Imtec Battery Mark (Windows)

IMMAGINE QUI 4

A volte si ha la sensazione che le prestazioni della batteria del proprio portatile non siano più ottimali ma non se ne ha la certezza.
Imtec Battery Mark è un programma molto utile in situazioni del genere che permette, per l’appunto, di testare lo stato della batteria dei notebook consentendo all’utente di capire se è arrivato o meno il momento di sostituirla.

Mostra dei grafici abbastanza comprensibili anche dagli utenti meno esperti, ma per portare a termine il suo lavoro ha bisogno di diversi minuti.
È solo per sistemi Windows, è gratis e non necessita d’installazione per poter funzionare.



Mi chiedi come fare per potertene servire?
Te lo dico subito.
In primo luogo, collegati alla pagina per il download del programma presente sul sito Internet di MajorGeeks e clicca su una delle voci  Download@MajorGeeks , così da avviare il download del software.

A scaricamento completato, estrai in una qualsiasi posizione l’archivio ZIP appena ottenuto e avvia il file .exe contenuto al tuo interno.
Nella finestra che a questo punto andrà ad aprirsi sul desktop, ti saranno mostrate alcune informazioni di base relative alla batteria del tuo portatile.



Per testarne lo stato, invece, clicca sul menu Test che si trova in cima e scegli l’opzione Fast mode (per effettuare un test veloce) oppure quella Normal mode (per eseguire il test a velocità normale).
In seguito, premi sul pulsante Start test nella nuova finestra che si apre e attendi che il test venga avviato e completato e che ti venga fornito il relativo responso.

Coconut Battery (macOS)

IMMAGINE QUI 5

Possiedi un Mac e vorresti conoscere la resa della relativa batteria?
In tal caso, il miglior programma che posso suggerirti di usare Coconut Battery.
Non ne hai mai sentito parlare?
Strano, è molto famoso.
In ogni caso non è un problema, rimediamo subito.
Si tratta di un’applicazione specifica per macOS che mostra a video informazioni dettagliate relative allo stato della batteria dei computer Apple (oltre che degli iPhone e degli iPad), come per esempio il numero preciso dei cicli di ricarica.



Si può scaricare gratis ma eventualmente è disponibile in una variante Plus, a pagamento (costa 9,95 euro), che integra alcune feature extra, come le notifiche e la possibilità di ottenere informazioni ancora più dettagliate.

Per servirtene sul tuo Mac, collegati in primo luogo al sito Internet del programma e premi sul collegamento Download vx.x.x che si trova al centro della pagina. A scaricamento ultimato, estrai l’archivio ZIP appena ottenuto in una qualsiasi posizione del tuo Mac, dopodiché trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro su di essa e scegli Apri dal menu che compare.
Successivamente, fai clic sul pulsante Apri nella finestra che ti viene mostrata su schermo, in modo tale da andare ad aggirare le limitazioni che Apple impone verso gli sviluppatori non certificati (quest’operazione va effettuata solo al primo avvio).

Nella finestra che a questo punto andrà ad aprirsi sulla scrivania, potrai visualizzare dettagli quali carica corrente della batteria e capacità totale di ricarica, la temperatura, il voltaggio e varie altre info. Pigiando sul pulsante Battery Info è poi possibile ottenere ancora più informazioni, mentre facendo clic sul pulsante Mac Info è possibile conoscere le info riguardanti il Mac in uso. Recandoti invece nella scheda History del programma è possibile visualizzare l’elenco completo di tutte le misurazioni della batteria che sono state effettuate.



Volendo, puoi anche scegliere di avviare il programma all’accensione del Mac e fare in modo che questo risulti accessibile dalla barra dei menu.
Per riuscirci, premi sul menu coconoutBattery, seleziona la voce Preferences e spunta l’opzione apposita annessa alla scheda General nella finestra che si apre.

Battery Health (macOS)

IMMAGINE QUI 6

Sempre restando in tema di programmi per batteria, un’altra ottima applicazione per macOS che ti invito a prendere in seria considerazione è Battery Health, che è in grado di mostrare informazioni e grafici relativi lo stato di salute della batteria dei computer portatili a marchio Apple, risultando accessibile direttamente dalla barra dei menu. È gratis, ma offre acquisti in-app (al costo di 10,99 euro) per sbloccare alcune funzioni aggiuntive, come la possibilità di visualizzare lo storico dei clic di ricarica.



Per servirtene sul tuo Mac, collegati alla relativa sezione presente sul Mac App Store Online e fai clic sul pulsante Vedi in Mac App Store.
Nella finestra del Mac App Store che a questo punto andrà ad aprirsi sulla scrivania, premi sul bottone Ottieni/Installa, digita (se necessario) la password del tuo ID Apple e attendi che l’applicazione venga scaricata e installata.
Avvia poi Battery Health facendo clic sulla relativa icona che è stata aggiunta al Launchpad.

Una volta visualizzata l’icona dell’applicazione nella barra dei menu, non dovrai far altro che cliccarci sopra per visionare le informazioni riguardanti la batteria del tuo Mac.
Tramite la finestra che andrà ad aprirsi, facendo clic sul pulsante “i” che si trova in cima, potrai inoltre leggere alcuni consigli utili per ottimizzare la durata della batteria.



Se invece vuoi regolare le impostazioni relative al funzionamento del programma, premi sul pulsante con l’ingranaggio che trovi sempre nella parte in alto della finestra, seleziona la voce Preferences dal relativo menu e intervieni sulle opzioni presenti nella nuova finestra che si apre.

App per batteria

IMMAGINE QUI 7

E per quel che concerne i dispositivi mobili?
Esistono delle app grazie alle quali è possibile tenere d’occhio lo stato della batteria ed eventualmente ottimizzarne l’uso in maniera simile a quanto è possibile fare su computer?
Ma certo che si! Se la cosa ti interessa, qui di seguito trovi una selezione di strumenti adibiti allo scopo, sia per quel che concerne Android che per quanto riguarda iOS.



  • Batteria HD (Android/iOS) – app disponibile sia per Android che per iOS dotata di una gradevolissima interfaccia utente.
    Grazie a essa è possibile visualizzare lo stato di carica della batteria, effettuarne la calibrazione, visualizzare grafici di utilizzo e il tempo restante per compiere questa o quell’altra attività sul dispositivo.
  • Kaspersky Battery Life (Android) – Applicazione gratuita resa disponibile dalla nota software house Kasprsky.
    Fornisce info utili riguardo la carica della batteria e le app in esecuzione che vanno a gravare maggiormente su quest’ultima.
    Da notare poi che non presenta banner pubblicitari.

Per concludere in bella, come si suol dire, ti segnalo poi la possibilità di monitorare lo stato di salute e di autonomia della batteria su smartphone e tablet e di ottimizzare la durata della stessa sfruttando le funzionalità “di serie” di Android che di iOS.
Se, dunque, preferisci evitare l’installazione di app di terze parti, puoi approfondire la questione consultando le mie guide su come risparmiare batteria Android e come economizzare batteria iPhone (le indicazioni sono valide anche per iPad).

programmi per calendario



programmi per calendario

Sei una persona che svolge un lavoro complesso e hai molte responsabilità; proprio per questo motivo la tua settimana è sempre ricca di impegni, appuntamenti, incontri e riunioni.
Ricevi anche diversi inviti ad eventi e viaggi quasi ogni giorno.
Oggi per esempio sei a Milano, domani a Roma, dopodomani a Firenze.
È veramente difficile starti dietro, immagino che gran lavoro svolgerà la tua segretaria.
Come dici?
Non hai nessuna segretaria che ti aiuta a ricordarti i tuoi impegni e organizzi il tuo lavoro in maniera completamente autonoma?
Se è così, allora ti faccio assolutamente i miei complimenti.

Nonostante tu svolga un eccellente lavoro organizzativo in tutta autonomia, sono sicuro che tu possa comunque trovare un valido aiuto nella lettura di quest’articolo.
Desidero parlarti di alcuni programmi utili per gestire il proprio calendario di impegni.
In realtà devi sapere che, per una migliore gestione degli impegni personali basta utilizzare la propria casella di posta elettronica:
la maggior parte dei servizi posta elettronica integra infatti un potente strumento di calendario che potrà in automatico sincronizzarsi con le email che ricevi.

In ogni caso, se desideri utilizzare un programma per gestire il tuo calendario di impegni, puoi rivolgerti ad alcuni software da scaricare sul tuo PC Windows e Mac che ti permetteranno di gestire i tuoi impegni personali in maniera altrettanto semplice ed efficace.
Voglio quindi parlarti nel dettaglio di questi programmi per calendario, spiegandoti quali sono i loro punti di forza.
Sono sicuro che rimarrai soddisfatto di ciò che scoprirai leggendo questo articolo, ed eventualmente potrai condividere queste informazioni con i tuoi amici o colleghi.
Sei pronto per iniziare?
Sì?
Benissimo; come al solito ti auguro una buona lettura.



Microsoft Outlook (Windows/Mac/Android/iOS)

IMMAGINE QUI 1

Utilizzato da milioni di utenti in tutto il mondo, Microsoft Outlook, è uno tra i software più diffusi tra gli utenti Windows.
Si tratta infatti del software PIM (Personal Information Manager, in italiano Gestore Informazioni Personali), incluso nella suite Microsoft Office.



Il software offre la possibilità di gestire la posta elettronica, i contatti della propria rubrica e i propri impegni, un po’ come già accade utilizzando la versione Web gratuita (e limitata) della posta elettronica di Microsoft.
Utilizzare il programma per calendario Microsoft Outlook è però senz’altro una valida alternativa se si desidera avere a disposizione un programma che includa alcune funzionalità avanzate, rispetto alla versione Web di Microsoft Outlook.

Tra le caratteristiche del software Microsoft Outlook vi è la possibilità di gestire la posta elettronica, visualizzare e gestire i contatti della rubrica e modificare e aggiungere i propri impegni, utilizzando un sistema di calendario molto avanzato che, dotato di un’interfaccia semplice e intuitiva, comprende promemoria, categorie e allarmi personalizzabili e molto altro ancora.

Il software Microsoft Outlook è a pagamento in quanto incluso nell’abbonamento a Office 365; è però possibile provarlo attraverso una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni aggiuntive, per un periodo di tempo limitato. Per ulteriori informazioni sui prezzi dell’abbonamento a Office 365 e sulle caratteristiche avanzate di Microsoft Outlook come programma per calendario, puoi visitare il sito Internet ufficiale.



Microsoft Office, oltre ad essere disponibile su PC e Mac, è presente anche sotto forma di applicazione gratuita per smartphone Android e iOS.
Per usufruire di tutte le caratteristiche aggiuntive anche nell’applicazione per dispositivi mobili è però necessario l’abbonamento a Office 365.

Mozilla Thunderbird

IMMAGINE QUI 2



Come anticipato nell’introduzione di quest’articolo, in realtà i client di posta elettronica e i relativi software integrati per la gestione del calendario, non sono più indispensabili come un tempo.
Al giorno d’oggi, grazie alla presenza di numerose Web Mail, gestire le proprie comunicazioni e i propri impegni è diventato molto più semplice e immediato.

Se però sei una persona amante delle tradizioni e desideri utilizzare un software che ti permetta di gestire la posta elettronica e che comprenda anche funzioni di calendario, dovresti rivolgerti a Mozilla Thunderbird.

Per la gestione della posta elettronica e come programma per calendario, Mozilla Thunderbird è infatti uno tra i migliori software gratuiti che puoi utilizzare.
Fino a qualche tempo fa, Mozilla Thunderbird non comprendeva funzioni di calendario ed era necessario scaricare un’estensione gratuita chiamata Lightning.
In seguito a diversi aggiornamenti, Mozilla Thunderbird ha poi integrato tale add-on, aggiungendo così quell’utile strumento che permetteva di gestire il calendario.



Mozilla Thunderbird, oltre ad essere gratuito, è un client open source in grado di gestire il proprio calendario di impegni oltre che la posta elettronica a 360 gradi.
È compatibile con tutti i principali sistemi operativi (Windows, MacOS e Linux) e supporta tutti i più famosi servizi email:
da Outlook.com a Gmail, passando per Yahoo! Mail e molti altri ancora.

Tra le caratteristiche degne di nota di Mozilla Thunderbird vi è la possibilità di gestire più caselle di posta elettronica contemporaneamente.
Il software permette di sincronizzare le email con i principali servizi di Web Mail ed è inoltre possibile conservare le email ricevute e inviate sul PC.



Tra i principali punti di forza di Mozilla Thunderbird vi è ancora la disponibilità di estensioni gratuite che permettono di estendere le funzioni del software per effettuarne una personalizzazione in base alle proprie esigenze.
Per visualizzare quali add-on è possibile installare ti basterà fare clic sul pulsante Menu (simbolo di tre linee orizzontali) e seleziona la voce Componenti aggiuntivi dal menu che si apre.

Rainlendar (Window/Mac/Linux)

IMMAGINE QUI 3

Se desideri utilizzare un programma per calendario che ti permetta soltanto di gestire i tuoi impegni, senza dover obbligatoriamente avere un’email di riferimento, ti consiglio di affidarti a Rainlendar, un programmi per calendario disponibile gratuitamente per Windows, MacOS e Linux.



Si tratta infatti di un software piuttosto leggero che può essere utilizzato anche su un computer un po’ più datati (per Windows è infatti utilizzabile anche su computer con sistema operativo Windows XP)

Utilizzandolo, è possibile visualizzare un calendario su desktop ed utilizzarlo per appuntare impegni ed appuntamenti.
Offre un’interfaccia ampiamente personalizzabile e un sistema di reminder molto efficace, nonché semplice da impostare.
È disponibile anche in una versione Pro a pagamento che alle funzioni della versione gratuita aggiunge funzionalità aggiuntive quali il supporto a Microsoft Outlook, Google Calendar e la possibilità di sincronizzare i calendari in rete.



Per scaricare la versione gratuita di Rainlendar, ed eventualmente valutare l’acquisto di una versione Pro, recati al sito ufficiale del programma.
Troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno.

EssentialPIM (Windows/Android/iOS)

IMMAGINE QUI 4



Come suggerisce abbastanza facilmente il suo nome, EssentialPIM è un software Personal Information Manager che si propone come migliore alternativa a Microsoft Outlook.
EssentialPIM si è decisamente evoluto nel corso degli anni integrando funzionalità aggiuntive per restare sempre al passo con i tempi.
Si tratta quindi di un valido programma che permette di gestire la posta elettronica e organizzare i propri impegni su un comodo calendario completo di promemoria, note e task.

Il suo punto di forza è dato dalla presenza di un’interfaccia estremamente semplice e intuitiva e allo stesso tempo dal look accattivante.
Il software è inoltre disponibile sotto forma di applicazione per smartphone Android e iOS, la quale permette di avere sempre sincronizzate le proprie email e i propri impegni.



EssentialPIM è quindi in quest’ottica un ottimo software per gestire il proprio calendario.
Il software è disponibile in una versione Pro a pagamento che offre la possibilità di gestire la propria posta elettronica effettuando la sincronizzazione dai principali servizi di Web Mail oltre che sincronizzare i dati su sistemi cloud come Dropbox, e realizzare note sul desktop (post-it).
Da sottolineare, inoltre, la possibilità di utilizzare il programma in versione portable senza affrontare procedure d’installazione.

Per scaricare la versione gratuita di EssentialPIM, avere ulteriori informazioni sulle caratteristiche aggiuntive di EssentialPIM Pro ed eventualmente valutarne l’acquisto, puoi recarti al sito ufficiale del software.

Fantastical 2 (Mac)

IMMAGINE QUI 5



MacOS include una ottima applicazione predefinita per la gestione degli impegni personali (Calendario), ma questo non significa che è non è possibile migliorarla o renderla più intuitiva e ricca di funzionalità.

Questo è infatti di compito di Fantastical 2, ottima applicazione per computer Apple che risiede nell’area di notifica del sistema e permette di aggiungere impegni al Calendario del Mac usando un linguaggio naturale.
Basta scrivere in maniera semplice l’impegno da ricordare, il giorno e l’orario dell’appuntamento e il programma provvede automaticamente a compilare tutti i campi del Calendario.
Giusto per fare un esempio, è possibile scrivere, nel campo di testo integrato “Ricordami di comprare il latte martedì sera”:
in automatico il software provvederà a impostare il promemoria per la sera di martedì.
L’applicazione supporta inoltre diverse lingue, tra cui anche l’italiano per la gestione dei promemoria.



Si tratta quindi di un ottimo software per la gestione dei propri impegni che purtroppo però è a pagamento.
Fantastical 2 è inoltre disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo limitato.
È anche disponibile la versione a pagamento per smartphone iOS e per Apple Watch.
Per provare Fantastical 2 su Mac, recati al sito ufficiale del software e premi sul pulsante Free Download.

Google Calendar

IMMAGINE QUI 6

In alternativa ai programmi per calendario è possibile affidarsi ai più popolari servizi online.
Tra questi è difficile trovare di meglio rispetto a Google Calendar.



Il calendario di “big G” permette infatti di organizzare in maniera certosina tutti i propri impegni, impostando dei promemoria che ti permetteranno di non scordarti più nemmeno un appuntamento.
A questo va aggiunto il fatto che il servizio è supportato da tantissime applicazioni e Web App di terze parti che consentono di sincronizzare i dati con esso.

Google Calendar funziona su tutti i principali browser e per utilizzarlo non occorre altro che un account Google/Gmail. È inoltre disponibile sotto forma di applicazione gratuita per smartphone Android e iOS.



programmi per comporre musica



programmi per comporre musica

Che tu ti sia da poco avvicinato al mondo delle 7 note oppure sia un esperto in fatto di musica fa ben poca differenza:
devi utilizzare un software che ti consenta di creare nel miglior modo possibile le tue composizioni, è una cosa praticamente imprescindibile.
Se vuoi, posso dunque darti io qualche consiglio al riguardo, con questa mia guida tutta incentrata sull’argomento.

Nelle righe successive andrò infatti ad indicarti ed esplicarti tutti quelli che a parer mio rappresentato i migliori programmi per comporre musica attualmente presenti sulla piazza.
Ce ne sono sia per Windows che per Mac (oltre che per Linux), sia gratis che a pagamento, di semplice utilizzo oppure più avanzati.
Insomma, qualsiasi siano le tue esigenze ed il tuo grado di esperienza vedrai che alla fine riuscirai a trovare pane per i tuoi denti.

Come dici?
Vorresti sapere se posso darti qualche dritta anche per quel che concerne il fronte mobile?
Ovvio che si, ci mancherebbe altro.
Proprio per questo, a fine articolo ho provveduto ad inserire un passo dedicato alle app per Android e iOS di cui puoi avvalerti per realizzare le tue composizioni musicali direttamente in mobilità, a colpi di “tap” e “touch”.
Oa però basta chiacchierare e passiamo all’azione.
Ti auguro, come mio solito, buona lettura e, ovviamente, ti faccio anche un grandissimo in bocca al lupo per tutto.



Indice

  • Audacity (Windowos/Mac/Linux)
  • Accordion (Windows/Mac)
  • Encore (Windows/Mac)
  • FL Studio (Windows/Mac)
  • Music MasterWorks (Windows)
  • App per comporre musica

Audacity (Windows/Mac/Linux)

La prima risorsa di cui desidero parlarti è Audacity.
Senza se e senza ma, è praticamente il miglior programma di editing audio disponibile gratuitamente.
È multi-piattaforma (funziona su Windows, Mac e Linux), open source e con la sua semplicissima interfaccia utente tradotta completamente in italiano permette a chiunque di produrre musica con il proprio computer.

Non si tratta di uno strumento studiato specificatamente per realizzare creazioni musicali partendo da zero ma grazie alle sue numerose funzioni e ai suoi filtri consente di tagliare, dividere, mixare e compiere molte altre operazioni di editing sulle tracce audio digitali.



Per servirtene sul tuo computer, provvedi in primo luogo a collegarti alla pagina di download del programma dopodiché clicca sul bottone Download, in modo tale da avviare lo scaricamento della versione del software adatta al tuo computer.
Se compare un avviso relativo al download dei plugin relativi agli effetti, acconsenti alla cosa.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows apri il file .exe ottenuto, clicca su Esegui e poi su Si dopodiché premi su OK per confermare l’uso della lingua italiana, premi su Avanti per cinque volte, su Installa e concludi il setup premendo su Fine.



IMMAGINE QUI 1

Se invece quello che stai usando è un Mac, apri il pacchetto .dmg appena ottenuto e trascina la cartella Audacity sulla cartella Applications, tramite la finestra del Finder che è comparsa sul desktop.
Successivamente recati nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona del programma e scegli Apri per due volte di fila, in modo tale da avviarlo andando però ad aggirare le limitazioni di Apple imposte contro gli sviluppatori non “benedetti”.

IMMAGINE QUI 2



Ora che, a prescindere dal sistema operativo, visualizzi la schermata di Audacity sullo schermo, clicca su OK per chiudere la finestra di benvenuto ed inizia a sfruttare i comandi e le funzioni disponibili per realizzare la tua creazione musicale.

IMMAGINE QUI 3



In cima ci sono i menu per il controllo dei file, la lista degli effetti che si possono applicare alle tracce audio e le funzioni per generare silenzi, rumori ecc. Immediatamente sotto i menu sono invece presenti i pulsanti per controllare la riproduzione multimediale dei brani importati nel programma e per compiere operazioni di editing base come.

Più avanti ci sono i grafici relativi all’input e all’output audio, più in basso ci sono le barre di regolazione del volume, i pulsanti per tagliare/incollare porzioni di tracce audio e impostare il livello di zoom dei grafici.
Nell’ultima riga della barra degli strumenti trovi i menu per selezionare la fonte dell’audio in entrata e dell’audio in uscita e per scegliere il numero dei canali audio da impiegare.

In fondo alla finestra, invece, sono presenti i menu ed i comandi per regolare la frequenza del progetto in Hz e per impostare i punti di inizio e fine di una selezione.



Accordion (Windows/Mac/Linux)

In un articolo incentrato su quelli che sono i migliori programmi per comporre musica è praticamente impossibile non fare il nome di Accordion. Si tratta di un piccolo software gratuito che permette, appunto, di comporre musica al PC simulando vari strumenti musicali, dal pianoforte alla chitarra passando per la batteria.

Non consente di registrare i brani prodotti in maniera diretta ma ha un’interfaccia tremendamente chiara e semplice (anche se non molto curata).
Anche in tal caso, si tratta di una soluzione multipiattaforma, disponibile per Windows, Mac e Linux.

Per usarlo, provvedi in primo luogo a collegarti al sito del programma dopodiché se stai utilizzando un PC Windows clicca sul collegamento SetupAccordion-1.03.exe che trovi nella colonna File, mentre se quello che stai impiegando un Mac devi fare clic sul collegamento Accordion-1.02.dmg, in modo tale da avviare il download del software sul computer.



Adesso, se stai usando Windows apri il file .exe ottenuto e clicca su Si.
Premi poi su Next, su I Agree, su Next, su Install e, per finire, su Finish.

IMMAGINE QUI 4



Se invece quello che stai usando è un Mac, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma sulla cartella Applications tramite la finestra del Finder che si è aperta.
Recati poi nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona di Accordion e seleziona Apri per due volte, così da avviare il software aggirando le limitazioni di Apple verso gli sviluppatori non autorizzati.

IMMAGINE QUI 5

Ora che visualizzi la finestra di Accordion sullo schermo, per iniziare a creare la tua composizione musicale non dovrai far altro che premere i tasti della tastiera del computer.
Ad ogni tasto, infatti, il programma associa una nota musicale.



IMMAGINE QUI 6

Se poi vuoi cambiare lo strumento usato, puoi farlo tramite il menu Instrument:, mentre la barra di regolazione accanto alla voce Volume: ti consente di regolare il livello del volume.
Il menu a tendina accanto alla voce Key: ti permette invece di selezionare la chiave da usare.



Selezionando poi la casella Notes: puoi scegliere di rendere visibili le note sulla tastiera su schermo, mentre spuntano la casella Reverse: puoi invertire i suoni.

Encore (Windows/Mac)

Encore è un programma studiato per i musicisti professionisti grazie al quale è possibile annotare musica su spartiti digitali e comporre brani con il computer generando o trascrivendo file in formato MIDI.
Ha un’interfaccia molto essenziale ma è estremamente semplice da usare.

Il programma è fruibile su Windows e Mac ed è a pagamento ma eventualmente è disponibile in una versione di prova gratuita (quella che ho usato io per redigere questo passo) che permette di testarne le funzionalità per un periodo di 30 giorni.



Per usarlo, collegati al sito Internet del software e clicca sul collegamento Download Now che trovi sotto la voce Encore 5.0.4 Demo for Windows (se stai usando Windows) oppure sotto quella Encore 5.0.7 Demo for Mac (se stai usando un Mac).
Compila poi il modulo che ti viene proposto nella pagina successiva con il tuo nome ed il tuo indirizzo di posta elettronica e premi sul bottone Submit.
Accedi poi alla tua casella email, apri il messaggio che ti è stata spedito da Encore e troverai il link per scaricare la versione di prova del software.

Adesso, se stai usando Windows apri il file .exe ottenuto, clicca su Si e su Next.
Seleziona la voce I accept the agreement, clicca ancora su Next per tre volte e porta a termine il setup premendo su Finish.
Avvia poi il programma richiamandolo dal menu Start.

IMMAGINE QUI 7



Se invece quello che stai usando è un Mac, apri il pacchetto .dmg ottenuto e fai doppio clic sull’icona contenuta al suo interno.
Completa quindi la procedura guidata d’installazione seguendo le istruzioni su schermo ed è fatta.
Successivamente avvia l’applicazione richiamandola dal Launchpad.

IMMAGINE QUI 8



Una volta visualizzata la finestra del software sullo schermo, ti ritroverai al cospetto di uno spartito che potrai compilare, usando gli strumenti annessi alla parte alta della relativa finestra, proprio come se stessi utilizzando carta e penna.

IMMAGINE QUI 9

Sulla sinistra trovi invece la barra degli strumenti con le note, le chiavi ecc., mentre in alto c’è la toolbar con i comandi per salvare, copiare, stampare e via discorrendo.
Più in alto ancora trovi tutti i vari menu per salvare il progetto, editarlo e compiere altre operazioni.



FL Studio (Windows/Mac)

FL Studio è uno tra i programmi per comporre musica più famosi al mondo.
Si tratta essenzialmente di uno studio di registrazione virtuale molto completo attraverso il quale è possibile creare musica, remixare o editare brani esistenti e registrare MIDI tramite strumenti digitali.
Il programma ha un’interfaccia utente molto curata e permette anche di realizzare mix in tempo reale.

È disponibile sia per Windows che per Mac.
La versione completa del software è a pagamento ma è possibile scaricane la trial (quella che ho usato io per redigere questo passo) che per 30 giorni permette di testare a fondo tutte le funzioni di editing e composizione disponibili nell’edizione full.

Per scaricare il programma sul computer, collegati al suo sito Internet e fai clic sul bottone Download Trial.
Nella pagina che successivamente andrà ad aprirsi, clicca sul logo del sistema operativo in uso sul tuo computer ed attendi che la procedura di download venga avviata e portata a termine.



Adesso, se stai utilizzando Windows, apri il file .exe ottenuto, clicca su Si, poi su Next, su I Agree, su Next per altre cinque volte, su Install e per concludere premi ancora su Next per due volte e su Finish.
Avvia poi il programma facendo doppio clic sul relativo collegamento che è stato aggiunto sul desktop.
Se durante la procedura di setup ti viene proposto di installare dei driver aggiuntivi, acconsenti pure alla cosa e segui la relativa procedura.

IMMAGINE QUI 10



Se invece quello che stai impiegando è un Mac, apri il pacchetto .dmg ottenuto, fai doppio clic sul file .pkg contenuto al suo interno e segui la procedura guidata d’installazione che ti viene proposta.
Dopodiché avvia il programma richiamandolo dal Launchpad.

IMMAGINE QUI 11

Una volta visualizzata la finestra di FL Studio, potrai iniziare a realizzare le tue creazioni musicali sfruttando tutti gli strumenti su schermo.
Nella barra degli strumenti in alto trovi tutto ciò che ti occorre per registrare, salvare, tagliare, definire i tempi e via discorrendo.



IMMAGINE QUI 12

Al centro c’è invece la console con i loop e gli strumenti musicali, mentre a destra c’è l’editor.
Sulla sinistra trovi invece la libreria con i progetti, i plugin, le registrazioni ecc.

Music MasterWorks (Windows)

Music MasterWorks è uno dei più apprezzati programmi per comporre musica professionali.
È dotato di una comoda interfaccia utente con spartiti dinamici attraverso la quale i professionisti del settore possono creare, riprodurre, modificare e stampare la propria musica.



Il software è solo per Windows ed è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita (quella che ho usato io per redigere questo passo) che permette di testarne le funzionalità per un periodo di 35 giorni.
Purtroppo è solo in lingua inglese.

Per usarlo, collegati al sito del programma e clicca sul collegamento Click here to download Music MasterWorks 30-day trial, in modo tale da avviare il download di Music MasterWorks sul computer.



A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto, clicca su Esegui, poi su Si e successivamente premi su Next.
Seleziona la voce I accept the agreement e clicca ancora su Next per tre volte di fila, poi su Install e per concludere premi su Finish.

IMMAGINE QUI 13

Ora che visualizzi la finestra del programma sul desktop, potrai iniziare a comporre i tuoi brani cliccando su Open a new song e compilando poi lo spartito visualizzato al centro dello schermo, cliccando nei punti in cui vuoi inserire le note.
Nella parte in alto della finestra trovi invece la barra degli strumenti per selezionare il tipo di nota, cambiare lo strumento usato ecc.



IMMAGINE QUI 14

Nella parte in basso della finestra ci sono i pulsanti per registrare, riprodurre il brano, andare avanti, indietro ecc., mentre in alto c’è la barra dei menu per editare, salvare e compiere varie altre operazioni sullo spartito.

App per comporre musica

Come anticipato in apertura, oltre ai tradizionali programmi per musica di cui sopra esistono anche diverse app per smartphone e tablet che puoi impiegare per realizzare le tue creazioni musicali in mobilità.



IMMAGINE QUI 15

Se la cosa ti interessa, ho provveduto a stilare per te un elenco di quelle che ritengo essere le migri app della categoria, lo trovi qui di seguito.



  • Caustic 3 (Android/iOS) – “Gettonatissima” app per quel che concerne la composizione di musica in mobilità.
    Integra un ampio set di strumenti in grado di soddisfare un po’ tutti i gusti.
    Per Android è gratis (ma offre acquisti in-app per sbloccare alcune funzioni extra), mentre da App Store è a pagamento.
  • Audio Evolution Mobile (Android/iOS) – Praticamente uno studio di registrazione di livello professionale in miniatura.
    È perfetta per registrare in multitraccia strumenti esterni ed i suoni importati posso poi essere modificati con le varie opzioni e gli effetti disponibili.
    Per Android è a pagamento, mentre per device iOS è gratis (ma occorre effettuare gli acquisti in-app per usare tutte le funzioni).
  • Walk Band – Studio Musicale (Android) – App gratuita che consente di suonare piano, batterie, tamburi e chitarra per comporre musica propria anche senza essere degli esperti del settore.
  • GarageBand (iOS) – Ha davvero bisogno di presentazioni?
    È praticamente la più potente e rinomata app di casa Apple per realizzare musica su iPhone e iPad (a dire il vero è disponibile anche sotto forma di software per computer).
    È gratis, mette a disposizione degli utenti tantissimi strumenti d’ogni genere ed offre altresì l’opportunità di usare le Live Loops per creare musica in maniera semplicissima.

Per maggiori dettagli riguardo le app di cui sopra e per conoscere altre, puoi fare riferimento al mio tutorial dedicato, appunto, alle app per creare musica ed al mio post sulle app per creare basi musicali.

programmi per creare musica



programmi per creare musica

I migliori programmi gratuiti e a pagamento per creare e modificare musica in formato digitale.

Audacity

IMMAGINE QUI 1

È probabilmente il miglior programma gratuito (ed open source) per creare e modificare musica in formato digitale.
Ha una grafica strutturata in grafici che permette una navigazione agevole all’interno delle tracce ed una vastissima gamma di effetti che consentono di regolare (volume, tempo, equalizzatore ecc.) o trasformare (capovolgimento, phaser, rimozione voce, ecc.) i brani selezionati.



Supporta i file WAV ed MP3 ma per salvare brani in formato compresso necessita dell’installazione di un plug-in aggiuntivo gratuito denominato LAME MP3.
Scarica da qui.

Adobe Audition

IMMAGINE QUI 2



Si tratta di uno dei programmi per creare musica più famosi del mondo.
Essendo una soluzione professionale basata sul vecchio Cool Edit Pro, offre tutti gli strumenti e le funzioni che possono servire ai professionisti per registrare, elaborare audio in modalità multi-traccia, modificare e correggere brani fin nei minimi dettagli.

La versione completa del software è abbastanza costosa ma ne è disponibile una versione di prova gratuita che può essere usata liberamente per 30 giorni prima dell’acquisto.
Scarica da qui.

Kristal Audio Engine

IMMAGINE QUI 3



Un programma gratuito per la creazione, la registrazione e l’elaborazione di audio multi-traccia.
Non è molto intuitivo a primo acchito, ma dopo aver studiato bene la sua interfaccia strutturata in grafici e pannelli per la regolazione dei canali audio si scopre un software ricco di risorse.

Il software è utilizzabile gratuitamente solo per fini non commerciali, risulta un’ottima soluzione anche quando si desidera mixare più tracce musicali insieme.
Scarica da qui.



Microsoft Songsmith

IMMAGINE QUI 4

Un software molto particolare che crea in maniera intelligente dei brani musicali in base al canto dell’utente.
Per semplificare il concetto, bisogna immaginare di avere un karoke al contrario in cui non è la persona che deve seguire la base musicale ma è la base musicale (scelta all’avvio del software) a seguire il canto della persona.

Il programma è a pagamento ma ne è disponibile una versione di prova gratuita della durata di 6 ore.
Non molto, ma abbastanza per saggiare tutte le potenzialità di questo strumento.
Scarica da qui.



Sony Sound Forge

IMMAGINE QUI 5

Un’altra soluzione altamente professionale per i lavoratori del mondo audio-musicale.
Supporta tutti i principali formati di file audio ma anche i video e permette di modificare i brani in modalità multi-traccia usando anche diversi equalizzatori.



Il programma è abbastanza costoso ma ne è disponibile una versione di prova gratuita della durata di 30 giorni.
Scarica da qui

VirtualDJ Home

IMMAGINE QUI 6

La versione gratuita di uno dei programmi più famosi del mondo per creare e mixare musica.
La sua interfaccia a tutto schermo, rappresenta una vera e propria console da DJ attraverso la quale è molto semplice creare nuova musica.



Chiaramente, non è possibile usare questa versione del software per fini commerciai o lucrosi.
Per quello bisogna ricorrere alla versione a pagamento di VirtualDJ che include anche altre funzioni avanzate.
Scarica da qui.

programmi per disegnare funzioni



programmi per disegnare funzioni

I migliori programmi per disegnare funzioni matematiche.

MATLAB

IMMAGINE QUI 1

MATLAB è una soluzione molto nota a tutti gli studenti universitari di materie matematiche.
Si tratta di un’ambiente per il calcolo numerico e l’analisi statistica disponibile per Windows, OS X e Linux che permette di compiere svariate operazioni, fra cui il disegno e la visualizzazione di funzioni e dati, l’implementazione di algoritmi e molto altro ancora.
Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 30 giorni.
Scarica da qui.



MathGV

IMMAGINE QUI 2

MathGV è un’applicazione gratuita per Windows destinata a tutti coloro che hanno bisogno di un programma per disegnare funzioni matematiche ma non hanno esigenze talmente ampie da ricorrere a soluzioni ultra-avanzate come MATLAB.
Utilizzandolo, è possibile creare grafici di funzioni matematiche bidimensionali, tridimensionali, in coordinate polari e parametriche salvando il risultato finale dotto forma di immagine JPG o BMP.
Non presenta limitazioni di alcun genere ed è compatibile con tutte le principali versioni del sistema operativo Microsoft.
È disponibile anche in versione no-install utilizzabile senza eseguire installazioni.
Scarica da qui.



Online Function Grapher

IMMAGINE QUI 3

Come lascia facilmente intuire il suo nome, Online Function Grapher è un servizio Web gratuito che permette di disegnare funzioni online senza installare alcun programma sul proprio PC.
Utilizzarlo è molto semplice.
Una volta effettuato l’accesso alla pagina principale del sito, basta infatti digitare la funzione da graficare nell’apposito campo di testo (facendo attenzione a rispettare una formattazione corretta) e cliccare sul pulsante Add.
Il grafico si aggiorna in tempo reale e, se arricchito da molteplici elementi, mostra ciascun dato con una colorazione differente.
Crea solo grafici in due dimensioni.
Prova da qui.

Function Grapher 2

IMMAGINE QUI 4



Function Grapher 2 è un programma gratuito per Windows che permette di disegnare funzioni matematiche complesse tramite un’interfaccia utente abbastanza spartana ma molto facile da usare.
Il programma non viene aggiornato da tempo ma risulta comunque una risorsa utilissima per tutti coloro che desiderano graficare delle funzioni e stamparne i relativi grafici senza ricorrere a soluzioni troppo sofisticate o costose.
Il software è di natura portable, questo significa che può essere utilizzato senza eseguire procedure installazioni e che può essere trasportato facilmente su una chiavetta USB.
Scarica da qui.

Function Grapher

IMMAGINE QUI 5



Function Grapher è una Web application che permette di disegnare grafici di funzioni matematiche online senza ricorrere all’installazione di programmi sul computer.
Non è molto intuitivo a primo acchito, ma nella sua pagina principale si trovano istruzioni molto esaustive su tutti i comandi e le variabili che è possibile utilizzare per graficare le funzioni desiderate.
Funziona con qualsiasi sistema operativo e qualsiasi browser ma necessita che sul computer ci sia installato il software Java.
Scarica da qui.

Graphing Functions Calculator

IMMAGINE QUI 6

Come suggerisce abbastanza facilmente il nome, Graphing Functions Calculator è un altro servizio Web che permette di disegnare grafici di funzioni matematiche online senza ricorrere all’installazione di programmi aggiuntivi sul PC.
Per utilizzarlo, basta collegarsi alla sua pagina principale e cliccare sulla voce click here to start.
Non è molto intuitivo per chi si trova alle prime armi, ma fornisce su schermo tutte le istruzioni necessarie alla sua comprensione e tutti i comandi utilizzabili per graficare le funzioni con esso.
Funziona con qualsiasi sistema operativo e qualsiasi browser ma necessita che sul computer ci sia installato il software Java.
Prova da qui.



programmi per dwg gratis



programmi per dwg gratis

Ti è stato inviato un file in formato DWG, vorresti tanto visualizzarlo ma sul PC che stai usando attualmente non c’è installata una copia di AutoCAD?
Non disperare! Esistono diversi software che possono risolvere il tuo problema e, pensa, molti di essi sono completamente gratuiti.

Sì, hai letto bene! Se sul tuo computer non c’è installato AutoCAD e non hai intenzione di acquistare una nuova copia del software, puoi aprire i file DWG usando dei programmi per DWG gratis reperibili facilmente online.
Ce ne sono davvero per tutti i gusti e, cosa ancora più importante, per tutti i sistemi operativi. Naturalmente non includono le funzioni di editing e creazione dei file incluse in AutoCAD, ma per la sola visualizzazione dei progetti (in 2D o 3D che siano) risultano perfetti.

Si può sapere che aspetti?
Che tu abbia un PC Windows, un Mac o addirittura un dispositivo portatile equipaggiato con Android o iOS troverai sicuramente la soluzione più adatta alle tue esigenze.
Coraggio! Prenditi cinque minuti di tempo libero, cerca di individuare il software che fa maggiormente al caso tuo e scaricalo usando il link presente nell’articolo.



DWG TrueView (Windows)

IMMAGINE QUI 1

DWG TrueView è il miglior programma per DWG gratis.
È prodotto da Autodesk, la casa produttrice del popolarissimo AutoCAD e quindi è basato sullo stesso motore di quest’ultimo. Permette di visualizzare gratuitamente i file DWG e DXF avendo la possibilità di stamparli e tracciare le modifiche a file 2D e 3D.
Permette inoltre di convertire i file DWG in PDF in maniera estremamente facile e veloce.
Il programma è disponibile solo per Windows e la sua interfaccia non è ancora stata tradotta ancora in italiano, tuttavia risulta molto semplice da usare.



Per saperne di più si può far riferimento al tutorial come visualizzare file DWG pubblicato precedentemente su questo blog. Scarica da qui.

FreeCAD (Windows/Mac/Linux)

IMMAGINE QUI 2

FreeCAD è una validissima alternativa gratuita ad AutoCAD che permette di aprire e modificare i file in formato .DWG.
È dotato di un’interfaccia utente molto ben strutturata che risulta familiare a chi ha usato programmi come AutoCAD, ed è tradotto completamente in italiano.
Entrando più nello specifico, si tratta di un software di modellazione parametrica 3D gratuito ed open source realizzato per disegnare oggetti del mondo reale di qualsiasi dimensione.
È compatibile con Windows, macOS e Linux e supporta molti formati di file differenti: STEP, IGES, STL, SVG, DXF, OBJ, IFC, DAE e molti altri.



Per attivare il supporto DWG occorre installare il software esterno Teigha File Converter e bisogna copiare il plugin Dxf Importer nella cartella delle Macro. Scarica da qui.

OpenText Brava! DWG Viewer (Windows)

IMMAGINE QUI 3



Come suggerisce abbastanza facilmente il suo nome, OpenText Brava! DWG Viewer è un programma gratuito che consente di visualizzare file in formato DWG, DXF e DWF.
È molto veloce, facile da utilizzare ed oltre a visualizzarli, permette anche di misurare e stampare i file di AutoCAD.
Supporta Xref, la visualizzazione dei livelli e il blocco degli attributi dei file.
Include anche un browser Web.
La sua interfaccia non è stata ancora tradotta in italiano ma risulta ugualmente molto facile da utilizzare anche per i non esperti.

È compatibile con tutte le principali versioni di Windows, comprese quelle a 64 bit.
Scarica da qui.

SketchUp (Windows/Mac)

IMMAGINE QUI 4



SketchUp è un noto software gratuito conosciuto precedentemente come Google SketchUp che permette di modellare case ed altri elementi in 3D.
È molto semplice da utilizzare, grazie ai tutorial e ai file di esempio interni che permettono di imparare facilmente i comandi principali del programma, e supporta tutti i principali formati di file di progettazione, compresi quelli DWG di AutoCAD.
È completamente in italiano ed è disponibile per Windows e macOS.
È disponibile anche in una versione a pagamento con funzionalità aggiuntive (che si possono comunque provare gratis per 30 giorni).

Per scaricare SketchUp bisogna inserire il proprio indirizzo email e bisogna indicare le finalità per cui si utilizzerà il software (es.
didattiche o professionali). Scarica da qui.



DraftSight (Windows/Mac/Linux)

IMMAGINE QUI 5

DraftSight offre uno strumento gratuito, molto efficiente e facile da usare per creare, modificare e visualizzare file DWG su tutti i principali sistemi operativi.
È dotato di un’interfaccia utente molto semplice da utilizzare particolarmente amichevole per chi ha già usato programmi come AutoCAD in passato ed è tradotto completamente in italiano.
Il software è gratuito ma per utilizzarlo è necessario registrarsi sul suo sito ufficiale e ricevere un codice da inserire in sede di installazione via email (altrimenti scade dopo 30 giorni).

È compatibile con tutte le principali versioni di Windows, con macOS e con molte distro Linux.
Scarica da qui.



eDrawings Viewer (Windows/Mac)

IMMAGINE QUI 6

eDrawings Viewer è un software gratuito per Windows e macOS che permette di visualizzare i file in formato DWG e DXF in maniera estremamente rapida.
È molto intuitivo e include tutte le funzionalità che si potrebbero desiderare da un’applicazione “essenziale” del suo genere:
apertura dei progetti, zoom, rotazione, animazione, navigazione ecc.



Non permette di modifica o creare nuovi progetti, ma per questo esistono altre soluzioni più avanzate. Scarica da qui.

AutoCAD 360 (Android/iOS)

IMMAGINE QUI 7

Come accennato in apertura del post, esistono anche dei Programmi per DWG gratis compatibili con smartphone e tablet.
Uno di questi è AutoCAD 360 che è disponibile sia per Android sia per iPhone e iPad.



L’applicazione è gratuita, ma alcune funzionalità come la creazione di nuovi progetti e il supporto ai file di grandi dimensioni, sono disponibili solo nella versione Pro a pagamento. Per scaricare AutoCAD 360 basta aprire Google Play o App Store e cercare l’applicazione.

programmi per eliminare file



programmi per eliminare file

Ammettilo:
quanto tempo è che non metti in atto una bella opera di pulizia sul tuo fido computer per sbarazzarti di quell’infinita serie di file “spazzatura” che albergano sull’hard disk?
Saranno mesi, se non addirittura anni.
Data la “drammaticità” della situazione, non pensi sia forse il caso di metterci un punto?
Sì?
Beh, allora procedi subito! Che aspetti?

Come dici?
Non sai come riuscirci, o meglio, quali strumenti usare?
Capisco.
Allora facciamo in questo modo:
ti indico io quelli che ritengo essere i migliori programmi per eliminare file attualmente disponibili su piazza e grazie ai quali puoi facilmente far fronte alla cosa.
Li trovi indicati tutti qui sotto.
Ce ne sono sia per Windows che per macOS, sia per cancellare i file, per così dire, inutili (file temporanei, cache del browser ecc.) che doppi (es.
immagini e video duplicati).

Sempre restando in tema, sarà altresì mia premura segnalarti di quali risorse puoi avvalerti per eliminare tutti quei file che, per un motivo o per un altro, non vogliono saperne nulla di essere rimossi e come fare per cancellare in maniera definitiva gli elementi che vuoi rendere irrecuperabili, nel caso in cui qualcuno provasse a ripristinarli con dei software appositi.
Ora però basta chiacchierare e passiamo all’azione.
Buona lettura e buona… “pulizia”!



Indice

  • Programmi per eliminare file inutili
    • Pulizia disco (Windows)
    • Strumento predefinito per la pulizia del disco (macOS)
    • CCleaner (Windows/macOS)
  • Programmi per eliminare file doppi
    • CloneSpy (Windows)
    • dupeGuru (Windows/macOS)
  • Programmi per eliminare file incancellabili
    • Malwarebytes FileASSASSIN (Windows)
    • Terminale (macOS)
  • Programmi per eliminare file definitivamente
    • Moo0 FileShredder (Windows)
    • Permanent Eraser (macOS)

Programmi per eliminare file inutili

Iniziamo questo excursus tra le risorse per cancellare i file dal computer dai software per la rimozione degli elementi inutili.
Qui di seguito, dunque, trovi indicati quelli che a mio modesto avviso costituiscono i migliori programmi per eliminare i file inutili su Windows e macOS:
provali e non te ne pentirai.

Pulizia disco (Windows)

IMMAGINE QUI 1



Per sbarazzarti dei file inutili presenti sul tuo PC Windows, puoi innanzitutto ricorrere all’uso di uno strumento incluso “di serie” in tutte le versioni del sistema operativo di casa Microsoft:
Pulizia disco.
Quest’ultimo, permette di eliminare tutti i file temporanei e i dati non più utili che sono presenti sul disco.

Per sfruttarlo, accedi al menu Start, digita utility di pulizia disco nel campo di ricerca e fai clic sul risultato corrispondente.
Nella finestra che si apre sul desktop, seleziona poi l’unità relativamente alla quale è tua intenzione andare ad agire dall’apposito menu a tendina (es.
C:) e clicca sul bottone OK.

Adesso, apponi un segno di spunta accanto alle voci relative agli elementi che intendi rimuovere (es.
File temporanei Internet, Cestino ecc.) e premi sul pulsante OK per avviarne la pulizia.



Se vuoi liberarti anche dei file di sistema ormai non più utili (es.
i file residui degli aggiornamenti di Windows), ti segnalo che puoi riuscirci facendo clic sul pulsante Pulizia file di sistema posto in basso.
Se però non sai bene dove mettere le mani, ti consiglio di lasciare perdere.

Strumento predefinito per la pulizia del disco (macOS)

IMMAGINE QUI 2

Passiamo ora al versante macOS.
Anche in tal caso, per liberarti dei file inutili, puoi in primo luogo sfruttare lo strumento predefinito per la pulizia del disco che Apple ha scelto di includere su tutti i Mac a partire da macOS Sierra.



Per usarlo, fai clic sul pulsante a forma di mela collocato nella parte in alto a sinistra della barra dei menu e seleziona la voce Informazioni su questo Mac dal menu che si apre.
Dopodiché fai clic sulla scheda Archivio nella finestra che compare sulla scrivania e premi sul bottone Gestisci che trovi in corrispondenza dell’icona dell’hard disk del computer.

Nella nuova finestra che a questo punto andrà ad aprirsi, scegli se effettuare oppure no le operazioni annesse alla scheda Consigli (es.
archiviare i file su iCloud o ottimizzare la libreria di iTunes), premendo sui relativi pulsanti. Per eseguire, invece, delle operazioni di pulizia più mirate, clicca sulle schede poste di lato (es.
Cestino, Documenti, Mail ecc.) e sfrutta le varie funzioni disponibili nella parte destra della finestra.
Tutto qui!

CCleaner (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 3



Se le risorse già incluse in Windows e macOS non ti soddisfano, puoi rivolgerti a CCleaner per liberarti dei file inutili presenti sul computer:
si tratta di uno di più celebri software appartenenti alla categoria, utile per cancellare, appunto, i file spazzatura dall’hard disk, oltre che per risolvere gli errori del registro di sistema di Windows ed effettuare svariate altre operazioni di manutenzione.
Si può usare sia su Windows che su macOS e la versione base è gratuita, mentre le varianti Pro sono a pagamento (presentano un costo base pari a 19,95 euro).

Per scaricarlo su Windows, collegati al sito Internet del programma e premi sul collegamento CCleaner.com presente nella colonna Free.
A download completato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, fai clic sul bottone .
Imposta ora l’italiano nel menu di selezione della lingua collocato in alto a destra, rimuovi la spunta relativa all’installazione di programmi extra (in basso a sinistra) e premi sui pulsanti Installa e Avvia CCleaner.



Se, invece, stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto, trascina l’icona del software nella cartella Applicazioni del Mac, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri dal menu che compare, in modo tale da aggirare le limitazioni imposte da Apple nei confronti delle applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo usato, visualizzi la finestra di CCleaner sullo schermo, per individuare e cancellare i file inutili fai clic sulla scheda Pulizia/Cleaner, premi sul pulsante Avvia pulizia/Run Cleaner e conferma l’esecuzione dell’operazione facendo clic sul bottone OK.
Eventualmente, puoi anche soltanto analizzare il disco e sapere quanto spazio potresti liberare con CCleaner senza però eliminare realmente i file.
Per fare ciò, clicca sul bottone Analizza/Analyze.

Prima di avviare l’operazione di pulizia puoi anche scegliere quali file cancellare e quali no, selezionando o deselezionando le voci presenti nella barra laterale di sinistra, nelle schede Windows/Mac OS X e Applicazioni/Applications.
Se non sai bene cosa fare, ti suggerisco però di lasciare attive le impostazioni predefinite, altrimenti rischi di fare seri danni!



Programmi per eliminare file doppi

Vorresti trovare e cancellare i file duplicati presenti sul tuo computer ma di fare tutto a mano non se ne parla proprio?
Lo credo bene! È una follia! Piuttosto, usa i programmi per eliminare i file doppi che ho provveduto a segnalarti qui sotto.
Sono sicuro che potranno esserti di grande aiuto.

CloneSpy (Windows)

IMMAGINE QUI 4

Come suggerisce abbastanza facilmente il suo nome, CloneSpy è un programma che permette di cancellare i file doppioni dal PC.
È molto utile per organizzare collezioni di documenti, foto, video e brani musicali salvate sull’hard disk del computer ripulendole da tutti quei file che, magari, hanno nomi diversi ma nella sostanza sono identici.
È gratis ed è solo per Windows.



Per effettuarne il download sul tuo computer, recati sul sito Internet del programma e clicca sul collegamento Download posto in alto, sotto la voce CloneSpy Vx.xx. A scaricamento completato, apri il file .exe ottenuto, clicca sul pulsante Si nella finestra che si apre sul desktop e sui bottoni Next e I Agree.
In seguito, premi ancora una volta sul pulsante Next, scegli se installare la variante a 64 bit oppure a 32 bit del programma (a seconda della versione di Windows usata), clicca sul bottone Next per altre due volte e, per concludere, premi sui pulsanti Install e Finish.

A questo punto, premi sul pulsante OK in risposta all’avviso comparso su schermo e, una volta visualizzata la finestra principale di CloneSpy, seleziona le cartelle da controllare facendo clic sul bottone Add Folder posto a destra. Assicurati poi che nei menu a tendina collocati in alto a destra risultino selezionate le opzioni Compare files within Pool 1 e Duplicates, verifica che ci sia il segno di spunta accanto alla voce Ask user e clicca sul pulsante Start scanning (in basso a destra) per avviare la ricerca dei file doppi.

A scansione avviata, ogni volta che saranno individuati dei file duplicati, vedrai comparire sullo schermo delle finestre indicanti i percorsi di riferimento:
scegli quindi gli elementi che intendi cancellare, facendo doppio clic su di esso, e confermane l’eliminazione premendo sul bottone Delete all marked files.



Se vuoi selezionare automaticamente i file più recenti o più datati, espandi il menu a tendina Preselect files che si trova in basso a sinistra e seleziona la voce Mark older files (per selezionare i file più datati) oppure quella Mark newer files (per selezionare i file più recenti).

dupeGuru (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 5

Un altro tra i programmi per eliminare i file inutili che ti invito a mettere alla prova è dupeGuru.
È gratis, funziona sia su Windows che su macOS (oltre che su Linux) e permette di cancellare i file duplicati in base a vari criteri selezionabili dall’utente.



Per scaricare dupeGuru sul tuo computer, collegati al sito del programma e clicca sul pulsante con il nome del sistema operativo in uso sul tuo computer (che trovi in cima).

Successivamente, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e fai clic sul pulsante  nella finestra che compare sul desktop.
A questo punto, clicca sul bottone OK per confermare l’uso della lingua italiana e sui pulsanti Avanti, Accetto, Avanti (per altre due volte), Installa e Chiudi.
In seguito, avvia il programma richiamandolo dal menu Start di Windows.



Se, invece, stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ricavato e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac.
Dopodiché fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri per due volte di fila, in modo tale da avviare dupeGuru andando però ad aggirare le limitazioni imposte da Apple nei confronti delle applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

A questo punto, seleziona la scheda Standard annessa alla finestra del programma, trascinaci sopra le cartelle da analizzare, verifica che nel menu a tendina Scan type risulti selezionata la voce Contents e premi sul bottone Scansiona.

Al termine della scansione, metti il segno di spunta accanto ai nomi dei file da cancellare, premi sull’icona dell’ingranaggio che si trova in alto a sinistra, seleziona la voce Sposta gli elementi marcati nel cestino dal menu che si apre e premi sul bottone Proceed per confermare la loro rimozione.



Se vuoi, puoi anche restringere la ricerca dei file duplicati a brani musicali o foto, selezionando le schede Music e Picture di dupeGuru.
Puoi altresì indicare i parametri in base ai quali cercare i file doppi mediante il menu a tendina Scan type e puoi scegliere di trovare i file duplicati in base ai tag, ai dati EXIF ecc.

Programmi per eliminare file incancellabili

Stai cercando di sbarazzarti di uno o più file sul tuo computer ma non sei in grado di portare a termine la procedura perché degli strani avvisi su schermo ti notificano il fatto che l’elemento scelto è bloccato?
Allora utilizza subito i programmi per eliminare i file incancellabili che trovi qui sotto:
vedrai che riuscirai a far fronte alla cosa in un battibaleno.

Malwarebytes FileASSASSIN (Windows)

IMMAGINE QUI 6



Malwarebytes FileASSASSIN è un programma a costo zero per sistemi operativi Windows che, come intuibile dal nome stesso, è stato sviluppato dalla stessa software house di Malwarebytes Antimalware (per approfondimenti, puoi fare riferimento alla mia guida specifica sull’argomento) e consente di eliminare qualsiasi tipo di file bloccato sul computer in modo semplice e veloce.

Per scaricare il programma sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul pulsante Scarica posto al centro della pagina.
A download ultimato, apri il file .exe appena ottenuto e, nelle finestre che si aprono sul desktop, clicca sui pulsanti Si e Next.
Accetta quindi le condizioni d’uso del programma, mettendo il segno di spunta accanto alla voce I accept the terms in the License Agreement, e porta a termine il setup premendo in sequenza sui bottoni Next, Install e Finish.

Ora che visualizzi la finestra del software sullo schermo, per eliminare un file “incancellabile”, non devi far altro che cliccare sul pulsante […] annesso alla stessa, selezionare l’elemento di riferimento, mettere il segno di spunta accanto alle quattro opzioni situate sotto la dicitura Attempt FileASSASSIN’s method of file processing e cliccare sul pulsante Execute.



Qualora il software non dovesse riuscire a svolgere appieno il suo lavoro, puoi provare a mettere i file in coda di eliminazione in modo da farli cancellare tutti al riavvio successivo del sistema.
Per riuscirci, apponi il segno di spunta accanto alla voce Use delete on Windows reboot functions posta in basso.

Terminale (macOS)

IMMAGINE QUI 7

Su macOS, il problema dei file che non vogliono saperne nulla di essere rimossi è meno frequente rispetto ai sistemi Windows, ma è comunque esistente.
Di conseguenza, sapere che esiste un programma che può far comodo per lo scopo in questione è decisamente confortante.
La risorsa alla quale mi riferisco è in realtà già preinstallata su tutti i Mac:
il Terminale, lo strumento che, impartendo specifici comandi, consente di effettuare le operazioni più disparate e di risalire a informazioni varie sullo stato del sistema.



Per servirtene per il tuo scopo, avvia innanzitutto il Terminale richiamandolo dal Launchpad (lo trovi nella cartella Altro) oppure mediante Spotlight, Siri o, ancora, recandoti nelle cartelle Applicazioni > Utility di macOS.

Una volta visualizzata la finestra del Terminale sulla scrivania, digita il comando sudo rm -rf [percorso del file da rimuovere], schiaccia il tasto Invio sulla tastiera e digita la password del tuo account utente su macOS, dopodiché schiaccia nuovamente il tasto Invio.
Tieni presente che il comando rm -rf cancella istantaneamente file e cartelle indicate, per cui assicurati di inserire il percorso corretto relativo al file o alla cartella di riferimento se vuoi evitare brutte sorprese!

Programmi per eliminare file definitivamente

Passiamo ora ai programmi per eliminare i file definitivamente, ovvero quelli che, pur ricorrendo all’uso di strumenti per il recupero dei dati cancellati (come quelli che ti ho segnalato nella mia guida sull’argomento), rendono praticamente impossibile l’esecuzione di tale operazione.
Li trovi indicati qui sotto.



Moo0 FileShredder (Windows)

IMMAGINE QUI 8

Moo0 FileShredder è uno dei migliori programmi per l’eliminazione sicura dei file per i sistemi operativi Windows.
È caratterizzato da un’interfaccia utente molto semplice da usare, completamente in italiano, attraverso la quale diventa un gioco da ragazzi cancellare qualsiasi tipo di file in maniera definitiva. Sono disponibili ben quattro livelli di cancellazione tra cui poter scegliere ed è totalmente gratis.

Per scaricarlo sul tuo PC, collegati alla pagina per il download del programma presente sul sito Internet di MajorGeeks e fai clic su uno dei collegamenti che trovi sotto la voce Download Locations in alto a destra.



A scaricamento completato, apri il file .exe ottenuto e clicca sul pulsante Si nella finestra che compare sul desktop.
A questo punto, rimuovi la spunta dalla casella posta accanto alla voce Additional Free Tools (per evitare l’installazione di programmi extra), clicca sul pulsante Avanti, seleziona la casella Accetto le Condizioni e clicca ancora sul bottone Avanti (per tre volte) e poi sui pulsanti Installa e Chiudi.

A questo punto, trascina il file che vuoi cancellare definitivamente sulla finestra di Moo0 FileShredder che nel frattempo è comparsa sul desktop, dopodiché clicca sul pulsante Si ed è fatta.
Più facile di così?



Tieni presente che per impostazione predefinita il metodo usato per la cancellazione dei file è quello semplice (è quello più veloce ma meno preciso).
Se vuoi modificarlo, scegli, prima di avviare la procedura di cancellazione, l’opzione che preferisci dal menu a tendina Metodo che si trova in basso.
Le opzioni disponibili, metodo semplice a parte, sono le seguenti: Vaporizzazione (è quello più efficace ma più lento), Approfondito e Inceneritore (sono una via di mezzo, il primo è leggermente meno sicuro del secondo ma un po’ più rapido).

Permanent Eraser (macOS)

IMMAGINE QUI 9

Se, invece, stai usando macOS, ti consiglio di prendere in considerazione l’uso di Permanent Eraser per eliminare in modo definitivo i file presenti sul tuo computer:
si tratta di una piccola utility gratuita che agisce andando a eliminare i file in modo irrecuperabile, sovrascrivendo i dati per ben 35 volte, mescolando i nomi degli elementi originali e troncandone la dimensione.
È molto facile da usare e si può sfrutare sia dal Cestino che direttamene sui singoli file oltre che con CD e DVD.



Per scaricarlo sul tuo Mac, collegati all’apposita sezione del Mac App Store online, premi sul pulsante Vedi in Mac App Store e fai clic sul bottone Ottieni/Installa nella finestra del Mac App Store che si è aperta sulla scrivania. Se necessario, autorizza il download digitando la password del tuo account Apple oppure tramite Touch ID (se hai un Mac dotato di tale componente).

Successivamente, sposta i file che vuoi eliminare in modo definitivo nel Cestino, clicca sull’icona dell’applicazione che è stata aggiunta al Launchpad (oppure dalla cartella Applicazioni, tramite Spotlight o, ancora, mediante Siri) e premi sul pulsante OK nella finestra che compare.
Sulla scrivania vedrai poi comparire una nuova finestra con una barra indicante lo stato d’avanzamento dell’operazione.

Per quanto riguarda, invece, la cancellazione dei file in posizioni diverse dal Cestino oppure per intervenire su CD e DVD, tutto quello che devi fare è, molto banalmente, trascinare l’icona dell’elemento di riferimento in quella di Permanent Eraser.



programmi per evitare intrusioni nel pc



programmi per evitare intrusioni nel pc

I migliori programmi per evitare intrusioni nel PC.

Outpost Firewall

IMMAGINE QUI 1

Outpost Firewall è uno dei migliori firewall disponibili sul mercato, pertanto può essere considerato come uno dei più efficaci programmi per evitare intrusioni nel PC.
Ha un’interfaccia utente molto chiara e comprensibile che ne facilita la configurazione ed è ottimizzato per “girare” su tutte le principali versioni di Windows (sia a 32 che a 64 bit).
Una volta installato, si sostituisce automaticamente al firewall di Windows, rispetto al quale offre maggiori funzioni e libertà di configurazione.
Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 30 giorni.
Scarica da qui.



SpyShelter

IMMAGINE QUI 2

SpyShelter è un ottimo programma gratuito che permette di evitare intrusioni nel PC da parte di keylogger e software malevoli che spiano le attività dell’utente.
È molto leggero e facile da usare ed è disponibile in tre versioni:
quella gratuita che protegge contro keylogger, programmi spia per la cattura del desktop e logger per il contenuto della clipboard, quella Premium che protegge anche dai software spia che sfruttano le webcam e quella Firewall che include un firewall completo.
Scarica da qui.



KL-Detector

IMMAGINE QUI 3

KL-Detector è una piccola applicazione gratuita che, senza necessitare di alcuna installazione, provvede a proteggere il computer dalle attività spionistiche dei software keylogger.
Non è semplicissimo da usare come altre soluzioni analoghe ma offre tutto il necessario per proteggere la propria privacy e il proprio computer da intrusioni e furti di dati.
Per utilizzarlo, occorre seguire la guida passo-passo proposta dopo il primo avvio del programma (durante la quale bisogna chiudere tutte le applicazioni in esecuzione per consentire al software di rilevare eventuali attività sospette).
Solo in lingua inglese.
Compatibile con tutte le versioni di Windows.
Scarica da qui.

Zamzom Wireless Network Tool

IMMAGINE QUI 4



Zamzom wireless network tool è un programma gratuito attraverso il quale è possibile scoprire chi si collega alla propria rete Wi-Fi senza permesso visualizzando gli indirizzi IP e tutti i MAC address dei computer/dispositivi connessi al network.
È molto facile da utilizzare e non richiede alcuna configurazione particolare:
basta avviarlo e scegliere se effettuare una scansione rapida o approfondita della rete per rilevare eventuali intrusioni.
Il software è gratuito ma è disponibile in una versione a pagamento che permette di eseguire controlli più approfonditi ed offre maggiori funzionalità.
Scarica da qui.

NextGen AntiKeylogger

IMMAGINE QUI 5



Come suggerisce abbastanza facilmente il suo nome, NextGen AntiKeylogger è un programma che si preoccupa di contrastare le attività di registrazione dei keylogger.
Utilizza un algoritmo di rilevamento delle minacce che consente ad esso di rilevare tutti i tipi di keylogger, quelli conosciuti e quelli non ancora conosciuti.
È disponibile in due versioni:
una gratuita che permette di rilevare le attività di spionaggio che hanno come bersagli i browser (Internet Explorer, Firefox e Safari) ed una a pagamento che consente di rilevare tutti i tipi di keylogger indistintamente dai programmi che questi ultimi possono spiare.
Scarica da qui.

KeyScrambler

IMMAGINE QUI 6

KeyScrambler è uno dei migliori software anti-keylogger attualmente disponibili sul mercato.
È disponibile in tre versioni differenti:
una gratuita capace di combattere i keylogger che spiano le attività dei browser Web (supporta 29 browser), una Pro che rileva le attività di spionaggio legate a client email, client VoIP, programmi per la musica, Windows Store App di Windows 8, password manager e giochi online ed una Premium che estende la protezione all’intero sistema.
È compatibile con tutte le versioni di Windows, sia a 32 che a 64 bit.
Scarica da qui.



programmi per film



programmi per film

I migliori programmi per catalogare, vedere e modificare film con il PC.

Ant Movie Catalog

IMMAGINE QUI 1

Come lascia intuire abbastanza facilmente il suo nome, Ant Movie Catalog è un’applicazione gratuita ed open source che permette di catalogare film su DVD, videocassette e lungometraggi scaricati da Internet in maniera assolutamente facile e veloce.
Permette di creare un archivio di film con tutte le informazioni possibili e immaginabili sulle pellicole scaricandole da un database online.
È molto leggero e permette di esportare facilmente i cataloghi di film in vari formati.
È disponibile anche in versione no-install.
Scarica da qui.



Avidemux

IMMAGINE QUI 2

Ormai sono in pochi a non conoscerlo.
Si tratta di uno dei migliori editor video free disponibili per tutti i principali sistemi operativi.
Supporta tutti i principali formati di film (AVI, MP4, MPG, WMV) permettendo di modificarli facilmente con una serie di filtri ed effetti speciali che possono usare anche gli utenti meno esperti.
Consente di unire film in più parti, tagliare parti superflue dai video ed estrapolare scene da film in maniera estremamente facile e veloce.
Scarica da qui.



DVD Profiler

IMMAGINE QUI 3

Un altro software dal nome abbastanza eloquente.
Si tratta, infatti, di un programma gratuito per catalogare i film in DVD che fanno parte della propria videoteca personale.
Si appoggia ad un vastissimo database online e permette di aggiungere facilmente pellicole all’archivio semplicemente digitandone il codice ISBN.
È completamente in Italiano ed ha un’interfaccia utente molto curata che ricorda quella di Office 2003, a prova di utenti alle prime armi.
Scarica da qui.

Movienizer

IMMAGINE QUI 4



Si tratta di uno dei più popolari programmi per film che permette di catalogare facilmente tutte le pellicole presenti nella propria collezione personale attingendo da un archivio online.
La versione gratuita si distingue da quella a pagamento per la presenza di diverse limitazioni, come l’impossibilità di aggiungere più di 50 film all’archivio, l’impossibilità di scaricare automaticamente le informazioni su più di 3 persone contemporaneamente e la comparsa di messaggi pubblicitari.
È in Italiano ed è disponibile anche in versione no-install.
Scarica da qui.

UndercoverXP

IMMAGINE QUI 5



UndercoverXP è uno dei più popolari ed utilizzati programmi gratis per stampare copertine di CD e DVD.
Include una vasta gamma di template grazie ai quali stampare facilmente copertine per box di film su DVD in vari formati partendo da qualsiasi immagine salvata sul PC.
È estremamente intuitivo e non presenta limitazioni d’uso.
Ideale anche per chi non è molto pratico di informatica anche se manca la traduzione in Italiano.
A dispetto del nome, è compatibile con tutte le versioni di Windows e non solo con XP.
Scarica da qui.

VLC

IMMAGINE QUI 6

Un programma che non ha bisogno di presentazioni.
VLC è uno dei player multimediali più potenti e completi disponibili per tutti i principali sistemi operativi.
Permette di riprodurre film in DVD, VCD, SVCD e tutti i principali formati di file video e audio scaricati da Internet senza necessitare di codec esterni.
È completamente in Italiano e ricco di funzioni avanzate, il che lo rende ideale sia per gli “smanettoni” che per gli utenti alle prime armi.
Scarica da qui.



programmi per gestire musica



programmi per gestire musica

I migliori programmi per gestire musica.

iTunes

IMMAGINE QUI 1

In una selezione di programmi per gestire musica non può assolutamente mancare iTunes, il software multimediale di Apple che consente di ascoltare musica, organizzare la propria libreria musicale sul computer e sincronizzare dati con iPhone, iPad ed iPod.
È disponibile sia per Windows che per Mac OS X (su cui risulta preinstallato) ed ha un’interfaccia utente estremamente curata e semplice da usare che prevede varie modalità di visualizzazione.
Permette anche di acquistare contenuti sull’iTunes Store, il celebre negozio di musica, libri, film ed applicazioni online di casa Apple.
Scarica da qui.



Windows Media Player

IMMAGINE QUI 2

Difficile trovare qualcuno che non lo conosca.
Windows Media Player è il programma multimediale di Microsoft incluso in (quasi) tutte le versioni di Windows.
Consente di riprodurre tutti i principali formati di file multimediali e di gestire in maniera efficiente librerie di musica e video.
Nelle ultime versioni si è evoluto in uno dei migliori programmi per gestire musica, consente inoltre di riprodurre le radio online, sincronizzare musica e playlist con media player portatili ed acquistare canzoni legalmente online.
Scarica da qui.



MediaMonkey

IMMAGINE QUI 3

MediaMonkey è uno dei migliori programmi per gestire musica alternativi ad iTunes e Windows Media Player ed è disponibile in due versioni differenti:
una gratuita con funzioni base ed una a pagamento più completa.
Tra le sue caratteristiche principali ci sono il supporto a tutti i principali formati di file audio, il download automatico di informazioni e copertine da Internet, la funzione per creare o rippare CD audio e la possibilità di visualizzare/modificare i tag dei brani importati nella libreria.
Solo per Windows.
Scarica da qui.

The Crab

IMMAGINE QUI 4



The Crab è una piccola applicazione gratuita per Windows che consente di recuperare le informazioni relative ai file MP3 presenti nella propria libreria musicale da Internet semplicemente selezionando la cartella in cui essi risiedono (cliccando sul pulsante Open).
Il programma è molto efficace e consente di modificare i tag degli MP3 semplicemente selezionando i brani e cliccando sul pulsante Edit presente nella barra degli strumenti.
Scarica da qui.

Foobar2000

IMMAGINE QUI 5



Pur non essendo particolarmente curato sotto il punto di vista estetico, Foobar2000 è uno dei riproduttori musicali più avanzati disponibili gratuitamente per Microsoft Windows.
Supporta tutti i principali formati di file audio ( MP3, MP4, AAC, CD Audio, WMA, Vorbis, FLAC, WavPack, WAV, AIFF, Musepack, Speex, AU, SND, ecc.) consentendo di organizzare in maniera semplice la propria libreria e ordinare i file contenuti in essa in base a vari criteri.
Integra funzioni per rippare CD audio, modificare i tag degli MP3 ed equalizzare l’audio.
La sua interfaccia, seppure minimalista, è modulare ed ultra-personalizzabile in ogni suo dettaglio.
Scarica da qui.

Songbird

IMMAGINE QUI 6

Songbird è un lettore multimediale molto avanzato che permette di riprodurre, organizzare e gestire la propria libreria musicale in maniera comoda ed efficiente.
Tra le caratteristiche principali del programma ci sono possibilità di sincronizzare le canzoni con i media player portatili, visualizzare notizie e informazioni in tempo reale sui propri artisti preferiti e lo streaming wireless della musica verso dispositivi esterni.
È disponibile per Windows e Mac OS X.
Scarica da qui.



programmi per home design



programmi per home design

Hai in mente di cambiare casa ma prima di procedere con l’acquisto del nuovo immobile vorresti vedere come organizzare ed arredare i tuoi spazi ricostruendo il tutto al computer?
Ti piacerebbe dare una bella rinnovata al tuo appartamento ma anziché trascinare i tuoi mobili da una stanza all’altra per fare prove varie preferiresti realizzare un progetto apposito al computer?
Se la risposta a queste e ad altre domande simili è affermativa… sono ben felice di comunicarti che sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto! Nelle righe successive provvederò infatti ad indicarti un mucchio di utili programmi per Home Design.

Allo stato attuale delle cose sono infatti disponibili in rete diversi ed appositi software, sia gratuiti che non, sia per Windows, per macOS e Linux che fruibili direttamente online, grazie ai quali è possibile realizzare modelli di abitazioni molo precisi e realistici oltre che completi di arredamenti interni e di tutte le personalizzazioni possibili.

Come dici?
Trovi tutto ciò molto interessante e vorresti dunque saperne di più?
Benissimo! Allora direi di non perdere ulteriore tempo prezioso.
Prenditi dunque qualche minuto di tempo libero, mettiti seduto ben comodo dinanzi il tuo fido computer e concentrarti sulla lettura di questo tutorial per scoprire, insieme a me, i programmi per Home Design che sto per consigliarti.
Vedrai, alla fine potrai dirti più che soddisfatto oltre che ben felice della scoperta fatta, ne sono sicuro.



Sweet Home 3D (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 1

Il primo tra i programmi per Home Design a cui voglio invitarti a prestare attenzione è Sweet Home 3D.
Si tratta senza ombra di dubbio uno dei migliori software a costo zero della categoria.
Ha dalla sua un’interfaccia utente molto semplice attraverso la quale anche gli utenti meno esperti possono realizzare piantine in 2D della casa dei propri sogni e vederla riprodotta in 3D.



Nonostante le features grafiche avanzate, il software funziona anche sui computer meno dotati sotto il punto di vista tecnico ed include una vasta gamma di arredamenti ed elettrodomestici per ogni stanza della casa.

Sweet Home 3D è gratis ed è disponibile per Windows, macOS e Linux.
Per effettuare subito il download del programma sul tuo computer, fai clic qui.

Room Arranger (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 2



Un altro ottimo programma per Home Design a cui voglio suggerirti di prestare attenzione è Room Arranger.
Si tratta di un software che supporta sia la visualizzazione bidimensionale che la navigazione negli ambienti in 3D.

Fra le sue principali caratteristiche, oltre all’estrema facilità di utilizzo, vi è anche la possibilità di creare oggetti e mobili su misura. Creazioni personalizzate a parte, sono anche disponibili un infinita serie di oggetti già pronti all’uso da collocare all’intero dei progetti.



Room Aranger è disponibile per Windows, macOS e Linux.
Il software è a pagamento ma è fruibile anche in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le potenzialità per un periodo di 30 giorni.
Per effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) del programma sul computer, fai clic qui.

SketchUp (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 3

SketchUp è invece un software di modellazione 3D molto avanzato che consente di sviluppare planimetrie tridimensionali ed altri lavori legati al settore ingegneristico, urbanistico e allo sviluppo di videogiochi.



Non è molto facile da usare a primo acchito ma basta seguire i video tutorial inclusi nell’applicazione ed analizzare i template inclusi in essa per prendere confidenza con i suoi comandi e le sue funzioni principali. La sua interfaccia è tradotta completamente in italiano.

SketchUp è disponibile per Windows e macOS in due versioni, una gratuita ed una a pagamento con strumenti di modellazione extra e funzioni aggiuntive riguardanti la condivisione dei file.
Per effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) del programma sul tuo computer, fai clic qui.



Ashampoo Home Designer (Windows)

IMMAGINE QUI 4

Ashampoo Home Designer è uno dei migliori programmi per Home Design destinati a coloro che cercano una soluzione di livello professionale ma non vogliono investire in applicazioni troppo elaborate e costose.
Si tratta infatti di un software estremamente facile da usare in cui creare delle case ed arredarle è semplice come arredare una casa delle bambole.

Il software dispone di una vasta gamma di contenuti ed oggetti per arredare le case realizzate al PC, tutti utilizzabili con un semplice clic.
Inoltre, la sua interfaccia utente appare ben curata, semplice ed al contempo altamente intuitiva.



Ashampoo Home Designer è solo per Windows ed è a pagamento.
Eventualmente è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne le funzioni per un periodo di 10 giorni.
Se si effettua una registrazione gratuita sul sito di Ashampoo inserendo il proprio indirizzo e-mail, il periodo di prova si allunga di ulteriori 30 giorni.
.
Per effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) del programma sul tuo computer, fai clic qui.

PCon.planner (Windows)

IMMAGINE QUI 5



In una guida dedicata a quelli che sono i migliori programmi per Home Design non può non essere presente PCon.planner.
Si tratta infatti di un software che consente di disegnare gli interni delle case in 3D attraverso un’interfaccia semplice e tradotta completamente in italiano.

In un’unica barra degli strumenti strutturata a schede, raccoglie tutti gli strumenti necessari per disegnare la casa dei propri sogni:
tool per il disegno e la delineazione dei confini, oggetti di arredamento e quant’altro.

PCon.planner è solo per Windows ed è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 30 giorni.
Per effettuare subito il download delle programma sul tuo computer fai clic qui.



Ikea Home Planner (Online)

IMMAGINE QUI 6

Con un nome del genere, Ikea Home Planner non poteva essere che un’applicazione offerta da Ikea per progettare la casa dei propri sogni al computer.
Si tratta di una Web App, pertanto per utilizzarla basta collegarsi al sito Internet del servizio, accettare di installare un piccolo componente aggiuntivo per il browser (Internet Explorer, Chrome, Firefox, Safari) e cliccare sul pulsante per avviare la creazione della propria piantina personalizzata.



Il servizio è in inglese ma risulta abbastanza intuitivo anche per gli utenti che non “masticano” bene le lingue estere.
Basta sfruttare il comodo menu con tutti gli strumenti collocato nella parte sinistra della pagina e posizionare i vari elementi nella piantina utilizzando il mouse.

Ikea Home Planner è gratis ed il componente aggiuntivo può essere installato sia su Windows che su macOS.
Per cominciare subito ad utilizzare il servizio, fai clic qui.

Floor Planner (Online)

IMMAGINE QUI 7



Floor Planner è un’altra ottima applicazione online che permette di creare planimetrie direttamente dal browser senza installare alcun software sul computer.
Offre un’interfaccia utente estremamente curata ed ordinata che riesce a mettere a proprio agio anche gli utenti alle prime armi.

È in lingua italiana (sebbene non tutti i menu e le opzioni siano tradotti completamente) ed offre inoltre una vastissima libreria di arredamenti per arricchire la piantina della propria casa.



Floor Planner è gratis nella sua versione base ma presenta diverse limitazioni, come l’impossibilità di produrre immagini ad alta risoluzione, la mancata renderizzazione in 3D, l’impossibilità di incorporare le planimetrie su altri siti Internet e la mancanza dell’opzione per esportare le piantine in PDF.
La versione Pro ha un prezzo minimo di 9,95 euro/anno.
Per cominciare subito ad utilizzare il servizio, fai clic qui.

Autodesk HomeStyler (Online)

IMMAGINE QUI 8

Autodesk HomeStyler è un’applicazione per l’Home Design sviluppata dalla stessa azienda che produce AutoCAD.
Questo significa che siamo al cospetto di una soluzione di altissima qualità che, tuttavia, assicura una facilità di utilizzo invidiabile.
Può essere impiegata direttamente online dal browser Web solitamente impiegato per navigare in rete dal computer e non necessita di software o plug-in particolari per funzionare.



Include la possibilità di visualizzare le proprie piantine in modalità 3D e svariate opzioni per la condivisione delle planimetrie sui social network.

Autodesk HomeStyler è gratis.
Per cominciare subito ad utilizzare il servizio, fai clic qui.



programmi per iphone



programmi per iphone

I programmi da installare assolutamente su ogni nuovo iPhone.

Instagram

IMMAGINE QUI 1

Instagram è una delle applicazioni fotografiche per iPhone di maggior successo.
Permette di applicare tantissimi effetti speciali alle foto scattate con la fotocamera del telefonino e di condividerle online su un vero e proprio social network fotografico in cui ogni utente può visualizzare, commentare e votare gli scatti pubblicati dagli altri membri del servizio.
Anche chi non è appassionato di fotografia, con una app del genere riesce a realizzare opere davvero memorabili.
D’altronde provare non costa nulla, è gratis al 100%.
Scarica da qui.



iPhoto

IMMAGINE QUI 2

Direttamente dai sistemi Mac OS X per computer, approda anche su iPhone ed iPad l’applicazione fotografica di Apple.
IPhoto è un software per la gestione delle foto a 360 gradi che permette di organizzare e catalogare i propri scatti, nonché di modificarli in maniera estremamente facile e veloce rimuovendo le imperfezioni da questi ultimi (es.
occhi rossi, brufoli, ecc.) e consentendo l’applicazione di effetti speciali strabilianti.
Importa in automatico le foto scattate con la fotocamera di iPhone.
Costa 3,99 euro.
Scarica da qui.



iTracking

IMMAGINE QUI 3

Come suggerisce abbastanza facilmente il suo nome, iTracking è uno di quei programmi per iPhone indispensabili per chi ha spesso a che fare con pacchi e spedizioni.
Permette infatti di tracciare i pacchi spediti o in fase di ricezione con tutti i più importanti corrieri nazionali ed internazionali, come Poste, UPS, TNT, SDA, SpedireWeb e molti altri ancora.
Monitora la posizione e lo stato della merce in base ai codici di tracciamento e consente di salvare liste di spedizioni da consultare in seguito con un solo tap.
Si sincronizza con Dropbox e supporta la scansione tramite fotocamera delle lettere di vettura delle spedizioni.
È disponibile in una versione Lite gratuita e nella versione completa a pagamento che costa 1,59 euro.
Scarica da qui.

Phone Drive

IMMAGINE QUI 4



Per trasferire file, documenti, video e foto da iPhone a PC serve collegare il telefono al computer ed avviare il programma iTunes.
Una seccatura che si può evitare usando Phone Drive, un’applicazione molto utile per iPhone e iPad che permette di scambiare file tra iPhone e computer senza passare per iTunes, agendo via Internet Wi-Fi oppure tramite cavo USB e Bluetooth.
Supporta tutti i tipi di file e permette di visualizzarne un’anteprima senza uscire dall’applicazione.
Supporta anche la protezione dei file condivisi con password.
Costa 0,79 euro.
Scarica da qui.

Facebook e Facebook Messenger

IMMAGINE QUI 5



Il social network più famoso del mondo non poteva mancare su iPhone, e infatti ecco qui l’applicazione ufficiale di Facebook che permette di rimanere in contatto con i propri amici di “diario” proprio come su computer.
Supporta la visualizzazione dei profili, delle foto e dei video, la gestione delle pagine e la ricerca di persone e pagine.
Si integra alla perfezione con il sistema di notifiche di iPhone avvertendo l’utente ogni qual volta ci sono nuovi messaggi o eventi che lo riguardano.
Da segnalare anche Facebook Messenger, che permette di chattare e scambiare messagi in tempo reale con gli amici di Facebook su iPhone, anche se l’applicazione non sembra stabile come ci si aspetterebbe.
Entrambe le app sono gratis.
Scarica da qui.

Twitter

IMMAGINE QUI 6

Il social network disegnato su misura per i messaggi in stile SMS (max.
280 caratteri) non poteva che avere una sua applicazione ufficiale per iPhone.
Recentemente ridisegnata, come il sito Web, Twitter per iPhone è strutturato in quattro schede:
Home in cui ci sono tutti i messaggi dei propri amici, Connetti in cui ci sono tutte le menzioni e i messaggi diretti, Scopri in cui vengono illustrati i trend del momento ed Account in cui si può gestire il proprio account.
La grafica è curatissima e permette di caricare foto e video dallo smartphone facilmente.
Gratis al 100%.
Scarica da qui.



Virgilio

IMMAGINE QUI 7

Virgilio per iPhone porta il meglio del portale Virgilio nel palmo delle nostre mani.
Include tutte le notizie dell’ultim’ora e gli avvenimenti più importati relativi al mondo dello sport, della teconologia, dello spettacolo e della cronaca.
Permette anche di gestire la propria casella di posta Virgilio Mail e visualizzare tutti i risultati del campionato di calcio.
Da segnalare la sezione città in cui sono raccolti tutti i principali avvenimenti della propria città.
L’applicazione è disponibile gratuitamente su App Store.
Scarica da qui.



programmi per lightscribe



programmi per lightscribe

Stai per acquistare un masterizzatore con supporto alla tecnologia LightScribe e, dunque, ti piacerebbe sapere di quali software potrai avvalerti per poterne sfruttare le funzioni di stampa su CD e DVD?
Allora direi proprio che sei capitato sulla guida giusta al momento giusto.
Con questo mio tutorial di oggi, infatti, andrò a indicarti quelli che, a mio modesto avviso, rappresentano i migliori programmi per LightScribe presenti su piazza.
Contento?

Nelle righe successive, dunque, andremo a scoprire di quali software puoi avvalerti per riuscire nel tuo intento agendo sia da Windows che da macOS.
Esistono infatti diversi strumenti adibiti allo scopo, tutti piuttosto semplici da usare, anche da parte di chi, un po’ come te, non si reputa propriamente un grande esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie.
Alcuni di essi sono gratuiti, altri invece sono a pagamento.

Allora?
Posso sapere che cosa ci fai ancora lì impalato?
Coraggio:
prenditi qualche minuto di tempo libero solo per te, mettiti bello comodo e comincia subito a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito.
Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso e che, addirittura, sarai pronto a dare consigli i tuoi amici interessati al medesimo argomento.
Scommettiamo?



Indice

  • Informazioni preliminari
  • Programmi per LightScribe
    • LightScribe Simple Labeler (Windows/macOS)
    • Ashampoo Cover Studio (Windows)
    • CDBurnerXP (Windows)
    • Disc Cover (macOS)
    • Altri programmi per LightScribe

Informazioni preliminari

IMMAGINE QUI 1

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti a elencare i migliori programmi per LightScribe, mi sembra doveroso fare alcune precisazioni riguardo la tecnologia in questione e i supporti disponibili per poterne fruire.



In primo luogo, come ti accennavo a inizio articolo, è doveroso specificare che cosa s’intende, esattamente, quando si parla di LightScribe.
Nel caso in cui non lo sapessi, si tratta di una tecnologia di registrazione ottica inventata ad HP che utilizza uno speciale rivestimento dei CD e dei DVD per imprimere etichette sul lato opposto a quello della registrazione del disco.

Chiaramente, per poter fruire della tecnologia in questione, è indispensabile disporre non solo dei programmi giusti (quelli di cui andrò a parlarti nelle righe successive), ma anche e, soprattutto, di un masterizzatore che la supporti.
Se non hai ancora un masterizzatore con supporto LightScribe e vuoi qualche suggerimento al riguardo, puoi consultare la mia guida all’acquisto dedicata ai masterizzatori esterni.



Un’altra cosa di cui è indispensabile disporre per poter sfruttare la tecnologia LightScribe sono dei supporti vergini compatibili:
si tratta in realtà di comunissimi CD e DVD scrivibili il cui lato dedicato all’etichetta risulta però completamente sgombero da eventuali incisioni da parte del produttore.

Da notare, inoltre, che diversamente da quanto va fatto quando viene eseguita la scrittura dei dati, i dischi su cui stampare scritte e disegni vari vanno inseriti nel masterizzatore con la parte per scrivere i dati verso l’alto e con quella colorata per l’incisione verso il basso.

Programmi per LightScribe

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, veniamo al nocciolo vero e proprio della questione e andiamo a scoprire quali sono i migliori programmi per LightScribe per Windows e macOS.

LightScribe Simple Labeler (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 2



LightScribe Simple Labeler è un’applicazione molto semplice da usare che consente di creare rapidamente etichette per i dischetti usando testi personalizzati e una serie di decorazioni preimpostate.
È disponibile sia per Windows che per macOS ed è gratis.

Per effettuarne il download sul tuo computer, se utilizzi Windows, recati sul sito Internet del programma e fai clic sul pulsante Download Now, che trovi sotto il nome del software.



A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e fai clic sul pulsante Avanti.
Seleziona poi la voce Accetto i termini del contratto di licenza, clicca ancora sul bottone Avanti, su quello Installa e, per concludere, premi sui pulsanti e Fine.

Se stai usando Windows 10 oppure Windows 8/8.1 e nel cercare di installare il programma ti viene mostrato un avviso relativo all’impossibilità di procedere per problemi di compatibilità, fai clic destro sull’eseguibile del software, seleziona la voce Proprietà dal menu contestuale, recati nella scheda Compatibilità della finestra che si apre, spunta la casella accanto alla voce Esegui il programma in modalità compatibilità per e seleziona Windows 7 dal menu a tendina sottostante.
Premi poi sui pulsanti Applica e OK e avvia daccapo la procedura d’installazione.

Per scaricare il programma su macOS, invece, recati su quest’altra pagina Web e clicca sul pulsante Download Now che trovi sotto il nome del software corrispondente alla versione corretta del sistema operativo che stai usando.



A scaricamento ultimato, estrai l’archivio TAR ottenuto, fai doppio clic sul file .pkg contenuto al suo interno, premi sul pulsante Continua per tre volte di fila e poi su quello Accetta.
Seleziona dunque il disco fisso su cui installare il programma, clicca ancora su Continua, digita la password del tuo account utente e premi sul bottone Fine.

A questo punto, a prescindere dal sistema operativo in uso, inserisci nel masterizzatore collegato al computer il dischetto su cui vuoi andare ad agire e avvia il software facendo clic sul relativo collegamento che è stato aggiunto al menu Start o sul desktop (su Windows) oppure al Launchpad (su macOS).



Nella schermata che ti viene mostrata, fai ora clic sul pulsante Succ. In seguito, inizia a comporre la tua etichetta digitando il testo che desideri inserire in alto e/o in basso nei campi Top e Basso, scegliendo il tipo di fon dal menu a tendina Font e selezionando il tipo di bordo tra i vari disponibili nella sezione sottostante la voce Selez.
Bordo
.

Successivamente, assicurati che risulti selezionato il tuo masterizzatore dal menu Unità (altrimenti provvedi tu), indica il numero di copie che vuoi ottenere nel campo Copie e clicca sul bottone Succ.
Per concludere, da’ uno sguardo all’anteprima del risultato finale, e se ti convince, avvia la procedura per stampare l’etichetta sul disco, facendo clic sul pulsante apposito.

CDBurnerXP (Windows)

IMMAGINE QUI 3



CDBurnerXP è uno dei programmi di masterizzazione gratuiti più completi e famosi disponibili su Windows.
Consente di creare CD/DVD di dati, CD musicali, DVD video e di gestire facilmente i dischetti riscrivibili.
Tra le sue funzioni, c’è anche il supporto alla tecnologia LightScribe, grazie alla quale è possibile stampare etichette sui dischetti usando testi e immagini personalizzate.
Supporta tutti i principali masterizzatori LightScribe (e di conseguenza i dischi di tutti le principali marche) e, a dispetto del nome, non funziona solo su Windows XP ma con tutte le versioni più recenti del sistema operativo Microsoft.

Per effettuarne il download sul tuo PC, recati sul sito Internet del programma e fai clic sul collegamento Download latest version (x.x.x.xxxx) che si trova in cima.
A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e fai clic sul pulsante nella finestra che compare sul desktop.

Successivamente, clicca sul bottone Avanti, seleziona la voce Accetto i termini del contratto di licenza e fai ancora clic sul bottone Avanti per quattro volte di fila, poi su quello Installa e, per concludere, premi sul pulsante Fine.
Se durante la procedura di setup ti viene proposta l’installazione di programmi extra (es.
l’antivirus Avira), rifiuta pure in quanto non indispensabili per il corretto funzionamento di CDBurnerXP.



Ora che visualizzi la finestra principale di CDBurnerXP sullo schermo, clicca sul bottone OK per confermare l’uso della lingua Italiana e scegli l’operazione di masterizzazione che intendi effettuare tra Disco Dati e Disco Audio (le uniche che supportano la stampa delle etichette), dopodiché fai clic sul pulsante OK.

A questo punto, fai clic sul menu File presente in alto a sinistra, seleziona la voce Stampa Copertina dal menu che compare e, nell’ulteriore finestra che si apre sullo schermo, apponi la spunta sulla voce Creazione copertina.



Digita, ora, il testo che vuoi imprimere sul disco nel campo Titolo, specifica quante copie dell’incisione intendi eseguire mediante il campo Copie e scegli un’eventuale immagine di sfondo, cliccando sul pulsante […] posta accanto alla voce Immagine di copertina. In seguito, inserisci nel masterizzatore collegato al computer il dischetto su cui desideri andare ad agire e fai clic sul bottone LightScribe.

Nella nuova finestra che andrà ad aprirsi, potrai visualizzare l’anteprima dell’etichetta da stampare sul disco, sulla destra.
Se cioè che vedi ti soddisfa, procedi pure con la stampa assicurandoti che nel menu a tendina Drive (sulla sinistra) risulti selezionato il tuo masterizzatore, dopodiché scegli il livello di contrasto della stampa dal menu a tendina Contarst Level e fai clic sul pulsante Print, che si trova in basso a destra.

Per quanto riguarda, invece, la procedura da eseguire per effettuare la masterizzazione del disco, puoi fare riferimento alla mia guida su come masterizzare gratis in cui ho provveduto a descriverti la procedura in questione in maniera dettagliata.



Ashampoo Cover Studio (Windows)

IMMAGINE QUI 4

Come si può evincere facilmente dal suo nome, Ashampoo Cover Studio è un’applicazione dedicata alla creazione di copertine per CD e DVD.
Ha un’interfaccia utente estremamente facile da usare e supporta pienamente la tecnologia LightScribe:
questo significa che è in grado di realizzare e stampare etichette su CD e DVD usando scritte e immagini personalizzate.
Il software è solo per Windows ed è a pagamento (costa 14,99€), ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 30 giorni.

Per effettuarne il download sul tuo computer, visita il sito Internet del programma e fai clic sul pulsante Transferir situato a destra.



A download ultimato, apri il file .exe ottenuto e clicca sul pulsante nella finestra comparsa sul desktop.
Clicca poi sul pulsante Accetto e procedo, quindi su quello con su scritto Ottieni una chiave di attivazione gratuita e, nella finestra del browser che si apre, digita il tuo indirizzo di posta elettronica nel campo apposito, dopodiché clicca sul pulsante Richiedi chiave per versione completa.

Successivamente, apri la tua casella email e clicca sul pulsante presente nel messaggio che ti è stato spedito da Ashampoo, per attivare il tuo account.
Fornisci, dunque, le informazioni relative alla tua persona compilando il modulo presente nella nuova scheda che si è aperta nel browser, premi sul bottone Fatto, continua, copia la chiave di licenza che ti viene restituita e incollala nel campo apposito della finestra del setup, dopodiché fai clic sui bottoni Attiva ora, Avanti, Avanti e Fine, per concludere la procedura.



Ora che visualizzi la finestra del software sul desktop, seleziona l’opzione Disco, poi quella LightScribe posta poco più in basso, definisci il formato della stampa e il diametro del CD/DVD da stampare, facendo clic sui pulsanti Modifica formati carta e Diametro del disco; premi sul bottone Acquisisci immagine per selezionare l’immagine da imprimere sul disco e clicca sul pulsante Avanti.

A questo punto, inserisci nel masterizzatore collegato al computer il dischetto su cui vuoi andare ad agire, digita il titolo che vuoi stampare sul disco nel campo Titolo, l’eventuale sottotitolo nel campo Sottotitolo, seleziona il tipo di contenuto di tuo interesse e clicca ancora sul bottone Avanti.

Serviti, infine, dell’editor che ti viene mostrato a schermo per modificare l’aspetto del disco:
usando i pulsanti collocati sulla sinistra puoi aggiungere tabelle, grafiche, testi e sfondi, mentre sulla destra trovi dei modelli predefiniti di cui puoi eventualmente servirti (facendo doppio clic su di essi).
I pulsanti in cima, invece, ti consentono di rimuovere determinati elementi aggiunti, di annullare le modifiche apportate ecc.
Per procedere con la stampa, clicca sui pulsanti Avanti e Stampa con LightScribe.



Disc Cover (macOS)

IMMAGINE QUI 5

Se stai usando un Mac, puoi prendere in considerazione anche Disc Cover:
si tratta di un software che consente di progettare e stampare etichette per CD e DVD in maniera semplice ma professionale, sia intervenendo direttamente sui dischetti che creando supporti in carta.
Offre numerose opzioni per la personalizzazione ed è anche abbastanza intuitivo.
È a pagamento (costa 24,99$), ma lo si può scaricare in una versione di prova gratuita funzionante per 30 giorni senza limitazioni.

Per effettuarne il download, recati sul sito Internet del programma e fai clic sul bottone Get Free Trial.
A scaricamento ultimato, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS.
Successivamente, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri dal menu contestuale, in modo tale da avviare il programma andando però ad aggirare le limitazioni di Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).



A questo punto, chiudi la schermata relativa all’apprendimento del funzionamento del software e inserisci nel masterizzatore collegato al Mac il disco su cui desideri intervenire.
Poi, nella finestra principale di Disc Cover, scegli il tema che preferisci (se vuoi usare dei temi predefiniti) e premi sul bottone Fine per andare avanti, altrimenti clicca sul pulsante Nuovo progetto posto in basso a sinistra per creare un nuovo progetto da zero.

Nella nuova schermata visualizzata, premi sul pulsante Provalo per attivare la versione di prova del programma e personalizza il disco come meglio credi, usando i vari comandi su schermo.
Sulla sinistra trovi le immagini e le categorie d’appartenenza in cui esse sono organizzate, in alto ci sono i pulsanti per aggiungere testi, forme geometriche, impostare i colori ecc., mentre a destra trovi la toolbar tramite cui regolare i margini, il riempimento e tutte le altre caratteristiche dell’etichetta da stampare.
Per procedere con la stampa, fai poi clic sul pulsante con la stampante posto in alto.

Altri programmi per LightScribe

IMMAGINE QUI 6



I programmi per LightScribe di cui ti ho già parlato non ti hanno convinto in maniera particolare e cerchi delle risorse alternative adibite allo scopo?
Allora prova quelle che trovi segnalate qui di seguito, non te ne pentirai.

  • LightScribe Template Labeler (Windows) – è una versione potenziata di LightScribe Simple Labeler, il software di cui ti ho parlato nel passo a inizio guida, che consente di creare etichette per i dischetti usando non solo testi e decorazioni basilari, ma vere e proprie immagini. Utilizzandolo, è possibile scegliere un’immagine tra quelle salvate sul PC (o scaricate da Internet) e stamparle sui CD/DVD sfruttando l’intera superficie dei supporti.
    È gratis.
  • Disc Labeler (Windows) – software commerciale (presenta un prezzo base pari a 19,95$) che permette di creare delle grafiche professionali sia per i masterizzatori LightScribe che per le stampanti che accettano dischi stampabili.
    Eventualmente, si può scaricare in versione di prova gratuita funzionante per 15 giorni.
  • LaCie LightScribe Labeler (MacOS) – applicazione gratuita specifica per masterizzatori LaCie con supporto alla tecnologia LightScribe.
    Permette di stampare su CD e DVD.
    È facilissima da usare e dispone anche di interfaccia in Italiano.

programmi per mettere a fuoco foto



programmi per mettere a fuoco foto

Sei appena rientrato dalla tua ultima gita fuori porta e, impaziente di mostrare le foto scattate agli amici, hai subito provveduto a collegare la macchina fotografica al computer per trasferire su quest’ultimo i tuoi scatti.
Peccato solo che nel fare ciò ti sia reso conto di una cosa:
alcune immagini sono fortemente sfocate e mosse.

Come dici?
La situazione è precisamente questa e non ti resta altro da fare se non cestinare tutto?
Giammai! Piuttosto, prenditi qualche minuto di tempo libero per te e concentrati sulla lettura di questo mio tutorial dedicato ai programmi per mettere a fuoco le foto. Probabilmente non ne eri a conoscenza, ma esistono un mucchio di utili software pensati per migliorare – entro i limiti del possibile – le foto sfocate o che comunque posso fare particolarmente comodo in circostanze di questo tipo.

Se vuoi provarli, concentrati sulla lettura di quanto riportato di seguito e prova a mettere in pratica i miei consigli:
ribadisco che miracoli non se ne possono fare (se le foto sono molto sfocate, non c’è software che tenga, dovrai cestinarle), ma almeno qualche scatto dovresti riuscire a recuperarlo.
Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!



Indice

  • Unshake (Windows/macOS/Linux)
  • Photoshop (Windows/macOS)
  • SmartDeblur (Windows/macOS)
  • Focus Magic (Windows/macOS)
  • Lunapic (Online)
  • Enhance.Pho.to (Online)
  • App per mettere a fuoco foto

Unshake (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 1

Unshake è un’applicazione gratuita che consente di mettere a fuoco le foto sfocate e mosse applicando ad esse una serie di filtri studiati per lo scopo.
Il programma è universale, nel senso che può “girare” senza problemi su Windows, macOS e Linux, ma per farlo funzionare occorre avere installato sul proprio computer il software Java (per ulteriori informazioni, ti rimando alla lettura delle mie guide su come scaricare e installare Java, appunto).
Usarlo è un vero gioco da ragazzi:
basta selezionare la foto da correggere e scegliere i filtri da applicare a essa per sistemare i difetti.



Per scaricare Unshake sul tuo computer, collegati dunque al sito Internet del programma e clicca sul collegamento I Agree presente al centro della pagina. A download ultimato, estrai in una qualsiasi posizione del computer il file ZIP appena ottenuto e sposta la foto sfocata su cui vuoi andare ad agire nella cartella soruce del programma.
Dopodiché, se stai usando Windows, fai doppio clic sul file Launch presente sempre nella cartella del software, mentre se stai usando macOS, fai doppio clic sul file maclaunch.sh.

Ora che visualizzi la schermata principale di Unshake sullo schermo, usa i menu presenti nella parte in alto della finestra per selezionare il tipo di correzione da applicare e la qualità della foto.
Spostando, invece, la barra di regolazione sottostante puoi intervenire sull’intensità dell’effetto.



Per visualizzare un’anteprima del risultato finale, premi sul bottone Estimate.
Se ti soddisfa, clicca quindi sul pulsante Save per salvare sul file corrente le modifiche apportate.
Facile, vero?

Photoshop (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 2

Quando si parla di programmi per mettere a fuoco le foto è difficile non pensare anche a Photoshop, il più completo e utilizzato software di fotoritocco disponibile sul mercato.
Grazie ai tantissimi filtri da esso offerti, è possibile correggere le immagini non messe correttamente a fuoco, quelle mosse e quelle che presentano alcuni dettagli leggermente sfocati.



Non è sempre possibile ottenere risultati portentosi, ma con un pizzico di abilità le foto si riescono realmente a migliorare.
Il software è a pagamento (è disponibile in versione abbonamento al prezzo base di 12,90 euro/mese), ma è fruibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 7 giorni.

Per servirtene per il tuo scopo, provvedi in primo luogo a scaricare il programma seguendo le istruzioni sul da farsi che ti ho fornito nel mio tutorial su come scaricare Photoshop gratis. Successivamente, apri la foto relativamente alla quale ti interessa andare ad agire selezionando la voce Apri dal menu File situato in alto.
In seguito, serviti del filtro Riduzione effetto mosso, selezionando quest’ultimo dal menu Filtro > Nitidezza.

Nell’ulteriore finestra che compare sul desktop, dovresti visualizzare sull’immagine una selezione tratteggiata.
In caso contrario, espandi il menu Avanzato situato sulla destra e accertati che sia presente il segno di spunta accanto alla voce Mostra aree di stima sfocatura.



Successivamente, seleziona una traccia di sfocatura e agisci sui comandi situati sulla destra:
Limiti traccia sfocatura (permette di indicare la dimensione del numero in pixel della sfocatura su cui vuoi agire), Attenuazione (permette di attenuare il disturbo generato dalla nitidezza applicata allo scatto) e Eliminazione artefatti (permette di rimuovere i disturbi che solitamente vengono evidenziati quando si rende più nitida un’immagine o una parte di essa).
A modifiche completate, fai clic sul pulsante OK per salvare i cambiamenti.

Per concludere, salva l’immagine modificata richiamando il menu File del programma, selezionando la voce Salva con nome e, tramite la finestra che si apre, indicando la posizione di output e il nome che intendi assegnargli, dopodiché fai clic sul pulsante Salva.



Per ulteriori dettagli in merito al funzionamento di Photoshop e all’uso del programma per sistemare le fotografie sfocate, ti rimando alla lettura della mia guida dedicata in via specifica a come sistemare una foto sfocata con Photoshop.

SmartDeblur (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 3

SmartDeblur è un programma molto facile da usare che consente di mettere a fuoco le foto senza ricorrere a software di fotoritocco eccessivamente complessi.
tra le sue caratteristiche principali c’è un avanzato algoritmo di deblurring che può identificare e rimuovere i motivi di sfocatura in un’immagine automaticamente, restituendo risultati di ottimo livello e senza fatica.
È a pagamento (la licenza base costa 49$), ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di tempo limitato.
È compatibile con Windows e macOS.



Per usarlo, collegati al sito Internet del programma, premi sul pulsante Download e, nella nuova pagina visualizzata, clicca sul bottone Download Home che trovi sotto il nome del sistema operativo in uso sul tuo computer. A questo punto, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic sul pulsante Si.
Successivamente, premi sul bottone Next, seleziona la voce I accept the agreement, fai clic sul pulsante Next per quattro volte di fila e, per concludere, premi sui bottoni Install e Finish.

Se, invece, stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ricavato, trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del computer, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri dal menu contestuale che compare, in modo tale da avviare il programma andando però ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

A prescindere dal sistema operativo impiegato, una volta visualizzata la finestra principale del programma su schermo, fai clic sul pulsante Trial Mode per accedere alla versione di prova dello stesso, clicca poi sul pulsante OK e premi sul bottone con la cartella verde collocato in basso, in modo tale da selezionare la foto sulla quale andare ad agire.



Serviti quindi degli strumenti situati a sinistra, in corrispondenza della sezione Blur parameters, per regolare la sfocatura della foto.
Per la precisione, mediante il menu a tendina Defect type puoi impostare il tipo di difetto da correggere, mentre spostando il cursore sottostante puoi regolare il grado di correzione da applicare.

Quando avrai ottenuto il risultato finale desiderato, fai clic sul pulsante Analyze Blur posto a destra e, se desideri applicare un effetto ancora più intenso, spunta la casella accanato alla voce Aggrssive Detection.
Dopodiché attendi il completamento delle modifiche e, se necessario, effettua ulteriori correzioni sull’immagine sfruttando gli strumenti annessi alla sezione Post-processing options (a sinistra).



Per concludere, ricordati di salvare la foto corretta facendo clic sul pulsante con il floppy disk posto in basso, indicando la posizione in cui desideri archiviare il file e il nome che vuoi assegnargli.

Focus Magic (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 4

Focus Magic è un programma disegnato in maniera specifica per mettere a fuoco le foto venute sfocate o un po’ mosse.
Include una vasta gamma di filtri tra cui scegliere (a seconda del tipo di sfocatura a cui porre rimedio) e ciascun filtro può essere personalizzato nel grado di intensità.
È a pagamento (costa 65$), ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni su massimo 10 foto.
È compatibile sia con Windows (sotto forma di software standalone) che con macOS (come plugin per Photoshop).



Per usarlo, recati sul sito Internet di Focus Magic e fai clic sul pulsante Downloada (Win) (se stai usando Windows) oppure su quello Downlod (Mac) (se stai usando macOS). A scaricamento completato, se stai utilizzando Windows, apri il file .exe appena ottenuto e clicca sul pulsante  nella finestra che compare sul desktop.
Successivamente, seleziona la voce I accept the agreement, clicca sul pulsante Next (per tre volte di seguito), su quello Install e, per concludere, premi sui bottoni OK e Finish.

In seguito, avvia Focus Magic mediante il collegamento apposito che è stato aggiunto sul desktop e seleziona la foto sfocata relativamente alla quale desideri andare ad agire tramite la finestra comparsa su schermo. Fai quindi clic sul menu a tendina Filter posto a sinistra e seleziona l’opzione Focus (se vuoi correggere una foto sfocata) oppure quella Fix Motion Blur (se vuoi correggere una foto mossa), dopodiché clicca su un qualsiasi punto dell’immagine per avere un’anteprima della stessa (visibile in alto a sinistra) in seguito al trattamento con il programma.

Puoi altresì sfruttare i menu Blur Width e Amount collocati nella parte in alto della finestra per regolare, rispettivamente, la percentuale di sfocatura da correggere e l’intensità della correzione da applicare alla foto. Potrai poi avviare la procedura di ottimizzazione vera e propria dell’immagine facendo clic sul pulsante con il semaforo verde (in alto a destra).
A procedura completata, potrai salvare la foto modificata sul computer, cliccando sul menu File e selezionando la voce Save as.



Se, invece, stai usando macOS, estrai in una qualsiasi posizione il file ZIP ottenuto e sposta il plugin contenuto al suo interno nel percorso indicato su questa pagina a seconda della versione di Photoshop usata.
Dopodiché potrai cominciare a servirti di Focus Magic da Photoshop richiamando il menu Filtri di quest’ultimo.

Lunapic (Online)

IMMAGINE QUI 5

Non vuoi o non puoi scaricare programmi per mettere a fuoco le foto sul tuo computer e ti piacerebbe sapere se esiste qualche soluzione fruibile direttamente online?
Allora prova subito Lunapic.
È uno tra i servizi Web più “gettonati” per quel che concerne l’elaborazione delle immagini.
tra i vari strumenti offerti ne è disponibile anche uno per migliorare la messa a fuoco delle fotografie.
È gratis, funziona da qualsiasi browser e non richiede registrazione.



Per usarlo, collegati al sito Internet di Lunapic e clicca sul pulsante posto sotto la dicitura Upload your photo for blur (in alto), per seleziona la foto relativamente alla quale desideri andare ad agire, dopodiché fai clic sul bottone Upload.
Se la foto che vuoi migliorare si trova online, puoi prelevarla anche direttamene da Internet immettendo il relativo link nel campo acanto alla voce or, open URL e facendo poi clic sul bottone Go.

In seguito, sposta il cursore situato in alto per regolare il grado di sfocatura dell’immagine.
Le modifiche apportate all’immagine saranno visibili in tempo reale. Per concludere, premi sul bottone Apply, in modo tale da applicare i cambiamenti, fai clic destro sull’immagine e scegli l’opzione per effettuarne il salvataggio in locale dal menu contestuale che si apre.

Enhance.Pho.to (Online)

IMMAGINE QUI 6



In alternativa al servizio di cui sopra, puoi affidarti a Enhance.Pho.to:
si tratta sempre di un altro servizio Web gratuito, funzionante con qualsiasi navigatore e facilissimo da usare.
Permette di migliorare la qualità generale delle foto e anche l’eventuale sfocatura, tutto nel giro di pochi clic.

Per usarlo, collegati al relativo sito Internet e premi sul bottone Scegliere posto in alto, in modo tale da selezionare la foto che intendi migliorare.
Se l’immagine si trova online, puoi prelevarla anche drittamente da Internet, specificandone il link previo clic sul bottone Mettere URL, oppure da Facebook, facendo prima clic sul bottone Da Facebook.



A upload completato, ti ritroverai direttamente al cospetto della versione migliorata della tua fotografia.
Se vuoi apportare ulteriori modifiche, puoi impostare le correzioni applicare apponendo o rimuovendo il segno di spunta dalle voci in alto.
Le opzioni che nel caso specifico delle foto sfocate possono essere utili sono Denoise (elimina i “rumori”) e Deblur (rende le foto più nitide).

Infine, confronta l’immagine migliorata con quella originale cliccando, rispettivamente, sui pulsanti Risultato e Sorgente in alto a destra.
Se il risultato finale ti convince, salva la foto sul computer premendo sul bottone Salvare nel disco posto in basso.

App per mettere a fuoco foto

IMMAGINE QUI 7



Non hai un computer a portata di mano e ti piacerebbe capire se, programmi per mettere a fuoco le foto a parte, esiste anche qualche app adibita allo scopo fruibile direttamente in mobilità, da smartphone e tablet?
Ma certo che sì! A tal proposito, qui di seguito trovi infatti segnalate quelle che, a mio modesto avviso, costituiscono le migliori soluzioni della categoria per Android e iOS:
provale subito e vedrai che non te ne pentirai.

  • Adobe Photoshop Express (Android/iOS) – come intuibile dal nome stesso, si tratta di un’app resa disponibile dalla software house Adobe, una sorta di Photoshop “da taschino” che consente di migliorare le foto sfocate intervenendo sulla nitidezza e su vari altri parametri, oltre che di effettuare svariate altre operazioni di image editing.
    È gratis.
  • Autodesk Pixlr (Android/iOS) – interessante e performante app a costo zero per dispositivi mobili, grazie alla quale è possibile compiere diverse operazioni di photo editing in mobilità, compresa quella oggetto di questo tutorial.
    Da notare che integra anche alcune funzioni utili per la creazione dei collage.
  • Snapseed (Android/iOS) – applicazione gratuita di casa Google grazie alla quale si possono modificare e correggere le foto.
    Ho scelto di segnalarti l’app in quanto comprensiva alcuni filtri utili per intervenire sui difetti di maggior rilievo delle immagini, come quello oggetto di questo tutorial.

programmi per modificare video



programmi per modificare video

Sei stato ad una festa, hai realizzato un bel filmato ed adesso ti piacerebbe modificarlo per renderlo ancora più bello?
Non preoccuparti, se non sai come fare anche questa volta puoi contare sul mio aiuto.
Con la guida di oggi provvederò infatti ad indicarti quelli che a mio modesto avvisto rappresentano i migliori programmi per modificare video attualmente presenti sulla piazza.
Che tu sia disposto a spendere del denaro oppure no non fa alcuna differenza, di programmi per modificare video ne esistono a bizzeffe, sia a pagamento che gratuiti.
La scelta spetta a te.

I programmi che trovi indicati qui di seguito sono inoltre adatti sia per video maker a carattere professionale che per utenti alle prime armi o, molto più semplicemente, per chi ha bisogno di rendere un po’ più vivace ed interessante i propri filmini.
Inoltre, che tu stia utilizzando un PC con su installato Windows o Linux oppure un Mac non sussiste alcun problema… esistono software adatti un po’ a tutte le piattaforme, devi solo scegliere quello che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo.

Se sei dunque effettivamente interessato all’argomento, ti suggerisco di prenderti qualche minuto di tempo libero, di metterti seduto ben comodo e di concentrarti sulla lettura delle seguenti righe.
Sono sicuro che alla fine potrai dirti più che soddisfatto e che in caso di necessità sarai anche ben disponibile a consigliare tutti i tuoi amici bisognosi di ricorrere all’uso di programmi per modificare video.
Allora dimmi, sei pronto?
Si?
Grandioso, mettiamo dunque al bando le ciance e procediamo.



Programmi per modificare video multipiattaforma

Lightworks

IMMAGINE QUI 1

Il primo programma per modificare video che voglio consigliarti è Lightworks.
Si tratta della soluzione ideale per chi cerca una soluzione per l’editing video di livello professionale ma a costo zero.
Il programma – è bene che tu lo sappia – non è molto leggero, non è molto facile da usare ma assicura un uso completo delle potenzialità del computer.



Il software include tute le funzioni basilari per il video editing più altre un po’ più avanzate e riservate agli addetti ai lavori.

Lightworks è fruibile su Windows, Linux e Mac ed è gratis nella sua versione “base”.
Il software è anche disponibile anche in un’edizione a pagamento che fornisce funzioni aggiuntive come l’esportazione nel formato 1080p di YouTube e la creazione di contenuti stereoscopici. Per effettuare il download di Lightworks sul tuo computer fai clic qui.

Avidemux

IMMAGINE QUI 2



Anche Avidemux è un software che rientra a pieno titolo in questo elenco di programmi per modificare video.
Si tratta infatti di uno dei migliori strumenti di questo tipo.
È open source e supporta tutti i principali formati di file video (nonché audio).
La sua interfaccia è abbastanza spartana ma altrettanto semplice da usare anche per gli utenti meno esperti.

Grazie ad esso, chiunque può tagliare, montare e convertire file video da un formato all’altro.
Tantissimi i filtri disponibili che permettono di applicare effetti speciali ai video con parametri personalizzati.



Avidemux è fruibile su Windows, Linux e Mac ed è una risorsa gratuita.
Per eseguire il download di Avidemux sul tuo computer fai clic qui.

Wondershare Filmora

IMMAGINE QUI 3

Per chi ha esigenze leggermente più alte rispetto alla media e desidera creare/modificare i propri video (anche HD) senza perdersi in interfacce grafiche di difficile interpretazione Wondershare Filmora rappresenta senz’altro un’ottima soluzione da considerare.
Il programma la divisione dei video, l’aggiunta di scritte e musiche di sottofondo.



Il funzionamento del software risulta estremamente semplice.
Bastano infatti pochissimi passaggi per potersene cominciare a servire senza problemi.
Tutto ciò che bisogna fare altro nn è che importare i propri video (o, perché no, anche delle immagini), modificarli, applicarvi eventuali effetti speciali ed elaborare il filmato finale.

Wondershare Filmora è un software a pagamento ed è fruibile sia su Windows che su Mac.
Il software può anche essere scaricato in versione di prova fruibile senza alcun tipo di limitazione per 30 giorni.
Per eseguire il download di Wondershare Filmora sul tuo computer fai clic qui.



Programmi per modificare video per PC

AVS Video Editor

IMMAGINE QUI 4

AVS Video Editor è una soluzione ideale per coloro che cercano un programma per modificare video professionale ma non vogliono spingersi verso le costosissime suite ultra-professionali.

Include una serie di strumenti e filtri utilissimi che permettono di montare e tagliare video, applicare effetti speciali ecc.
su tutti i principali formati di file video.
AVS Video Editor offre inoltre delle funzioni avanzate che eliminano il tremolio dei filmati girati con cellulari e fotocamere, aggiungono effetti di transizioni fra le scene e permettono di applicare commenti audio e sottotitoli ai filmati elaborati.



AVS Video Editor è un programma a pagamento ed è fruibile solo ed esclusivamente su Windows.
Il software è disponibile per uso illimitato al prezzo (quando non scontato) di 199,00 euro una tantum e sotto forma di abbonamento annuale al prezzo di 29,00 euro.
AVS Video Editor può inoltre essere utilizzato in versione di prova gratuita per un periodo di 30 giorni.
Per effettuare il download di AVS Video Editor sul tuo computer fai clic qui.

Free Video Dub

IMMAGINE QUI 5



Come suggerisce abbastanza facilmente il suo nome, Free Video Dub è un programma di editing video basilare che permette di fare una cosa, tagliare i video, e di farla nella migliore maniera possibile.

Ha un’interfaccia spartana molto facile da usare e supporta tutti i principali formati di file video:
avi, mpg, mp4, mkv, flv, 3gp, webm e wmv.
Rappresenta senza ombra di dubbio la soluzione ideale quando si devono tagliare “scene morte” o pubblicità da video salvati sul computer.

Free Video Dub è disponibile gratuitamente ed è fruibile solo ed esclusivamente sui PC con su installato Windows.
Per effettuare il download di Free Video Dub sul tuo computer fai clic qui.



VirtualDubMod

IMMAGINE QUI 6

VirtualDubMod altro non è che la versione modificata, riveduta e corretta di VirtualDub, uno dei migliori programmi per modificare video disponibili a costo zero.
Ha un’interfaccia praticamente identica al software su cui si basa ma ha molte novità sotto il punto di vista funzionale.



Supporta appieno i formati MKV ed OGM permettendo all’utente di aggiungere, rimuovere e gestire le tracce audio e i sottotitoli presenti in queste tipologie di video.
Non è in Italiano ma è molto semplice da utilizzare, inoltre su Internet si trovano tantissime guide che spiegano come compiere varie operazioni di editing utilizzandolo.

VirtualDub è un programma fruibile solo ed esclusivamente sui sistemi operativi Windows ed è gratuito. Per eseguire il download di VirtualDub sul tuo computer fai clic qui.

Windows Live Movie Maker

IMMAGINE QUI 7



Windows Live Movie Maker è probabilmente il miglior programma di editing video gratis disponibile per il sistema operativo Windows.
Grazie alla sua semplicissima interfaccia a schede (simile a quella di Office), consente di tagliare, montare e modificare video con una serie vastissima di filtri ed effetti in grado di trasformare qualsiasi ripresa amatoriale in un video dall’aspetto professionale.

Fa parte del pacchetto di applicazioni gratuite Windows Live Essentials e permette di pubblicare i video direttamente su Internet (su YouTube e Facebook) subito dopo averli salvati, senza passare per il browser. Supporta inoltre alcuni fra i principali formati di file video (AVI, MPG, WMV, ecc.).



Windows Live Movie Maker è fruibile solo su Windows ed è a costo zero.
Da notare che pur essendo parte del pacchetto Live Essentials, per poter utilizzare il software non è necessario installare tutti gli altri software proposti.
L’unico problema è che la suite in questione non è più supportata da Microsoft e quindi va scaricata da siti non ufficiali (i cui link potrebbero scadere in qualsiasi momento).
Al momento, per eseguire il download di Windows Live Movie Maker puoi fare clic qui o clic qui (per la versione inglese del software).

Programmi per modificare video per Mac

iMovie

IMMAGINE QUI 8

iMovie è l’applicazione di editing video più famosa del mondo Mac.
È un software reso disponibile direttamente da Apple ed è senz’altro la soluzione ideale per apportare modifiche ai filmati, taglio dei video compreso, a livello “casalingo” ma include comunque funzioni avanzate che permettono agli utenti un po’ più esperti di ottenere risultati finali di ottima qualità.



iMovie è un’applicazione che viene generalmente fornita “di serie” su macOS ma è disponibile anche come applicazione separata gratuita che può essere acquistata e scaricata sui Mac più datati ove non è presente. Puoi trovare iMovie direttamente sul tuo Mac recandoti nella cartella Applicazioni oppure puoi eseguirne il download sul tuo computer facendo clic qui.

Oltre che essere disponibile per macOS, iMovie può essere scaricato sotto forma di app per iPhone e iPad.
L’applicazione è gratuita per tutti ed il download può essere effettuato direttamente da App Store.



Foto

IMMAGINE QUI 9

Recentemente Apple ha deciso di includere sui Mac un’applicazione per la gestione di foto e video chiamata Foto.
Contrariamente a quel che lascia intuire il nome, oltre a permettere di visualizzare, catalogare e ritoccare i propri scatti, il programma consente anche di creare video con foto, musica e scritte e di apportarvi delle modifiche.

L’utilizzo di questo strumenti è destinato perlopiù ai non esperti in materia ma considerando gli ottimi risultati che è in grado di restituire può essere utilizzato con soddisfazione anche dagli utenti di livello più avanzato.



Foto è un’app gratuita ed è preinstallata su tutti i computer a marchio Apple a partire dalla versione 10.10.3 (Yosemite) di macOS.
Puoi accedere a Foto dalla cartella Applicazioni del computer.

Final Cut Pro

IMMAGINE QUI 10



Final Cut Pro è il programma di editing video professionale per eccellenza in ambito Mac. Si tratta di un altro software prodotto dalla stessa Apple che offre tutti gli strumenti di modifica e montaggio più avanzati tra cui, ovviamente, non manca la possibilità di tagliare i propri filmati.

Final Cut Pro è fruibile solo su macOS e solo a pagamento, al prezzo di 299,99 euro.
È comunque possibile provare il software senza spendere neppure un centesimo per un periodo di 30 giorni.
Per eseguire il download di Final Cut Pro sul tuo Mac fai clic qui.

programmi per ocr



programmi per ocr

Hai redatto un documento a mano e gli hai scattato una foto con lo smartphone per poterlo consultare anche in un secondo momento senza doverlo necessariamente portare sempre con te.
Ora vorresti realizzarne una copia digitale in formato testuale ma non hai la minima voglia di ricopiare il tutto a computer?
Beh, in tal caso credo proprio che ricorrere all’uso di appositi programmi per OCR possa essere la migliore soluzione alla quale appellarti.
Come dici?
Non sai di che cosa sto parlando?
Ma non devi preoccuparti… posso fornirti io tutte le spiegazioni di cui hai bisogno!.

Partendo dal presupposto che la tecnologia OCR (optical character recognition) altro non è che il riconoscimento ottico dei caratteri, l’uso di programmi di questo tipo può rivelarsi particolarmente utile in una situazione analoga a quella indicata nelle precedenti righe.
Utilizzare programmi per OCR può infatti permetterti di trasformare immagini e scansioni in testi modificabili in maniera tanto semplice quanto rapida.
Bello vero?

Di programmi per OCR ce ne sono a bizzeffe, alcuni sono gratuiti mentre altri sono a pagamento, alcuni possono essere utilizzati solo su Windows, altri anche su OS X ed altri ancora persino direttamente dal browser Web (senza dover scaricare ed installare assolutamente nulla sul computer!).
La scelta di quale software utilizzare per trasformare immagini e scansioni in documenti di testo spetta però solo e soltanto a te, in base a quelle che sono le tue necessità e le tue preferenze.
Io, dal canto mio, provvederò ad indicarti quelle che a mio modesto avviso rappresentano le migliori soluzioni di questo tipo attualmente disponibili sulla piazza.



Se sei quindi effettivamente interessato a scoprire quali sono i migliori programmi per OCR e come fare per potertene servire ti suggerisco di prenderti una decina di minuti o poco più di tempo libero, di metterti ben comodo dinanzi al tuo computer (oppure di afferrare il tuo smartphone o il tuo tablet) e di concentrarti sulla lettura di questa guida.
Sono più che sicuro che alla fine potrai dirti soddisfatto e che qualora necessario sarai anche pronto a fornire tutte le spiegazioni del caso ai tuoi amici bisognosi di ricevere una dritta analoga.
Scommettiamo?

Programmi per OCR per Windows e OS X

ABBYY FineReader

IMMAGINE QUI 1



ABBYY FineReader è uno dei programmi per OCR più famosi ed utilizzati al mondo.
Si tratta di una soluzione completa che permette di effettuare scansioni ed ottenere documenti di testo modificabili, convertire PDF in file di Word e file di testo semplici, catturare testi da immagini ed altro ancora.

Il programma supporta tutte le lingue (compreso l’Italiano), offre una qualità nel riconoscimento dei testi altissima e consente di trasformare scansioni ed immagini in svariate tipologie di documenti in maniera estremamente semplice.
Insomma, è una vera e propria “manna dal cielo”.

Il software è utilizzabile sia su Windows che su OS X, è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne le funzionalità per un periodo di tempo limitato (per ottenere il link per il download occorre fornire un indirizzo e-mail valido).
Per effettuare il download di ABBYY FineReader sul tuo computer fai clic qui.



FreeOCR

IMMAGINE QUI 2

Come suggerisce abbastanza facilmente il suo nome, FreeOCR è un programma gratuito per la tecnologia OCR grazie al quale è possibile effettuare scansioni con lo scanner trasformate direttamente in testi modificabili, convertire immagini in testi e catturare testi dai file in formato PDF.



Il programma è molto leggero e facile da utilizzare, ma purtroppo è tarato per l’estrazione di testi in lingua inglese e quindi in alcuni casi potrebbe fornire risultati non molto precisi per quanto riguarda i testi in lingua italiana.

FreeOCR è compatibile solo ed esclusivamente con Windows ed è scaricabile gratuitamente.
Scarica da qui.

Capture2Text

IMMAGINE QUI 3



In un elenco di programmi per OCR mi sembra doveroso segnalarti anche Capture2Text.
Si tratta di un piccolo software gestibile direttamente dall’area di notifica che permette di catturare testi da qualsiasi immagine, file e programma selezionando una porzione del desktop.
La parte di schermo selezionata viene analizzata dal software e tradotta in testo editabile mediante la tecnologia OCR.

Per usarlo basta premere la combinazione di tasti Win+Q sulla tastiera del computer e creare una selezione della porzione di schermo da cui estrapolare il testo con il mouse e, a seconda della scelta dell’utente, il testo estratto viene copiato nella clipboard oppure mostrato in una finestra apposita.
È possibile scaricare il dizionario Italiano da Internet e includerlo nel programma.



Capture2Text è disponibile soltanto per sistemi operativi Windows ed è una risorsa gratuita.
Per scaricare Capture2Text sul tuo computer fai clic qui.

GT Text

IMMAGINE QUI 4

GT Text è un’applicazione per PC ottimizzata per estrapolare il testo dalle immagini colorate.
Il programma sfrutta un algoritmo molto avanzato che permette di riconoscere il testo nelle immagini pixel per pixel distinguendone i colori.



Il software risulta essere molto preciso e supporta tutti i principali formati di file grafici.
Non è utilizzabile molto facilmente a primo acchito (colpa di un’interfaccia non molto curata) ma dopo pochi utilizzi diventa sicuramente più agevole da usare anche per gli utenti meno esperti.

GT Text è fruibile soltanto su sistemi operativi Windows ed è una risorsa gratuita.
Per scaricare GT Text sul tuo computer fai clic qui.



OCR Desktop Application

IMMAGINE QUI 5

I programmi per OCR che ti ho già proposto non hanno saputo attirare in maniera particolare la tua attenzione?
No?
Beh, allora prova a dare uno sguardo a OCR Desktop Application.
Si tratta di uno dei software appartenenti alla suddetta categoria tra i più essenziali e facili da usare.
Grazie al supporto per oltre 4 milioni di varianti per i font, permette di estrarre testi e generare testi ASCII partendo da immagini in tutti i principali formati.

Per usare questo programma, basta selezionare l’immagine da cui estrapolare il testo cliccando sul pulsante Get Image File e fare clic su Process File per avviare l’estrazione del testo.
È possibile anche selezionare singole porzioni di immagine da prendere in esame.



OCR Desktop Application è un programma a pagamento che può però essere scaricato in versione di prova gratuita ed è utilizzabile soltanto su Windows.
Per effettuare il download di OCR Desktop Application sul tuo computer fai clic qui.

Prizmo

IMMAGINE QUI 6



Un altro ottimo programma per OCR specifico per utenti Mac è Prizmo.
Si tratta di un software che consente di digitalizzare documenti, tradurli in testi modificabili grazie alla tecnologia OCR (con supporto alla lingua italiana) ed esportarli in formato PDF o rich text.

Per digitalizzare un documento con Prizmo, è sufficiente avviare l’applicazione, clicca sulla voce Nuovo documento e seleziona l’opzione Importa da scanner o fotocamerapresente nella finestra che si apre.

L’applicazione è fruibile solo ed esclusivamente su OS X ed è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova che non ha scadenze temporali ma in compenso prevede diverse limitazioni:
inserisce dei watermark nei documenti digitalizzati, copre parzialmente alcune parole trattate tramite OCR ecc.
Per effettuare il download di Prizmo sul tuo Mac fai clic qui.



Programmi per OCR online

a9t9 Online OCR

IMMAGINE QUI 7

Trovi i programmi per OCR che ti ho proposto nelle precedenti righe molto interessanti ma vuoi evitare di installare nuovi software sul tuo computer?
In tal caso puoi utilizzare il servizio online a9t9 Online OCR per “tradurre” il testo presente in una data immagine in un vero e proprio documento modificabile in Word o qualsiasi altra applicazione adatta allo scopo.



Per utilizzare questo servizio non devi far altro che collegarti alla sua pagina iniziale, cliccare sul bottone Sfoglia/Scegli file e seleziona il documento da digitalizzare.
Puoi selezionare un documento PDF, un’immagine PNG o un’immagine JPG.
Successivamente seleziona la lingua in cui è scritto il testo dall’apposito menu a tendina e clicca sul pulsante Start OCR per ottenere la tua “traduzione” via OCR.

a9t9 Online OCR è un servizio online gratuito e fruibile da qualsiasi browser Web e sistema operativo.
Per collegati al sito Interne di a9t9 Online OCR ti basta fare clic qui.

Free Online OCR

IMMAGINE QUI 8



In alternativa al servizio che ti ho già proposto c’è Free Online OCR.
Si tratta di un pratico servizio OCR fruibile direttamente da browser Web che consente di trasformare in documento evitabile immagini e documenti PDF.
Il servizio è molto semplice da utilizzare oltre che molto preciso ed efficiente.

Per trasformare un’immagine o un PDF in un documento di testo non devi far altro che collegarti pagina principale del servizio, premere sul pulsante Scegli file collocato sotto la voce Select your image or PDF file per selezionare il file presente sul tuo computer su cui intendi intervenire, premere sul menu a tendina annesso alla sezione Select your output format e selezionare il formato che più preferisci dall’elenco che ti viene mostrato. Per concludere, fai clic sul puslante arancione con su scritto Convert.



Free Online OCR è un servizio online gratuito ed utilizzabile da tutti i sistemi operativi e browser Web.
Per collegati al sito Interne di Free Online OCR fai clic qui.

programmi per ottimizzare mac



programmi per ottimizzare mac

Il tuo Mac non è più scattante come una volta?
Tranquillo, è una situazione abbastanza comune.
A dispetto delle leggende che dipingono macOS come un sistema operativo perfetto e i Mac come dei computer quasi magici, immuni a qualsiasi tipo di problema legato a prestazioni e velocità, in realtà anche i computer di casa Apple, a lungo andare, possono soffrire di qualche rallentamento.
Nulla di irrisolvibile comunque.

Utilizzando alcuni strumenti inclusi nello stesso macOS e alcuni programmi di terze parti, infatti, è possibile “raddrizzare” la situazione e ripristinare le prestazioni dei Mac in maniera abbastanza semplice (a patto che all’origine dei rallentamenti non ci siano problemi di natura hardware, questo è ovvio).
Basta solo imparare a usare queste soluzioni con una certa continuità e ricordarsi che i Mac, pur essendo ottimi computer, in alcuni casi più stabili e affidabili dei PC Windows, non sono magici e hanno anch’essi bisogno di un minimo di manutenzione.

Detto questo, mettiamo al bando le ciance e passiamo subito all’azione:
qui sotto trovi la lista completa degli strumenti di ottimizzazione inclusi in macOS e dei programmi per ottimizzare Mac dei quali puoi avvalerti per velocizzare il tuo computer.
Analizza tutte le soluzioni in dettaglio e usale seguendo le indicazioni che sto per darti.
Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!



Indice

  • Preferenze di sistema
    • Elementi login
    • Animazioni
  • Gestione Spazio
  • OnyX
  • CleanMyMac X
  • Altre risorse utili

Preferenze di sistema

IMMAGINE QUI 1

Come già accennato in apertura del post, gran parte del lavoro per ottimizzare un Mac si può fare direttamente da macOS, o meglio, dagli strumenti inclusi in esso.
Il primo passo che ti consiglio di compiere, dunque, è quello di accedere a Preferenze di sistema (il pannello di controllo del Mac), cliccando sull’icona dell’ingranaggio presente sulla barra Dock, e di regolare le seguenti impostazioni.



Elementi login

IMMAGINE QUI 2

A rallentare il tuo computer potrebbero essere i tanti, troppi, programmi impostati per l’avvio automatico all’accesso a macOS.
Per limitare il numero delle applicazioni impostate per l’avvio automatico, recati nella sezione Utenti e gruppi di Preferenze di sistema, seleziona il tuo account utente dalla barra laterale di sinistra e vai nella scheda Elementi login.

A questo punto, individua i programmi che non ritieni utile avviare in automatico con macOS (sta a te scegliere), selezionali con il mouse e poi clicca sul pulsante [-] collocato in basso per rimuoverli dagli elementi di login.
Le modifiche verranno salvate in automatico.



Animazioni

IMMAGINE QUI 3

Se il tuo Mac è particolarmente datato, potrebbe trarre giovamento dalla disattivazione delle animazioni e degli effetti di trasparenza inclusi in macOS (che sono sì belli da vedere, ma possono influire negativamente sulle prestazioni generali del sistema).
Per disattivare animazioni e trasparenze, recati nella sezione Accessibilità di Preferenze di sistema, seleziona la voce Monitor dalla barra laterale di sinistra e spunta le caselle Riduci movimento (per ridurre le animazioni) e Riduci la trasparenza (per ridurre le trasparenze).

Se vuoi disattivare anche le animazioni delle finestre e della barra Dock, accedi alla sezione Dock di Preferenze di sistema e disattiva le opzioni Ingrandimento (se attiva, per disattivare l’effetto zoom della barra Dock) e Animazione all’apertura delle applicazioni (per disattivare le animazioni delle finestre).



Gestione Spazio

IMMAGINE QUI 4

Sebbene liberare spazio sul disco non influisca direttamente sulle prestazioni del Mac, è sempre bene non “ingolfare” l’SSD o l’hard disk del proprio computer.
A tal proposito, ti consiglio di adoperare l’utility Gestione Spazio di macOS che fornisce all’utente una serie di consigli utili su come recuperare qualche GB di spazio.

Per accedere all’utility in questione, clicca sull’icona della mela collocata nella barra dei menu (in alto a sinistra) e seleziona la voce Informazioni su questo Mac dal menu che si apre.
Nella finestra successiva, scegli la scheda Archiviazione e premi sul pulsante Gestisci:
si aprirà così la schermata principale di Gestione Spazio, la quale è suddivisa in sezioni, tutte accessibili tramite il comodo menu posizionato sul lato sinistro della finestra.



Nella sezione Consigli, puoi trovare una serie di consigli su come liberare spazio su disco (e i pulsanti per metterli in pratica).
Ad esempio, ti verrà consigliato di attivare l’archiviazione automatica dei file su iCloud quando lo spazio sul computer comincia a scarseggiare (per usufruire di questa funzione in maniera utile dovrai attivare un piano a pagamento di iCloud, il servizio di cloud storage di casa Apple); di ottimizzare lo spazio di iTunes cancellando film e programmi TV che hai già visto ma hai ancora in libreria; di svuotare automaticamente il Cestino e di fare ordine analizzando la lista dei file più “pesanti” presenti sul computer e cancellando quelli che non ti servono più.

Le altre sezioni dell’utility Gestione Spazio, accessibili tramite la barra laterale di sinistra, sono le seguenti:
Applicazioni, per analizzare la lista delle applicazioni installate sul computer e individuare quelle che occupano più spazio; Cestino, per visualizzare il contenuto del Cestino e svuotare quest’ultimo; Creazioni musicali, per visualizzare ed eventualmente cancellare i file di GarageBand; Documenti, per visualizzare la lista dei file più “pesanti” presenti sul computer; File iOS, per gestire i backup dei dispositivi iOS salvati sul computer; Foto, per gestire la libreria dell’applicazione Foto; iCloud Drive, per gestire i file di iCloud Drive scaricati sul Mac; iTunes, per visualizzare i file presenti nella libreria di iTunes; Libri, per gestire i file dell’applicazione Libri; Mail, per gestire il salvataggio degli allegati di Mail; Messaggi, per gestire i file legati ai messaggi.



Come avrai già avuto modo di notare, è tutto molto intuitivo:
basta selezionare un’opzione dalla barra laterale di sinistra e poi gestire, in base alle proprie preferenze, i file presenti nelle varie applicazioni o cartelle del Mac.
Ad ogni modo, se ti serve qualche consiglio in più su come effettuare la pulizia del Mac, sappi che ho realizzato un tutorial anche su questo.

OnyX

IMMAGINE QUI 5

Se le soluzioni incluse “di serie” in macOS non ti sembrano abbastanza avanzate, puoi ottimizzare il tuo Mac con OnyX:
un’applicazione gratuita che permette di cancellare i file di cache, regolare alcune impostazioni avanzate di macOS, verificare la struttura dei file di sistema, eseguire operazioni di manutenzione, ricostruire database, indici e altro ancora.
È molto potente, quindi ti consiglio di adoperarla con cautela e solo dopo aver effettuato un backup del Mac (se non sai come procedere, segui le indicazioni che ti ho dato nel mio tutorial dedicato all’argomento).



OnyX è disponibile in varie versioni, ognuna delle quali è destinata a una major release di macOS.
Per scaricare il programma sul tuo Mac, dunque, collegati al suo sito Internet ufficiale, individua la versione più adatta alla versione di macOS installata sul tuo computer (es.
macOS Mojave) e clicca sul corrispondente tasto di download.

A scaricamento completato, apri il pacchetto dmg che hai ottenuto, clicca sul pulsante Accetto e trascina l’icona di OnyX nella cartella Applicazioni di macOS.
A questo punto, apri il programma, rispondi Apri all’avviso che compare sullo schermo (per autorizzare il primo avvio dell’applicazione) e digita la password di amministrazione del Mac nella finestra che ti viene proposta.

Adesso dovresti essere al cospetto della schermata principale di OnyX.
Nella scheda Manutenzione trovi gli strumenti per cancellare i file di cache e ricostruire indici e database di sistema; nella scheda Utility ci sono gli strumenti per verificare il file system sul disco di avvio del sistema (File System), eseguire gli script di manutenzione del sistema (Scripts), visualizzare le pagine del manuale UNIX (Manuali), visualizzare tutti i processi in esecuzione sul computer (Processi) e di eseguire alcune delle utility incluse in macOS (Applicazioni); nella scheda File ci sono gli strumenti per cambiare il grado di visibilità di volumi, cartelle e file (Visibilità), consultare gli indici dei database tramite il comando “locate” (Cerca), calcolare il checksum dei file (Checksum), cancellare file in maniera sicura (Cancello), eliminare i file che iniziano con “._” dal disco (AppleDouble) e svuotare il Cestino; nella scheda Parametri, infine, ci sono tutti i parametri avanzati che permettono di regolare le impostazioni “nascoste” di Finder, Dock, Safari e altre applicazioni di sistema.



Se tu non sai bene dove mettere le mani, ti consiglio di limitarti alla cancellazione dei file di cache.
Per compiere quest’operazione, recati, come già detto, nella scheda Manutenzione di OnyX, deseleziona le caselle della sezione Ricostruzione, apponi invece il segno di spunta accanto a tutte le caselle delle sezioni Pulizia e Opzioni varie (eccezion fatta per quella Versioni dei documenti salvate automaticamente, altrimenti cancellerai anche le versioni dei tuoi documenti salvate automaticamente da macOS) e clicca sui pulsanti Esegui e Continua.
Il computer si riavvierà.

Se vuoi, cliccando sul pulsante Opzioni puoi scegliere in maniera dettagliata quali elementi della cache di sistema e delle applicazioni, quali file legati alla navigazione Internet e quali dati di log cancellare.

CleanMyMac X

IMMAGINE QUI 6



OnyX ti sembra un po’ troppo difficile da usare?
Allora non posso che consigliarti CleanMyMac X:
l’ultima versione di uno dei programmi per l’ottimizzazione del Mac più famosi e utilizzati al mondo.
Include, in un unico pacchetto, strumenti per liberare spazio su disco, velocizzare l’avvio del sistema, proteggere il computer dai malware (sì, esistono anche per macOS, anche se in misura inferiore rispetto ai PC Windows!), aggiornare le applicazioni e molto altro ancora.
Si può scaricare in una versione di prova gratuita che non presenta limiti di tempo ma permette di liberare solo 500MB di spazio sul disco:
per eliminare questa limitazione occorre acquistare la versione completa del programma che costa 89,95 euro con acquisto in unica soluzione oppure 39,95 euro/anno con abbonamento annuale (che dà diritto anche al download delle major release successive).

Per scaricare la versione di prova di CleanMyMac X, collegati al sito ufficiale del programma e clicca sul pulsante Free Download.
A download completato, apri l’archivio zip appena scaricato ed esegui il programma CleanMyMac X Installer contenuto al suo interno.



Nella finestra che viene visualizzata sul desktop, clicca sul pulsante Apri e attendi che vengano scaricati da Internet tutti i componenti necessari all’installazione del software.
Al termine dell’operazione, CleanMyMac X si avvierà automaticamente.

Adesso, chiudi la finestra che ti invita ad acquistare la versione completa del programma e clicca sul pulsante Scansiona per avviare un’analisi dello stato del computer.
Entro breve, comparirà una schermata i resoconti relativi alla pulizia (cioè i dati che si possono cancellare dal disco per liberare spazio), la protezione (cioè i problemi legati alla sicurezza del Mac) e la velocità (cioè le impostazioni che possono impattare negativamente sulle prestazioni di macOS):
per scoprire i risultati in dettaglio e scegliere su cosa andare ad agire, clicca sulle tre icone in questione.
Per avviare la pulizia del disco e la correzione dei problemi rilevati da CleanMyMac X, invece, clicca sul pulsante Avvia collocato in basso.

Spostandoti nella barra laterale di sinistra, invece, puoi accedere alle singole funzioni dell’applicazione ed eseguire in maniera singola le varie operazioni di pulizia e ottimizzazione del sistema:
per saperne di più, ti invito a consultare la mia guida su come funziona CleanMyMac X.



Altre risorse utili

IMMAGINE QUI 7

Utilizzando i programmi per ottimizzare il Mac che ti ho consigliato nel corso di questa guida, dovresti riuscire a correggere tutti gli eventuali problemi di performance del tuo computer.
Ad ogni modo, prima di salutarli, lasciati consigliare qualche altra risorsa utile che potrebbe aiutarti nell’opera di velocizzazione del tuo Mac.

  • Come velocizzare Mac – un tutorial in cui ti illustro, in maniera semplice e veloce, come velocizzare i Mac mediante opere di manutenzione e software di terze parti (in parte già menzionate in questo post).
  • Come ripulire il Mac – in questa guida ti ho illustrato tutte le principali risorse per pulire il disco del Mac e liberare spazio su quest’ultimo.
  • Come pulire il Mac dai virus – esistono dei malware anche per macOS e in questa guida ti ho spiegato come debellarli in maniera efficace (cosa che permette anche di velocizzare il computer).
  • Come formattare un Mac – se nessuna delle soluzioni indicate in precedenza hanno sortito l’effetto sperato, probabilmente sul tuo computer ci sono problemi software seri che vanno risolti con una reinstallazione di macOS:
    nella guida che ti ho linkato trovi spiegato come procedere.

programmi per photoshop



programmi per photoshop

I migliori programmi e plug-in per migliorare Photoshop.

Photoshop CS5 Update

IMMAGINE QUI 1

Photoshop CS5 appena uscito dalla scatola è un ottimo prodotto, ma come tutti i software, non è esente da malfunzionamenti e vulnerabilità di varia natura.
Questa patch correttiva è un aggiornamento per Photoshop CS5 (sia a 32 che a 64 bit) attraverso il quale è possibile sistemare gran parte di questi problemini e rendere ancora più confortevole la propria esperienza utente con il programma di fotoritocco più famoso del mondo.
L’installazione avviene in pochissimo tempo e vengono mantenuti tutti i settaggi e le preferenze del Photoshop originale.
Scarica da qui.



Adobe Camera Raw

IMMAGINE QUI 2

Adobe Camera Raw è un’altra patch per Adobe Photoshop (fino alla versione CS5) che introduce nel popolarissimo software per il fotoritocco professionale il supporto al formato RAW.
I file RAW sono le foto in formato grezzo (non compresso) prodotti da tutte le macchine fotografiche digitali in commercio ed ogni fotocamera ha un suo formato differente.
Questo aggiornamento gratuito aggiunge il supporto a tutti i principali modelli di Nikon, Canon, Fuji e molte altre macchine fotografiche digitali.
Scarica da qui.



Photoshop SpeedUp

IMMAGINE QUI 3

Anche se la situazione è migliorata parecchio rispetto a qualche anno fa, quando il programma era davvero pachidermico, Photoshop impiega sempre diversi secondi per avviarsi (soprattutto a freddo).
Photoshop SpeedUp è una piccola utility gratuita che permette di velocizzare l’avvio di Photoshop (tutte le versioni) disattivando alcuni plug-in e componenti che possono rendere la fase di boot insopportabile, specie sui PC non molto potenti.
È possibile selezionare manualmente i plug-in da rimuovere e ripristinare lo stato originario di Photoshop in qualsiasi momento.
Scarica da qui.

ContrastMaster

IMMAGINE QUI 4



Come suggerisce abbastanza facilmente il suo nome, ContrastMaster è un componente aggiuntivo per Adobe Photoshop (comprese le versioni a 64 bit) che permette di applicare effetti di contrasto di qualità professionale alle proprie foto in pochissimi click.
Grazie ad esso è possibile simulare l’effetto HDR su scatti singoli ottenendo risultati che rasentano la perfezione.
Il filtro è a pagamento nella sua versione completa ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne le funzionalità per un periodo di tempo limitato.
È disponibile anche per Mac OS X.
Scarica da qui.

Eye Candy

IMMAGINE QUI 5



Eye Candy è un set professionale composto da 30 filtri per Photoshop che permettono di applicare tantissimi effetti speciali alle foto ottenendo dei risultati di altissimo livello.
Include oltre 1.500 preset da sfogliare e utilizzare in pochissimi click.
Funziona su tutte le versioni di Photoshop (comprese quelle a 64 bit) ed anche in altri software per il fotoritocco ed è disponibile sia per Windows che per Mac OS X.
Nonostante si tratti di un prodotto a pagamento, è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne le capacità per un periodo di 15 giorni.
Scarica da qui.

3D Invigorator

IMMAGINE QUI 6

3D Invigorator è un programma indipendente installabile come filtro per Photoshop (comprese le versioni a 64 bit) che permette di lavorare a 360 gradi con la grafica 3D.
Dispone di tantissime opzioni ed è strutturato in pannelli facilissimi da usare, grazie a questi ultimi anche gli utenti meno esperti possono imparare come creare scritte e immagini 3D dal nulla.
Il prodotto è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne le capacità per un periodo di tempo limitato.
È disponibile sia per Windows che per Mac OS X.
Scarica da qui.



programmi per questionari gratis



programmi per questionari gratis

Recentemente, hai organizzato un mini-corso di fotografia a cui hanno partecipato diverse persone.
Per verificare quali di queste hanno appreso le nozioni teoriche impartite durante le lezioni, hai pensato bene di sottoporre loro un test.
Hai già le domande pronte, ma non hai la più pallida idea di come realizzare il quiz in questione.
Io un’idea ce l’avrei:
utilizzare dei programmi per questionari gratis.

Come dici?
Ci avevi già pensato ma, non conoscendone nessuno, hai abbandonato l’idea?
Per tua fortuna sei capitato nel posto giusto al momento giusto! Nei prossimi paragrafi, infatti, avrò modo di elencarti alcuni utilissimi software per la creazione di quiz e questionari che sono davvero semplici da utilizzare:
alcuni sono completamente gratuiti, altri possono essere utilizzati per periodi di prova più o meno lunghi.
Nell’ultima parte della guida, poi, non mancherò di elencarti qualche app per smartphone e tablet adatta allo scopo.

Che ne dici di testare tutte le soluzioni che ho in serbo per te e scegliere quella che fa maggiormente al caso tuo?
Ti va?
Benissimo:
mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò.
Vedrai, seguendo in maniera attenta e scrupolosa le mie indicazioni, non avrai il benché minimo problema nel portare a termine la tua “impresa” odierna.
Ti auguro buona lettura e buon divertimento!



Indice

  • Programmi per questionari
  • Programmi per questionari online
  • App per questionari gratis

Programmi per questionari

Come ti anticipavo in apertura dell’articolo, ci sono tanti programmi per questionari che sono piuttosto semplici da utilizzare.
Alcuni di questi sono gratis al 100%, altri sono utilizzabili gratuitamente per un periodo di prova più o meno lungo.
Analizziamoli tutti da vicino.

QuizFaber (Windows)

IMMAGINE QUI 1



Il primo programma per la realizzazione di questionari che ti consiglio di provare è QuizFaber, un software “made in Italy” disponibile solo per sistemi Windows che, grazie alla sua interfaccia ben organizzata, risulta molto semplice da utilizzare.

Per procurartelo, recati su questa pagina, seleziona la voce Italiano dal menu Language e poi clicca sul pulsante Download.
A download ultimato, apri il file .exe che hai scaricato e premi sui bottoni Accetto, Avanti, Installa e Fine.



Dopo aver installato QuizFaber, avvialo facendo doppio clic sul collegamento che è stato aggiunto sul desktop (se in questa fase ti viene chiesto di scaricare il plugin .NET Frameworks, acconsenti a farlo). Una volta installato e avviato il programma, specifica il titolo che vuoi dare al tuo primo questionario digitandolo nel campo di testo apposito.

Pigia, poi, sulla scheda Domande situata immediatamente sotto la voce Titolo (in alto a sinistra) e premi sui bottoni (+) e (x) per aggiungere ed eventualmente cancellare dei quesiti. Clicca, poi, sul nome della domanda (es.
Dom.
[N]
) e digita il testo della stessa nel box Domanda che è situato sulla destra.
Nel caso in cui tu voglia personalizzare la formattazione del testo presente nel questionario, scegli il font e lo stile di formattazione del testo tramite gli appositi pulsanti e menu situati nella parte superiore della finestra.

Nel box Risposta situato un po’ più in basso, invece, devi indicare la tipologia di risposta da collegare alla domanda scritta precedentemente scegliendo uno dei tanti formati tra quelli disponibili (es.
Scelta multipla, Risposta multipla, Affermazione vera o falsa, Risposta aperta, Testo con parole omesse, etc.), fornire eventualmente più risposte e contrassegnare quella esatta spuntando la casella Corretta (ciò dipende dal formato di risposta che hai selezionato precedentemente).



Terminata la stesura di tutte le domande che compongono il tuo questionario, recati nel menu File > Salva con nome… per salvare le modifiche fatte.
Ti consiglio, comunque, di provare il questionario prima di somministrarlo ai tuoi studenti o, comunque, alle persone che vuoi “esaminare”.
Per riuscirci, apri il menu Quiz, seleziona la voce Esegui quiz, premi sul bottone OK/Salva nel riquadro che si apre ed esegui il test nel browser.

Per pubblicare il questionario su una pagina Web, invece, seleziona la voce Pubblica quiz sul Web dal menu Quiz e segui le indicazioni che ti vengono date a schermo per renderlo fruibile anche online (non dovrai fare altro che fornire l’indirizzo del server del tuo sito e le altre informazioni necessarie per la messa online del quiz).
Hai visto com’è stato semplice adoperare QuizFaber per realizzare questionari?



QuestionWriter (Windows)

IMMAGINE QUI 2

Question Writer è un altro software per questionari disegnati su misura per insegnanti e utenti che non vogliono perdere troppo tempo a creare quiz, senza però rinunciare alla qualità.
Grazie alla sua interfaccia utente completamente in italiano, permette di creare questionari a risposta multipla facilmente e di pubblicarli online in una manciata di clic.
Il programma è solo per Windows ed è utilizzabile gratuitamente per 30 giorni, dopodiché bisogna acquistare una licenza con prezzi a partire da 200 dollari.

Per scaricare QuestionWriter, recati su questa pagina Web, premi sul bottone azzurro Download posto sulla destra e attendi che venga scaricato il file d’installazione del programma.
Al termine dello scaricamento, apri il file .msi che hai ottenuto, premi sul pulsante Next per due volte di seguito, apponi il segno di spunta sulla casella I Agree, clicca sul bottone Next per altre tre volte consecutive e poi sul pulsante Try Again (se necessario).
Rispondi, dunque, alla finestra di Controllo dell’account utente e premi sul bottone Close per concludere il setup.



Dopo aver installato QuestioneWriter, avvialo facendo doppio clic sul collegamento che è stato aggiunto sul desktop e, se ti viene chiesto di farlo, acconsenti a installare sul tuo PC il plugin .NET Framewarks (necessario per il corretto funzionamento del software).
Se necessario, poi, riavvia il computer.

Dopo aver avviato Question Writer, premi sulla voce Ask me later per scegliere di attivare il prodotto in un secondo tempo e clicca sul bottone Nuovo test (situato in alto a sinistra) per avviare la creazione di un nuovo questionario.
Una volta giunto nell’editor del programma, premi sul pulsante Proprietà e specifica, tramite gli appositi campi di testo e menu, il titolo del quiz, il punteggio richiesto per il superamento dello stesso, la modalità di correzione e così via.
Per modificare la varie proprietà del test, ricordati di selezionare ciò che vuoi modificare dal menu di sinistra (es.
Dettagli del test, Introduzione, Impostazioni domande, etc.).
Fatte queste prime scelte, premi sul bottone OK.



Per aggiungere una nuova domanda, seleziona una delle tipologie di quesiti elencate in alto (es.
Scelta multipla, Risposta multipla, Vero / Falso, etc.) e, nel riquadro che compare a schermo, formula la domanda e indica le possibili opzioni di risposta.
Ripeti, poi, l’operazione per tutte le altre domande del test.

A lavoro ultimato, recati nel menu File > Salva con nome per salvare il progetto oppure pubblica il test online recandoti nel menu Pubblicazione e selezionando l’opzione che più preferisci (es.
Publish for the Web per pubblicare il test su una pagina Web, Publish for Printing per stamparne una versione cartacea e così via).

QuizMaker Pro (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 3



QuizMaker Pro è un altro software che permette di realizzare questionari.
Ti consiglio di provarlo perché è molto semplice da utilizzare e permette di generare e gestire quiz composti da 11 diverse tipologie di domande, dando anche la possibilità di ottenere report e analisi dettagliate circa i punteggi raggiunti da ciascun partecipante.
È disponibile non solo per Windows, ma anche per macOS e può essere utilizzato gratis per un periodo di tempo limitato, che è di 15 giorni.
Una volta terminata la demo gratuita, è necessario acquistarne la licenza, che parte da 19,99 dollari.
Maggiori info qui.

Per scaricare QuizMaker Pro, collegati a questa pagina e premi sul pulsante Download situato in corrispondenza del sistema operativo in uso (es.
Windows Download o Macintosh OSX).
Se usi un computer Windows, poi, apri il file .exe che hai ottenuto, premi sul bottone , apponi il segno di spunta sulla voce I accept the agreement, clicca sul pulsante Next per quattro volte consecutive e poi premi sui bottoni Install, Next e Finish.



Se usi un Mac, la procedura d’installazione che devi affrontare è ancora più semplice.
Tanto per cominciare, apri il file .dmg che hai scaricato dal sito di QuizMaker Pro, trascina il software nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona dello stesso e seleziona la voce Apri per due volte consecutive.
Quest’ultima operazione, necessaria per “bypassare” le restrizioni di macOS verso i software provenienti da sviluppatori non certificati, va fatta soltanto al primo avvio di QuizMaker Pro.

Una volta avviato QuizMaker Pro, fai clic sul pulsante Continue, premi sul bottone Create/Edit A Test collocato in alto a destra e clicca sul bottone Use Demo per decidere di continuare a utilizzare la versione di prova del programma.
Nella finestra che si apre, apponi il segno di spunta sulla casella Create A New Quiz e fai clic sul pulsante Select.

Una volta giunto nell’editor del programma, digita nella casella di testo posta nella parte superiore della finestra la prima domanda del questionario e, nei campi di testo situati accanto alle lettere A, B, C, D, E, etc., scrivi le varie risposte collegate alla domanda in questione ricordandoti anche di indicare la risposta corretta.
Nel caso in cui tu voglia modificare il formato di domanda da inserire nel questionario, apri il menu Question Type che si trova in alto a destra e scegli una delle tipologie di domande tra quelle disponibili (es.
Mult.
choice – 1 answer
, Matching, etc.).



Quando devi aggiungere nuove domande, poi, premi sul bottone New Question e poi su Exit Quiz e ripeti le operazioni descritte sopra per portare a termine la creazione delle domande che compongono il questionario.
A lavoro ultimato, premi sul bottone Quiz Parameters situato in basso a destra e indica il nome del quiz nel campo Quiz name Parameters For, seleziona l’ordine con cui sottoporre le domande (es.
Sequential order, per ordinarle in sequenza; Random order, per utilizzare l’ordine casuale, etc.) e, quando sei pronto per farlo, salva il quiz cliccando sul pulsante Save collocato in basso a destra.

Programmi per questionari online

Se vuoi provare dei programmi per questionari online, sappi che ci sono varie applicazioni Web gratuite che possono fare al caso tuo.
Lascia che ti descriva il funzionamento di un paio di esse.

Google Moduli

IMMAGINE QUI 4



Uno dei modi più semplici per realizzar questionari online è ricorrere a Google Moduli, un’applicazione Web di Google che permette di creare in maniera piuttosto semplice moduli per questionari, quiz e sondaggi.
Il servizio è utilizzabile gratuitamente, previa creazione di un account Google (se non ne hai uno, crealo ora aiutandoti con le istruzioni contenute in questa guida).

Per servirtene, collegati alla sua pagina principale, premi sul bottone Vuoto (oppure su uno dei modelli disponibili), poi sull’icona dell’ingranaggio situata in alto a destra, fai clic sulla scheda Quiz e sposta su ON la levetta dell’interruttore posta accanto alla dicitura Trasforma in quiz.
Così facendo, il modulo sarà ottimizzato per essere visualizzato sotto forma di questionario.



Compila, quindi, i campi di testo Titolo modulo e Descrizione modulo con il titolo del questionario e la sua descrizione.
Dopodiché inserisci nei rispettivi campi, di testo il testo della domanda e le varie opzioni di risposta. Tramite il menu a tendina situato sulla destra, poi, scegli la tipologia di domanda che desideri aggiungere al test (es. Scelta multipla, Elenco a discesa, etc.).
Tramite i pulsanti situati sulla barra laterale situata a destra, puoi aggiungere nuove domande, immaginivideo oppure una nuova sezione.

A lavoro ultimato, clicca sul bottone Anteprima (l’icona dell’occhio) per visualizzare l’anteprima del test che hai realizzato, dopodiché, per pubblicarlo, premi sul pulsante Invia.
Volendo, puoi anche pubblicare il test su una pagina Web, copiando il codice che compare premendo sul simbolo delle due frecce.

Tramite il modulo di invio, potrai inoltre scegliere i metodi di invio del sondaggio creato e inviarlo tramite il pulsante Invia, situato in basso a destra.
È inoltre possibile realizzare un quiz tramite Moduli Google.
Per farlo basterà premere sul pulsante con il simbolo dell’ingranaggio, premere sulla voce Quiz e impostare su ON la levetta Trasforma in un Quiz.



SurveyMonkey

IMMAGINE QUI 5

Un’altra soluzione che ti invito a provare è SurveyMonkey, la quale offre la possibilità di sviluppare questionari direttamente nel browser, in maniera estremamente facile e veloce.
Di base è gratuito permettendo di realizzare test con al massimo 10 domande, ma per usufruire delle funzioni complete occorre abbonarsi alla sua versione Premium, che parte da 36 euro/mese.
Maggiori info qui.



Per registrarti a SurveyMonkey, collegati alla sua home page, premi sul pulsante CREA QUIZ GRATUITO e poi clicca sul bottone REGISTRATI situato in alto a destra.
Crea, poi, il tuo account registrandoti con il tuo indirizzo email o, se preferisci, con il tuo account Google, Facebook, LinkedIn o Office 365, facendo clic sui pulsanti che vedi in pagina.

Dopo esserti registrato, puoi finalmente creare il tuo primo questionario.
Compila, dunque, il campo di testo Nome quiz con il nome che vuoi assegnare al questionario e premi sul pulsante Crea quiz collocato a fianco.
Ora, premi su uno dei bottoni che si trovano nella sidebar situata a sinistra per realizzare test:
Banca delle domande, per utilizzare e personalizzare una delle domande disponibili nel database del servizio; Generatore, per inserire degli elementi di risposta, come caselle di controllo e di testo; Temi, per personalizzare il layout del test e così via.

Dopo aver selezionato una delle opzioni dalla colonna di sinistra, provvedi a personalizzare i campi di testo e i menu relativi alla domanda che trovi nel riquadro posto sulla destra, digitando negli appositi campi il testo e le risposte relativi alla prima domanda.
Per aggiungerne altre, poi, premi sul bottone Nuova domanda situato in fondo a destra e ripeti la procedura che ti ho descritto poc’anzi.



A lavoro ultimato, clicca sul pulsante Avanti posto in alto a destra per visualizzare l’anteprima del questionario e, se ne sei soddisfatto, premi nuovamente su Avanti.
Adesso, seleziona la modalità di raccolta del quiz indicando una delle opzioni disponibili (es.
Invia via email), premi sul bottone Avanti e, dopo aver scelto quando inviare il testo, clicca sul pulsante Invia ora/Fine.
Più semplice di così?!

App per questionari gratis

IMMAGINE QUI 6



Desideri realizzare dei quiz direttamente dal tuo smartphone o dal tuo tablet?
Allora dai un’occhiata alle app per questionari che trovi elencate qui sotto:
sono sicuro che ne troverai qualcuna che può fare al caso tuo.

  • SurveyMonkey (Android/iOS) — si tratta dell’app ufficiale del servizio di cui ti ho parlato nel capitolo precedente.
    Anch’essa permette di realizzare facilmente questionari, grazie alla sua interfaccia minimale e ben organizzata.
    Ti ricordo che, pur potendola utilizzare gratis, è necessario abbonarsi alla sua versione Premium, che parte da 36 euro/mese per sbloccare tutte le funzioni.
  • Asking (Android) — è un’app gratuita che, come facilmente intuibile dal suo nome, permette di creare questionari e sondaggi ottimizzati per essere inviati tramite i principali social network e servizi di messaggistica istantanea.
    Integra più di 100 template pronti all’uso e funzioni di analisi dei dati raccolti.
    Per sbloccare tutte le sue funzioni, bisogna sottoscrivere l’abbonamento al servizio, che parte da 7,99 euro/mese.
  • Straw (Android) — si tratta di un applicativo gratuito al 100% che permette di creare quiz e sondaggi in maniera piuttosto semplice e intuitiva, offrendo la possibilità di ricevere in tempo reale le risposte date dai vari partecipanti.

programmi per risolvere equazioni



programmi per risolvere equazioni

Non sei particolarmente serrato in matematica, questo è un dato di fatto, e ogni volta che ti ritrovi a dover fronteggiare una verifica scritta o un’interrogazione a scuola vai nel panico più totale perché non hai ancora capito come risolvere le equazioni.
Per cercare di fronteggiare la situazione, ti sei precipitato sul Web, alla ricerca di qualche software utile allo scopo, e sei finito qui, su questo tutorial.

Che dire… è senz’altro il tuo giorno fortunato! Pensa, con questa mia guida volevo giust’appunto indicarti tutta una serie di utili programmi per risolvere le equazioni.
Ce ne sono sia per Windows che per macOS, sia gratis che a pagamento.
Grazie ad essi, quindi, potrai finalmente mettere fine alle tue lacune matematiche, ammesso e non concesso il fatto che tu provveda comunque ad impegnarti maggiormente nello studio e nella comprensione della materia.
In soldoni, non servirtene per fare i compiti di fretta ma per comprendere meglio i passaggi da compiere per giungere alla risoluzione dell’equazione.

Come dici?
Basta chiacchierare e passiamo all’azione?
Ma certo, subito! Posizionati bello comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero per te e concentrati sulla lettura di quanto riportato qui di seguito.
Spero vivamente che alla fine tu possa ritenerti ben contento e soddisfatto!



Indice

  • Microsoft Mathematics (Windows)
  • Math-o-mir (Windows)
  • RedCrab (Windows)
  • Equation Wizard (Windows)
  • Daum Equation Editor (macOS)
  • Wolfram|Alpha (Online)
  • App per risolvere equazioni

Microsoft Mathematics (Windows)

IMMAGINE QUI 1

Il primo tra i programmi per risolvere equazioni che voglio invitarti a prendere in considerazione è Microsoft Mathematics.
Come facilmente intuibile dal nome stesso, si tratta di un software gratuito per la matematica sviluppato da Microsoft che permette di svolgere varie operazioni in maniera molto rapida.



Tra le sue tante funzioni c’è anche quella per risolvere equazioni in maniera assistita, che aiuta gli studenti ad ottenere il risultato dell’esercizio e comprendere i passaggi che hanno portato alla soluzione finale.
Può essere usato in molteplici ambiti legati a pre-algebra, algebra, trigonometria, fisica, chimica e consente anche di risolvere triangoli, effettuare conversioni da un’unità di misura all’altra, tracciare grafici in 2D/3D e molto altro ancora.
È solo per sistemi operativi Windows ed è gratis.

Per scaricarlo sul tu PC, recati sulla pagina per il download del programma, premi sul pulsante Scarica, seleziona la casella accanto alla dicitura MSetup_x64.exe (se stai usando Windows a 64 bit) oppure quella accanto alla voce MSetup_x86.exe (se stai usando Windows a 32 bit) e premi sul pulsante Avanti situato a destra.



A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic sui pulsanti Si e Avanti.
Seleziona poi la casella Accetto i termini del Contratto di licenza e clicca ancora sul bottone Avanti per altre tre volte, su quello Installa e, per concludere, premi sul bottone Fine e su quello Chiudi.
Se ti viene proposta anche l’installazione di DirectX, acconsenti pure alla cosa e segui la relativa procedura di setup, è indispensabile per il corretto funzionamento del software.

In seguito, avvia il programma richiamandolo dal menu Start, inserisci la tua equazione nell’apposito campo in basso e premi sul bottone Immetti per visualizzarne lo sviluppo nella parte in alto della finestra del programma.
Per inserire l’equazione puoi usare la tastiera e puoi aiutarti con i pulsanti e i comandi presenti sulla barra degli strumenti in cima, oltre che con la calcolatrice sulla sinistra.

Se necessario, puoi anche salvare l’equazione facendo clic sul menu File in alto a sinistra, scegliendo l’opzione Salva e indicando la posizione di output e il nome che vuoi assegnare al file.



Nota: Per funzionare, il software richiede la presenza di .NET Framework 3.5 SP1 sul computer.
Se sul tuo PC non è installato, puoi effettuarne il download da questa pagina Web del sito Internet di Microsoft, cliccando sul pulsante Scarica, facendo doppio clic sul file ricavato e seguendo la procedura di setup proposta.

Math-o-mir (Windows)

IMMAGINE QUI 2

Math-o-mir è un’applicazione che permette di scrivere e modificare equazioni matematiche in maniera estremamente semplice, come se si avesse un foglio di quaderno davanti e non lo schermo di un PC.
Si tratta, dunque, di un blocco note digitale sul quale è possibile annotare facilmente le equazioni per poi risolverle.



Purtroppo non include funzioni avanzate per la risoluzione automatica degli esercizi, ma è uno strumento quasi must-have per gli studenti (o i professori) che hanno bisogno di appuntare spesso equazioni matematiche.
È solo per Windows ed è gratis.

Per effettuarne il download sul tuo PC, recati sulla pagina per il download del software annessa al sito Internet di Softpedia, clicca sul bottone Download Now posto in alto a sinistra e sul collegamento Softpedia Secure Downlod (US).



A scaricamento ultimato, estrai l’archivio ZIP ricavato in una qualsiasi posizione di Windows e avvia il file .exe presente al suo interno.
Clicca poi sul pulsante Si nella finestra che si apre sul desktop e premi sul bottone Next per tre volte, su quello Install e, per concludere, sul pulsante Finish.
Richiama quindi il programma facendo clic sul relativo collegamento che è stato aggiunto al menu Start.

Ora che visualizzi la finestra del software sul desktop, scrivi l’equazione da risolvere usando la tastiera del computer e i simboli e gli strumenti che trovi nella barra laterale di sinistra e in cima.
Tutte le formule inserite possono inoltre essere ingrandite o rimpicciolite usando la rotellina del mouse, mentre facendoci clic destro sopra è possibile inserire abbellimenti vari.

Per salvare le equazioni risolte o in via di risoluzione, ti basta fare clic sul menu File in alto a sinistra, selezionare la voce Save As e la posizione e il nome che vuoi assegnare al file.
Se lo ritieni necessario, puoi anche abilitare il salvataggio automatico, selezionando l’opzione Autosave dal menu File e indicando la frequenza che preferisci.



RedCrab (Windows)

IMMAGINE QUI 3

RedCrab è una calcolatrice scientifica statistica che permette di compiere una vasta gamma di operazioni matematiche.
Include un editor di formule a schermo intero ed è molto semplice da utilizzare anche per chi è stato sempre abituato a lavorare con carta e penna anziché su computer.
Supporta equazioni algebriche complesse, frazioni, radici quadrate, esponenti, variabili, ecc.
per applicazioni tecniche e scientifiche.

Il software è gratis, solo per Windows e di tipo portable, il che significa che non necessita di installazioni per poter funzionare e che può essere trasportato comodamente su qualsiasi chiavetta USB.
Da notare che è eventualmente disponibile in una variante a pagamento (con un prezzo base di 14,90 dollari/anno) comprensiva di alcune funzioni extra, come la possibilità di definire personalmente le funzioni matematiche.



Per scaricare RedCrab sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma, fai clic sul pulsante Download posto in basso a sinistra e poi sul collegamento Download from RedCrab server presente nella nuova pagina visualizzata.
A scaricamento ultimato, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una qualsiasi posizione di Windows e apri il file .exe contenuto al suo interno.

Una volta visualizzata la finestra del programma sul desktop, fai clic sul bottone Go to calculator e inserisci pure la tua equazione nel foglio virtuale che ti viene mostrato, servendoti della tastiera del computer e dei pulsanti posti sulla barra degli strumenti in alto.



Quando e se lo vorrai, potrai salvare i tuoi calcoli matematici premendo sul pulsante con la freccia verso il basso posto in alto a destra, selezionando la voce Save as dal menu che compare e il nome e la posizione che desideri assegnare al file.

Equation Wizard (Windows)

IMMAGINE QUI 4

Come suggerisce abbastanza facilmente il suo nome, Equation Wizard è uno dei migliori programmi della categoria oggetto di questa guida per OS Windows, attraverso il quale è possibile risolvere equazioni di vario genere (lineari, quadratiche, cubiche, ecc.) e visualizzare tutti i passaggi che hanno portato al risultato finale.



Al termine del processo, restituisce anche il valore del discriminante e delle radici.
Il software è a pagamento (costa 29 dollari), ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di risolvere un numero massimo di 30 equazioni matematiche.
Superata questa soglia, bisogna acquistare una licenza dal sito ufficiale del programma.

Per scaricare il software sul tuo PC, collegati al sito Internet del programma e premi sul bottone Download situato a destra.
A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e fai clic sul pulsante Si nella finestra che compare sul desktop.
Pigia poi sui pulsanti Next, I Agree e Install e porta a termine il setup facendo clic sul pulsante Finish.

Ora che visualizzi la finestra del software sullo schermo, inserisci l’equazione che hai bisogno di risolvere nel campo in cima, usando la tastiera del computer e i pulsanti appositi che trovi ancora più in alto.



Assicurati altresì di aver scritto correttamente l’equazione controllando quando riportato nell’area sottostante della finestra del programma (e in caso contrario apporta le dovute modifiche), dopodiché premi sul pulsante Solve equation posto a destra per visualizzare per visualizzare tutti i vari passaggi che portano alla risoluzione della stessa.

Daum Equation Editor (macOS)

IMMAGINE QUI 5

Se stai usando macOS, ti suggerisco di provare Daum Equation Editor.
Si tratta di un’applicazione a costo zero che, come facilmente intuibile anche dal nome, consente di scrivere formule matematiche o equazioni in modo semplice e intuitivo, diversamente da quanto invece offerto dai soliti editor di testo, estremamente complicati e in cui gli elementi in questione sono posti in sezioni non facilmente raggiungibili.



Per effettuarne il download sul tuo Mac, visita la relativa sezione del Mac App Store Online, fai clic sul pulsante Vedi in Mac App Store e, una volta visualizzata la finestra “vera e propria” del Mac App Store sulla scrivania, premi sul pulsante Ottieni/Installa.
Se necessario, autorizza la procedura di installazione usando la password del tuo account Apple o mediante Touch ID.

In seguito, avvia l’applicazione facendo clic sulla relativa icona che è stata aggiunta al Launchpad.
In alternativa, richiamala tramite Spotlight, Siri o dalla cartella Applicazioni di macOS.
Ora che visualizzi la finestra del software sulla scrivania, inserisci l’espressione matematica che vuoi risolvere nel foglio al centro, usando la tastiera del computer e servendoti dei pulsanti con i vari simboli collocati sulla barra degli strumenti in alto.



Se vuoi, puoi anche visualizzare un’anteprima dell’immagine dell’equazione digitata premendo sul bottone Preview in basso, puoi copiare l’immagine nella clipboard premendo sul bottone Copy Image adiacente e/o puoi salvare l’equazione digitata in un file apposito facendo clic sul pulsante Save (in basso a destra), indicando se vuoi effettuare il salvataggi sotto forma di file immagine o di testo e la posizione e il nome che vuoi assegnare al documento.

Wolfram|Alpha (Online)

IMMAGINE QUI 6

Pur non rientrando propriamente nella categoria dei programmi per risolvere equazioni, Wolfram|Alpha merita comunque di essere menzionato in un tutorial di questo tipo.
Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, si tratta, infatti, di un motore di ricerca speciale, definito tecnicamente come motore computazionale di conoscenza, capace di fornire risposte immediate alle domande formulate dall’utente in base alle parole chiave utilizzate.



È noto per le sue portentose funzionalità matematiche che consentono, ad esempio, di risolvere equazioni di ogni genere ottenendo all’occorrenza anche il grafico della curva relativa le soluzioni sia in forma numerica che simbolica.
Funziona con tutti i principali browser Web senza installare alcun tipo di software sul PC ed è gratis, ma eventualmente è possibile abilitare la versione a pagamento (al coso base di 6 euro/mese) che consente di fruire di un maggior numero di funzioni, come la possibilità, nel caso delle equazioni, di risolvere caricandone una foto.

Per servirtene per il tuo scopo, collegati alla home page di Wolfram|Alpha, digita l’equazione che hai bisogno di risolvere nel campo di ricerca posto in alto e premi sul pulsante [=] situato a destra. Nella nuova pagina che successivamente ti sarà mostrata potrai quindi visualizzare la risoluzione dell’espressione.
Pù facile di così?

App per risolvere equazioni

IMMAGINE QUI 7



Non hai a portata di mano il computer e vorresti allora sapere se esistono anche delle app grazie alle quali poter risolvere le equazioni?
La risposta è affermativa.
Qui di seguito, infatti, ho provveduto a indicarti quelle che a mio modesto avviso rappresentano le migliori soluzioni della categoria, sia per Android che per iOS.
Provale subito, sono sicuro che non ti deluderanno.

  • Photomath (Android/iOS) – app totalmente gratuita che permette di risolvere le equazioni semplicemente inquadrandole con la fotocamera del dispositivo in uso.
    Per ciascun passaggio che porta alla risoluzione vengono inoltre fornite spiegazioni molto dettagliate.
  • Cymath (Android/iOS) – altra applicazione a costo zero appartenente alla categoria in oggetto che permette di risolvere le equazioni sia scrivendole “a mano” che scansionandole con la fotocamera dello smartphone o del tablet.
    Da notare però che per visualizzare la risoluzione delle equazioni bisogna passare alla versione Plus dell’app (costa 5,99 euro/mese su Android e 5,49 euro/mese su iOS) tramite acquisti in-app.
    Per funzionare, inoltre, richiede la connessione a Internet.
  • Mathway (Android/iOS) – app in lingua inglese ma estremamente efficace per risolvere equazioni e problemi matematici vari, dall’algebra di base al calcolo più complesso.
    Per funzionare necessita di una connessione ad Internet attiva.
    È gratis.

Per approfondimenti riguardo il funzionamento delle applicazioni di cui sopra, ti invito a fare riferimento al mio tutorial dedicato in via specifica proprio alle app per risolvere equazioni e alla mia rassegna sulle app per la matematica.

programmi per scaricare



programmi per scaricare

I migliori programmi per scaricare file da Internet gratis, compresi i servizi di hosting e la rete torrent.

eMule

IMMAGINE QUI 1

Quando si parla di programmi per scaricare, non si può non menzionare eMule, uno dei client P2P più usati e famosi di tutti i tempi che sebbene non sia in auge come qualche anno fa continua ad essere una fonte inesauribile di download per gli appassionati.



La forza di eMule non è la velocità con cui si scarica (che è relativamente bassa rispetto ad altre soluzioni) ma la quantità di materiale raro che è possibile trovare sulle sue reti (ED2K e KAD).
Una volta impostato correttamente, permette di scaricare video, musica, programmi e giochi senza intoppi.
Scarica da qui

Frostwire

IMMAGINE QUI 2



Un buon programma gratuito per scaricare file dalla rete Torrent nato dalle ceneri di Limewire.
Permette agli utenti di scambiare file agevolmente fra di loro (P2P) e di cercare i file da scaricare con un comodo motore di ricerca integrato nel programma.

Se si è stanchi del “solito” eMule e si trova uTorrent troppo spoglio, è la soluzione ideale.
Bisogna solo stare attenti a saltare i software promozionali durante il processo d’installazione.
Scarica da qui

Jdownloader

IMMAGINE QUI 3



Il concetto di scaricare file da Internet passa sempre più spesso attraverso i servizi di hosting, ossia quei siti come Fileserve e Megaupload che permettono di scaricare video, programmi e altri file dalla Rete senza dover affrontare lunghe code ed avendo costantemente una velocità di download alta (se non altissima).

Jdownloader è un programma per scaricare dai servizi di hosting comodamente che solleva l’utente dalle noie tipiche dei download da questo tipo di siti (es.
la pressione dei pulsanti per avviare i download dopo i conti alla rovescia).
Anche l’inserimento dei captcha può essere saltato ma solo a pagamento:
configurando un account premium nel programma oppure installando un plug-in di servizi per la risoluzione automatica dei codici di conferma.
Scarica da qui



Orbit Downloader

IMMAGINE QUI 4

Un download manager puro che ottimizza e velocizza al massimo lo scaricamento dei file da Internet.
Ha un’interfaccia spartana ma molto semplice da usare.

Fra le sue funzioni più utili, quella che permette di catturare i video in Flash e Silverlight dalle pagine Web e la possibilità di scaricare automaticamente tutti i file multimediali contenuti in una determinata pagina Web.
Scarica da qui



uTorrent

IMMAGINE QUI 5

Probabilmente il programma per scaricare dalla rete Torrent più usato al mondo.
Il suo successo sono dati dalla sua essenzialità e dal fatto che riesce ad ottimizzare al massimo la velocità dei download.



Non include funzioni particolarmente avanzate, ma se configurato a dovere permette di scaricare qualsiasi file dalla rete P2P Torrent alla velocità della luce.
E poi è tradotto completamente in italiano.
Scarica da qui

Vuze

IMMAGINE QUI 6

Un client Torrent avanzatissimo che permette non solo di scaricare file dalla rete Torrent ad altissima velocità ma anche di cercare film, giochi e programmi direttamente all’interno del programma, abbonarsi a feed RSS, visualizzare i video scaricati (anche quelli in HD) e trasferire i file multimediali su smartphone e tablet al termine del download.



Ne esiste anche una versione a pagamento che permette la visione dei file scaricati durante il download, ma quella gratuita già include tantissime funzioni interessanti.
Bisogna solo stare attenti a saltare i software promozionali durante la procedura d’installazione.
Scarica da qui

programmi per scrivere sulle foto gratis italiano



programmi per scrivere sulle foto gratis italiano

Ti piacerebbe decorare alcune tue foto aggiungendovi delle scritte carine o didascalie varie ma non sai come fare o per meglio dire quali programmi utilizzare?
Beh, allora direi proprio che sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto.
Con questo tutorial di oggi intendo infatti illustrarti tutti quelli che a parer mio rappresentano i migliori strumenti della categoria.
Come dici?
Preferiresti che ti consigliassi delle soluzioni in lingua italiana ed a costo zero?
Non c’è problema, davvero.

Concedimi dunque qualche prezioso minuto del tuo tempo libero e provvederò ad indicarti quali programmi per scrivere sulle foto gratis in italiano a mio modesto avviso faresti bene a prendere in considerazione.
Si tratta di strumenti abbastanza semplici da usare, anche per i “dilettati allo sbaraglio”, ma non per questo scarni di funzionalità.
Ce ne sono per Windows, per Mac e per Linux e ci sono addirittura programmi fruibili direttamente online, senza dover scaricare ed installare nulla sul computer.

Allora?
Si può sapere che cosa ci fai ancora li impalato?
Mettiti bello comodo dinanzi il tuo fido PC e concentrarti sulla lettura delle indicazioni che trovi proprio qui di seguito.
Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso e che addirittura in caso di necessità sarai pronto a dispensare consigli a tutti i tuoi amici interessati all’argomento.
Che ne dici, scommettiamo?



GIMP (Windowos/Mac/Linux)

Il primo tra i programmi per scrivere sulle foto gratis in italiano che voglio suggerirti di utilizzare è GIMP, vera e propria pietra miliare in fatto di image editing a costo zero.
Non ne hai mai sentito parlare?
Strano, è praticamene una celebrità.
Comunque non c’è problema, rimediamo all’istante.
Trattasi di una delle migliori alternative gratuite al costoso Photoshop di casa Adobe, è compatibile con Windows, Mac e Linux e consente di migliorare e modificare l’aspetto delle foto digitali grazie ai numerosi strumenti disponibili.
Chiaramente, permette anche di scriverci sopra.

IMMAGINE QUI 1



Per servirtene, il primo passo che devi compiere è quello di eseguire il download del software.
Collegati quindi al sito del programma dopodiché clicca sul pulsante Scaricare 2.x.xx che sta al centro e poi sul bottone Scarica GIMP 2.x.xx annesso alla nuova pagina visualizzata.
Attendi ora che la procedura di download del software venga avviata e portata a termine dopodiché fai doppio clic sul file scaricato per avviare la procedura guidata di installazione dello stesso ed attieniti alle indicazioni visibili a schermo per completarla.

Successivamente avvia GIMP (se non si è già avviato da solo), attendi qualche instante affinché la finestra del programma risulti visibile, clicca sulla voce File collocata nella parte in alto a destra della finestra centrale, premi su Apri… e seleziona la foto su cui desideri scrivere.

Adesso, premi sullo strumento testo annesso alla sezione Pannello strumenti di GIMP, clicca nel punto della foto in cui desideri aggiungere del testo e digita ciò che è tua intenzione scrivere.
Potrai poi apportare modifiche al testo inserito selezionandolo ed utilizzandolo gli appositi strumenti per la formattazione posti accanto. Volendo, puoi anche modificare la posizione in cui hai scelto di inserire la didascalia cliccando sul relativo riquadro di selezione e trascinandolo nel punto dell’immagine desiderato.



A modifiche completate, premi sulla voce File collocata nella parte in alto a destra della finestra centrale di GIMP, seleziona la voce Esporta come… dal menu che si apre, indica il formato d’esportazione e la posizione sul tuo computer in cui è tua intenzione salvare la foto e premi su Esporta.

Per ulteriori approfondimenti riguardo il funzionamento di GIMP, puoi leggere il mio tutorial su come usare GIMP tramite il quale, per l’appunto, ho provveduto a fornirti tutte le spiegazioni del caso.



Movavi Photo editor (Windows/Mac)

In alternativa al programma di cui sopra ti ti suggerisco di provare Movavi Photo Editor.
Si tratta di un altro bel software appartenente alla categoria in oggetto che consente di aggiungere scritte e didascalie alle foto in maniera semplice ed intuitiva e che offre svariate funzioni ad hoc per il ritocco immediato, per applicare filtri vari e per rimuovere oggetti dallo sfondo.
Da notare che il software è si gratuito ma presenta alcune limitazioni (viene aggiunto un watermark alle foto, gli screenshot sono disabilitati ed è possibile caricare su Facebook sino ad un massimo di 10 immagini) che possono essere disabilitate solo acquistando una chiave di licenza.
Non ci sono invece problemi riguardo il numero di giorni di utilizzo.

IMMAGINE QUI 2

Mi chiedi come si usa?
Te lo spiego subito.
Tanto per cominciare collegati al sito Internet del programma e clicca sul bottone Scarica gratis annesso alla pagina che ti viene mostrata per avviarne subito il download.
A scaricamento completato, apri il file ottenuto e segui la procedura di installazione che ti viene proposta.
Se stai utilizzando un Mac, devi semplicemente trascinare l’icona di Movavi Photo Editor nella cartella Applicazioni di macOS.



Successivamente avvia il programma (se non si è già avviato da solo), clicca sul bottone Crea immagini che sta al centro della finestra di Movavi Photo Editor e seleziona l’immagine su cui è tua intenzione andare ad agire.
Adesso, premi sull’icona Testo in alto sulla destra, clicca sul bottone Aggiungi testo (sempre presente sulla destra), fai doppio clic sulla scritta Modifica tramite doppio clic apparsa sulla foto e digita il testo che vuoi aggiungere all’immagine.

Se desideri apportare modifiche alla didascalia inserita puoi servirti degli strumenti collocati nella toolbar di destra.
Puoi ad esempio modificare il tipo di font usato, il colore, l’opacità del testo, la larghezza del contorno ecc.
Per spostare il testo inserito sulla foto clicca invece sul relativo riquadro e, continuando a tenere premuto, trascinalo nel punto desiderato.
Usando invece il bottone con la doppia freccia che vedi comparire sempre in corrispondenza del riquadro del testo più ingrandire e ruotare “al volo” quest’ultimo, mentre cliccando sulla “x” puoi rimuoverlo.



A modifiche completate, clicca sulla voce File nella barra dei menu, seleziona Salva (per sovrascrivere il file d’origine) oppure Salva con nome… (per crear un nuovo file con le modifiche apportate) ed è fatta.

Canva (Online)

In alternativa ai classici software per computer, più inserire scritte sulle tue foto rivolgendoti a Canva.
Si tratta di un programma online in lingua italiana e fruibile gratuitamente (nella sua versione base) che previa creazione di un apposito account permette di creare immagini con scritte e vari altri progetti grafici.
Il risultato finale restituito è semplice ma al contempo molto elegante.
Insomma, provalo subito e vedrai che saprà darti grandi soddisfazioni.

IMMAGINE QUI 3



Per servirtene, collegati alla pagina principale del servizio, indica il motivo per cui desideri utilizzare Canva (es.
Uso privato) e poi clicca sul bottone Iscriviti con l’indirizzo e-mail e compila i campi visualizzati fornendo il tuo indirizzo di posta elettronica ed una password per creare subito un account.
In alternativa, puoi accedere al servizio anche mediante il tuo account Facebook o Google cliccando sui relativi pulsanti.

Rispondi poi alle semplici domande che ti vengono poste indicando che lavoro fai e che cosa intendi creare con Canva, seleziona il tipo di design che vuoi usare per la tua immagine premendo su quello di tuo interesse (es. Social MediaPoster oppure Post di Facebook) dopodiché clicca sulla voce Caricamenti che trovi sulla sinistra, trascina l’immagine su cui intendi scrivere direttamente nella finestra del browser e seleziona la sua anteprima che poco dopo ti verrà mostrata sempre nella parte sinistra dell’editor del servizio.



Serviti poi degli altri pulsanti collocati nella parte sinistra dell’editor per scegliere e modificare il layout da usare (Layout), per aggiungere adesivi, linee ed altri elementi (Elementi), per selezionare uno sfondo (Sfondo), per aggiungere altre immagini personali (Caricamenti) e, ovviamente, per aggiungere delle scritte personalizzate (Testo).

Tutti gli elementi che vengono aggiunti nella parte centrale dell’editor possono anche essere modificati semplicemente premendoci sopra tramite la tooolbar che compare.

Una volta ottenuto il risultato finale desiderato, effettua il download della tua immagine con la scritta direttamente sul tuo computer premendo sul bottone Scarica collocato in alto a destra e scegliendo il formato preferito tra quelli proposti.



Pixlr Editor (Online)

In alternativa a Canva, puoi rivolgerti a Pixrl Editor, un altro programma online tramite il quale è possibile effettuare semplici operazioni di image editing ed aggiungere testo alle foto senza dover scaricare ed installare nulla sul computer.
Ha un’interfaccia che ricorda molto da vicino Photoshop ma diversamente da quest’ultimo è facilissimo da usare ed è alla portata di tutti.

IMMAGINE QUI 4



Per servirtene, collegati al sito del servizio, scegli da dove desideri prelevare l’immagine su cui vuoi aggiungere del testo selezionando una delle opzioni a schermo (Apri un’immagine dal computer, Apri un’immagine da un URL oppure Apri un ‘immagine da una galleria) e seleziona la foto di riferimento .

Adesso, clicca sullo strumento testo collocato sulla barra con tutti gli strumenti posta a sinistra, clicca nel punto all’immagine in cui vuoi aggiungere la didascalia e digita il tuo testo all’apposito box che vedi apparire.
Utilizza poi le altre opzioni disponibili per selezionare il tipo di carattere, le dimensioni del testo, lo stile, il colore e l’allineamento e poi premi su OK.

In caso di ripensamenti, potrai spostare il testo aggiunto in un’altra posizione cliccandoci sopra e, continuando a tener premuto, trascinandolo nel punto preferito.



A modifiche completate, clicca sulla voce File collocata in alto a sinistra, seleziona l’opzione Salva… dal menu che compare ed indica nome, formato e qualità in cui salvare il file.
Et voilà!

Altri programmi per scrivere sulle foto gratis in italiano

Le soluzioni per scrivere sulle foto di cui ti ho già parlato nelle righe precedenti non ti hanno entusiasmato e cerchi delle risorse alternative?
Allora prova a dare uno sguardo agli ulteriori programmi e servizi online appositi che trovi qui di seguito e vedrai che finalmente riuscirai a trovare qualcosa che ritieni possa fare al caso tuo.



IMMAGINE QUI 5

  • Pollar Photo Editor (Windows/Mac/Online) – Ottima applicazione, fruibile sia da computer che online, per l’editing fotografico piena zeppa di utili strumenti per abbellire le foto e modificarle aggiungendovi testi, filtri, effetti vari e molo alto ancora.
    È gratis (ma è disponibile anche in una variante Pro con funzioni aggiuntive), è compatibile con Windows e Mac ed è in lingua italiana.
  • Photoscape (Windows/Mac) – Bel software di grafica per Windows e Mac molto facile da usare che permette di modificare le immagini digitali in maniera rapida ma efficace.
    Consente di inserire scritte ed effetti vari sulle foto grazie ai numerosi strumenti disponibili.
    La versione base per Windows e quella per Mac sono gratis (in quest’ultimo caso vengono però proposti acquisti in-app), mentre la variane X per Windows 10 è a pagamento ed in lingua inglese.
  • Pain.NET (Windows) – Un celebre ed ampiamente apprezzato editor fotografico molto semplice da usare, a costo zero ed in lingua italiana che va a coniugare in maniera impeccabile l’immediatezza del classico Paint di casa Microsoft con alcune funzionalità avanzate tipiche dei software per l’image editing di natura più avanzata.
    Ovviamente è gratis e in italiano.
  • PixBuilder Studio (Windows) – Presenta fattezze più o meno simil al già menzionato Paint.NET ma integra alcune funzioni più avanzate, più opzioni per la modifica delle immagini ed un buon set di pennelli.
    Chiaramente, tra le varie funzionalità offre non manca la possibilità di aggiungere scritte sulle foto.
    Gratis e disponibile anche in lingua italiana.
  • Hornil StylePix (Windows) – Si tratta di un programma tramite il quale è possibile effettuare le più disparate operazioni di image editing, inclusa la possibilità di inserire scritte di vario genere sulle immagini, potendo altresì contare su un ampio numero di features degne dei professionisti del settore.
    Nativamente non è in lingua italiana ma per renderlo tale è sufficiente installare l’apposito language pack.
    È gratis.
  • BeFunky (Online) – Bel servizio online dalle fatte simili al già citato Canva che prete di aggiungere scritte di vario genere a foto ed immagini drittamente dal browser, senza dover installare nulla sul PC.
    È gratis (nella sua forma base) ed è in lingua italiana.
    Davvero ottimo!

programmi per sovrapporre foto



programmi per sovrapporre foto

I migliori programmi per sovrapporre foto al computer.

Adobe Photoshop

IMMAGINE QUI 1

Includerlo fra i programmi per sovrapporre foto probabilmente è riduttivo, ma Adobe Photoshop include così tante funzioni (dalle più semplici alle più avanzate) che permette di fare davvero di tutto con le immagini in formato digitale.
Oltre a correggere i difetti delle foto, creare spettacolari fotomontaggi ed applicare effetti speciali di altissimo livello, il programma di fotoritocco più famoso al mondo permette anche di sovrapporre due o più immagini “giocando” con i livelli di opacità dei livelli o la loro modalità di implementazione nelle immagini.
Il programma è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita della durata di 30 giorni.
Scarica da qui.



GIMP

IMMAGINE QUI 2

Essendo considerato una delle migliori alternative gratuite a Photoshop, questo software per il fotoritocco open source e multi-piattaforma non può che essere in grado di sovrapporre foto come il suo omologo commerciale.
Oltre a ciò, offre una serie infinita di filtri, pennelli e strumenti in grado di accontentare anche gli utenti più esigenti (sebbene non includa proprio tutte le feature di Photoshop).
La sua interfaccia è costituita da tre sezioni divise fra loro, una con i pennelli e gli strumenti di modifica, una con l’immagine ed una con i settaggi dei livelli.
Scarica da qui.



Paint .Net

IMMAGINE QUI 3

Paint .Net è un programma di fotoritocco di base offerto gratuitamente che offre molte funzioni avanzate rispetto al classico Paint di Windows ma non riesce a competere ad armi pari con colossi del settore, come possono essere Photoshop o GIMP.
Ha dalla sua un’indiscutibile velocità ed una leggerezza che gli permette di essere eseguito senza problemi anche su PC piuttosto datati.
Tra le sue funzioni, c’è la gestione dei livelli che permette di sovrapporre foto regolandone trasparenze, modalità di visualizzazione e molto altro ancora.
Completamente in Italiano.
Scarica da qui.

Image Inc.

IMMAGINE QUI 4



Image Inc. è uno dei migliori programmi per sovrapporre foto studiato per compiere unicamente quest’operazione.
Ha un’interfaccia molto semplice da usare che guida passo dopo passo l’utente nella creazione di immagini sovrapposte in maniera estremamente facile e veloce.
Basta selezionare la prima immagine da usare come base della propria opera, la seconda immagine da sovrapporre ed infine l’effetto di sfumatura che si vuole applicare al “collage”.
Ogni immagine può essere regolata in vari modi, settando livelli di trasparenza ed avendo la possibilità di effettuare piccole modifiche tecniche.
Supporta tutti i principali formati di file grafici.
Scarica da qui.

Merge

IMMAGINE QUI 5



Come suggerisce anche il suo nome, Merge è un altro di quei programmi per sovrapporre foto studiati unicamente per questo scopo e che possono essere usati senza indugi anche da chi è alle prime armi con il mondo del PC e/o del fotoritocco.
È disponibile solo in lingua inglese ma è davvero intuitivo, guida infatti l’utente passo-passo nella sovrapposizione delle due immagini permettendogli anche di applicare vari effetti di base (es.
rotazione) ed aggiungere scritte personalizzate al risultato finale.
Supporta tutti i principali formati di file grafici e permette di regolare tutte le proprietà delle immagini usate nel collage.
Scarica da qui.

Shape Collage

IMMAGINE QUI 6

Shape Collage non è un software per sovrapporre foto con effetti di sfumatura, bensì un’ottima soluzione per creare collage di foto in varie forme personalizzate.
Permette di usare immagini di qualsiasi formato e dimensione per creare spettacolari collage con aspetti ed effetti personalizzati (es.
ombreggiature).
Il programma è gratuito però nella versione free applica un watermark sui collage creati.
È disponibile per Windows, Mac, Linux ed anche per iPhone.
È possibile provarlo direttamente online in modalità stand alone o come applicazione per Facebook.
Scarica da qui.



programmi per tagliare foto



programmi per tagliare foto

I migliori programmi per tagliare foto.

PictureCutter

IMMAGINE QUI 1

PictureCutter è uno dei programmi per tagliare foto più semplici e immediati disponibili su Windows.
Grazie ad esso, è possibile tagliare foto digitali in tutti i principali formati di file in maniera estremamente facile e veloce.
Tutto quello che bisogna fare è, infatti, selezionare la cartella in cui è contenuta l’immagine, selezionare la foto da ritagliare, usare il mouse per “disegnare” l’area di immagine da ritagliare e il gioco.
Il software è leggerissimo e funziona su tutte le più recenti versioni di Windows.
Scarica da qui.



Jpegcrop

IMMAGINE QUI 2

Come suggerisce il nome, Jpegcrop è un programma per tagliare foto in formato JPEG tra i più avanzati della categoria.
Tramite la sua interfaccia utente spartana ma semplice da usare, consente di visualizzare, tagliare, ridimensionare e ruotare le immagini JPEG lossless.
Include anche numerose impostazioni per gli utenti più esperti, attraverso le quali regolare i parametri di processing delle foto ritagliate nel software.
È compatibile con tutte le principali versioni di Windows.
Scarica da qui.



FastStone Photo Resizer

IMMAGINE QUI 3

FastStone Photo Resizer è uno dei più amati software per ridimensionare immagini disponibili per Windows.
È gratuito per uso personale ed include una vasta gamma di funzioni.
Oltre a ridimensionare le foto digitali in serie, permette anche di rinominare queste ultime e di applicare loro una vasta gamma di effetti, tra cui la regolazione di luminosità/contrasto/colori, l’aggiunta di watermark e ombreggiature e il ritaglio di porzioni di immagine.
Supporta tutti i principali formati di file grafici e le più recenti versioni di Windows.
È disponibile anche in modalità portable che non ha bisogno di installazioni per poter funzionare.
Scarica da qui.

GIMP

IMMAGINE QUI 4



Per descrivere un programma come GIMP, basta dire che si tratta della migliore alternativa gratuita a Photoshop e altri programmi di fotoritocco commerciali.
Include tutte le più comuni funzioni dei software di photo editing più una serie di filtri molto avanzati che hanno ben poco da invidiare a quelli presenti in soluzioni blasonate a pagamento.
Il tutto raccolto in un’interfaccia utente molto curata e facile da usare (tradotta completamente in italiano).
È disponibile per Windows, Mac OS X e Linux.
Scarica da qui.

Paint .Net

IMMAGINE QUI 5



Paint .Net è un ottimo programma di fotoritocco gratuito che combina la semplicità d’uso di Paint con alcune funzioni di photo editing avanzato, come quelle presenti in GIMP.
Permette di modificare le immagini in formato digitale agendo su più livelli ed include numerose funzioni, come la regolazione di contrasto/luminosità/colori, la correzione degli occhi rossi, il ritaglio, la rotazione delle foto e molto altro ancora.
Include anche molti filtri, effetti speciali e pennelli.
Non è paragonabile a livello funzionale a GIMP o Photoshop, ma per chi ha bisogno di una soluzione essenziale per ritoccare le foto non c’è nulla di meglio.
Completamente in italiano.
Scarica da qui.

IrfanView

IMMAGINE QUI 6

IrfanView è un raffinato viewer di immagini gratuito disponibile per Windows che unisce un’interfaccia utente estremamente semplice e spartana ad una vastissima gamma di funzioni avanzate.
È in grado di convertire, ridimensionare e rinominare le immagini in serie, aggiungere scritte alle foto, ridimensionare e tagliare foto in pochissimi click.
Supporta tutti i principali formati di file grafici ed è talmente leggero che può essere usato senza problemi anche sui computer più datati.
Scarica da qui.



programmi per trasformare pdf in word



programmi per trasformare pdf in word

Hai la necessità di trasformare uno o più documenti PDF in file Word ma non hai la benché minima idea di come riuscirci?
Beh, in tal caso non disperare, posso darti una mano io.
Mi chiedi come?
Semplicissimo:
con questa mia guida tutta dedicata, per l’appunto, ai programmi per trasformare PDF in Word.
Prenditi quindi qualche minuto di tempo libero per leggere le righe successive e vedrai che in men che non si dica non avrai più dubbi sul da farsi.

Qui sotto trovi infatti indicati quelli che a parer mio rappresentano i più interessanti ed utili software appartenenti alla categoria in questione.
Di programmi per trasformare PDF in Word ce ne sono davvero per tutti i gusti, sia gratis che a pagamento, sia fruibili previa installazione su computer che direttamente online, dal browser Web.
Insomma, come puoi constatare tu stesso la scelta non manca affatto.

Detto ciò, se sei dunque effettivamente interessato a scoprire quali sono questi programmi per trasformare PDF in Word ti suggerisco di non perdere ulteriore tempo prezioso, di metterti ben comodo e di cominciare subito a concentrarti sulla lettura di questo post.
Sono sicuro che alla fine potrai dirti più che soddisfatto oltre che ben felice delle scoperte fatte.
Scommettiamo?



Simpo PDF to Word (Windows e macOS)

IMMAGINE QUI 1

Il primo tra i programmi per trasformare PDF in Word a cui voglio suggerirti di rivolgerti è Simpo PDF to Word.
Si tratta di un software disponibile sia per Windows che per macOS che permette di convertire in file DOC (o TXT) tutti i PDF lunghi al massimo tre pagine.
Quelli composti da più fogli, li converte solo fino alla terza pagina e poi si ferma.



Nell’effettuare la procedura di conversione il software lascia intatti testo, tabelle, grafici ed immagini. Il programma è a pagamento ma può essere scaricato in una versione di prova gratuita.

Per collegarti subito al sito Internet ufficiale di Simpo PDF to Word ed effettuarne il download (ed eventualmente anche l’acquisto) sul tuo computer fai clic qui.

Flip PDF to Word Converter Free (Windows)

IMMAGINE QUI 2



Flip PDF to Word Converter Free è uno dei migliori programmi per trasformare PDF in Word per sistemi operativi Windows grazie al quale è possibile convertire qualsiasi documento PDF in file DOC modificabili mantenendo intatta la forma del file originale.

Supporta tre modalità di conversione differenti:
la trasformazione standard di uno o più PDF in DOC, la modalità “hot directories” che trasforma automaticamente in DOC i file PDF copiati all’interno di una determinata cartella e la conversione da linea di comando (per gli utenti più esperti).



Per collegarti subito al sito Internet ufficiale di Flip PDF to Word Converter Free ed effettuarne il download sul tuo computer fai clic qui.

Free PDF to Word Converter (Windows)

IMMAGINE QUI 3

Free PDF to Word Converter è un altro ottimo programma per trasformare PDF in Word a cui ti suggerisco di rivolgerti.
È molto facile da usare e consente di convertire uno o più documenti PDF in file DOC contemporaneamente senza alterare il layout del file originale.



È caratterizzato da un’interfaccia semplice ed essenziale nella quale è possibile vedere anche un’anteprima in tempo reale dei documenti da convertire (con funzione di zoom integrata).
È compatibile con tutte le più recenti versioni del sistema operativo Windows.

Per collegarti subito al sito Internet ufficiale di Free PDF to Word Converter ed effettuarne il download sul tuo computer fai clic qui.



First PDF (Windows)

IMMAGINE QUI 4

First PDF è un’applicazione per Windows capace di trasformare PDF in Word o documenti di testo semplici mantenendo intatto il layout del file originale, le tabelle, gli elenchi e le foto presenti nei documenti PDF (almeno per quanto riguarda il formato DOC).

È molto facile da utilizzare e permette di convertire anche più file in sequenza (modalità batch). Dispone di un’interfaccia utente molto essenziale ed è disponibile un apposito pulsante mediante cui accedere alle opzioni di conversioni avanza.
Tramite acquisti in-app è possibile comperare la versione completa del programma.



Per collegarti subito al sito Internet ufficiale di First PDF ed effettuarne il download sul tuo computer fai clic qui.

Free PDF to Word Doc Converter (Windows)

IMMAGINE QUI 5



Free PDF to Word Doc Converter è un eccellente software gratuito per sistemi operativi Windows per la conversione di documenti PDF in DOC modificabili liberamente in qualsiasi word processor adatto allo scopo (es.
Microsoft Word).
È molto semplice da utilizzare e mantiene intatte tutte le caratteristiche dei file originali, compreso lo stile del testo, le tabelle, le immagini, ecc..

Consente di convertire documenti interi o porzioni di essi, facendo scegliere all’utente le pagine da trasportare nel file di output, ed include numerose opzioni avanzate per gli utenti più esperti.

Per collegarti subito al sito Internet ufficiale di Free PDF to Word Doc Converter ed effettuarne il download sul tuo computer fai clic qui.



Nemo PDF to Word (Windows)

IMMAGINE QUI 6

Nemo PDF to Word è un programma gratuito per Windows che permette di convertire uno o più documenti PDF in DOC o RTF mantenendo praticamente intatte le proprietà dei file di partenza.



Supporta i PDF protetti contro la modifica e la stampa (non quelli con password di apertura) ed include tre modalità di conversione differenti:
quella standard per la trasformazione rapida di un documento da un formato all’altro, quella parziale per la conversione di PDF in DOC portando nel file di output solo determinate pagine del documento di input e la conversione batch che permette di convertire più file in sequenza automaticamente.

Per collegarti subito al sito Internet ufficiale di Nemo PDF to Word ed effettuarne il download sul tuo computer fai clic qui.

Some PDF to Word Converter (Windows)

IMMAGINE QUI 7



Some PDF to Word Converter è un validissimo software gratuito per trasformare PDF in Word che consente di convertire facilmente i documenti PDF in documenti di Microsoft Word mantenendo invariato il layout del documento originale, il suo stile, le sue tabelle, le sue immagini, ecc..
Lascia libertà assoluta all’utente consentendo ad esso di scegliere le pagine del PDF da convertire in DOC.

Supporta anche la conversione dei PDF protetti da password, a patto che si conosca qual è la parola chiave giusta per sbloccarli.
È compatibile con tutte le più recenti versioni del sistema operativo Windows.



Per collegarti subito al sito Internet per effettuare il download di Some PDF to Word Converter sul tuo computer fai https://some-pdf-to-word-converter.it.softonic.com.

Smallpdf (Online)

IMMAGINE QUI 8

I programmi per trasformare PDF in Word summenzionati non hanno saputo attirare in maniera particolare la tua attenzione?
Sei ancora alla ricerca di uno strumento che possa permetterti di riuscire nel tuo intento ma vorresti evitare di installare nuovi software sul PC?
In tal caso, prova Smallpdf e vedrai che non ne resterai deluso.



Si tratta infatti di un servizio online fruibile da qualsiasi sistema operativo e direttamente dal browser Web (non è necessario installare alcun plugin sul computer per poterlo utilizzare) che non presenta limiti stringenti per l’upload dei file (l’unica pecca, se così vogliamo definirla, è quella che impone di elaborare al massimo due documenti all’ora).
Inoltre, una volta caricati, i documenti degli utenti vengono cancellati dai server del servizio entro un’ora (per la tutela della privacy).

Per collegarti subito al sito Interne di Smallpdf e cominciare ad utilizzare il servizio fai clic qui.



PDF Online (Online)

IMMAGINE QUI 9

In alternativa ai programmi per trasformare PDF in Word che ti ho già proposto ed al servizio online di cui ti ho parlato poc’anzi, puoi rivolgerti a PDF Online.
Si tratta di un’altra Web app che, così come Smallpdf, funziona da tutti i principali browser Web.
Inoltre, il servizio non prevede limiti di peso per i documenti da caricare online.

A differenza del sito esaminato in precedenza, però, PDF Online non genera file DOC/DOCX ma documenti RTF che si possono aprire sia con Word che con altri software di videoscrittura e con quelli per prendere note ed appunti.



Per collegarti subito al sito Interne di Smallpdf e cominciare ad utilizzare il servizio fai clic qui.

Zamzar (Online)

IMMAGINE QUI 10



Un ulteriore servizio online che voglio invitarti a prendere in considera per trasformare PDF in Word è Zamzar.
Non ne hai mai sentito parlare?
Strano, ad ogni modo rimediamo subito.
Si tratta di uno storico servizio di conversione che permette di convertire documenti, immagini, file musicali, video, ebook, archivi compressi, file CAD e, ovviamente, che consente anche di intervenire sulle tipologie di file in questione.

È molto semplice da usare, supporta anche la conversione di più file in contemporanea, ma invia i link per scaricare i file convertiti solo via email.
Questo significa che per utilizzarlo bisogna fornire per forza un indirizzo di posta elettronica valido.

Per collegarti subito al sito Interne di Smallpdf e cominciare ad utilizzare il servizio fai clic qui.



programmi per usare windows su mac



programmi per usare windows su mac

Sono ormai diversi giorni che hai abbandonato il mondo Windows in favore di macOS.
Puoi ritenerti ben contento e soddisfatto della scelta fatta e non c’è nulla che, almeno per il momento, possa farti avere eventuali ripensamenti al riguardo.
Peccato solo che alcuni software non “girino” anche su Mac e che giocoforza tu sia costretto a doverli usare.

E allora?
Come fare per ovviare senza dover necessariamente abbandonare, almeno momentaneamente, il mondo Apple?
La risposta è semplice:
affidati a dei programmi per usare Windows su Mac e il gioco è fatto! Sì, hai letto bene:
esistono dei software che consentono di usare Windows e/o i programmi progettati per il sistema operativo Microsoft senza abbandonare l’ambiente di lavoro di macOS e, soprattutto, senza dover usare altri computer.
Se ti va, adesso te ne segnalo alcuni tra i migliori.

Come dici?
Ti piacerebbe saperne di più?
Grandioso.
Allora facciamo così:
prenditi qualche minuto di tempo libero tutto per te, posizionati bello comodo e concentrati sulla lettura di quanto riportato qui di seguito.
Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso. Contrariamente a quel che tu possa pensare, di strumenti abiti allo scopo ne esistono diversi, sia gratis che a pagamento, e, nella maggior parte dei casi, sono anche piuttosto semplici da usare.
Come intuibile, però, le risorse commerciali sono in grado di offrire prestazioni più avanzate.
Ora però basta chiacchierare e passiamo all’azione.
Buona lettura!



Indice

  • Boot Camp
  • Parallels Desktop
  • VirtualBox
  • Wineskin
  • Crossover
  • PlayOnMac

Boot Camp

IMMAGINE QUI 1

Quando si parla di programmi per usare Windows su Mac, è praticamente impossibile non cominciare da Boot Camp.
Incluso “di serie” in tutte le versioni di macOS, si tratta di un software che aiuta gli utenti Mac a installare una copia di Windows sul proprio computer creando una partizione apposita sull’hard disk.



Basta avviarlo per accedere a una comodissima procedura guidata che predispone il computer per l’installazione di Windows (senza cancellare dati o alterare macOS) e scarica tutti i driver necessari al funzionamento del sistema operativo Microsoft su una chiavetta USB.

Per potertene servire, avvia l’utility facendo clic sull’icona Assistente Boot Camp che trovi nella cartella Altro del Launchpad e, nella finestra che si apre, premi sul bottone Continua.
Metti quindi il segno di spunta accanto alle voci Crea un disco d’installazione di Windows 7 o versione successiva, Scarica software di supporto Windows più recente da Apple e Installa Windows 7 o versione successiva (se non è già presente), dopodiché fai nuovamente clic su Continua.



Premi, quindi, sul pulsante Sfoglia, seleziona l’immagine ISO di Windows e scegli l’icona della chiavetta USB su cui vuoi copiare i file del sistema operativo dal menu Disco di destinazione (l’unità verrà formattata, per cui verifica di non avere file importanti conservati sulla pendrive).

IMMAGINE QUI 2

A questo punto, clicca per due volte di fila sul pulsante Continua e attendi che Assistente Boot Camp provveda a creare la chiavetta USB con Windows e tutti i driver necessari a farlo funzionare correttamente.
La procedura durerà circa 15-20 minuti (la cosa, comunque, dipende anche dalla velocità della connessione a Internet impiegata).



A processo ultimato, ti verrà chiesto di digitare la password del tuo account utente per attivare Boot Camp sul Mac.
Successivamente, dovrai fare clic sul bottone Aggiungi assistente e, tramite l’indicatore su schermo, dovrai provvedere a impostare lo spazio che deve occupare la partizione di Windows sul Mac.
Per concludere, clicca sul pulsante Installa.

Il Mac verrà riavviato e partirà la procedura per installare Windows, praticamente quella che bisogna seguire normalmente quanto si installa il sistema operativo di casa Microsoft su un qualsiasi altro PC, come ti ho spiegato anche nel mio articolo dedicato a come installare Windows.



IMMAGINE QUI 3

Durante la procedura, quando ti verrà chiesto di selezionare la partizione da usare per l’installazione dell’OS, scegli quella denominata BOOTCAMP.
Una volta fatto ciò, il setup di Windows ti dirà che l’unità non è utilizzabile.
Clicca allora sulla dicitura Opzioni unità e formatta la partizione facendo clic sull’opzione apposita.

Completata la procedura d’installazione di Windows, serviti di Esplora File per navigare nella chiavetta USB impiegata per il setup, apri la cartella BootCamp in essa contenuta e avvia il programma setup.exe per installare i driver necessari per far funzionare correttamente l’OS.
Alla fine, ti verrà chiesto di riavviare il Mac.
Al nuovo accesso a Windows, potresti dover completare il setup dei driver seguendo altre rapide procedure guidate.



A configurazione completata, per determinare quale sistema operativo usare premi il tasto alt all’avvio del Mac e continua a tenerlo premuto fin quando non compare il menu di selezione del sistema operativo, da cui, appunto, potrai fare la tua scelta.

Parallels Desktop

IMMAGINE QUI 4

Parallels Desktop è uno dei programmi di virtualizzazione più completi e usati in ambiente Mac.
Con esso, è possibile creare delle macchine virtuali sulle quali installare qualsiasi sistema operativo e programma si desideri.
È estremamente facile da utilizzare e si integra perfettamente con macOS, al punto che consente di richiamare direttamente le applicazioni installate nelle virtual machine con Windows dalla barra Dock del Mac.



Il programma è a pagamento (si può scegliere tra l’acquisto individuale al prezzo di 99,99 euro a vita, oppure l’abbonamento che al prezzo di 79,99 euro/anno consente di avere sempre la versione più aggiornata del software), ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 14 giorni.

Per servirtene sul tuo Mac, collegati al sito Internet del programma e premi sul pulsante Scarica la versione di prova gratuita posto al centro.
Dopodiché, nella nuova pagina che si apre, clicca sul pulsante Scarica adesso.



Una volta completata la procedura di download del programma, apri il pacchetto .dmg ricavato e fai doppio clic sull’icona di Parallels Desktop nella finestra che si apre, in modo tale da far partire la procedura di setup.
Clicca, quindi, sul pulsante Accetta per accettare i termini e le condizioni di utilizzo del software, digita la password del tuo account utente e attendi che Parallels venga installato sul Mac.

IMMAGINE QUI 5

A processo ultimato, se non possiedi già una copia di Windows 10 sul tuo Mac e vuoi scaricarla (e installarla) al momento, clicca sul pulsante Installa Windows e attendi che il download venga completato e che la relativa procedura di setup venga avviata.



Se invece disponi già di una copia di Windows 10 oppure se vuoi installare una versione diversa dell’OS, fai clic sul bottone Salta e, tramite l’ulteriore finestra che si apre, scegli se installare Windows (ma volendo anche un altro OS) da un DVD oppure da un file immagine o se trasferire Windows da un PC, dopodiché fai clic sul bottone Avanti in basso a destra.

Nel primo caso, indica se prelevare l’OS da un DVD, da un file d’immagine oppure da un’unità USB o, ancora, clicca sul bottone Trova automaticamente per permettere a Parallels Desktop di individuare in automatico la sorgente corretta e clicca su Avanti.
Successivamente, inserisci la chiave di licenza del sistema nel campo apposito (oppure se preferisci immetterla successivamente deseleziona la relativa casella) e fai nuovamente clic sul bottone Avanti.



Indica ora se intendi usare la macchina virtuale per operazioni di produttiva oppure solo per i giochi, in modo tale da configurarne correttamente l’uso, e premi ancora sul bottone Avanti.
Per concludere, digita il nome che vuoi assegnare alla macchina virtuale e specificane il relativo percorso su macOS, scegli se creare o meno un alias sulla scrivania del Mac e premi sul bottone Crea.

IMMAGINE QUI 6

Se poi intendi personalizzare le impostazioni predefinite prima di procedere con l’installazione, spunta l’opzione apposita e regola tutti i parametri relativi al funzionamento della macchina virtuale tramite l’ulteriore finestra che si apre.



In seguito, verrà avviata la procedura d’installazione di Windows, al termine della quale potrai utilizzare l’OS richiamandolo tramite il collegamento apposito sul desktop oppure selezionandone il nome dall’elenco che ti viene mostrato facendo clic destro sull’icona del programma sulla barra Dock e sulla voce Centro di controllo dal menu che si apre.

VirtualBox

IMMAGINE QUI 7

VirtualBox è un popolarissimo software di virtualizzazione gratuito, open source e disponibile per tutte le principali piattaforme, quindi non solo per macOS ma anche per Windows e Linux.
Grazie a esso, è possibile utilizzare Windows su Mac in maniera abbastanza semplice e senza problemi particolari in termini di prestazioni.
Non offre la stessa integrazione con macOS di Parallels, ma difficile chiedere di meglio a un prodotto gratuito.



Mi chiedi come fare per potertene servire?
Te lo dico subito.
In primo luogo, collegati al sito Internet del programma e premi sul pulsante Download VirtualBox x.x che si trova al centro dello schermo.
Nella pagina che si apre, seleziona il collegamento OS X hosts, in modo tale da avviare lo scaricamento del software.

A download ultimato, apri il pacchetto .dmg ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sulla scrivania, fai doppio clic sull’icona di VirtuaBox.pkg.
Nell’ulteriore finestra che si apre, premi sul bottone Continua e su quello Installa, digita la password del tuo account utente su macOS e clicca sul bottone Chiudi.



IMMAGINE QUI 8

Se vedi comparire un avviso relativo all’estensione di sistema bloccata, apri Preferenze di sistema facendo clic sulla relativa icona (quella con l‘ingranaggio) posta sulla barra Dock, premi sull’icona si Sicurezza e Pivacy e premi sul pulsante Consenti che trovi nella parte in basso della finestra.
Dopodiché avvia nuovamente la procedura d’installazione di VirtualBox.

Adesso, fai clic sull’icona di VirtualBox che è stata aggiunta al Launchpad per avviare il programma, premi sul pulsante Nuova in alto a sinistra, indica il nome che vuoi assegnare alla macchina virtuale e, servendoti degli appositi menu a tendina, specifica il tipo e la versione del sistema operativo da installare.
Dopodiché fai clic sul pulsante Continua.



Successivamente, indica la quantità di RAM che intendi allocare alla macchina virtuale e premi nuovamente sul pulsante Continua.
Regola poi le impostazioni relative al disco fisso virtuale (per impostazione predefinita risulta selezionata l’opzione Crea subito un nuovo disco fisso virtuale) e premi sul bottone Crea.

IMMAGINE QUI 9



Segui, dunque, la procedura guidata proposta per indicare il tipo di file del disco fisso da usare, il sistema di archiviazione impiegato per lo stesso, la posizione del file e la sua dimensione facendo sempre clic su Continua e, alla fine, su Crea.

Adesso, fai doppio clic sul nome della macchina virtuale che trovi nella parte sinistra della finestra principale di VirtualBox, seleziona, mediante l’ulteriore schermata che compare, il file ISO o il DVD del sistema operativo e premi sul bottone Start.
Verrà poi avviata l’installazione di Windows, così come di solito avviene quando si installa l’OS su un qualsiasi PC (come ti ho spiegato anche nel passo dedicato a BootCamp, a inizio guida).

A processo ultimato, tramite la schermata di VirtualBox aperta potrai, cominciare a usare Windows.
Successivamente, potrai richiamare l’OS facendo doppio clic sul suo nome nella finestra principale del software.



Wineskin

IMMAGINE QUI 10

Wineskin è un software gratuito e open source che permette di usare applicazioni e giochi per Windows su Mac senza dover creare un’intera macchina virtuale con appositi software, come Parallels o VirtualBox.

Non è semplicissimo da utilizzare a primo acchito, ma in Rete si trovano moltissimi tutorial su come sfruttarlo al meglio per riprodurre su macOS giochi e applicazioni per Windows.
Una volta configurato correttamente, i software per l’OS di casa Microsoft vengono eseguiti e gestiti come applicazioni Mac native.



Per servirtene sul tuo Mac, collegati alla pagina per il download del programma e premi sul collegamento Wineskin Winery 1.7 (click me to download), in modo tale da avviarne lo scaricamento. A download ultimato, estrai l’archivio ZIP appena ottenuto, trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro su di essa e seleziona Apri per due volte consecutive, in modo tale da avviare il software andando però ad aggirare le limitazioni che Apple impone verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati.

Ora che visualizzi la finestra principale del programma, premi sul bottone [+] posto a sinistra, premi sul pulsante Download e Install e poi su quello OK nelle finestre che si aprono, in modo tale da installare un motore Wineskin.



IMMAGINE QUI 11

Adesso, premi sul pulsante Create New Blank Wrapper nella finestra principale del software, digita, nel campo apposito, il nome del programma Windows o del gioco che vuoi usare su Mac e fai clic sul bottone OK.
Pigia poi sui pulsanti Install nelle finestre che si aprono per installare i componenti aggiuntivi necessari al funzionamento dell’applicazione e, per concludere, fai clic sul bottone OK.

Recati ora nella posizione sul tuo Mac in cui è stata creata l’applicazione (per impostazione predefinita, il percorso corretto è Users/nome_utente/Applications/Wineskin) e spostala nella cartella Applicazioni di macOS.
Facci poi doppio clic sopra e seleziona Install Software dalla finestra che si apre.
Seleziona, dunque, il file .exe del software o del gioco per Windows di tuo interesse facendo clic sul pulsante Choose Setup Executable, segui la procedura proprietaria d’installazione che ti viene proposta e clicca su OK nella finestra di Wineskin.



IMMAGINE QUI 12

Successivamente potrai avviare il programma o il gioco facendo clic sulla relativa icona che è stata aggiunta alla cartella Applicazioni (e al Launchpad) in sostituzione di quella dell’applicazione Wineskin precedentemente creata.

Crossover

IMMAGINE QUI 13



Crossover è un programma per eseguire applicazioni e giochi per Windows su Mac che si presenta come un’alternativa semplificata a Wineskin per gli utenti che non hanno molta voglia di configurare manualmente i parametri dei software da emulare e sono disponibili a pagare pur di eseguire giochi/applicazioni disegnati per l’OS di Microsoft.
Il software, infatti, è a pagamento (il costo della licenza base è pari a 32 euro), ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 30 giorni.

Per usare Crossover sul tuo Mac, collegati al sito Internet del programma e fai clic sul pulsante Download Free Trial che trovi accanto al nome di quest’ultimo.
Compila, quindi, i campi su schermo digitando il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail e fai clic sul bottone Download Trial Now, in modo tale da scaricare la versione di prova del programma sul tuo Mac.



A scaricamento ultimato, estrai l’archivio ZIP ottenuto, trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro su di essa e scegli Apri per due volte consecutive, in modo tale da aggirare le restrizioni che Apple impone verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati.
Dopodiché fai clic sul bottone Prova Ora.

IMMAGINE QUI 14

Nella finestra del programma che ti viene mostrata a schermo, fai clic sul bottone Installa un’Applicazione Windows, digita il nome dell’applicazione o del gioco che vuoi installare, seleziona il risultato pertinente dall’elenco proposto e premi sul bottone Installa.
Se invece disponi già del file d’installazione di un programma, seleziona la scheda Seleziona un file d’installazione e seleziona, appunto, il relativo file d’installazione.



IMMAGINE QUI 15

Attendi, dunque, qualche istante affinché venga avviata la procedura vera e propria di setup del programma o del gioco per Windows, dopodiché premi su Fatto nella finestra di CrossOver.
In seguito, potrai avviare il software Windows facendo doppio clic sulla sua icona, che sarà stata aggiunta alla schermata di principale di CrossOver.

PlayOnMac

IMMAGINE QUI 16



PlayOnMac è un software gratuito molto facile da usare che permette di eseguire giochi e applicazioni per Windows su Mac senza perdere troppo tempo con le configurazioni manuali. Gode, infatti, di un database di software dal quale l’utente può scegliere quali giochi o applicazioni installare sul proprio Mac e poi configura tutto in maniera automatica.

Per usarlo, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul pulsante Download PlayOnMac collocato in alto a destra, in modo tale da scaricare il programma sul tuo Mac. A download ultimato, estrai il pacchetto .dmg appena ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS, tramite la finestra che si è aperta su schermo.
Successivamente, fai clic destro su di essa e seleziona Apri per due volte di fila, per avviare PlayOnMac andando ad aggirare le limitazioni di Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati.



IMMAGINE QUI 17

Ora che visualizzi la finestra principale del programma, premi sul bottone Yes e segui la procedura guidata per installare il componente aggiuntivo XQuartz, indispensabile per poter far funzionare PlayOnMac in maniera corretta.

In seguito, porta in primo piano la finestra principale di PlayOnMac che nel frattempo si è aperta, clicca sul pulsante Install collocato sulla barra degli strumenti e scegli il programma o il gioco che vuoi installare.
Puoi cercarlo digitandone il nome nel campo apposito oppure puoi esplorare le varie categorie disponibili.



IMMAGINE QUI 18

Una volta fatta la tua scelta, premi sul bottone Install in basso a destra, sul pulsante Next per due volte di fila e segui la procedura guidata che ti viene proposta.
La maggior parte dei programmi e dei giochi possono essere scaricati direttamente da Internet, per altri, invece, ti verrà chiesto di selezionare il relativo file d’installazione.



Una volta completato il setup, potrai accedere a software e giochi installati selezionandoli nella parte destra della finestra principale di PlayOnMac e premendo poi sul bottone Run collocato in cima.
Facile, vero?

programmi per video



programmi per video

I migliori programmi per creare, visualizzare, modificare e scaricare video.

DVD Flick

IMMAGINE QUI 1

Uno dei migliori programmi free per creare DVD video partendo da qualsiasi tipo di contenuto.
Supporta oltre 45 formati di file differenti, 60 codec video e 40 codec audio.



Attraverso la sua interfaccia utente, essenziale ma curata, permette di creare DVD video completi di menu e sottotitoli personalizzati.
I DVD creati con questo programma possono essere riprodotti su qualsiasi lettore DVD da salotto.
Scarica da qui.

FormatFactory

IMMAGINE QUI 2



A detta di molti è il miglior programma gratuito per convertire video.
In realtà non supporta solo i file video ma anche i file audio e le immagini, permettendo di trasformare qualsiasi file audio/video in un formato diverso, rippare CD musicali e DVD video.

Per quanto concerne i video, con un semplice drag-and-drop nella finestra principale del programma, permette di convertire qualsiasi video da e verso i formati MP4, AVI, 3GP, RMVB, WMV, MKV, MPG, VOB, MOV, FLV ed SWF permettendo all’utente di regolare ogni dettaglio del file di output.
Scarica da qui.

Free YouTube Download

IMMAGINE QUI 3



Il nome non lascia adito a troppi dubbi.
Questo formidabile programma gratuito permette di scaricare video da YouTube in maniera facile e veloce ottenendo file in formato AVI, MP4, WMV o mantenendo intatto il formato flash di YouTube.

Tra le principali funzionalità del programma, anche la possibilità di scaricare più video contemporaneamente e personalizzare la qualità dei file di output.
Scarica da qui.



VirtualDub

IMMAGINE QUI 4

Un piccolo ma potentissimo programma gratuito e no-install per l’editing video che permette di tagliare, unire e modificare i file video in formato AVI ed MPG applicando loro tantissimi effetti speciali.

Supporta l’elaborazione dei file diretta (sena ricompressione) o full processing, indispensabile quando si vogliono applicare dei filtri speciali ai video.
Su Internet si possono trovare tanti filtri aggiuntivi gratuiti che ampliano la gamma di effetti da applicare ai video.
Scarica da qui.



VLC

IMMAGINE QUI 5

Uno dei migliori media player gratis per Windows e tutti gli altri principali sistemi operativi.
È open source e supporta tutti i principali formati di file audio e video senza necessitare di codec esterni.



Oltre a riprodurre qualsiasi tipo di file multimediale in locale o in streaming via Internet, VLC include una vastissima gamma di filtri che permettono di modificare video e audio riprodotti in tempo reale.
Scarica da qui.

Windows Live Movie Maker

IMMAGINE QUI 6

Se si utilizza il sistema operativo Windows e si ama fare del video editing, anche solo per modificare i filmini delle proprie vacanze, non si può rinunciare ad un programma come questo.
Pur essendo completamente gratuito, Windows Live Movie Maker include una vastissima gamma di funzioni che permettono di modificare video con effetti speciali e creare montaggi semi-professionali in maniera incredibilmente facile e veloce.



Il programma è incluso nel pacchetto Windows Live Essentials di Microsoft ma in questa versione è disponibile solo per Windows 7 e Vista.
Per Windows XP esiste una versione meno aggiornata di Movie Maker con un’interfaccia più complessa da usare e molte meno funzioni di editing.
Scarica da qui.

programmi per web radio



programmi per web radio

I migliori programmi per ascoltare Web radio.

Spotify

IMMAGINE QUI 1

Ormai non ha bisogno di presentazioni.
Spotify è uno dei programmi per lo streaming musicale legale più famosi al mondo.
Consente di ascoltare tutte le maggiori hit italiane e internazionali, i brani del passato e le canzoni più “ricercate” in diretta streaming sul proprio computer (Windows o Mac) e sui propri dispositivi mobili (solo a pagamento).
Il servizio è disponibile gratuitamente con pubblicità (con limiti di ascolto mensili dopo i primi 6 mesi) e con piani a pagamento per rimuovere le pubblicità, aumentare la qualità dello streaming e sbloccare la fruizione di musica su smartphone e tablet.
Include un ottimo sistema di Web radio che consente di ascoltare stazioni radio personalizzate in base ai propri gusti musicali.
Scarica da qui.



Ramaradio

IMMAGINE QUI 2

RarmaRadio è uno dei migliori programmi per Web radio disponibili per Windows che permette di ascoltare e registrare stazioni radio online provenienti da ogni angolo del mondo.
Ha un’interfaccia utente spartana ma molto semplice da usare, attraverso la quale è possibile anche impostare la registrazione automatica di più stazioni radio contemporaneamente (senza doverle ascoltare).
Supporta la visualizzazione delle copertine degli album e dei testi delle canzoni.
È disponibile anche in versione portable, che non necessita di installazioni per poter funzionare e può essere trasportata su qualsiasi chiavetta USB.
Scarica da qui.



Screamer Radio

IMMAGINE QUI 3

Screamer Radio è uno dei programmi per Web radio più popolari e facili da usare disponibili per Windows.
Il suo principale tratto caratteristico è l’essenzialità.
Consiste, infatti, in una piccola finestra all’interno della quale ci sono un menu con l’elenco di tutte le stazioni radio disponibili e i pulsanti per il controllo multimediale.
Permette di registrare le stazioni radio mentre le si ascolta e di aggiungere delle Web radio personalizzate alla lista predefinita inclusa nel software.
È disponibile anche in versione portable, che non necessita di installazioni per poter funzionare e può essere trasportata su qualsiasi chiavetta USB.
Scarica da qui.

iTunes

IMMAGINE QUI 4



Un altro programma che non ha più bisogno di eccessive presentazioni.
iTunes è il programma multimediale di Apple attraverso cui è possibile ascoltare, gestire ed acquistare musica in maniera estremamente facile e veloce.
Disponibile sia per Mac OS X che per Windows, permette anche di ascoltare centinaia di stazioni radio online gratuitamente in base al genere musicale di appartenenza.
Purtroppo non è molto flessibile e non consente un’agevole gestione/personalizzazione delle Web radio ma è molto facile da usare.
Scarica da qui.

TuneIn Radio

IMMAGINE QUI 5



TuneIn è un servizio di Web radio gratuito che consente di ascoltare stazioni radio online provenienti da ogni Paese del mondo e appartenenti ad ogni genere musicale direttamente dal browser del PC (basta avere installato il Flash Player).
È disponibile sotto forma di app per smartphone (sia per iPhone che per Android), con la quale è possibile ascoltare tutte le stazioni radio online in qualsiasi momento, impostare delle sveglie con le Web radio, ascoltare stazioni personalizzate e perfino registrare le canzoni ascoltate in diretta streamimg (solo nella versione Pro).
Prova da qui.

Radium

IMMAGINE QUI 6

Radium è un’eccellente applicazione per l’ascolto delle radio online destinata esclusivamente ai sistemi Mac.
Una volta installata, si “accomoda” nella menu bar di OS X (accanto all’orologio) e da lì permette di cercare/ascoltare migliaia di stazioni radio online appartenenti a qualsiasi Paese o genere musicale.
Supporta le notifiche sui brani riprodotti, consentendo di visualizzare questi ultimi sull’iTunes Store e di aggiungerli ad una lista dei desideri.
Permette inoltre di visualizzare le copertine degli album, ascoltare stazioni radio personalizzate, creare un elenco di Web radio preferite e regolare in maniera precisa qualsiasi aspetto dell’output audio.
Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di tempo limitato.
Supporta anche la funzione AirPlay.
Scarica da qui.