programmi per affiancare due video



programmi per affiancare due video

Per un progetto scolastico, tu e il tuo migliore amico vi siete intervistati a vicenda e adesso vi piacerebbe effettuare un montaggio video.
La vostra idea è quella di creare un’intervista doppia in stile “Le Iene”, con i due video affiancati.
Purtroppo, però, né tu né il tuo migliore amico avete esperienza con i programmi di video editing e non avete la minima idea su come fare per concludere il vostro progetto.
Ho indovinato, vero?
Allora non vedo dove sia il problema:
se vuoi, ci sono qui io per aiutarti e spiegarti come riuscire nel tuo intento.

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo, posso indicarti quali sono i programmi per affiancare due video che puoi prendere in considerazione.
Infatti, devi sapere che esistono varie soluzioni che potrebbero essere adatte alle tue esigenze:
ci sono dei software per il montaggio video da installare sul computer che consentono di affiancare i video e impostarne le proporzioni; dei servizi online che mettono a disposizione template pronti all’uso per affiancare filmati con estrema semplicità e perfino app per smartphone e tablet.
Come dici?
È proprio il tipo di soluzioni che stavi cercando?
Allora non perdiamo altro tempo in chiacchiere e mettiamoci subito all’opera!

Coraggio:
mettiti comodo, prenditi cinque minuti di tempo libero e leggi con attenzione i prossimi paragrafi.
Scegli il programma che ritieni più adatto alle tue esigenze, prova a mettere in pratica le indicazioni che trovi di seguito e ti assicuro che riuscirai ad affiancare tutti i video che desideri.
Buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!



Indice

  • AVS Video Editor (Windows)
  • Adobe Premiere Pro (Windows/macOS)
  • iMovie (macOS)
  • Kapwing (Online)
  • App per affiancare due video

AVS Video Editor (Windows)

IMMAGINE QUI 1

AVS Video Editor è tra i migliori programmi per affiancare due video.
Come lascia intendere il suo nome, è un editor video di semplice utilizzo che permette di modificare e montare i filmati, con la possibilità di affiancare due o più video usando proporzioni personalizzate.
È disponibile per Windows e ha un costo di 39 euro/anno o di 49 euro per sempre.
È possibile testarne il funzionamento scaricando una versione di prova gratuita.



Per scaricare la versione di prova di AVS Video Editor, collegati sul sito Web del software e fai clic sul pulsante Download now.
Completato lo scaricamento, fai doppio clic sul file AVSVideoEditor.exe, premi sul pulsante Esegui e clicca sul bottone per avviare l’installazione.
Nella nuova finestra aperta, premi sul pulsante Avanti, apponi il segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini del contratto di licenza e clicca sui pulsanti Avanti (per tre volte consecutive) e Installa.
Completata l’installazione, premi sul pulsante Chiudi per chiudere la finestra e avviare il programma.

Prima di spiegarti come affiancare due video con AVS Video Editor, devi sapere che il software prevede una funzione di sovrapposizione dei video ma non di affiancamento.
Tuttavia, è possibile mettere due o più video affiancati utilizzando un’immagine di sfondo:
scarica, quindi, un’immagine (ti consiglio a tinta unita per dare risalto ai video) da utilizzare come sfondo del tuo progetto.
A tal riguardo, potrebbe esserti utile la mia guida su come scaricare immagini da Google.



Dopo aver avviato AVS Video Editor, clicca sulla voce Importa per importare i due filmati e l’immagine scaicata, dopodiché seleziona quest’ultima e aggiungila nella traccia principale della timeline del programma.
Adesso, trascina in timeline anche i due video assicurandoti di non disporli in sequenza (e quindi sulla medesima traccia) ma su tracce diverse.
Se non sono disponibili sufficienti tracce video, fai clic su una traccia video e seleziona l’opzione Aggiungi linea dal menu che compare.

Per affiancare i due video, fai doppio clic sul primo filmato aggiunto in timeline e, nella nuova finestra aperta, impostane la dimensione e la posizione agendo sugli indicatori posti agli estremi del filmato, dopodiché premi sul pulsante OK per salvare le modifiche e ripeti la procedura anche per il secondo video.
Se lo desideri, puoi impostare anche la trasparenza e scegliere di applicare una cornice ai due filmati.

Infine, clicca sul pulsante Produci, seleziona l’opzione File e premi sul pulsante Avanti, dopodiché seleziona uno dei formati disponibili (MP4, AVI, MOV, MPEG, MKV, WMV ecc.) e clicca sui pulsanti Avanti e Crea per esportare il file con i due video affiancati.



Adobe Premiere Pro (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 2

Adobe Premiere Pro è un programma professionale per il montaggio video che, con l’utilizzo di alcuni effetti, consente di affiancare due o più video.
È possibile testarne il funzionamento per un periodo di prova di 7 giorni, dopodiché è necessario sottoscrivere un abbonamento al servizio Creative Cloud a partire da 24,39 euro/mese.

Per scaricare la versione di prova di Adobe Premiere Pro, collegati al sito Web di Adobe e clicca sulla voce Versione di prova gratuita presente nel menu in alto.
Completato il download, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file Premiere_Pro_Set-Up.exe e premi sul pulsante Esegui.
Se, invece, utilizzi un Mac, apri il pacchetto dmg appena scaricato, fai doppio clic sul file Premiere Pro Installer e inserisci la password del tuo account utente su macOS per avviare l’installazione.



Adesso, sia su PC Windows che su Mac, clicca sul pulsante Accedi, inserisci le credenziali di accesso al tuo account Adobe e premi sul pulsante Accedi.
Se, invece, non hai ancora un account, clicca sull’opzione Registrati, inserisci i tuoi dati personali nei campi NomeCognomeIndirizzo emailPassword e Data di nascita e premi sul pulsante Iscrizione.
Infine, clicca sulla voce Inizia a installare e attendi che l’installazione raggiunga il 100% per poter avviare il programma.

Per affiancare due video con Adobe Premiere Pro, premi sul pulsante Nuovo progetto, inseriscine il nome nel campo Nome e clicca sul pulsante OK, dopodiché seleziona la voce File dal menu in alto e clicca sull’opzione Importa dal menu che compare per importare i due video da affiancare.
Conclusa l’importazione, trascina i due video nella timeline di Premiere Pro assicurandoti di aggiungerli su due livelli diversi.



Adesso, seleziona uno dei due video, clicca sulla voce Effetti presente in alto, seleziona la voce Effetti presente nella barra laterale a destra e scrivi Ritaglia nel campo di ricerca in alto.
Individuato l’effetto Ritaglia, trascinalo sopra il video selezionato in precedenza, dopodiché clicca sull’opzione Controllo effetti in alto a sinistra, seleziona l’opzione Ritaglia e imposta 50% accanto all’opzione Sinistra per dividere lo schermo a metà.

Infine, seleziona il secondo filmato, individua la voce Posizione (presente sempre nella scheda Controllo effetti sotto l’opzione Movimento) e imposta la posizione del video per scegliere quale porzione di filmato visualizzare.
Inoltre, selezionando l’opzione Scala puoi anche ridurre la dimensione dei due video.

Conclusa la modifica, clicca sulla voce File presente in alto a sinistra e seleziona le voci Esporta e File multimediali per salvare il filmato.
Specifica, quindi, il formato di esportazione tramite il menu a tendina presente accanto alla voce Formato e premi sul pulsante Esporta per esportare il video modificato sul tuo computer.



iMovie (macOS)

IMMAGINE QUI 3

iMovie è il programma di video editing di casa Apple ed è installato di serie su tutti i dispositivi della mela morsicata (anche su iPhone e iPad):
se così non fosse, è possibile scaricarlo gratuitamente dal Mac App Store.
Tra le sue funzioni, consente anche di sovrapporre due video e di affiancarli usando proporzioni personalizzate.

Per affiancare due video con iMovie, avvia il programma, fai clic sulla voce Crea nuovo e seleziona l’opzione Filmato dal menu che compare.
Clicca, quindi, sulla freccia rivolta verso il basso presente in alto, seleziona i due video da affiancare e premi sul pulsante Importa selezionati per importare i file in iMovie.



Adesso, seleziona i due video importati e clicca sul pulsante + per aggiungerli alla timeline del programma e, in automatico, i due filmati saranno inseriti in sequenza nella traccia dedicata ai video.
Seleziona, quindi, uno dei due filmati e trascinalo nella traccia video superiore in modo che i filmati non siano sequenziali ma uno sopra l’altro, dopodiché fai clic sul video più in alto (presenterà un contorno giallo) e seleziona lo strumento Impostazioni di sovrapposizione video (l’icona dei due quadrati) presente in alto a destra sopra il player.

Clicca, quindi, sul menu a tendina Inserto e seleziona l’opzione Schermo diviso per affiancare i due video.
Per scegliere la porzione di filmato da mostrare nella metà dello schermo, premi sul pulsante Ritaglio (le due L incrociate), clicca sulla voce Taglia per riempire e seleziona la parte di video da mostrare.
Ripeti quest’ultima procedura anche per l’altro video e il gioco è fatto.



Per esportare il filmato con i due video affiancati, clicca sull’icona della freccia dentro un quadrato (in alto a destra), seleziona la voce File e, nella nuova finestra aperta, premi sui pulsanti Avanti e Salva per esportare il video. Per approfondire l’argomento, puoi leggere la mia guida su come usare iMovie.

Kapwing (Online)

IMMAGINE QUI 4

Se stai cercando come affiancare due video online, Kapwing è la soluzione adatta alle tue esigenze.
È un servizio online che permette di creare dei montaggi video in maniera rapida e semplice e modificare i propri filmati aggiungendo effetti e filtri o apportando rotazioni, tagli e molto altro.



Per affiancare due video con Kapwing, collegati al suo sito Web, scorri la pagina verso il basso e clicca sull’opzione Video collage.
Scegli, quindi, se affiancare i filmati orizzontalmente o verticalmente cliccando su una delle voci disponibili tra Side by Side e Top and bottom.

Nella nuova pagina aperta, premi sul pulsante Upload per caricare il primo video o, nel caso il filmato sia già disponibile in rete, inserisci il suo indirizzo nel campo paste a URL e ripeti la procedura anche per il secondo video.
Infine, premi sul pulsante Create, attendi che il processo di elaborazione raggiunga il 100% e clicca sul pulsante Download video per scaricare il filmato.

Devi sapere che Kapwing applica un watermark ai video elaborati che puoi rimuovere cliccando sul pulsante Remove “kapwing.com” watermark e pagando 6 dollari per ogni singolo video.
In alternativa, puoi registrarti al servizio e sottoscrivere un abbonamento al costo di 20 dollari/mese che permette di rimuovere il watermark da tutti i video che desideri.



App per affiancare due video

IMMAGINE QUI 5

I filmati che vuoi affiancare sono sul tuo smartphone e non vuoi perdere tempo nel trasferirli sul tuo computer?
Nessun problema, ecco una lista di app per affiancare due video da installare sul tuo dispositivo mobile.

  • Vidstitch (Android/iOS):
    è un’applicazione che consente di affiancare sia video che foto usando dei template pronti all’uso.
    Inoltre, tra le sue funzioni permette di aggiungere testo e bordi ai filmati con un risultato garantito.
    È gratuita ma permette acquisti in-app a partire da 1,09 euro per avere ulteriori template da utilizzare.
  • VivaVideo (Android/iOS):
    con la funzione collage, questa applicazione per modificare e creare filmati consente di affiancare video sia verticalmente che orizzontalmente.
    Nella versione gratuita presenta numerose limitazioni, come la possibilità di esportare video di qualità non superiore a 480p e non più lunghi di cinque minuti.
    Per rimuovere tali limitazioni, è possibile acquistare la versione VivaVideo Pro al costo di 3,69 euro per Android e 3,49 euro per iPhone/iPad.
  • Cute Cut (Android/iOS):
    è una delle migliori applicazioni per il montaggio video poiché consente di lavorare su una timeline multitraccia.
    Tra le sue funzioni consente anche di sovrapporre e affiancare video.
    Nella versione gratuita applica un watermark ai filmati, che è possibile rimuovere con un acquisto in-app di 6,99 euro su Android o acquistando la versione Cute Cut Pro (6,99 euro) su iPhone/iPad.

programmi per aprire file doc



programmi per aprire file doc

Un collega ti ha inviato tramite messaggio di posta elettronica un documento di testo in formato DOC ma non hai la benché minima idea di quale software utilizzare per poterlo aprire?
Nessun problema, sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto.
Nelle righe successive andrò infatti ad indicarti tutti quelli che a mio modesto avviso rappresentato i migliori programmi per aprire file DOC attualmente presenti sulla piazza.

Si tratta di software disponibili sia per Windows che per macOS e persino per Linux.
Alcuni sono totalmente gratuiti, altri sono invece a pagamento (ma solitamente è possibile scaricarne un versione di prova a costo zero).
La maggiori parte di questi programmi sono estremamente semplici da utilizzare anche per i meno esperti in fatto di informatica, altri richiedono invece un minimo dimestichezza in più con il mondo dei computer e delle operazioni informatiche, per così dire, d’ufficio ma comunque nulla di troppo complicato, non preoccuparti.

Premesso ciò, se sei dunque realmente interessato a scoprire quali sono i programmi per aprire file DOC a cui puoi rivolgerti, ti suggerisco di non perdere ulteriore tempo prezioso, di concederti qualche minuto di tempo libero e di dedicarti alla lettura di questa guida.
Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben felice e soddisfatto delle scoperte fatte e che in caso di bisogno sarai anche pronto a fornire tutti i dettagli del caso ai tuoi amici desiderosi di ricevere una dritta analoga.



LibreOffice (Windows, macOS e Linux)

IMMAGINE QUI 1

LibreOffice è una suite di programmi per il lavoro gratuita ed open source ritenuta attualmente la migliore alternativa free a Microsoft Office.
Include programmi per la videoscrittura, l’elaborazione di fogli di calcolo, la creazione di contenuti editoriali e la realizzazione di presentazioni, ognuno dei quali supporta i formati di file aperti e i formati di file di Microsoft Office, fra cui il DOC.



Per quanto riguarda Writer, il software per la videoscrittura parte della suite, non ha assolutamente nulla da invidiare alla controparte commerciale di Microsoft.
Include infatti tutte le principali caratteristiche necessarie per usare al meglio strumento di elaborazione e visualizzazione di testi oltre che di desktop publishing.
Inoltre, è completamente in italiano, così come lo è anche il resto della suite.

LibreOffice è disponibile per Windows, macOS e Linux.
Per effettuare subito il download della suite sul tuo computer fai clic qui.

OpenOffice (Windows, macOS e Linux)

IMMAGINE QUI 2



Un altra tra le soluzioni che ritengo sia il caso di inserire in questo articolo dedicato a quelli che sono i migliori programmi per aprire file DOC è OpenOffice.
Trattasi di un’ulteriore suite per la produttività di natura open source, quella da cui ha origine il summenzionato LibreOffice.
Si può scaricare e utilizzare gratuitamente sul computer.

Include un’applicazione, chiamata anch’essa Writer, grazie alla quale è possibile aprire e creare documenti di testo, compresi, ovviamente, quelli in formato DOC.
Il suo utilizzo è destinato sia all’utenza domestica che ai veri e propri professionisti alla ricerca di uno strumento d’ufficio di buon livello ma a costo zero.



OpenOffice è compatibile con Windows, macOS e Linux.
Per effettuare subito il download della suite sul tuo computer fai clic qui.

Microsoft Office (Windows e macOS)

IMMAGINE QUI 3

Quando si parla di programmi per aprire file DOC non può non venire in mente Word, il programma di videoscrittura più famoso del mondo incluso nel sopracitato pacchetto Microsoft Office.
Dalla versione 2007, Word ha introdotto il supporto ai nuovi formati di file DOCX che sono più compatti e conformi agli standard rispetto al classico DOC, ma il supporto a questo vecchio formato è ancora garantito perfettamente sia in scrittura che in lettura.



Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di tempo limitato (se ben ricordi, te ne ho parlato nella mia guida su come scaricare Office gratis).

Microsoft Office è disponibile sia per Windows che per macOS.
Per effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) della suite sul tuo computer fai clic qui.



WPS Office (Windows e Linux)

IMMAGINE QUI 4

WPS Office è un’altra suite d’ufficio gratuita che consente di visualizzare, creare e condividere documenti compatibili, per l’appunto, con Microsoft Office.
Non è disponibile in lingua italiana ma per chi “mastica” almeno un po’ di inglese risulta comunque utilizzabile senza alcun tipo di problema.

Al suo interno è contenuta un’applicazione grazie alla quale si possono aprire i documenti DOC oltre che i PDF, i file TXT e via discorrendo.
Il software include inoltre opzioni avanzate per la formattazione del testo nonché lapossibilità di aggiungere immagini, forme e molto altro ai propri documenti.



WPS Office è disponibile per Windows e Linux.
Per effettuare subito il download della suite sul tuo computer fai clic qui.

AbiWord (Windows e Linux)

IMMAGINE QUI 5



AbiWord è un word processor estremamente rapido e compatto che si pone come alternativa alle suite per la produttività di cui ti ho già parlato nelle righe precedenti.
È la soluzione ideale per tutti coloro che hanno bisogno solo di un programma per la videoscrittura e non di tutti gli altri software solitamente inclusi nelle suite per il lavoro.

È completamente in italiano e, seppur non particolarmente accurato, include anche il controllo ortografico.
Supporta tutti i principali formati di documenti digitali:
non solo i file DOC di Microsoft Word ma anche i file di LibreOffice ed i semplici documenti RTF.

AbiWord è compatibile con Windows e Linux.
Per effettuare subito il download del software sul tuo computer fai clic qui.



Ashampoo Office (Windows)

IMMAGINE QUI 6

Ashampoo Office è una suite per il lavoro d’ufficio al PC che include software per la videoscrittura, l’elaborazione di fogli di calcolo e la realizzazione di presentazioni.
La sua interfaccia utente non è semplice da usare come quella delle ultime edizioni di Office ma a livello funzionale ha poco da invidiare alle altre suite più costose.



Supporta tutti i formati di file di Microsoft Office, compresi i DOC di Word.
Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 30 giorni.

Ashampoo Office è disponibile solo per Windows.
Per effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) della suite sul tuo computer fai clic qui.

 



Pages (macOS)

IMMAGINE QUI 7

Utilizzi un Mac e sei alla ricerca di un programma che ti consenta di aprire file DOC e, perché no, anche di cimentarti nella realizzazione di altri documenti di tipo testuale?
Allora prece non provi Pages? Si tratta del software commerciale per l’elaborazione dei testi e per il desktop publishing reso disponibile direttamente da Apple per macOS grazie al quale è possibile aprire e creare documenti di testo oltre che realizzare brochure, poster e persino volantini.



Il programma presenta un’interfaccia utente molto elegante ed amichevole, i controlli sono estremamente intuitivi e reattivi e risultano disponibili svariati template per creare documenti di testo di varia tipologia in maniera estremamente semplice e veloce.

Pages è un programma disponibile solo ed esclusivamente per macOS. Per effettuare subito il download del software sul tuo computer fai clic qui. Tieni presente che per alcuni Mac (quelli più recenti) Pages è disponibile “di serie”.

iA Writer (macOS)

IMMAGINE QUI 8



Sempre per Mac, un altro tra i programmi per aprire file DOC che ti suggerisco di prendere in seria considerazione è iA Writer.
Si tratta di un apprezzato editor di testo semplice con supporto markdown che si è aggiudicato più volte il riconoscimento come migliore app per i dispositivi della mela morsicata.

Il programma è a pagamento e va a contraddistinguessi per uno stile pulito ed essenziale.
Offre infatti un ambiente senza fronzoli in cui focalizzarsi sulla lettura dei testi oltre che sulla scrittura degli stessi senza perdersi nelle infinite funzionalità accessorie offerte dagli altri software appartenenti alla medesima categoria.



iA Writer è disponibile solo ed esclusivamente per macOS e può essere scaricato direttamente dal Mac App Store.
Per effettuare subito il download del software sul tuo computer fai clic qui.

Soluzioni per smartphone e tablet (Android e iOS)

IMMAGINE QUI 9

Non ti interessano i programmi per aprire file DOC di cui sopra perché sei alla ricerca di uno strumento che ti permetta di visualizzare i documenti in questione direttamente dal tuo smartphone o tablet Android oppure dal tuo iPhone o iPad?
Non temere, anche in tal caso ho quello che fa per te.



  • Se utilizzi Android, puoi provare a dare un’occhiata alla mia guida sulle migliori app Android.
    Nella sezione dedicata alla produttività troverai infatti indicate diverse ed utili app per scrivere ed organizzare testi e vari altri tipi di documenti direttamente dal tuo device mobile.
  • Se utilizzi iOS, da’ subito uno sguardo alla mia guida sulle migliori app iPhone ed a quella dedicata alle applicazioni per iPad in cui ho provveduto a segnalarti tantissime app che possono tornare utili proprio per lo scopo in questione.

programmi per aumentare la risoluzione delle foto



programmi per aumentare la risoluzione delle foto

Hai scattato un mucchio di foto con il tuo cellulare, tutto contenuto sei subito corso a casa per poter ammirare sullo schermo del PC quanto immortalato ma sei rimasto fortemente deluso dalla risoluzione delle immagini ed ora temi di dover buttar via tutto?
Giammai! Se dedichi qualche istante del tuo prezioso tempo libero alla lettura di questo articolo scoprirai infatti che grazie ad alcuni appositi programmi per aumentare la risoluzione foto e mettendoci la giusta dose di impegno buona parte del tuo lavoro può essere salvato.

Devi infatti sapere che in rete risultano disponibili numerosi ed interessanti software – sia gratis che a pagamento, sia per Windows che per Mac e Linux – che consentono di correggere le imperfezioni delle immagini, risoluzione compresa, in maniera semplice e nella maggior parte dei casi senza neppure richiedere particolari conoscenze tecniche in materia.
Tieni ovviamente conto del fatto che di miracoli, purtroppo, non se ne possono fare.
In altri termini, se lo scatto su cui intendi andare ad agire è “conciato” particolarmente male, pur utilizzando i software che sto per suggerirti il risultato finale non sarà esattamente soddisfacente.
Ad ogni modo, come si suol dire, tentar non nuoce.

Ma ora non perdiamoci in ulteriori chiacchiere.
Posizionati ben comodo dinanzi al tuo computer, individua gli scatti da correggere e scarica uno o più di programmi per aumentare la risoluzione foto che sto per suggerirti.
Buona lettura!



GIMP (Windows, Mac e Linux)

IMMAGINE QUI 1

Iniziamo questa guida dedicata a quali che sono i migliori programmi per aumentare la risoluzione delle foto da GIMP.
Non ne hai mai sentito parlare?
Molto strano, è famosissimo.
Ad ogni modo non devi preoccuparti, possiamo rimediare subito. Sebbene non possa contare su tutte le funzioni e, soprattutto, i plugin aggiuntivi di Photoshop, il programma di fotoritocco open source GIMP è quello che si avvicina maggiormente alle potenzialità e alla flessibilità del software targato Adobe.



È completamente gratis, è disponibile per Windows, Mac e Linux ed include una serie di filtri e di strumenti molto ben realizzati che consentono di allargare le foto digitali senza influire in maniera troppo negativa sulla loro qualità finale. Per ulteriori approfondimenti, ti suggerisco di dare uno sguardo alla mia guida dedicata al funzionamento di questo software.

Per collegarti al sito Internet del software ed effettuare subito il download di GIMP sul tuo computer fai clic qui.

SmillaEnlarger (Windows e Mac)

IMMAGINE QUI 2



SmillaEnlarger è uno dei migliori programmi per aumentare la risoluzione delle foto gratuiti che consente di incrementare le dimensioni delle immagini senza influire in maniera eccessivamente negativa sulla qualità di queste ultime.
Merito di alcuni filtri personalizzabili, che agiscono in maniera tale da camuffare le sgranature e i “rumori” che nascono naturalmente quando si aumenta la risoluzione di un’immagine.

Il programma è estremamente semplice da utilizzare e supporta tutti i principali formati di file grafici.
È compatibile sia con Windows che con Mac.



Per collegarti al sito Internet del software ed effettuare subito il download di SmillaEnlarger sul tuo computer fai clic qui.

Photoshop (Windows e Mac)

IMMAGINE QUI 3

Quando si parla di aumentare la risoluzione delle foto o semplicemente di modificare immagini al computer, non si può non menzionare Photoshop.
Trattasi infatti del programma di fotoritocco più famoso e avanzato al mondo che permette di intervenire sulle foto digitali tramite una serie vastissima di filtri e strumenti molto avanzati.
Supporta anche i plugin di terze parti, attraverso i quali è possibile ingrandire le foto avvalendosi di tecniche altamente professionali.



Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 30 giorni.
È compatibile sia con Windows che con Mac.
Per maggiori dettagli sul funzionamento di Photoshop, leggi pure il mio articolo dedicato all’argomento.

Per collegarti al sito Internet del software ed effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) di Photoshop sul tuo computer fai clic qui.



Photo Zoom Pro (Windows e Mac)

IMMAGINE QUI 4

PhotoZoom Pro è invece un software commerciale per aumentare la risoluzione delle foto che può funzionare sia in modalità stand-alone (ossia come un programma a sé stante) e sia come un plugin per Photoshop e Photoshop Elements.
Il programma sfrutta una tecnologia all’avanguardia nel settore denominata S-Spline Max, attraverso la quale è possibile ridimensionare ed allargare le immagini mantenendo bordi lineari ed un’alta nitidezza in queste ultime.

Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni applicando un watermark alle foto finali.
È fruibile sia su Windows che su Mac.



Per collegarti al sito Internet del software/plugin ed effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) di PhotoZoom Pro sul tuo computer fai clic qui.

Alien Skin Blow Up (Windows e Mac)

IMMAGINE QUI 5



Alien Skin Blow Up è un componente aggiuntivo per Photoshop, Photoshop Elements e Lightroom che consente di ingrandire le immagini senza ottenere risultati troppo sgranati o sfocati.
Utilizza una serie di filtri molto avanzati che permettono di aumentare la risoluzione delle foto digitali senza generare gli artefatti tipici delle immagini allargate al computer.

Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 15 giorni.
È compatibile sia con Windows che con Mac.

Per collegarti al sito Internet del plugin ed effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) di Alien Skin Blow Up sul tuo computer fai clic qui.



Reshade (Windows)

IMMAGINE QUI 6

Reshade è un software gratuito dedicato alla grafica attraverso il quale è possibile compiere varie operazioni di fotoritocco in modo semplice ma decisamente professionale.
È compatibile solo con Windows e tra le sue funzioni c’è anche quella per aumentare la risoluzione delle foto.
Il programma utilizza infatti un algoritmo proprietario per ingrandire le immagini che consente di ottenere un risultato impareggiabile, difficile da distinguere ad occhio nudo.



Offre poi una serie di controlli per agire manualmente sui vari parametri e migliorare ulteriormente il risultato finale.
Una volta trovato il giusto mix, è possibile sfruttare l’elaborazione in batch per ingrandire più immagini alla volta andando così a risparmiare tempo prezioso.

Per collegarti al sito Internet del software ed effettuare subito il download di Reshade sul tuo computer fai clic qui.

A Sharper Scaling (Windows)

IMMAGINE QUI 7



In un articolo dedicato a quelli che sono i migliori programmi per aumentare la risoluzione delle foto è praticamente impossibile non parlare di A Sharper Scaling.
Si tratta di un software gratuito e specifico per Windows che consente di ridimensionare le foto fino al 400% senza l’effetto mosso o sgranato.

Supporta quattro differenti algoritmi per ingrandire le immagini, permette di controllare le possibili anteprime risultate e consente anche di scegliere quella che funziona meglio per salvarlo come immagine TIFF, PNG, JPEG.
Insomma, è una vera e propria manna dal cielo!



Per collegarti al sito Internet del software ed effettuare subito il download di A Sharper Scaling sul tuo computer fai clic qui.

Pixelmator (Mac)

IMMAGINE QUI 8

Utilizzi un Mac e sei ancora alla ricerca di un software che ti consenta aumentare il livello di risoluzione dei tuoi scatti?
Allora non posso far altro se non suggerirti di provare Pixelmator.
Si tratta di un’ormai nota applicazione per il photo editing sui computer a marchio Apple che risulta essere estremamente potente e sufficientemente versatile ma che al contempo è anche molto semplice da utilizzare. Include tante incredibili funzioni e strumenti per il photo editing che possono rivelarsi perfettamente adatti allo scopo.



È disponibile solo per OS X e macOS ed è a pagamento:
costa 29,99 euro sul Mac App Store (occasionalmente è però possibile trovare l’app a prezzo scontato).
È disponibile anche una versione di prova gratuita del software che può essere sfruttata senza limitazioni per un arco di tempo massimo pari a 30 giorni.

Per collegarti al sito Internet del software ed effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) di Pixelmtoor sul tuo computer fai clic qui.



Altre risorse utili

IMMAGINE QUI 9

Trovi i programmi per aumentare la risoluzione delle foto di cui sopra molto interessanti ma vorresti capire come migliorare anche altri aspetti dei tuoi scatti (es.
eliminare elementi indesiderati dagli, correggere la prospettiva ecc.)?
Nessun problema, posso esserti d’aiuto anche per questo! Mi chiedi come?
Beh, da’ subito uno sguardo alle guide che trovi indicate qui di seguito e vedrai che non te ne pentirai.

Leggendo il mio articolo su come nitidizzare una foto potrai scoprire quali software e servizi online sfruttare per apportare le dovute correzioni alla nitidezza delle immagini.
Invece, nel mio articolo su come eliminare persone dalle foto torvi indicato come, usando il summenzionato software GIMP, puoi riuscire ad eliminare persone o elementi indesiderati dalle foto in maniera professionale.



Consultando inoltre la mia guida su come raddrizzare una foto puoi capire come raddrizzare un’immagine andando a correggere eventuali imperfezioni di orientamento. Se invece il tuo problema sono le immagini eccessivamente mosse, corri a leggere il mio tutorial su come modificare le foto mosse e vedrai che in men che non si dica riuscirai a far fronte alla cosa.

Anziché agire da computer ti interessa vorresti fare tutto da smartphone e/o tablet e vorresti dunque capire quali sono le app utili allo scopo?
Allora consulta il mio post dedicato a quelle che sono le migliori app per modificare foto del momento, sono sicuro che potrà esserti di grande aiuto.



programmi per bloccare siti



programmi per bloccare siti

Programmi per bloccare siti Internet e social network ed aumentare la produttività.

Any Weblock

IMMAGINE QUI 1

In assoluto uno dei migliori programmi per bloccare siti gratuiti, nonché uno dei più semplici da usare.
Permette di bloccare qualsiasi sito Internet in tutti i browser (compresi i sottodomini), creare ed importare liste nere di indirizzi Web a cui vietare l’accesso.
Le sue impostazioni possono essere protette con una password per evitarne la modifica da parte di utenti non autorizzati.



Per usarlo, basta avviare il programma e cliccare sul pulsante Add per aggiungere l’indirizzo del sito da bloccare.
Dopodiché si fa click su Apply changes per salvare le impostazioni e il gioco è fatto.
Scarica da qui.

BlockItFor.Me

IMMAGINE QUI 2



Un programma molto semplice da usare che permette di bloccare l’accesso ai social network più famosi del Web, come Facebook e Twitter, ma anche a piattaforme di blogging ed altri siti a tempo indeterminato per aumentare la produttività nel lavoro.

È molto semplice da usare ma purtroppo richiede una pratica un po’ articolata quando si tratta di sbloccare dei siti bloccati in precedenza.
Bisogna infatti scaricare un altro programma ed usarlo tramite una chiave di accesso che ha una durata a tempo limitato.
Scarica da qui.

Bluefile Hosts Editor

IMMAGINE QUI 3



Programma semplice quanto efficace che, come suggerisce il nome, permette di bloccare siti Internet di ogni tipo (su qualsiasi browser) agendo sul file hosts di Windows.
È completamente gratuito, per usarlo basta digitare l’indirizzo del sito da bloccare nel campo di testo collocato in alto a sinistra e cliccare sul pulsante Save.

Permette di creare e ripristinare copie di backup del file hosts di Windows, di modificare a mano quest’ultimo e di effettuare il flush dei DNS di Windows.
Adatto a tutti ma da maneggiare con attenzione.
Scarica da qui.



Cold Turkey

IMMAGINE QUI 4

Simpatico programma gratuito ed open source che permette di bloccare siti Internet, social network e servizi online fra i più utilizzati a tempo mettendo un semplice segno di spunta sul nome dei siti da bloccare.

Ha effetto su tutti i browser presenti sul PC e supporta tutti i siti più famosi del Web, da Facebook a Twitter passando per Wikipedia ed eBay.
Molto comodo il timer che permette di bloccare l’accesso ai siti indicati anche per 24 ore consecutive.
Scarica da qui.



Easy Website Blocker 2

IMMAGINE QUI 5

Ideale per chi è alla ricerca di una soluzione free senza fronzoli, permette di bloccare siti Internet su tutti i browser installati nel sistema tramite una comodissima interfaccia composta dalla barra degli indirizzi in cui digitare gli indirizzi da vietare, l’elenco dei siti da bloccare e i pulsanti per salvare o annullare le impostazioni.



Per usarlo, basta cliccare sul pulsante Browse, specificare la directory di sistema, digitare l’indirizzo del sito da bloccare nella barra sottostante e cliccare prima su Add to Block List e poi su Save Changes.
Permette anche di sbloccare tutti gli indirizzi con un click.
Scarica da qui.

FocalFilter

IMMAGINE QUI 6

Un altro programma per bloccare siti Web a tempo senza dover modificare manualmente il file hosts di Windows.
È un po’ meno user-friendly di Cold Turkey ma ugualmente facile da usare.
Basta cliccare su Edit My Site List, digitare gli indirizzi da bloccare nella finestra che si apre e impostare tramite il menu a tendina Block for il tempo per il quale si vuole mantenere attivo il blocco dei siti Internet.



Per funzionare correttamente, necessita che sul PC ci sia installato il .Net Framework 4.0 di Microsoft.
Scarica da qui.

programmi per cellulari



programmi per cellulari

I migliori programmi per gestire smartphone Android, iPhone, ecc.
dal PC.

My Phone Explorer

IMMAGINE QUI 1

È uno dei migliori programmi per cellulari gratuiti destinati ai telefonini con sistema operativo Android, grazie al quale è possibile gestire liberamente il proprio smartphone dal PC e scambiare dati fra i due dispositivi.
Permette di accedere ad SMS, contatti, calendario e file multimediali presenti sul cellulare, visualizzarli e scaricarli sul PC per crearne dei backup.
Può essere usato tramite cavo USB, collegamento Wi-Fi o Bluetooth e sincronizza i dati del telefonino con quello di popolari applicazioni per PC (Outlook, Rainlendar, ecc.).
Supporta tutti i principali smartphone Android e Sony Ericsson, la sua interfaccia è completamente in Italiano.
Scarica da qui.



Tipard iPhone 4 to PC Transfer

IMMAGINE QUI 2

iPhone 4 to PC Transfer è un’applicazione professionale per gestire i file contenuti nell’iPhone dal PC, trasferirli e crearne delle copie di backup.
Permette di trasferire file multimediali e suonerie da iPhone a PC, creare copie di sicurezza di SMS e contatti e scambiare podcast, eBook, camera roll e tanti altri file da iPhone a PC.
Funziona con tutti i modelli più recenti di iPhone/iPad/iPod e le versioni più aggiornate del sistema operativo iOS.
È disponibile in due versioni:
Standard ed Ultimate.
Quest’ultima ha qualche funzione in più ma entrambe sono disponibili in una versione di prova gratuita della durata di 30 giorni.
Scarica da qui.



Unlock Root

IMMAGINE QUI 3

Il root è un’operazione mediante la quale si possono sbloccare i telefonini con sistema operativo Android per usare applicazioni avanzate (es.
quelle per modificare la frequenza della CPU, modificare file di sistema, ecc.) avendo privilegi da amministratore.
Unlock Root è un programma gratuito per Windows che rende quest’operazione semplicissima.
Basta infatti collegare il proprio smartphone al PC tramite il cavo USB in dotazione, avviare Unlock Root, cliccare sul pulsante Root e il gioco è fatto.
il software supporta tutti i principali dispositivi Android e le principali versioni del sistema operativo di Google.
Scarica da qui.

i-FunBox

IMMAGINE QUI 4



Compatto e leggero, i-FunBox è un programma gratuito per Windows e Mac che permette di scambiare file tra computer ed iPhone o iPad senza passare per iTunes.
Permette di accedere a tutti i file contenuti nei dispositivi Apple e, per i dispositivi sottoposti a jailbreak, anche di aggiungere file, suonerie ed applicazioni con pochissimi click.
È molto semplice da usare ma, come tutti i prodotti del genere, va maneggiato con cura.
Supporta tutte le versioni più recenti del sistema operativo Apple e i modelli più aggiornati di iPhone ed iPad.
Scarica da qui.

FormatFactory

IMMAGINE QUI 5



FormatFactory è uno dei migliori convertitori gratuiti grazie al quale è possibile convertire tutti i principali formati di video, immagini e file musicali tra loro senza ricorrere a soluzioni commerciali.
Include tantissimi preset che permettono di convertire i video scaricati sul PC in filmati ottimizzati per tutti i principali modelli di smartphone (iPhone, Android, ecc.).
Basta selezionare i video da convertire, impostare Tutti verso Dispositivo Portatile come formato di destinazione e scegliere il cellulare per il quale si desidera ottimizzare il video.
La velocità di conversione è ottimale.
Scarica da qui.

Free Ringtone Maker

IMMAGINE QUI 6

Un programma dal nome abbastanza chiaro che fa ciò che promette:
creare suonerie per cellulari con una facilità a dir poco disarmante.
Disegnato per essere utilizzato anche da chi non ha molta dimestichezza con il mondo del PC, Free Ringtone Maker guida passo dopo passo l’utente nella creazione della sua suoneria partendo da qualsiasi brano in formato digitale (mp3).
Per usarlo, basta selezionare la canzone da trasformare in suoneria, portare i due indicatori della barra temporale nei punti del brano in cui si vuole far iniziare e finire la suoneria e scegliere la cartella in cui salvare il risultato finale.
L’unica pecca è che manca la traduzione in Italiano.
Scarica da qui.



programmi per correre



programmi per correre

Sei un grande amante dello sport (quello praticato!) ed ami dedicare il tuo tempo libero alla corsa?
Fai davvero bene, non posso dirti altro! Praticare uno sport e soprattutto farlo con passione è indubbiamente il miglior modo che possa esistere per tenersi in forma e per badare alla propria salute.
Nonostante sia orami da tempo che pratichi quest’attività, non hai però ancora trovato dei programmi per correre, delle risorse che ti consentano quindi di tenere traccia del numero di allenamenti svolti, dei chilometri percorsi e di vari altri dati in modo, per così dire, smart.

Mi sbaglio?
No, ecco.
Beh, vista la situazione sono dunque ben lieto di comunicarti che sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto.
Con questo mio tutorial di oggi intendo infatti illustrarti tutti quelli che a parer mio rappresentano i migliori software per computer adibiti allo scopo (con annessi servizi online companion) e le migliori app per smartphone e tablet della categoria.
Insomma, alla fine di questo articolo avrai senz’altro un quadro abbastanza completo su quali strumenti utilizzare per tenere traccia di tutti i tuoi allenamenti.

Allora?
Che ne diresti di mettere le chiacchiere da parte e di entrare subito nel vivo della questione?
Si?
Grandioso! Suggerisco dunque di non perdere altro tempo prezioso e di iniziare immediatamente a concentrarci sul da farsi.
Prenditi qualche minuto di tempo libero tutto per te, mettiti bello comodo e leggi attentamente il contenuto di questa guida.
Sono sicuro che alla fine riuscirai a trovare almeno una risorsa in grado di soddisfare le tue necessità e che addirittura sarai anche pronto a fornire buoni consigli al riguardo anche a tutti i tuoi amici desiderosi di ricevere una dritta analoga.
Che ne dici, scommettiamo?



SportsTracker (Windows/Mac/Linux)

Il primo tra i programmi per correre per computer che voglio consigliarti di utilizzare è SportsTracker.
È multipiattaforma (quindi funziona sia su Windows che su Mac oltre che cn Linux), è completamente gratis ed è di natura open source.
Si tratta di una risorsa utile per il monitoraggio delle attività sportive (non solo la corsa) mediante cui è possibile registrare i propri dati e tenerne traccia in modo pratico ed intuitivo.
Crea anche delle statistiche in maniera automatico.
Può anche essere utilizzato in accoppiata ad un dispositivo Garmin, Suunto, Polar, TomTom o di altra marca per tracciare in tempo reale l’attività svolta.

Per utilizzarlo, provvedi innanzitutto a scaricare SportsTracker sul tuo computer collegandoti al sito Internet ufficiale del programma, scorrendo verso il basso la pagina Web visualizzata, cliccando sul collegamento SourceForge project page in corrispondenza della sezione Installation e facendo poi clic sul bottone Download posto in alo a destra.



A scaricamento completato, avvia il file appena ottenuto, seleziona la casella I accept the agreement nella finestra che si è aperta sul desktop, fai clic su Next ed attendi che la procedura d’installazione del software venga completata.

IMMAGINE QUI 1

Se invece stai usando un Mac, trascina l’icona delle programma nella cartella Applicazioni di macOS/OS X dopodiché facci clic destro sopra e scegli la voce Apri dal menu che ti viene mostrato per avviare SportsTracker andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple nei confronti degli sviluppatori non autorizzati (è un’operazione che va fatta solo al prima volta).



Adesso, fai clic su OK in risposta all’avviso che vedi comparire nella finestra di SportTracker che si è aperta sul desktop.
Ti ritroverai dunque al cospetto di una sorta di calendario tramite cui organizzare i tuoi allenamenti.
Facendo doppio clic su un dato giorno puoi inserire un nuovo allenamento, specificare la distanza percorsa, il tempo impiegato e varie altre info.

Tutti gli allenamenti inseriti possono essere visionati direttamente tramite il calendario proposto oppure in visita elenco, facendo clic usl simbolo del cronometro che sta nella barra degli strumenti in alto.
Dalla stessa barra degli strumenti è altresì possibile visionarie l’elenco delle note aggiunte a ciascun allenamento (cliccando sull’icona del foglio), i dati relativi al proprio peso (cliccando sull’icona della bilancia) ed è possibile modificarli (usando l’icona del timer, quella del foglio e quella della bilancia con il simbolo “+”).



IMMAGINE QUI 2

Tutti i dati inseriti possono essere visualizzati anche sotto forma di grafico facendo clic sul simbolo apposito in alto a destra (sempre nella barra degli strumenti) e possono anche essere importati o stampanti premendo sulle icone della cartella e della stampante sempre collocate sulla barra degli strumenti.

Per visualizare le statiche bisogna fare clic sull’icona con i simboli delle operazioni.
Cliccando invece sul menu File in alto a sinistra e selezionando la voce Open in ExerciseViewer si possono esportare e visualizzare i dati ricavati con dispositivi vari per il tracking dell’attività fisica svolta.



SportTracks (Windows/Online)

Pur presentano un nome abbastanza simile a quello del programma di cui ti ho già parlato, SportTracks, il software che voglio descriverti adesso, funziona in maniera decisamente differente rispetto a quello di cui sopra.
Si tratta infatti di un programma a pagamento con servizio online associato (che puoi provare gratuitamente per 45 giorni in modo tale da poter fare tutte le valutazioni del caso sul da farsi) che permette di tenere traccia del tuo stato di salute durante la corsa, dei record personali, dei piani d’allenamento e di vari altri elementi utilissimi.
Integra anche un calendario interno, offre un sistema di notifica via mail, ha un’interfaccia utente gradevole ed intuitiva e può essere utilizzato in accoppiata ad uno dei tanti dispositivi per il tracking delle attività attualmente in commercio.

Per effettuarne il download sul tuo computer, collegati a questa pagina del sito del programma e se il download del software non parte da solo clicca sul collegamento if it doesn’t click here.
Una volta completato il download del software, avvia il file ottenuto e segui la semplice procedura d’installazione cliccando prima su Si e poi su Next dopodiché apponi un segno di spunta accanto alla voce I accept the terms in the License Agreement e clicca ancora su Next per due volta di fila.
Per concludere, premi su Install e successivamente su Finish.



IMMAGINE QUI 3

Recati adesso nel menu Start, cerca SportTracks ed avvia il programma cliccando sulla sua icona e crea il tuo Logbook (in soldoni, il tuo profilo utente, attività) inserendo i dati richiesti (nome atleta, data di nascita, sesso, altezza, peso ed attività) dopodiché premi sul tasto OK in basso.

Nota: Per poter funzionare il programma richiede .Net Framework di Microsoft.
Se sul tuo computer non risulta già installato la cosa ti verrà proposta al primo avvio del software.
Tu acconsenti pure al download e all’installazione di quest’ultimo.



Fatto ciò, ti ritroverai dinanzi la schermata principale del programma.
Sulla sinistra c’è il calendario ed i menu mediante cui poter aggiungere, modificare ed esportare le attività giornaliere e c’è la sezione mediante cui selezionare una vista differente, importare i dati, modificare il Logbook ed accedere alle configurazioni del programma.

IMMAGINE QUI 4



Al centro trovi invece il dettaglio della tua attività giornaliera, il sommario ed i percorsi fatti.
Utilizzano invece le icone in alto a destra puoi inserire i dettagli relativi al tuo equipaggiamento (facendo clic sulla scarpetta), puoi modificare il tuo profilo atleta (facendo clic sull’omino) ed il report relativo alle attività (facendo clic sulla tabella).

Ti segnalo poi che se vuoi puoi personalizzare ulteriormente l’uso del programma mediante specifici plugin scaricabili dall’apposita sezione del sito Internet ufficiale di SportTracks.

Vuoi usufruire del anche (o solo) del servizio online?
Allora collegati a quest’altra pagina del sito Web di SportTracks e fai clic sul bottone Not ready to Buy?
Sing up for a FREE trial of SportTracks
annesso nella parte in basso della pagina che si è aperta.



IMMAGINE QUI 5

Compila ora il modulo che ti viene proposto digitando il tuo indirizzo di posta elettronica, il tuo nome completo e la password che vuoi associare all’account che stai per creare e clicca sul bottone Registrati.
Se vuoi, puoi anche registrarti con Facebook oppure con Google premendo sugli appositi bottoni e fornendo i dati dei relativi account.
Successivamente indica il tipo di device in tuo possesso e segui le semplici indicazioni a schermo per ultimare la procedura di registrazione.



A questo punto, ti ritroverai al cospetto della dashboard di SportTracks online mediante cui potrai cominciare a monitorare i tuoi allenamenti. Nella pagina principale trovi i tuoi allenamenti recenti, quelli della settimana e quelli del mese corrente, unitamente alle relazioni (amici, allenamenti o partner d’allenamento).

Pigiando sul pulsante con i tre puntini in alto a destra puoi visualizzare le ulteriori sezioni disponibili (Salute, Attrezzatura, Registri e Il mio account), mentre facendo clic sul pulsante Add work out in alto a destra hai la possibilità di registrare un nuovo allenamento.

IMMAGINE QUI 6



Facendo clic sulla scheda Calendario (che sta sempre in alto) puoi altresì pianificare il tuo prossimo allenamento, mentre le schede Analisi e quella Allenamenti permettono, rispettivamente, di visualizzare i grafici relativi alle attività svolte e di visualizzare il diario degli allenamenti.

App per smartphone e tablet

Invece che tenere traccia dei tuoi allenamenti da computer preferisci monitorare il tutto direttamente dallo smartphone ricorrendo all’uso di un’apposita app?
Allora da’ subito uno sguardo all’elenco di applicazioni ad hoc che trovi qui di seguito e vedrai che non te ne pentirai.
Sono tutte risorse gratuite (anche se nella maggior parte dei casi vengono offerti acquisti in-app o viene proposta la sottoscrizione di un abbonamento per fruire di funzionalità extra) e sono disponibili sia per Android che per iOS oltre che per Windows Mobile.
Buon download!



  • Endomodo (Android/iOS/Windows Mobile) – Si tratta di un’ottima app che consente di tenere traccia di durata della corsa fatta, ritmo medio e calorie.
    È abbastanza intuitiva e, corsa a parte, consente di monitorare anche altri sport.
  • Runtastic (Android/iOS/Windows Mobile) – Probabilmente una delle applicazioni più celebri ed apprezzate per lo scopo in questione.
    Oltre ad integrare funzioni apposite per il monitoraggio dei percorsi e del dispendio energetico offre anche alcune funzioni a carattere social e motivazionali utilissime per essere incentivanti ancora di più durante la fase d’allenamento.

IMMAGINE QUI 7

  • MapMyRun (Android/iOS/Windows Mobile) – Bella applicazione per il monitoraggio della cosa che offre anche delle funzionalità di condivisione avanzate tramite cui è possibile tenere traccia dei proprio progressi su più device.
    È altresì molto facile da usare ed ha un’interfaccia utente molto gradevole.
  • Strava (Android/iOS) – È l’applicazione dedicata a chi ama correre e vorrebbe farlo sempre in compagnia.
    L’app chiede infatti di effettuare l’accesso a Facebook in modo tale da individuare eventuali amici appassionati anche loro di corsa.
    Per il resto, offre tutte quelle che sono le funzionalità tipiche di un’app di questo tipo:
    monitoraggio dell’attività, statistiche ecc.

IMMAGINE QUI 8

  • Nike+ Run Club (Android/iOS) – Famosa app di casa Nike grazie alla quale si possono monitorare dati quali tempo, battito cardiaco, chilometri percorsi e altro durante la corsa.
    Traccia anche il percorso effettuato e consente di entrare in contatto con tutte le persone e le risorse che possono essere utili per correre meglio.
  • RunKeeper (Android/iOS) – Altra ottima app della categoria avente bene o male le medesime caratteristiche di quelle di cui ti ho già parlato.
    Permette infatti di tenere traccia dei dati rilevanti durante la corsa (oltre che durante l’esecuzione di altri sport) con annesse statistiche audio.
    Ha anche un bella interfaccia utente.

IMMAGINE QUI 9



  • Correre per dimagrire (Android/iOS) – Vuoi cominciare un programma di corsa per cercare di dimagrire?
    Beh, allora questa è propio l’app che fa al caso tuo.
    Come facilmente deducibile dal nome stesso, si tratta infatti di una risorsa pensata principalmente per lo scopo in questione (ma non solo).
    Fornisce tabelle di allenamento per tutte le occasioni, statistiche dettagliate e propone anche dei piani alimentari per imparare a mangiare meglio.

programmi per database



programmi per database

Hai la necessità di creare e gestire un database per la tua attività professionale, per il tuo primo sito Web o per una qualsiasi altra attività ma non hai la benché minima idea di quale programma utilizzare per riuscirci?
No problem! Posso darti una mano io.
Con il tutorial di quest’oggi è infatti mia intenzione indicarti quelli che ritengo possano essere considerati come i migliori programmi per database attualmente in circolazione, sia per Windows che per macOS oltre che per Linux.

Di programmi per database ce ne sono davvero per tutti i gusti.
Alcuni sono riservati ad un utilizzo prettamente professionale, altri possono invece essere sfruttati da tutti e per le più disparate necessità.
Molti dei software che sto per proporti sono inoltre completamente gratuiti mentre altri sono a pagamento ma, nella maggior parte dei casi, possono essere usati a costo zero per un periodo di prova, non temere.

Allora?
Che ne diresti di mettere al bando le ciance e di passare all’azione vera e propria?
Si?
Ottimo! Non perdiamo dunque ulteriore tempo prezioso e cominciamo subito a scoprire insieme gli strumenti in questione.
Sono sicuro che alla fine riuscirai a trovare la risorsa che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo e che qualora necessario sarai anche pronto e ben disponibile a dispensare utili dritte sui programmi per database ai tuoi amici desiderosi di ricevere qualche dritta analoga.
Scommettiamo?



LibreOffice (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 1

Il primo tra i programmi per database a cui voglio suggeriti di rivolgerti è LibreOffice.
Si tratta di una suite per la produttività gratuita ed open source considerata da molti come la migliore alternativa free a Microsoft Office.
Include un programma per la creazione e la gestione di database



Nel complesso riesce ad offrire una buona rosa di funzionalità avanzate anche se in alcune operazioni risulta meno user-fiendly della controparte di Microsoft ma in campo freeware non è facile trovare di meglio.
La sua interfaccia è inoltre tradotta completamente in italiano.

LibreOffice è disponibile per Windows, macOS e Linux.
Per effettuare subito il download della suite sul tuo computer fai clic qui.

OpenOffice (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 2



OpenOffice è un’altra suite per la produttività open source, quella da cui ha origine il summenzionato LibreOffice.
Si può scaricare e utilizzare gratuitamente e rappresenta un’altra ottima alternativa a costo zero a Microsoft Office.

Include un’applicazione, chiamata Base, grazie alla quale è possibile creare e gestire database.
Il suo utilizzo è destinato sia all’utenza domestica che a ai veri e propri professionisti capaci di creare applicazioni di database utilizzano tabelle, query, maschere e report.



OpenOffice è compatibile con Windows, macOS e Linux.
Per effettuare subito il download della suite sul tuo computer fai clic qui.

Microsoft Office (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 3

Microsoft Office, la celebre suite per il lavoro sviluppata dall’azienda di Redmond, include molti programmi, fra cui Microsoft Access, un’applicazione molto semplice da utilizzare che permette di creare e gestire database di tipo relazionale (DBMS).
Si tratta di una delle soluzioni più usate dalle aziende per la gestione degli inventari e dei dati relativi al personale, include molte funzioni avanzate dedicate alla creazione di macro ed espressioni.



Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di tempo limitato (se ben ricordi, te ne ho parlato nella mia guida su come scaricare Office gratis).

Microsoft Office è disponibile sia per Windows che per macOS.
Per effettuare subito il download della suite sul tuo computer (ed eventualmente anche per effettuarne l’acquisto) fai clic qui.



FileMaker Pro (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 4

Dopo Microsoft Office, FileMaker Pro è uno dei programmi per database più usati in ambito commerciale.
Si tratta di una soluzione completa che permette di creare, gestire e condividere vari tipi di database in rete.

Ha un’interfaccia utente molto curata, completamente in italiano, e può essere usato anche dai principianti senza eccessivi problemi.
Come facilmente intuibile dal nome stesso, il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un arco di tempo limitato.



FileMaker Pro è disponibile sia per Windows che per macOS.
Per effettuare subito il download del software (ed eventualmente per effettuarne anche l’acquisto) fai clic qui.

Glom (Windows/Linux)

IMMAGINE QUI 5



Glom è un altro tra i programmi per database che ritengo tu debba prendere in seria considerazione.
Si tratta di un prodotto gratuito ed open source che permette di creare progetti di database con buona semplicità e senza necessità di conoscenze di programmazione.

Il software offre una buona combinazione tra una interfaccia grafica amichevole e un potente backend relazionale.
Tra le sue principali caratteristiche vi è la possibilità di effettuare ricerche, creare relazioni, inserire i campi correlati, i campi calcolati e molto altro ancora.

Glom è compatibile con Windows e con Linux.
Per effettuare subito il download del software sul tuo computer fai clic qui.



Axisbase (Windows)

IMMAGINE QUI 6

Axisbase è un programma per database gratuito studiato per le piccole e medie imprese che hanno bisogno di gestire in maniera efficiente informazioni relative a vendite, ordini, effettuare inventari e molto altro ancora.
Include molte delle funzioni presenti in Microsoft Access ed altri software simili ed in più offre la possibilità di gestire database per server MySQL o Microsoft SQL.



La sua interfaccia utente è abbastanza curata e facile da usare, anche se non è stata ancora tradotta nella lingua italiana.
Bastano pochi utilizzi per prendere pienamente confidenza con i suoi comandi.

Axibase è disponibile solo per Windows.
Per effettuare subito il download del software sul tuo computer fai clic qui.

Ninox Database (macOS)

IMMAGINE QUI 7



Utilizzi un Mac ed i programmi per database che ti ho già proposto non sono stati in grado di soddisfare le tue esigenze?
Allora non posso far altro se nn consigliarti di rivolgerti al software commerciale Ninox Database… provalo e vedrai che non te ne pentirai!

Si tratta di un’applicazione che consente di creare database personalizzando gli archivi in vari modi, specificando campi e tabelle varie.
L’uso dell’applicazione si rivela estremamente semplice.
Si possono sfruttare formule, aggregare dati da campi multipli, importare ed esportare gli archivi e sincronizzarli con altri Mac.



Ninox Database è disponibile solo per macOS.
Per effettuare subito l’acquisto e il download del software sul tuo computer fai clic qui.

Records (macOS)

IMMAGINE QUI 8

Records è un altro tra i programmi per database che voglio segnalarti e che dovresti prendere in seria considerazione se utilizzi un Mac.
Si tratta infatti di un’applicazione commerciale estremamente semplice da utilizare, dotata di un’interfaccia utente ben curata ed altamente intuiva grazie alla qule è possibile creare e gestire database dal computer.



Permette di personalizzare il layout e il design delle banche dati create, offre più di 30 modelli pronti all’uso che permettono di cominciare ad usare il software all’istante, consente di importare, esportare ed archiviare dati in formato CVS/TSV e molto altro ancora.

Records è disponibile solo per macOS.
Per effettuare subito l’acquisto e il download del software sul tuo computer fai clic qui.



Kexi (Linux)

IMMAGINE QUI 9

Kexi è invece un programma per database che permette di creare schemi di dati, realizzare queries e processare i dati. Il software fa parte delle suite KDE e Calligra.

Si tratta di una valida alternativa open source a programmi come Microsoft Access in grado di soddisfare pienamente le esigenze di chi era alla ricerca di uno strumento per il RAD (Rapid Application Development) ricco di funzioni ma non costoso e in grado di lavorare con standard aperti.



Kexi è al momento disponibile soltanto per Linux.
Per effettuare subito il download del software sul tuo computer fai clic qui.

Viravis (Online)

IMMAGINE QUI 10



I programmi per database che ti ho già suggerito non hanno saputo attirare in maniera particolare la tua attenzione perché non vuoi o non puoi installare nuovi programmi sul tuo computer?
Allora da’ un’occhiata a Viravis e vedrai che non te ne pentirai.
Si tratta infatti di uno strumento Web che permette di creare applicazioni per database online anche a chi non ha conoscenze in ambito di programmazione.

È disponibile in versione gratuita o con dei piani di abbonamento pay ed è caratterizzato da un’interfaccia utente molto semplice da usare che permette di effettuare authoring in modalità visuale (anche se solo in lingua inglese).
Supporta il drag-and-drop, la creazione di permessi e la gestione delle applicazioni per database a 360 gradi.
È l’ideale per tutti gli sviluppatori e i professionisti del settore IT che hanno bisogno di una soluzione senza fronzoli e dinamica.

Vivaris è fruibile da qualsiasi sistema operativo e da qualsiasi browser.
Per collegarti alla pagina Web principale del tool fai clic qui.



programmi per download



programmi per download

Navigando in Rete, sei incappato in un video che ti piacerebbe tanto scaricare sul tuo computer, e vorresti farlo alla massima velocità possibile?
Hai trovato alcune immagini carine, vorresti effettuarne il download ma ti secca l’idea di doverle scaricare una ad una?
Non ti preoccupare, credo proprio di avere quello che fa al caso tuo.
Se mi dedichi cinque minuti del tuo tempo libero, posso infatti indicarti quelli che a mio modesto avviso rappresentano i migliori programmi per download attualmente presenti sulla piazza e di cui, appunto, puoi avvalerti per lo scopo in questione.

Ce ne sono sia di gratis che a pagamento, sia per Windows che per macOS.
In tutti i casi sono piuttosto semplici da impiegare, anche da parte di chi – un po’ come te – non si reputa propriamente uno “smanettone”.
Chiaramente, va tenuto conto del fatto che la velocità di download è correlata anche a quella che è l’effettiva velocità di navigazione in Rete offerta dalla connessione Internet impiegata.
Detta in altri termini, se la tua connessione non è particolarmente “scattante” non aspettarti download fulminei, ma sicuramente più rapidi rispetto a quanto sarebbe possibile fare agendo “semplicemente” dal browser.

Allora?
Si può sapere che cosa ci fai ancora li impalato?
Posizionati bello comodo dinanzi il tuo fido PC e inizia immediatamente a concentrarti sulla lettura di tutto quanto riportato qui di seguito.
Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso e che, addirittura, in caso di necessità sarai pronto a fornire utili consigli al riguardo a tutti i tuoi amici interessanti allo stesso argomento.
Che ne dici, scommettiamo?



Attenzione: Il download abusivo di contenuti multimediali protetti da copyright può essere considerato un reato.
Io non ho alcuna intenzione di promuovere la pirateria, questo post è stato pubblicato a puro scopo illustrativo e, pertanto, io non mi assumo alcuna responsabilità circa l’utilizzo che verrà fatto delle informazioni presenti in esso.

Indice

  • JDownlaoder (Windows/macOS/Linux)
  • Free Download Manager (Windows/macOS)
  • Internet Download Manager (Windows)
  • FlashGet (Windows)
  • Maxel (macOS)
  • Altre risorse utili

JDownlaoder (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 1



JDownloader è un popolarissimo download manager gratuito ideato per scaricare file da servizi di hosting, togliendo diversi piccoli-grandi fastidi all’utente.
Supporta l’utilizzo degli account premium e permette di scaricare con account free senza dover cliccare su alcun pulsante dopo il countdown dei siti di hosting.

Le sue funzionalità si possono espandere con delle estensioni gratuite, grazie alle quali è altresì possibile bypassare i captcha (a pagamento) e svolgere altre funzioni che velocizzano e/o rendono più comodi i download.
È disponibile per tutti i principali sistemi operativi, ma per farlo funzionare occorre che nel sistema sia installato il software Java (per maggiori info al riguardo, leggi il mio tutorial dedicato all’argomento).



Mi chiedi come fare per potertene servire?
Te lo indico subito.
Innanzitutto, collegati al sito Internet del programma e clicca sul collegamento relativo al nome del sistema operativo che stai usando.

A questo punto, se stai usando Windows, seleziona il link Download Installer for 32/64bit systems e clicca su Scarica.
A download ultimato, avvia il file .exe appena ricavato e fai clic sul pulsante .
Attendi qualche secondo affinché vengano scaricati da Internet i primi file necessari al funzionamento del software e premi sul pulsane OK, su quello Next per cinque volte di fila, poi su quello Skip e sul bottone Finish.

Se quello che stai usando è un Mac, clicca sul collegamento Download Installer Mac OS X Version 10.7 or higher.
A download ultimato, apri il pacchetto .dmg appena ricavato e avvia il file d’installazione del programma presente al suo interno. Nella finestra che compare su schermo, fai clic prima sul pulsante Apri, poi su quello OK e sul bottone Next per quattro volte consecutive.
Attendi che vengano scaricati da Internet tutti i file necessari al funzionamento del software e concludi il setup premendo sui pulsanti SkipFinish.



Ora che, a prescindere dal sistema operativo, visualizzi la finestra di JDownloader sullo schermo, fai clic destro su di essa seleziona la voce Aggiungi nuovi collegamenti web… dal menu che compare.
Successivamente incolla il link relativo al file online da scaricare, indica la posizione di output e premi sul bottone Continua.
In alternativa, copia l’URL del file da scaricare direttamente dalla finestra del browser e attendi che JDownloader lo rilevi in automatico.

Dopodiché premi sul pulsante Play che sta in alto e aspetta che lo scaricamento venga avviato e portato a termine.
In alto a destra trovi riportata anche la velocità di download, mentre in basso ci sono i dettagli relativi al file selezionato.



Gli ulteriori bottoni e voci sulla barra degli strumenti ti permettono di mettere in pausa lo scaricamento, di riprenderlo, di accedere alle impostazioni del programma ecc.
Facendo invece clic destro sui nomi dei file, puoi accedere ad ulteriori impostazioni sempre relative alla gestione degli stessi e allo scaricamento.

Free Download Manager (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 2

Come suggerisce ampiamente il suo nome, Free Download Manager è un download manager gratuito e open source che offre una vasta gamma di funzionalità per scaricare file da Internet al massimo della velocità (fino al 600% in più rispetto ai download standard, secondo il sito ufficiale).



Supporta i protocolli HTTP, HTTPS e FTP e il download di video in Flash dai siti di video, è in grado di riprendere i download interrotti e consente di verificare l’affidabilità dei file scaricati tramite i giudizi lasciati dagli altri utenti del software.
È disponibile sia per Windows che per macOS.

Per potertene servire, provvedi in primo luogo a collegarti al sito Internet del programma e a fare clic sul bottone Free Download, che trovi in cima, in modo tale da avviare il download del software.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ricavato e premi sul pulsante  Si.
Premi quindi sul bottone Next per quattro volte di seguito, su quello Install e sul pulsante Finish.
Richiama poi il programma facendo clic sul relativo collegamento che è stato aggiunto al menu Start.



Se invece quello che stai usando è un Mac, apri il pacchetto .dmg appena ottenuto e trascina l’icona di Free Download Manager nella cartella Applicazioni di macOS.
Successivamente, fai clic destro su di esso e scegli l’opzione Apri per due volte di fila, in modo tale da avviare il software andando però ad aggirare le limitazioni che Apple impone verso gli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Adesso che, a prescindere dal sistema operativo utilizzati, visualizzi la finestra principale del software, incolla al suo interno l’URL del file da scaricare e clicca sul pulsante OK, oppure trascinaci sopra i file Torrent che vuoi prelevare.
Scegli, dunque, la cartella in cui effettuare il download del file, indica il nome che desideri assegnargli e se vuoi pianificare o meno il download, dopodiché premi sul bottone Download.



A download avviato, potrai tenere traccia dello stato di avanzamento dell’operazione tramite la finestra principale di Free Download Manager.
I pulsanti in alto ti consentono di mettere in pausa lo scaricamento oppure di riprenderlo, di cestinare specifici file oppure di aprire la cartella di output.
Il bottone con le tre linee in orizzontale che sta sulla destra ti permette, invece, di accedere alle impostazioni di Free Download Manager.

Internet Download Manager (Windows)

IMMAGINE QUI 3

Internet Download Manager è uno dei migliori programmi per download di tipo commerciale che supporta tutti i browser più popolari:
Internet Explorer, Firefox, Chrome, ecc.
Promette di velocizzare i download fino a cinque volte rispetto alla velocità standard e integra una serie di funzioni avanzate, quali il pianificatore di operazioni, l’anteprima dei file ZIP, la scansione antivirus e il supporto a redirect, cookie e protocolli HTTP, HTTPS e FTP.



Il programma è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita (quella che ho usato io per redigere questo passo) che permette di testarne le funzionalità per un periodo di 30 giorni.
È solo per sistemi operativi Windows.

Per effettuarne il download della versione di prova del programma sul tuo PC, collegati al sito Web di Internet Download Manager e clicca sul bottone Try Internet Download Manager for free.

A scaricamento ultimato, apri il file .exe appena ottenuto e clicca sul pulsante Si.
Premi dunque sul pulsante OK per confermare l’uso della lingua italiana, clicca sul bottone Avanti, seleziona la casella Accetto i termini del contratto di licenza e clicca ancora sul pulsante Avanti per tre volte.
Concludi il setup premendo sul pulsante Fatto.



Ora che visualizzi la finestra del programma sul desktop, fai clic sul bottone Nuovo che si trova in alto, incolla l’URL dei file che vuoi scaricare nella nuova finestra che compare e premi sul pulsante OK. In alternativa, effettua la copia del collegamento di tuo interesse direttamente dalla finestra del browser (il programma è in grado di “captare” in automatico la copia dei link nella clipboard).
Indica la categoria di riferimento e la cartella di output e premi sul pulsante Avvia download.

Tramite la finestra principale di Internet Download Manager, potrai poi seguire l’andamento dei tuoi download.
Le categorie poste nella barra laterale di sinistra di permettono di invidiare con maggiore facilità i file da scaricare di tuo interesse, mentre i bottoni e i menu in alto ti consentono di gestire la procedura di scaricamento e il funzionamento del software in generale.

FlashGet (Windows)

IMMAGINE QUI 4



FlashGet è un potente download manager gratuito per Windows in grado di scaricare file ad alta velocità (6-10 volte più veloce rispetto ai download standard, secondo le stime ufficiali) attraverso i protocolli HTTP,FTP,BT,MMS e RTSP.
Supporta la rete di eMule e la suddivisione dei file da scaricare in categorie.

La funzione di scansione integrata permette di testare la sicurezza dei file inseriti nella coda di download tramite l’antivirus installato sul PC.
È molto veloce e leggero sulla RAM, risultando l’ideale anche per i PC non più di primissimo pelo (o comunque non molto potenti).



Per effettuarne il download sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e premi sul bottone Download, che trovi in corrispondenza della voce Latest version FlashGet v x.x. A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e clicca sul pulsante Si.
Pigia quindi sul bottone Next, poi su I Agree, ancora su Next per due volte e, per concludere, premi sul pulsante Finish.

Ora che visualizzi la finestra del programma sul desktop, indica la cartella in cui vuoi salvare i file scaricati e clicca sul pulsante OK, dopodiché premi sul bottone New task che sta in alto a sinistra, incolla l’URL del file da scaricare nella finestra che si apre e premi sul bottone Download per procedere.

Se invece vuoi scaricare un file Torrent o un’altra tipologia di file, clicca sulla freccia accanto al pulsante New task e seleziona l’opzione che preferisci dal menu che si apre.
Potrai poi seguire l’andamento dei download tramite la finestra principale di FlashGet.



Se vuoi, puoi anche filtrare i vari file in fase di scaricamento, tramite le categorie apposite che trovi sulla sinistra.
In alto a destra, invece, ci sono i menu per regolare il funzionamento del programma e intervenire sulle varie opzioni disponibili.
I bottoni sulla barra degli strumenti ti consentono invece di interrompere e riprendere lo scaricamento e di ordinare i file da scaricare in base a specifici criteri.

Maxel (macOS)

IMMAGINE QUI 5

Possiedi un Mac e i programmi per download di cui ti ho parlato ad inizio guida non ti hanno convinto in maniera particolare?
Allora rivolgiti a Maxel e vedrai che non te ne pentirai.
Si tratta di un’applicazione specifica per macOS grazie alla quale è possibile scaricare i file presenti online alla velocità della luce e mediante un’interfaccia chiara e semplice.



Il programma agisce andando a dividere i file da scaricare in più parti, in modo tale da massimizzare la larghezza di banda e procedere con il download in maniera fulminea.
Purtroppo si tratta di un programma commerciale, ma è possibile scaricarne una versione di prova gratuita (quella che ho usato io per redigere questo passo) tramite cui testarne le funzionalità.

Per scaricare Maxel sul tuo Mac, collegati al sito Internet del programma e premi sul bottone Download Free Demo e su quello Download, presente nella nuova pagina che si apre.



A download ultimato, estrai in una qualsisia posizione l’archivio ZIP appena ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS, dopodiché facci doppio clic sopra e premi sul pulsante Continue Demo, per confermare la tua volontà di usare la versione di prova di Maxel.

Ora che visualizzi la finestra del programma sulla Scrivania, fai clic sul bottone Add URLs che sta in alto a sinistra per aggiungere l’URL del file che vuoi scaricare, specifica la cartella per l’output tramite l’ulteriore schermata che compare e premi sul pulsante Add.
Premi poi sul bottone Start in alto a sinistra per far partire lo scaricamento.

Potrai seguire l’andamento del download tramite la finestra principale di Maxel.
Cliccando, invece, sul bottone “i” accanto al nome di ciascun file in fase di download potrai ottenere info dettagliate riguardo lo stato dello scaricamento, la velocità impiegata per il download ecc.
Se invece vuoi accedere rapidamente ad un’anteprima del file, clicca sul bottone Quick Look che sta in cima, mente per eliminarlo premi sul pulsante Remove adiacente.



Altre risorse utili

IMMAGINE QUI 6

Nessuno dei programmi per download di cui ti ho parlato nelle righe precedenti ti ha convinto in maniera particolare e stai cercando ulteriori alternative?
Beh, se necessiti di software specifici per lo scaricamento dei file Torrent, allora non posso far altro se non suggerirti di leggere il mio articolo dedicato proprio ai ai programmi per BitTorrent, mentre se stai cercando dei software dedicati in via esclusiva al download dei video faresti bene a leggere il mio post sui software per scaricare video.

Cerchi dei programmi grazie ai quali poter effettuare il download dei file audio quando navighi in Rete?
In tal caso, non lasciarti sfuggire le soluzioni di cui ti ho parlato nella mia guida sui software per scaricare musica.
Per il download delle sole immagini puoi invece prendere in considerazione le risorse ad hoc che ho menzionato nel mio articolo dedicato a come scaricare foto.



programmi per editing video gratis



programmi per editing video gratis

Ti piacerebbe creare un montaggio dei filmati che hai realizzato con il telefonino nel corso della tua ultima vacanza, magari aggiungendo una colonna sonora di sottofondo, titoli ed effetti di transizione tra una scena e l’altra?
Si?
Non ti preoccupare, ci puoi riuscire facilmente senza spendere soldi.
Esistono intatti numerosi programmi per editing video gratis in grado di coniugare un’estrema semplicità d’uso con una potenza comparabile a quella di molti blasonati software a pagamento.

Come dici?
Non ci credi?
Beh, allora sarò ben lieto di sorprenderti.
Con la guida di oggi andrò infatti a indicarti quelli che a mio modesto parere rappresentano alcuni tra i migliori programmi per editing video gratis presente sulla piazza. Sì tratta di software grazie ai quali tutti, anche i meno competenti in nuove tecnologie, possono facilmente modificare i formati di video più popolari in quattro e quattr’otto.
Ce ne sono per Windows, macOS e anche per Linux, devi individuare solo quello che ti sembra più adatto alle tue esigenze.

Scegli, dunque, quale tra i programmi per editing video gratis proposti di seguito pensi possa fare maggiormente al caso tuo ed effettuane subito il download sul tuo computer.
Ovviamente la scelta di quale software per editing video gratis utilizzare spetta solo e soltanto a te, in base a quelle che sono le tu esigenze e preferenze.
Detto ciò… mettiamo al bando le ciance e procediamo!



Indice

  • Avidemux (Windows/macOS/Linux)
  • Wondershare Filmora (Windows e macOS)
  • Lightworks (Windows/macOS/Linux)
  • VideoPad (Windows/macOS)
  • QuickTime Player (Windows/macOS)
  • VirtualDub (Windows)
  • Free Video Dub (Windows)
  • Freemake Video Converter (Windows)
  • iMovie (macOS)

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 1

Avidemux rientra a pieno titolo nella lista dei programmi per editing video gratis più famosi e apprezzati:
si tratta di un software che supporta tutti i principali formati di file video (compresi gli AVI/DivX e gli MP4) e permette di modificarli, tagliarli e montarli con estrema facilità.



Il programma consente inoltre di lavorare sia in modalità direct stream (senza ricompressione) che in modalità full processing (con ricodifica del video) e la sua interfaccia, seppur un po’ spartana, è stata tradotta completamente in italiano.

Avidemux è disponibile gratuitamente per i sistemi operativi Windows, macOS e Linux.
Per effettuare il download di Avidemux sul tuo computer clicca qui.

Wondershare Filmora (Windows e macOS)

IMMAGINE QUI 2



Wondershare Filmora ricopre un ruolo di assoluto rilievo tra i programmi di editing video gratuiti.
Si tratta, infatti, di un software per Windows e macOS estremamente semplice da usare (con interfaccia tradotta completamente in italiano) ma che al suo interno include una vasta gamma di funzioni in grado di competere con le soluzioni professionali più blasonate.
Permette di tagliare e montare video, applicare effetti, aggiungere sottofondi musicali, voci fuori campo, testi, elementi grafici e molto altro ancora; il tutto in una manciata di clic.

Supporta tutti i principali formati di file multimediali e permette di mettere insieme anche filmati di diverso tipo.
Comprende, poi, un’ampia selezione di clip audio royalty free da usare gratuitamente nei propri progetti e uno store One-Stop dal quale prelevare effetti video senza diritti d’autore, audio e supporti media.



Per modificare i tuoi filmati con Wondershare Filmora, non devi far altro che avviare il programma, selezionare un formato di video dal menu a tendina presente nella schermata che si apre e premere sul pulsante per creare un nuovo progetto.
Successivamente, devi importare i video da modificare all’interno del programma:
per fare ciò, puoi semplicemente prendere i file e trascinarli nel riquadro Importa file multimediali qui oppure recarti nel menu File > Importa media > Importa file multimediali (in alto a sinistra) e selezionarli “manualmente”.

Ad importazione avvenuta, trascina i video di tuo interesse sulla timeline di Filmora (disponendoli nell’ordine che più preferisci) e, se richiesto, scegli di abbinare le caratteristiche del primo filmato al progetto corrente.
Fatto ciò, sei libero di utilizzare tutti gli strumenti e le funzioni del software per realizzare il tuo progetto.

Immediatamente sopra la timeline, sulla sinistra, c’è una toolbar con gli strumenti per modificare i video:
il cestino, per cancellare la sequenza selezionata nella timeline; le forbici, per tagliare il video nel punto selezionato; il taglierino, per ritagliare il filmato; l’orologio, per regolarne la velocità di riproduzione; la tavolozza, per regolarne i colori; lo schermo, per applicare gli effetti legati all’uso del green screen e le barre di regolazione per modificare il video ruotandolo, applicando lo zoom o aggiungendovi altri effetti.
Sempre sopra alla timeline, ma sulla destra, ci sono le icone per aggiungere un marcatore al video; registrare una voce fuori campo; aprire il mixer audio; attivare lo zoom per adattare e aumentare/diminuire lo zoom generale del filmato.



Selezionando le schede in alto, invece, puoi aggiungere Audio, Titoli, Transizioni, Effetti ed Elementi come badge ed emoji al tuo video, semplicemente trascinandoli nel punto desiderato della timeline.
Cliccando, invece, sull’icona della freccia (in alto a destra) puoi accedere allo store di Wondershare Filmora e ottenere effetti video, effetti audio e altri elementi da aggiungere al tuo progetto.

Quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, puoi salvare il tuo video cliccando sul pulsante Esporta (in alto) e scegliendo se continuare a usare la versione free di Wondershare Filmora (cliccando sul pulsante Crea account) oppure se acquistare una delle varianti a pagamento del software (cliccando su uno dei pulsanti Acquista ora).
Successivamente, clicca sul pulsante Crea account e compila il modulo che ti viene proposto per creare il tuo ID Wondershare.



A registrazione effettuata, clicca nuovamente sul pulsante Esporta di Filmora, premi poi su Continua a usare e scegli il formato in cui desideri esportare il filmato (puoi selezionare una tipologia di file, un dispositivo di destinazione oppure puoi scegliere di creare un video ottimizzato per DVD, YouTube o Vimeo).

Per concludere seleziona, dal menu a tendina Salva, la cartella in cui esportare il filmato, premi sul pulsante Impostazioni per scegliere risoluzione e bitrate del file di output e premi sul bottone Esporta, per avviarne l’esportazione.

Per scaricare Wondershare Filmora, clicca qui e premi sul pulsante Scaricare.
Verrà avviato automaticamente il download della versione del programma più adatta al tuo computer.
Come già sottolineato, il programma si può scaricare e usare gratis.
Tuttavia, va detto che imprime un watermark ai video generati:
per rimuovere questa limitazione (e ottenere supporto tecnico gratuito), bisogna sottoscrivere un abbonamento, a partire da 39,99 euro/anno, o acquistare una licenza a vita, al costo di 59,99 euro una tantum.



Lightworks (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 3

Lightworks è un altro ottimo programma per l’editing video:
si tratta della soluzione ideale per chi cerca un software per creare e modificare filmati di livello professionale ma a costo zero.
Non è molto leggero e non è neppure molto facile da usare ma assicura un uso completo delle potenzialità del computer.

Tra le sue funzioni principali ci sono tutte quelle basilari per il video editing più altre riservate agli addetti ai lavori.
È disponibile anche in un’edizione Pro a pagamento che fornisce funzioni aggiuntive come l’esportazione nel formato 1080p di YouTube e la creazione di contenuti stereoscopici.



Lightworks è gratis nella sua versione, per così dire, “base” ed è compatibile con Windows, macOS e Linux.
Per effettuare il download di Lightworks sul tuo computer clicca qui.

VideoPad (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 4

VideoPad è un altro tra i programmi per editing video che ritengo sia il caso di segnalarti:
si tratta di un software disegnato per essere estremamente facile da usare anche per gli utenti meno esperti.
Consente di montare, tagliare e unire video usando una comodissima timeline, attraverso la quale è possibile anche applicare effetti di transizione e colonne sonore personalizzati ai proprio filmati.



VideoPad Supporta tutti i principali formati di file video e anche le foto, mentre in output è in grado di generare file destinati a qualsiasi tipo di device o servizio online.

Il software è disponibile sia per Windows che per macOS, è a pagamento ma può essere utilizzato in una versione di prova gratuita che consente di testarne tutte le funzioni per un periodo di 30 giorni senza spendere neppure un centesimo. Per effettuare il download di VideoPad sul tuo computer clicca qui.

QuickTime Player (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 5



Anche se la sua natura non è propriamente quella di un editor video, QuickTime Player, il lettore multimediale predefinito di macOS eventualmente disponibile anche per PC Windows, include diverse funzioni per la modifica base dei filmati digitali di conseguenza la sua presenza in un elenco di programmi per video editing gratis è più che giustificata.

Utilizzando QuickTime Player è infatti possibile tagliare e unire video, capovolgerli, ruotarli e salvarli in vari formati di file per la riproduzione su computer, iPhone, iPad e Web.
I formati di file supportati cambiano a seconda dei codec installati sul Mac.



QuickTime Player è disponibile gratuitamente per macOS e Windows.
Se stai utilizzando un Mac puoi cominciare subito a utilizzare QuickTime Player accedendo alla cartella Applicazioni di macOS e facendo doppio clic sull’icona del programma mentre se utilizzi un PC Windows puoi effettuare il download programma sul tuo computer cliccando qui.

VirtualDub (Windows)

IMMAGINE QUI 6

Un altro ottimo software che rientra a pieno titolo in questo elenco di programmi per editing video gratis è VirtualDub:
si tratta di un software di natura open source e no-install che permette di modificare i video in formato AVI/DivX ed MPEG in maniera molto facile e veloce e, ovviamente, a costo zero.



Il programma include tantissimi filtri personalizzabili e consente di tagliare agevolmente i filmati in formato digitale.
Permette di lavorare sia in modalità direct stream (senza ricompressione) che in modalità full processing (con ricodifica del video).
Consente inoltre di sostituire la traccia audio originale dei video con file WAV/MP3 esterni.

VirtualDub è un programma a costo zero disponibile solo ed esclusivamente per i sistemi operativi Windows. Per effettuare il download di VirtualDub sul tuo computer clicca qui.

Free Video Dub (Windows)

IMMAGINE QUI 7



I programmi per editing video gratis che ti ho già proposto non hanno attirato la tua attenzione?
Se la risposta è “no” prova a dare un’occhiata a Free Video Dub. Qualora non ne avessi mai sentito parlare sappi che si tratta di un software che permette di tagliare i video digitali velocemente senza alterarne la qualità originale.

Il programma supporta tutti i principali formati di file video (*.avi, *.mpg, *.mp4, *.mkv, *.flv, *.3gp, *.webm, *.wmv) e non richiede la ricodifica dei filmati originali per salvarli dopo l’elaborazione.
Quando lo installi, fa’ attenzione a deselezionare le voci relative al download di software promozionali aggiuntivi (es.
PC Mechanic e Opera Browser).

Free Video Dub è disponibile gratuitamente solo ed esclusivamente per i sistemi operativi Windows.
Per effettuare il download di Free Video Dub sul tuo computer clicca qui.



Freemake Video Converter (Windows)

IMMAGINE QUI 8

Come si intuisce abbastanza facilmente dal suo nome, Freemake Video Converter non è un software di video editing vero e proprio. Infatti, pur rientrando in questo elenco di programmi per editing video gratis si tratta piuttosto di un eccellente convertitore video che offre la possibilità di convertire tra loro tutti i principali formati di file multimediali e di applicare lievi modifiche ai filmati da trattare.

Il software consente quindi di ruotare i video prima della conversione, tagliarli e imprimere sottotitoli (quest’ultima funzione è un extra disponibile sotto forma di acquisto in-app).
Il programma presenta un’invitante interfaccia utente e risulta molto semplice da usare.



Freemake Video Converter è disponibile a costo zero solo per i sistemi operativi Windows, ma inserisce un logo e dei fotogrammi personalizzati all’inizio e alla fine dei video convertiti:
per rimuovere il logo e i fotogrammi bisogna pagare 9,95 euro/anno o 19,95 euro una tantum.
Per effettuare il download di Freemake Video Converter sul tuo computer clicca qui.

iMovie (macOS)

IMMAGINE QUI 9

iMovie è l’applicazione “per eccellenza” per l’editing video su macOS:
si tratta di una risorsa prodotta direttamente da Apple e se hai effettuato l’acquisto di un Mac in tempi non esattamente remoti quasi sicuramente risulta già inclusa “di serie” sul tuo computer.



Grazie a questo editor video a tutto tondo hai la possibilità di montare video, applicare effetti speciali e realizzare perfino trailer in stile hollywoodiano con una facilità disarmante.
Qualora ti interessasse sappi che ne è stata realizzata anche una versione mobile compatibile con iPhone e iPad (anch’essa gratuita per gli iDevice acquistati recentemente ma a pagamento per quelli più datati).

iMovie è disponibile solo ed esclusivamente per macOS ed è gratis.
Viene infatti fornito “di serie” su molti dei Mac attualmente in commercio ed in alternativa è possibile effettuarne il download e l’installazione dal Mac App Store senza spendere neppure un centesimo. Puoi trovare iMovie direttamente sul tuo Mac recandoti nella cartella Applicazioni oppure puoi effettuarne il download sul tuo computer cliccando qui.



Articolo realizzato in collaborazione con Wondershare.

programmi per equalizzare musica



programmi per equalizzare musica

I migliori programmi per equalizzare musica in tutti i principali formati.

MP3Gain

IMMAGINE QUI 1

Uno dei migliori programmi per equalizzare musica gratuiti che permette di livellare il livello del volume per più file MP3 contemporaneamente.
Semplicemente fondamentale per tutti coloro che hanno un player musicale portatile e sono stanchi di dover abbassare o alzare il volume ad ogni cambio di canzone.
Il software è completamente in Italiano ed opera sui brani in modalità diretta, questo significa che non ha bisogno di ricodifiche per completare il suo lavoro.
Permette di annullare le modifiche effettuate ai file mp3 in qualsiasi momento.
Scarica da qui.



Lastar

IMMAGINE QUI 2

Una delle migliori alternative ad MP3Gain.
Si tratta, infatti, di un programma gratuito che permette di normalizzare ed equalizzare il volume dei file audio in formato MP3 e WAV in modalità batch, operando quindi su più brani contemporaneamente.
Permette di regolare vari parametri, come livelli di volume, compressione e volume, ed è molto rapido nel processare i file.
È disponibile anche in una versione no-install che funziona senza necessitare di installazioni.
Scarica da qui.



iGain

IMMAGINE QUI 3

iGain è un programma basato su AACGain, una versione modificata di MP3Gain che permette di equalizzare il volume dei file musicali in formato MP4 ed M4A.
È molto facile da utilizzare e si integra alla perfezione con iTunes, il player di Apple è difatti richiesto affinché il programma funzioni correttamente.
Per usarlo, basta seguire lo stesso procedimento necessario a normalizzare il volume delle canzoni con MP3Gain, ossia importare nel programma i file da equalizzare, impostare il livello di volume desiderato nella apposita barra di regolazione ed avviare il processo di modifica dei brani.
Scarica da qui.

mp3DirectCut

IMMAGINE QUI 4



Come intuibile abbastanza facilmente dal suo nome, mp3DirectCut è un programma gratuito che ha come funzione principale quella di tagliare gli MP3 e salvarli in modalità diretta (senza ricompressioni).
Tuttavia, dispone di una serie di funzioni avanzate che permettono di modificare in vario modo i brani MP3.
Fra queste ce n’è una che equalizza il livello del volume con impostazioni personalizzate, ma non mancano quelle per applicare effetti come fade-in, fade-out, ecc.
Leggerissimo e facile da utilizzare anche per i meno esperti.
Scarica da qui.

The Levelator

IMMAGINE QUI 5



Un altro software il cui nome è tutto un programma.
The Levelator è un ottimo strumento gratuito attraverso il quale è possibile equalizzare le registrazioni in formato WAV ed AIFF semplicemente trascinandole con il mouse nella finestra principale del programma.
Grazie ad un algoritmo speciale, The Levelator è in grado di regolare in maniera intelligente tutti i livelli audio della registrazione eliminando i disturbi tipici dei podcast e delle registrazioni fatte al PC.
È molto efficace e rapido nell’elaborare i file.
Scarica da qui.

Audacity

IMMAGINE QUI 6

Ormai sono in pochi a non conoscerlo.
Audacity è il miglior programma di editing audio gratuito disponibile per tutti i principali sistemi operativi (Windows, Mac OS X e Linux).
È open source e dispone di una gamma infinita di funzioni che permettono di modificare i file audio applicando loro varie correzioni e filtri.
Tra le opzioni disponibili, ci sono anche quelle che permettono di equalizzare musica e normalizzare il volume dei file in formato WAV, MP3 e non solo.
Scarica da qui.



programmi per fare musica



programmi per fare musica

Ti sei appena avvicinato al mondo della sette note e vorresti fare la conoscenza di quale utile programma mediante cui creare brani musicali di tuo pugno da far ascoltare ai tuoi amici o, perché no, all’intero popolo del Web?
Allora sei proprio capitato sul posto giusto (anzi, sul “post” giusto!) al momento giusto.
Perché?
Beh, perché con questa guida di oggi intento infatti illustrarti quelli che a mio modesto avvisto rappresentano i migliori programmi per fare musica attualmente in circolazione.
Contento?

Di programmi per fare musica degni di nota ce ne sono un mucchio, sia gratis che a pagamento; sia per Windows che per Mac e persino per Linux.
Ovviamente, la scelta di quale tra le risorse che sto per proporti adottare spetterà però solo e soltanto a te, in base a quelle che sono le tue effettive esigenze e preferenze.
Io, dal canto mio, non posso far altro se non dirti che si tratta di strumenti adatti sia a coloro che per la prima volta si avvicinano all’universo della musica sia a chi, invece, ha un po’ più di esperienza in tal senso ed è alla ricerca di una soluzione un tantino più professionale.

Detto ciò, ti suggerisco dunque di non vedere altro tempo prezioso e di iniziare subito a darti da fare andandoti a concentrarti sulla lettura delle informazioni che trovi qui sotto.
Sono più che sicuro che alla fine potrai dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso e che riuscirai a trovare il software che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo in un battibaleno. Buona lettura e, ovviamente, buon divertimento!



Audacity (Windows, Mac e Linux)

IMMAGINE QUI 1

Audacity è senza ombra di dubbio il miglior editor audio gratuito.
È open source, multi-lingua e multi-piattaforma.
Questo vuol dire che è completamente in italiano ed è utilizzabile su tutti i principali sistemi operativi, quindi non solo su Windows ma anche su Mac e su Linux.



Ha un’interfaccia comodissima attraverso la quale modificare e registrare più tracce audio contemporaneamente.
Include decine di effetti diversi e permette di importare ed esportare file in formato WAV ed MP3 (quest’ultimo dopo aver installato il componente aggiuntivo gratuito Lame MP3).

Per collegarti subito al sito Internet mediante cui scaricare Audacity ed effettuare il download del software sul tuo computer fai clic qui.

Accordion (Windows, Mac e Linux)

IMMAGINE QUI 2



Accordion è un programma tramite il quale è possibile realizzare composizioni musicali al computer simulando strumenti di vario genere.
Non permette di registrare i brani prodotti in maniera diretta ma ha un’interfaccia utente molto chiara ed intuitiva anche se non particolarmente curata.

Per creare le composizioni musicali è sufficiente premere i tasti della tastiera del computer a ciascuno dei quali vengono associate note musicali diverse.
È fruibile a costo zero su Windows, Mac e Linux.



Per collegarti subito al sito Internet mediante cui scaricare Audacity ed effettuare il download del software sul tuo computer fai clic qui.

Adobe Audition (Windows e Mac)

IMMAGINE QUI 3

Adobe Audition rappresenta uno di quei software che, data la sua fama, non avrebbe bisogno di particolari presentazioni.
Ad ogni modo, trattasi di uno dei più celebri ed utilizzati programmi per l’editing audio di tipo professionale.
Il software mette a disposizione di tutti una gamma vastissima di funzioni che consentono di modificare oltre che mixare tra loro le tracce digitali sfruttando al massimo la potenza della scheda audio e del processore del computer.



Adobe Audtion integra anche una gran quantità di effetti audio di vario genere, la possibilità di processare i file in modalità batch e molto altro ancora.
Si tratta di una risorsa a pagamento (fa parte dei piani Creative Cloud) ma è disponibile in una versione di prova gratuita della durata di 30 giorni.
È compatibile sia con Windows che con Mac.

Per collegarti subito al sito Internet mediante cui scaricare Adobe Audition ed effettuare il download del software sul tuo computer fai clic qui.



Reaper (Windows e Mac)

IMMAGINE QUI 4

Reaper è una workstation per la creazione di audio digitale.
Permette di registrare MIDI, modificare l’audio in modalità multi-traccia, mixare e masterizzare le proprie opere.
Include numerosi effetti audio per processare la musica creata.

Il programma è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita della durata di 30 giorni che permette di testarne le capacità.
Si può installare anche in modalità portable ed è fruibile sia su Windows che su Mac.



Per collegarti subito al sito Internet mediante cui scaricare Reaper ed effettuare il download (ed eventualmente anche l’acquisto) del software sul tuo computer fai clic qui.

VirtualDJ Home (Windows e Mac)

IMMAGINE QUI 5



VirtualDJ Home è la versione gratuita di uno dei migliori programmi per fare musica per Windows e per Mac.
Come facilmente intuibile dal nome stesso risulta essere una risorsa particolarmente adatta per i DJ o comunque per gli aspiranti tali.
Supporta tutti i principali formati di file audio e permette di creare bellissimi mix.

I mix realizzati con questo programma possono essere registrati in tempo reale sia sotto forma di file audio che sotto forma di CD musicale da masterizzare con qualsiasi programma adatto allo scopo.
Il software è destinato a coloro che non intendono farne un uso professionale e che non si servono di attrezzature apposite (in questi casi bisogna comprare una delle versioni a pagamento disponibili).

Per collegarti subito al sito Internet mediante cui scaricare VirtualDJ Home ed effettuare il download del software sul tuo computer fai clic qui.



LMMS (Windows e Linux)

IMMAGINE QUI 6

LMMS è una delle più famose alternative free a programmi per fare musica commerciali in circolazione.
Permette di produrre melodie, beat e mix con il proprio PC attraverso un’interfaccia molto comoda e pratica da usare.



È compatibile con gli standard SoundFont2, VST(i), LADSPA, GUS Patches e MIDI ed include editor per vari tipi di produzioni musicali.
Supporta sia Windows che Linux.

Per collegarti subito al sito Internet mediante cui scaricare LMMS ed effettuare il download del software sul tuo computer fai clic qui.

Songsmith (Windows)

IMMAGINE QUI 7



Songsmith è un originale software commerciale prodotto dalla Microsoft che permette di cantare al PC effettuando una serie di karaoke al contrario in cui è la musica a seguire la voce del cantante e non vice versa. Il software, infatti, funziona in tempo reale analizzando la voce dell’aspirante cantante e producendo un accompagnamento pertinente con un set di strumenti in perfetta sintonia con lo stile scelto tra i tanti disponibili.

Il programma è a pagamento ed è solo per Windows ma questo non significa che sia pensato in via esclusiva per i professionisti… anzi! Ad ogni modo, ne è disponibile una versione di prova gratuita utilizzabile per una durata massima di 6 ore.



Per collegarti subito al sito Internet mediante cui scaricare Songsmith ed effettuare il download (ed eventualmente anche l’acquisto) del software sul tuo computer fai clic qui.

KRISTAL Audio Engine (Windows)

IMMAGINE QUI 8

In un articolo dedicato a quelli che sono i migliori programmi per fare musica è praticamente obbligatorio parlare di KRISTAL Audio Engine.
Siamo infatti al cospetto di uno migliori software della categoria a costo zero.
Presenta un’interfaccia molto colorata e professionale suddivisa in vari pannelli:
mixer, transport, equalizzatore, waver ed altro e non è neppure troppo complicato da utilizzare.



Permette di registrare e di lavorare su più tracce audio contemporaneamente ma non può essere usato per fini che non siano personali o didattici.
È fruibile solo su sistemi operativi Windows.

Per collegarti subito al sito Internet mediante cui scaricare KRISTAL Audio Engine ed effettuare il download del software sul tuo computer fai clic qui.



GarageBand (Mac)

IMMAGINE QUI 9

Per “chiudere in bella”, come si suol dire, voglio segnalarti GarageBand.
Non ne hai mai sentito parlare?
No problem, rimediamo subito.
Si tratta del popolarissimo software di produzione audio realizzato da Apple per i suo computer.
Il software presenta un’interfaccia utente decisamente user-friendly e ben curata attraverso la quale creare opere musicali con vari strumenti, effetti e tracce.

GarageBand è destinato ad un utilizzo a carattere professionale ma può anche essere sfruttato senza particolari difficoltà da chi che per la prima volta si ritrova ad avere a che fare con uno strumento del genere. Si trova preinstallato su molti Mac, ma è anche disponibile per il download a costo zero dal Mac App Store.



Puoi trovare GarageBand nella cartella Applicazioni del tuo Mac oppure puoi effettuarne subito il download collegandoti alla pagina Web del Mac App Store dedicata facendo clic qui.

Noteflight (Online)

IMMAGINE QUI 10



Non hai la benché minima intenzione di installare nuovi programmi sul tuo computer ma ti piacerebbe comunque poter realizzare della bella musica dal tuo PC?
Allora da’ subito uno sguardo a Noteflight e vedrai che non ne rimarrai deluso.
Trattasi infatti di una Web application che permette di scrivere musica direttamente dalla finestra del browser Web (qualsiasi), senza dover installare assolutamente software sul computer.

Dopo una rapida registrazione iniziale consente di creare, visualizzare, stampare e ascoltare qualsiasi composizione musicale. Supporta la condivisione dei contenuti con altri utenti e il loro incorporamento in pagine esterne.
La versione base del servizio è a costo zero ma eventualmente è possibile sottoscrivere dei piani a pagamento che offrono maggiori funzionalità e che sono destinati agli utenti di grado più avanzato.

Per collegarti al sito Internet di Noteflight e cominciare ad usare subito il servizio fai clic qui



programmi per foto



programmi per foto

È vero, non sei un professionista del settore ma le foto sono comunque una tua grande passione.
Ciononostante mi sorprende parecchio il fatto che tu non abbia ancora provveduto a reperire uno o più software utili per visualizzare, modificare e correggere i tuoi scatti digitali.

Ad ogni modo, non è mai troppo tardi per rimediare.
Se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo posso infatti illustrarti tutti quelli che ritengo essere i migliori programmi per foto attualmente presenti sulla piazza.
No, tranquillo, non sto per consigliarti complicate risorse ad appannaggio degli esperti del settore bensì degli strumenti facilmente fruibili da parte di chiunque, persino di un bambino! Li trovi tutti indicati (ed esplicati) qui di seguito.

Ci sono sia programmi gratuiti che a pagamento, sia per Windows che per Mac (oltre che per Linux).
Individua dunque quelli che ritieni possano fare maggiormente al caso tuo e scaricali sul computer.
Alla fine, vedrai, potrai dirti ben contento e sodisfatto di quanto appreso.
Sei pronto?
Si?
Grandioso! Allora al bando le ciance e procediamo.



Indice

  • XnView MP (Windows/Mac/Linux)
  • PhotoScape X (Windows/Mac)
  • FastStone Image Viewer (Windows)
  • IrfanView (Windows)
  • NexusImage (Windows)
  • Foto (Mac)

XnView MP (Windows/Mac/Linux)

IMMAGINE QUI 1

Il primo tra i programmi per foto di cui desidero parlarti è XnView MP.
Si tratta di un ottimo software gratuito per Windows e Mac per la gestione, la visualizzazione e la conversione delle immagini digitali che include il supporto ad oltre 400 formati di file diversi.



Comprende anche delle funzioni avanzate per organizzare e rinominare le foto in massa e, come altre soluzioni simili, dispone di molteplici strumenti per modificare/correggere gli scatti digitali in vari modi:
ridimensionamento, correzione colori, regolazione luminosità/contrasto, ecc.

Per scaricare il programma sul tuo computer, collegati alla relativa pagina per il download e pigia sul pulsante Zip Win 32bit (se stai usando Windows a 32 bit), su Zip Win 64bit (se stai usando Windows a 64 bit) oppure su OSX DMG 64bit (se stai usando un Mac).



A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una posizione qualsiasi, apri il file xnviewmp.exe presente al suo interno e clicca su Esegui.
Se vedi apparire un messaggio d’errore, fai clic destro sull’icona del programma e scegli l’opzione Esegui come amministratore dal menu contestuale, in modo tale da avviare il software con privilegi di amministrazione.

Se stai usando un Mac, apri il file .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma sulla cartella Applications tramite la finestra apparsa su schermo.
Recati poi nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona di XnView MP e seleziona Apri per due volte consecutive.

Clicca quindi su bottone OK e ti ritroverai finalmente al cospetto della schermata principale di XnView MP.
A sinistra c’è la sezione tramite cui poter selezionare le cartelle con le immagini, mentre a destra trovi il visualizzatore con le miniature dei file selezionati.



In basso a sinistra ci sono invece tutte le info relative all’immagine selezionata (le proprietà, i dati EXIF ecc.), al centro le categorie, mentre a destra c’è l’anteprima della foto evidenziata.

Se invece vuoi apportare semplici modifiche alle tue foto oppure vuoi organizzarle come ritieni sia più opportuno, selezionale e poi servirti degli strumenti appositi che trovi sulla barra degli strumenti in alto oltre che delle voci annesse alla barra dei menu.
Se poi vuoi visualizzare una data foto in maniera ingrandita, ti basta semplicemente farci doppio clic sopra.

PhotoScape X (Windows/Mac)

IMMAGINE QUI 2



Un altro tra i programmi per foto che ti suggerisco vivamente di prendere in considerazione è PhotoScape X.
Si tratta di un vero e proprio editor fotografico per Windows 10 e macOS, gratuito (ma eventualmente disponibile in una variante Pro, a pagamento, con funzioni extra) e di facilissimo impiego.

Permette di modificare le immagini digitali applicandovi correzioni automatiche, effetti di vario genere, di ritagliarle, ruotarle e molto altro ancora.
Funge anche da “semplice” visualizzatore di foto.
Insomma, provalo subito e vedrai che non te ne pentirai!



Per usarlo, collegati in primo luogo al sito Internet del programma e clicca sul bottone Download con accanto il logo del sistema operativo che stai utilizzando.
Nel caso di Windows, si aprirà poi la schermata del Microsoft Store e potrai effettuare lo scaricamento del programma dal li, mentre nel caso del Mac si aprirà il Mac App Store ed il download dell’applicazione andrà effettuato da quest’ultimo.

A scaricamento ultimato, avvia il programma facendo clic sulla sua icona che trovi nel menu Start (nel caso di Windows) e nel Launchpad (nel caso del Mac).
Una volta visualizzata la finestra del software sul desktop, scegli il tipo di modifica che intendi apportare alla tua foto selezionando la voce apposita dalla barra dei menu:
Vista, Editor, Ritaglia, Batch, Collage e Combina.
Dopodiché trascina, nella parte centrale della finestra del programma, l’immagine di riferimento.

Serviti dunque degli strumenti che vedi apparire nella parte in alto della finestra ed a destra per intervenire sull’immagine scelta così come ritieni sia più opportuno.
Ad esempio, se in precedenza hai cliccato sulla voce Editor puoi usare gli strumenti a destra per applicare degli effetti, per regolare il colore, la luce e via discorrendo.



Nella parte in basso della schermata trovi invece i comandi per aumentare o diminuire lo zoom per annullare o applicare nuovamente le modifiche, per visualizzare la foto originale, per confrontare le modifiche apportate con il file d’origine, per salvare l’immagine editata ecc.

FastStone Image Viewer (Windows)

IMMAGINE QUI 3

FastStone Image Viewer è senza dubbio alcuno uno dei migliori programmi per foto disponibili gratuitamente per il versante Windows.
Permette di visualizzare, modificare e correggere facilmente le foto digitali in tutti i principali formati di file:
BMP, JPEG, JPEG 2000, GIF, PNG, PCX, PSD, EPS, TIFF, WMF, ICO, TGA e molti formati RAW delle macchine fotografiche digitali.



È completamente in italiano ed ha un’interfaccia utente personalizzabile grazie a delle skin intercambiabili.
Tra le sue principali funzionalità occorre menzionare la visualizzazione delle foto a tutto schermo e la possibilità di ritoccare le immagini tagliandole, ridimensionandole, correggendone colori/luminosità/contrasto e molto altro ancora.
Da notare poi che fornisce un accesso rapido alle informazioni EXIF salvate da macchine fotografiche e telefonini nelle foto.

Per scaricarlo sul tuo PC, visita il sito Internet del programma, clicca sul bottone download che trovi in corrispondenza del nome del software e poi su quello sotto la voce portable, nella pagina che si apre.



A scaricamento completato, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una qualsiasi posizione di Windows, avvia il file FSViewer.exe presente al suo interno e premi su Esegui.

Una volta fatto ciò, ti ritroverai dinanzi la finestra principale del programma.
A sinistra c’è la struttura del computer con tutte le varie cartelle che puoi aprire per visualizzare le immagini, a destra ci sono le miniature delle immagini (che puoi visualizzare in maniera ingrandita facendoci doppio clic sopra), mentre in basso a sinistra ne è disponibile l’anteprima.

Nella parte in alto della finestra c’è invece la barra dei menu tramite la quale puoi applicare filtri alle immagini, effettuare operazioni di editing basilari, aggiungere dei tag alle foto ecc., semplicemente selezionando le voci apposite.
Ulteriori modifiche alle immagini possono poi essere apportate facendo clic destro sulla relativa miniatura e selezionando l’opzione desiderata dal menu contestuale che si apre.



IrfanView (Windows)

IMMAGINE QUI 4

IrfanView è un visualizzatore di foto apparentemente essenziale ma ricco di funzioni avanzate che permette di visualizzare, modificare e convertire tra di loro tutti i principali formati di file grafici.

Consente altresì di salvare e convertire immagini in modalità batch, di aggiungere scritte alle foto, di applicarvi effetti speciali (effetto pixelato, aumento contrasto, ecc.) e di correggere gli scatti venuti male.



Per effettuarne il download, collegati al sito Internet del programma, premi sul bottone Download che sta a sinistra, in corrispondenza della versione corretta di Windows che stai utilizzando, e premi sul pulsante Download Now nella nuova pagina visualizzata.

A download completato, apri il file .exe ottenuto, premi su Si e su Avanti per quattro volte di seguito dopodiché clicca su Done per completare il setup.



Adesso, recati nuovamente sul sito Internet di IrfanView, seleziona la voce Languages che sta in alto e clicca sul collegamento Installer, in corrispondenza della dicitura Italian.
Apri quindi il file scaricato, clicca su Install e su OK.

Nella finestra di IrfanView che si era aperta sullo schermo, premi sulla voce Options collocata in alto, seleziona Change Language…, fai clic su ITALIAN.DLL dal riquadro sulla destra e premi su OK, in modo tale da tradurre l’interfaccia di IrfanView in italiano.

Ora puoi finalmente cominciare ad utilizzare il programma.
Pigia dunque sull’icona raffigurante la cartella gialla posta in alto a sinistra per aprire l’immagine di tuo interesse dopodiché serviti delle voci annesse alla barra dei menu per apportare eventuali operazioni di editing alle foto.



Servendoti invece dei bottoni che trovi sulla barra degli strumenti nella parte in alto della finestra del programma puoi aumentare o diminuire lo zoom, visualizzare tutte le varie info relative alla foto, effettuarne la stampa, esportare l’immagine in un altro formato, creare delle presentazioni ecc.

NexusImage (Windows)

IMMAGINE QUI 5

NexusImage è il programma per foto ideale per chi desidera la semplicità prima di ogni altra cosa.
Ha un’interfaccia che ricorda alla lontana l’applicazione Anteprima di macOS e funziona senza necessitare di installazioni.



Nonostante la sua essenzialità, include funzioni avanzate come l’aggiunta di commenti alle immagini e la visualizzazione dei dati EXIF.
È completamente gratuito ed è specifico per sistemi operativi Windows.

Per usarlo, collegati in primo luogo al sito Internet di NexusImage e clicca sul bottone Download che trovi in corrispondenza del nome del software, in modo tale da scaricare il programma sul computer.



A download ultimato, estrai in una qualsiasi posizione di Windows l’archivio ZIP appena ottenuto ed avvia il file .exe presente al suo interno.
Clicca poi su Esegui e ti ritroverai al cospetto della finestra principale del programma.

Pigia quindi sul cerchietto che si trova nella parte in alto a sinistra della schermata del programma al centro del desktop, scegli la voce Open dal menu che si apre e seleziona l’immagine che vuoi visualizzare.
Così facendo, ti saranno mostrate in automatico anche le altre immagini presenti nella stessa posizione.

Al centro dello schermo troverai dunque la foto selezionata in precedenza in maniera ingrandita, mentre a destra le miniature delle altre immagini.
Puoi passare rapidamente da una foto all’altra utilizzando le frecce direzionali sulla tastiera oppure facendoci clic sopra.
Puoi anche utilizzare il campo di ricerca posto in alto a destra per, appunto, cercare le immagini in base al loro nome.



Se invece vuoi visualizzare le proprietà della foto visualizzata, apportarvi semplici operazioni di editing, aumentare o diminuire il livello di zoom ecc., clicca nuovamente sul cerchietto che sta nella parte in alto a sinistra della finestra del programma e scegli l’opzione corretta dal menu che compare.
Puoi far comparire lo stesso menu anche facendo clic destro direttamente sulla foto.

Foto (Mac)

IMMAGINE QUI 6

Stai usando un Mac ed i programmi per foto compatibili con il sistema operativo della “mela morsicata” di cui ti ho già parlato non ti hanno convinto in maniera particolare?
Allora, fossi in te non sottovaluterei il potenziale di Foto, l’applicazione già inclusa in macOS adibita, appunto, alla visualizzazione, alla gestione ed alla modifica delle immagini.



E stata sviluppata direttamente da Apple, è completamente gratis, ha una gradevolissima interfaccia utente ed è davvero molto semplice da usare.
Può essere impiegata anche con la Libreria foto di iCloud, in modo tale da avere tutti i propri scatti sincronizzati tra i vari device connessi al medesimo ID Apple.

Per servirtene, apri l’applicazione cliccando sulla relativa icona (quella con il fiore multicolor su sfondo bianco) presente sulla barra Dock.
Una volta visualizzata la finestra principale dell’app, potrai incominciare ad intervenire sulle tue foto.
Le trovi tutte al centro, in miniatura.
In base alle tue esigenze, puoi scegliere di visualizzarle per ordine di importazione, per momenti, in raccolte o per anni, ti basta fare clic sulle schede apposite perenti in alto.



Nella parte sinistra della finestra c’è invece la libreria (e le relative sezioni), gli album ed i progetti, mentre nella barra dei menu trovi tutti i comandi e le funzioni per importare le immagini ed esportarle, per condividerle, per riprodurre una presentazione ecc.

Se poi vuoi visualizzare una data immagine in maniera ingrandita, facci semplicemente doppio clic sopra.
Così facendo, potrai anche apportare delle modifiche alla tua foto premendo sul pulsante Modifica in alto a destra ed utilizzando poi le barre dei regolazione e gli strumenti che trovi a destra, previa selezione delle schede Regola, Filtri e Ritaglia che stanno in alto.

Se invece vuoi apportare delle migliorie in generale all’immagine, clicca sul pulsante con la bacchetta magica, mentre per ruotare la foto premi sul bottone con il rettangolo e la freccia.



programmi per grafica pubblicitaria



programmi per grafica pubblicitaria

I migliori programmi per lavorare con la grafica pubblicitaria.

Photoshop

IMMAGINE QUI 1

Anche se in molti lo conoscono esclusivamente per le sue doti di software per il fotoritocco, in realtà Photoshop può essere uno dei più potenti e versatili programmi per grafica pubblicitaria.
Oltre a ritoccare le foto digitali, il popolare software di Adobe consente infatti di creare siti Web, realizzare flyer, progettare loghi e creare opere grafiche di svariati tipi.
Basta imparare ad usarlo e sfruttarne tutte le capacità.
Il programma è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita della durata di 7 giorni.
Scarica da qui.



Inkscape

IMMAGINE QUI 2

Quando si ha a che fare con il mondo della grafica pubblicitaria, si finisce inevitabilmente con il creare loghi e per svolgere un lavoro del genere occorre sfruttare la grafica vettoriale.
Inkscape è un programma gratuito ed open source disponibile per tutti i principali sistemi operativi che permette di lavorare con la grafica vettoriale in maniera estremamente completa e semplice.
È completamente in italiano e supporta tutti i principali formati di file grafici.
Ha davvero poco da invidiare a soluzioni analoghe a pagamento.
Scarica da qui.



Microsoft Publisher

IMMAGINE QUI 3

Publisher è una delle più popolari applicazioni incluse nel pacchetto Office di Microsoft.
Si tratta di una soluzione completa per la realizzazione, modifica e la stampa di contenuti quali pagine di giornale, volantini, flyer, festoni, pagine Web e molto altro ancora.
Può essere un buon supporto per chi si trova a lavorare nell’ambito della grafica pubblicitaria e vuole testare le proprie creazioni in forma stampata.
Il programma fa parte di Microsoft Office, che è disponibile in una versione di prova gratuita della durata di 60 giorni.
Scarica da qui.

Scribus

IMMAGINE QUI 4



Scribus è un programma gratuito ed open source per il desktop publishing che permette di creare, modificare e stampare pubblicazioni di vario genere.
Supporta molte funzioni avanzate, come la separazione dei colori e la creazione avanzata di file PDF ed è disponibile per tutti i principali sistemi operativi:
Windows, Mac OS X e Linux.
Non è propriamente adatto alla grafica pubblicitaria, ma come Publisher può essere d’aiuto in tale ambito.
Da sottolineare il fatto che è disponibile anche in versione no-intall per il funzionamento senza installazioni.
Scarica da qui.

Adobe Illustrator

IMMAGINE QUI 5



Adobe Illustrator è il programma più famoso ed usato del mondo per la creazione di contenuti usando la grafica vettoriale.
Dispone di una vasta gamma di pennelli, strumenti per il disegno ed effetti speciali che si possono usare per ottenere file grafici di qualità elevatissima.
Supporta la vettorializzazione di immagini raster ed è estremamente facile da usare anche per i neofiti.
Il programma è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita della durata di 7 giorni.
Scarica da qui.

GIMP

IMMAGINE QUI 6

GIMP è riconosciuto da tutti come la migliore alternativa gratuita a Photoshop, come tale può essere considerato un validissimo strumento per esercitare la propria arte nella grafica pubblicitaria senza ricorrere a costose soluzioni a pagamento.
È completamente in italiano e disponibile per tutti i principali sistemi operativi:
Windows, Mac OS X e Linux.
Include tantissimi pennelli, effetti speciali e funzioni per creare o modificare immagini digitali.
Per alcune mansioni, è addirittura più semplice da usare di Photoshop.
Scarica da qui.



programmi per ingrandire foto



programmi per ingrandire foto

I migliori programmi per ingrandire foto.

FastStone Photo Resizer

IMMAGINE QUI 1

FastStone Photo Resizer è un programma estremamente leggero e facile da usare che permette di ridimensionare le immagini in modalità batch (ossia processando più file contemporaneamente).
Tra le sue funzioni, oltre a quella di ingrandire o rimpicciolire le foto digitali in maniera semplicissima, ci sono l’applicazione di bordi ed ombreggiature alle immagini, la sovrimpressione di scritte e watermark grafici e molto altro ancora.
Il software supporta anche il cambiamento di nome dei file ed è disponibile in versione no-install funzionante senza installazioni da penne USB e drive esterni.
Scarica da qui.



Image Tuner

IMMAGINE QUI 2

Image Tuner è un piccolo programma gratuito che permette di ridimensionare le immagini in tutti i principali formati (JPEG, BMP, PNG, GIF, TIFF, PCX e RAW) e applicare loro varie modifiche, come rotazione, capovolgimento e regolazione dei colori, operando in modalità batch.
Include vari profili predefiniti che consentono di creare immagini ottimizzate per dispositivi portatili quali iPad ed iPhone e siti, come Facebook.
Ha un’interfaccia utente molto essenziale e per questo risulta molto facile da utilizzare anche per chi non è un esperto di PC.
Scarica da qui.



Fast Image Resizer

IMMAGINE QUI 3

Come lascia intendere il suo nome, Fast Image Resizer è un programmino gratuito che permette di ridimensionare immagini in maniera semplicissima.
Basta trascinare le foto da ingrandire o rimpicciolire all’interno della sua finestra dopo aver impostato la risoluzione desiderata per i file di output ed il gioco è fatto.
Supporta tutti i principali formati di file grafici (JPG, BMP, GIF, PNG con output in BMP e JPG) ed include delle opzioni avanzate per il cropping automatico.
È disponibile sia per Windows che per Mac OS X.
Scarica da qui.

IrfanView

IMMAGINE QUI 4



IrfanView è uno dei migliori visualizzatori di immagini gratuiti per Windows, non solo perché è velocissimo e supporta una vastissima gamma di formati di file grafici (compresi quelli RAW delle fotocamere digitali) ma anche perché include una serie di funzioni avanzate che lo rendono uno strumento utile a 360 gradi.
Fra le tante operazioni di fotoritocco base che è in base di compiere c’è anche il ridimensionamento delle immagini.
Inoltre, è possibile operare in modalità batch ritagliando, ridimensionando e convertendo più file contemporaneamente con assoluta facilità.
Scarica da qui.

XnView

IMMAGINE QUI 5



XnView è un potentissimo visualizzatore d’immagini gratuito che permette di visualizzare e gestire un’infinità di formati di file grafici.
Come Irfanview ed altre soluzioni simili, include una serie molto vasta di funzioni per il ritocco foto fra cui la possibilità di ingrandire o rimpicciolire immagini.
È anche in grado di catturare il desktop del computer, creare gallerie di immagini per il Web, regolare le caratteristiche più avanzate delle foto e molto altro ancora.
È disponibile anche in versione no-install.
Scarica da qui.

Fotosizer

IMMAGINE QUI 6

Fotosizer è un’applicazione gratuita per Windows che permette di ridimensionare più immagini contemporaneamente tramite un’interfaccia di semplicissimo utilizzo.
Grazie ad esso, è possibile ingrandire o rimpicciolire facilmente foto digitali in tutti i principali formati avendo l’opportunità di agire su molti parametri avanzati ed applicare numerosi effetti speciali, come la conversione in bianco e nero, la rotazione e molto altro ancora.
A prova di utente alle prime armi.
Scarica da qui.



programmi per karaoke



programmi per karaoke

Hai in programma una festa con i tuoi amici e vorresti rendere la cosa ancora più divertente mettendo in scena un bel karaoke?
Mi sembra davvero un’ottima idea, complimenti! Tuttavia se ora sei qui e stai leggendo queste righe molto probabilmente è perché non hai ancora organizzato il tutto ed essendo sprovvisto della “strumentazione” adeguata sei dunque alla ricerca di uno o più programmi per karaoke per riuscire nel tuo intento servendoti del PC.
Come dici?
Le cose stanno esattamente in questo modo?
Allora sono ben felice di comunicarti che sei capitato nel posto giusto (anzi, sulla guida giusta!), al momento giusto.

Con il tutorial di quest’oggi provvederò infatti ad indicarti quelli che a mio modesto parare rappresentano i migliori programmi per karaoke attualmente presenti sulla piazza, sia gratis che a pagamento, sia per Windows che per macOS oltre che per Linux.
Di programmi per karaoke ce ne sono dunque per tutti i gusti.
Cerca di individuare quello che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo ed effettuane subito il download sul computer.

Se sei quindi effettivamente interessato alla questione, direi di non perdere ulteriore tempo prezioso e di cominciare subito a dare un occhiata a questi software.
Vedrai, alla fine potrai dirti più che soddisfatto oltre che ben felice di essere finalmente riuscito a trovare la soluzione più consona alle tue esigenze.
Che ne dici, scommettiamo?



Dove trovare le basi per il karaoke?

IMMAGINE QUI 1

Prima di addentrarti nella lettura di questo articolo dedicato ai programmi per karaoke, permettimi di darti una piccola dritta.
Se non sai dove reperire le basi per karaoke da utilizzare in accoppiata si software che sto per indicarti, da’ uno sguardo alla mia guida sull’argomento che ho scritto qualche tempo fa ed al mio tutorial su come scaricare basi musicali mediante cui ho provveduto ad indicarti alcuni tra le migliori soluzioni online tramite le quali poter reperire ciò di cui hai bisogno.



La maggior parte dei software che trovi elencati qui sotto necessità infatti della selezione, da parte dell’utente, di una base musicale ad hoc.
La informazioni presenti nei tutorial che ti ho appena suggerito potrebbero dunque farti particolarmente comodo con uno o più dei seguenti programmi.

Software

Jajuk (Windows – macOS – Linux)

IMMAGINE QUI 2

Jajuk è, come lascia intuire lo stesso nome, un jukebox multimediale completo per la riproduzione e la gestione dei file musicali.
La sua interfaccia utente è un po’, come dire, “antiquata” e non risulta esattamente invitante ma resta in ogni caso un buon programma da tenere in considerazione.



Il software è gratuito, supporta tutti i principali formati di file audio e tra le sue funzioni c’è, per l’appunto, la modalità karaoke che permette di cantare sulle basi musicali dei brani. Per usare il programma, è necessario che sul computer sia presente il software Java.

Jajuk è fruibile su Windows, macOS e Linux.
Per effettuarne subito il download sul tuo computer fai clic qui.



Slow MP3 (Windows – macOS – Linux)

IMMAGINE QUI 3

In un articolo dedicato a quelli che sono i migliori programmi per karaoke non può non esserci Slow MP3.
Si tratta infatti di un player musicale gratuito molto semplice che annovera tra le sue funzioni una modalità karaoke che lo rende particolarmente interessante in tal senso.

Trattandosi di un player, il software permette inoltre di riprodurre file in formato WAV ed MP3 e di tradurre i brani in note musicali.
Anche in tal caso, per poter usare il programma, è necessario che sul computer sia presente il software Java.



Slow MP3 è fruibile su Windows, macOS e Linux. Per effettuarne subito il download sul tuo computer fai clic qui.

Audacity (Windows – macOS – Linux)

IMMAGINE QUI 4



Audacity è semplicemente il miglior programma gratuito per l’editing audio.
Non è disegnato specificamente per il karaoke ma fra le sue infinite funzioni ce n’è una che permette di rimuovere la voce dalle canzoni e che quindi… casca a fagiolo!

Per sfruttarla ed ottenere così delle basi musicali su cui cantare, basta aprire il brano musicale da trasformare in traccia da karaoke e richiamare la funzione Vocal remover dal menu Effetti.
Per salvare le tracce generate in formato MP3, occorre installare il plugin gratuito Lame MP3.

Audacity è fruibile su Windows, macOS e Linux.
Per effettuarne subito il download sul tuo computer fai clic qui.



UltraStar Deluxe (Windows – macOS – Linux)

IMMAGINE QUI 5

UltraStar Deluxe è un programma o, per meglio dire, un gioco di karaoke gratuito ed open source che ricalca lo stile e il funzionamento di famosi videogiochi musicali, come ad esempio SingStar.



Include numerose tracce musicali di default ed altre canzoni possono essere create in maniera libera dagli utenti o scaricate dal sito Internet del progetto.
Per giocare ad UltraStar Deluxe basta scaricare l’applicazione e collegare un qualsiasi microfono al computer.
Il divertimento è più che assicurato!

UltraStar Deluxe è fruibile su Windows, macOS e Linux.
Per effettuarne subito il download sul tuo computer fai clic qui.

GoSing (Windows)

IMMAGINE QUI 6



GoSing è indubbiamente uno dei migliori programmi per karaoke gratuiti tra quelli attualmente presenti sulla piazza.
Supporta pienamente tutti i principali formati di file per il karaoke (KAR, MID ed MK1), anche quelli compressi, ed include alcune simpatiche funzioni che permettono di vivere un’esperienza da karaoke a 360 gradi sul proprio PC.

Da sottolineare la presenza di bellissimi sfondi personalizzati su cui vengono mostrare le parole da cantare e un innovativo sistema di sottolineatura delle frasi che aiuta l’utente a capire quando è arrivato il momento di cantare.



GoSing è fruibile solo su Windows.
Per effettuarne subito il download sul tuo computer fai clic qui.

Vanbasco Karaoke Player (Windows)

IMMAGINE QUI 7

Vanbasco Karaoke Player è, a detta di molti, è uno dei migliori programmi per karaoke gratuiti.
È completamente in italiano ed ha un’interfaccia personalizzabile strutturata in diverse finestre con font, colori e immagini di sfondo intercambiabili.



Supporta tutti i principali formati di file karoke ed include diverse funzioni avanzate, come quella che permette di leggere le note musicali dei brani riprodotti e cambiare il tempo della musica.

Vanbasco Karaoke Player è fruibile solo su Windows.
Per effettuarne subito il download sul tuo computer fai clic qui.



Walaoke (Windows)

IMMAGINE QUI 8

Walaoke è un media player karaoke con una grafica che ricorda vagamente quella del buon vecchio player multimediale Winamp.
Supporta tutti i principali formati di file karaoke e permette di creare dei video con sfondi personalizzati per le proprie canzoni preferite.

Il software è gratuito ma è necessario registrarlo con un codice free ottenibile tramite il forum ufficiale del programma.



Walaoke è fruibile solo su Windows.
Per effettuarne subito il download sul tuo computer fai clic qui.

MidiCo (macOS)

IMMAGINE QUI 9



MidiCo è uno dei più avanzati programmi per karaoke per Mac. Include un potente player di file Midi e Kar, un controller avanzato delle tracce Midi dotato di mixer, un completo manager di playlist e naturalmente una funzione di karaoke che visualizza video e immagini mentre sullo schermo del computer scorrono le parole della canzone selezionata.

Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni.
L’unica limitazione consiste nel fatto che le tracce si interrompono dopo due minuti ma per un semplice test delle caratteristiche dovrebbero risultare più che sufficienti.

MidiCo è fruibile solo ed esclusivamente su macOS.
Per effettuare subito il download sul tuo computer fai clic qui.



programmi per masterizzare



programmi per masterizzare

Hai sempre masterizzato i tuoi CD e DVD con un programma che hai trovato preinstallato sul tuo computer ma oggi, proprio quando dovevi copiare alcuni file su un dischetto, hai scoperto che si trattava solo di una versione di prova e che se vuoi continuare ad utilizzarlo devi pagare?
Se le cose stanno così, non disperare! Ormai sono disponibili molti programmi per masterizzare completamente gratuiti che hanno davvero poco da invidiare a quelli pay.

Si tratta di software che permettono di fare tutto:
masterizzare CD, DVD e perfino Blu-Ray con dati, creare DVD video, CD musicali, masterizzare giochi, creare immagini ISO e molto altro ancora. Se non ci credi, prova a scaricarne uno fra quelli che sto per consigliarti e installalo sul tuo computer seguendo le indicazioni che trovi di seguito.
Ti assicuro che non rimpiangerai in alcun modo il software commerciale che hai usato fino ad oggi.

Allora?
Pronto a scoprire quali sono i migliori programmi per masterizzare a costo zero attualmente disponibili sulla piazza?
Si?
Fantastico! Direi quindi di non perdere ulteriore tempo prezioso, di mettere al bando le ciance e di passare subito all’azione.
Vedrai, alla fine potrai dirti più che soddisfatto oltre che ben felice delle “conoscenze” fatte.
Che ne dici, scommettiamo?



Ashampoo Burning Studio FREE (Windows)

IMMAGINE QUI 1

Uno dei programmi per masterizzare più completi e semplici da usare in ambito gratuito per sistemi operativi Windows è Ashampoo Burning Studio FREE che consente di creare CD, DVD e Blu-Ray con dati, DVD video, CD audio, copiare dischi, rippare CD musicali in MP3 e molto altro ancora.
Per scaricarlo sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul pulsante Fai download e usa gratis.



A download completato, apri il pacchetto d’installazione di Ashampoo Burning Studio FREE (ashampoo_burning_studio_free_sm.exe) e clicca prima su , poi su OK, Accetto e procedo e Avanti.
Apponi dunque il segno di spunta accanto alla voce No, grazie per evitare il download di software promozionali e concludi il setup facendo click prima su Avanti e poi su Fine.

Adesso devi attivare la tua copia del programma iscrivendoti al portale online di Ashampoo.
Clicca dunque sul pulsante Registra Ashampoo Burning Studio FREE ora e, nella pagina Web che si apre, digita il tuo indirizzo di posta elettronica.
Successivamente clicca sul pulsante Invia, collegati al link di conferma che ti viene recapitato via email e fai click sul pulsante Non ora per completare il processo di convalida del software.

Per masterizzare un CD, un DVD o un Blu-Ray con Ashampoo Burning Studio, clicca sul pulsante Continua e seleziona l’opzione relativa al tipo di disco che intendi creare dalla schermata principale del programma:
Masterizza dati > Nuovo disco per masterizzare un disco di dati; Backup e ripristino per creare dischi di backup; Musica per creare un CD audio, un disco con file MP3/WMA o estrarre le tracce da un CD musicale; Film per registrare DVD video, video CD o rippare DVD non protetti; Copia disco per creare la copia di un CD/DVD/BD esistente o Immagine disco per creare o masterizzare file ISO o altre immagini di CD/DVD/BD.



Ti segnalo che i DVD video possono essere realizzati solo partendo da video già convertiti in formato VOB.
Per realizzare DVD da file AVI segui le indicazioni presenti nel mio tutorial su come masterizzare film su DVD.

ImgBurn (Windows)

IMMAGINE QUI 2



Se hai spesso a che fare con file ISO o altre immagini di CD o DVD, devi orientarti verso programmi per masterizzare come ImgBurn che consente di duplicare CD, DVD e Blu-Ray con dati, DVD video, giochi, CD audio e tanti altri tipi di dischetti, nonché di masterizzare tutti i principali formati di file immagine:
BIN, CCD, CDI, CUE, DI, DVD, GI, IMG, ISO, MDS, NRG e PDI.
Tutto gratis.

Per scaricarlo sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sulla voce Download che si trova in alto a sinistra.
Dopodiché clicca prima sulla voce Mirror x – Provided by MajorGeeks e poi su Download@MajorGeeks.
Al termine del download, avvia il pacchetto d’installazione di ImgBurn (es.
SetupImgBurn_2.5.8.0.exe) e clicca prima su e poi su Next.

Accetta quindi le condizioni di utilizzo del programma, mettendo il segno di spunta accanto alla voce I Accept the terms of the License Agreement, e clicca su Next per quattro volte di seguito.
Successivamente, apponi il segno di spunta accanto alla voce Installazione personalizzata e deseleziona tutte le opzioni sottostanti per evitare l’installazione di software promozionali.
Ripeti l’operazione una seconda volta e concludi il setup del programma cliccando prima su Next e poi su Close.



ImgBurn è in lingua inglese ma puoi tradurlo facilmente in italiano scaricando il file di traduzione.
A download completato, estrai il file italian.lng che contiene nella cartella C:\Program Files\ImgBurn\Languages del tuo PC e riavvia ImgBurn.
In questo modo, il software diventerà ancora più intuitivo.

Per masterizzare un file ISO o altre immagini di CD, DVD o Blu-Ray ti basterà dunque fare clic sul pulsante Masterizza un’immagine; per duplicare un dischetto clicca sul pulsante Crea l’immagine di un disco, crea l’immagine del CD/DVD/BD inserito nel PC e provvedi a masterizzarla su un supporto vuoto selezionando l’opzione Masterizza un’immagine; per masterizzare dischi di dati usa l’opzione Masterizza file e cartelle e così via.



Dopo aver selezionato l’opzione per masterizzare l’immagine di un disco, clicca sull’icona della cartella per selezionare il file immagine e sull’icona del foglio bianco per avviare la masterizzazione.
Per approfondire le altre funzioni del software, dai un’occhiata alle mie guide su come estrarre file ISO da CD e DVD, come copiare un DVD protetto e come duplicare un CD musicale.

Burn (macOS)

IMMAGINE QUI 3

Per quanto concerne invece il versante Mac, sebbene su macOS sia già resente un tool “di serie” grazie al quale è possibile scrivre file su CD e DVD oltre che effettuare la copia dei dischi, anche in tal caso esistono degli ottimi programmi per masterizzare.
Tra quelli gratuiti, ti suggerisco Burn. Permette di creare CD e DVD di dati, CD musicali partendo da qualsiasi brano salvato sul computer e DVD video partendo da qualsiasi file AVI, MPG o MP4.
Dispone inoltre di appositi strumenti per creare/masterizzare immagini in formato ISO.



Per servirtene, collegati al sito Internet dell’applicazione e clicca sulla voce Download Burn che si trova in basso a destra per scaricare il programma sul tuo computer. A download completato, apri la cartella appena scaricata e trascina con il mouse l’icona del software nella cartella Applicazioni di macOS aprendo una nuova finestra del Finder oppure trascinando l’icona del programma nel collegamento Applicazioni collocato nella barra laterale di sinistra.

Ad applicazione installata, puoi cominciare a masterizzare con il tuo Mac avviando Burn e scegliendo il tipo di dischetto da creare.
Rimanendo nella scheda Dati puoi masterizzare CD/DVD di dati, selezionando la scheda Audio puoi masterizzare un CD musicale, nella sezione Video trovi le opzioni per creare DVD/VCD/SVCD, mentre in Copia puoi creare o masterizzare file immagine.



Trascina quindi con il mouse i file e le cartelle che intendi masterizzare nella finestra del programma e fai clic sul bottone Masterizza che si trova in basso a destra per avviare la creazione del dischetto.
In caso di CD/DVD di dati, prima di avviare la masterizzazione ricordati di impostare DVD (UDF) oppure PC (Joliet) dal menu a tendina in alto a destra per rendere i dischetti leggibili senza problemi anche su Windows.

Per masterizzare Video CD, Super Video CD o DVD video, devi selezionare la scheda Video dalla finestra principale di Burn e indicare il tipo di dischetto da creare attraverso il menu a tendina collocato in alto a destra.

Se invece vuoi masterizzare un file immagine ISO, recarti nella scheda Copia del programma e fai clic prima sul pulsante Apertura e poi su Masterizza per selezionare il file immagine e avviare la creazione del dischetto. Invece, per creare il file immagine di un dischetto inserito nel computer, devi cliccare sul pulsante Salva sempre annesso alla scheda Copia ed indicare la cartella in cui salvare l’elemento.



SimplyBurns (macOS)

IMMAGINE QUI 4

Se invece hai la necessità di realizzare una copia esatta dei tuoi CD e DVD, devi orientarti su SimplyBurns.
Si tratta di un’applicazione gratuita per macOS che consente di masterizzare CD e DVD di dati, CD audio e che risulta particolarmente comodo per creare copie 1:1 di qualsiasi tipo di dischetto.



Per servirtene, collegati al sito Internet di SimplyBurns e fai clic sulla voce Download collocata in alto a destra per scaricare il programma sul tuo computer.
A download completato apri, facendo doppio clic su di esso, l’archivio appena scaricato (es. SimplyBurns-build-rev428.zip) e trascina l’icona di SimplyBurns nella cartella Applicazioni di macOS.

Avvia poi SimplyBurns e clicca sul pulsante Apri per accedere alla schermata principale del software, inserisci il dischetto da duplicare nel tuo Mac e clicca prima sul pulsante Copia 1:1 e poi sulla voce Copia per avviare la copia dei dati dal disco di origine al computer.
La durata della procedura dipende dalla quantità di dati presenti sul CD o DVD inserito. Terminata la copia dei dati dal dischetto di origine al computer, procedi andando ad inserire un dischetto vuoto nel Mac e poi fai clic sul pulsante Masterizza.

Facendo invece clic sulla scheda Avanzato, puoi attivare o disattivare la verifica dopo la scrittura, la potezione “Underrun” ed impostare la simulazione di scrittura dei dati prima della masterizzazione vera e propria.



Infine, ti segnalo che nel caso specifico dei CD audio, con SimplyBurns puoi anche “rippare” le tracce incluse in essi e copiarli sul Mac sotto forma di file audio compressi.
Per riuscirci, ti basta selezionare la voce Rip Disc dalla finestra iniziale dell’applicazione e poi fare clic sul pulsante Rip.

Altre soluzioni

IMMAGINE QUI 5



I programmi per masterizzare che ti ho suggerito nelle righe precedenti non hanno saputo attirare in maniera particolare la tua attenzione?
Allora perché non provi a dare uno sguardo alle soluzioni che ti ho indicato nella mia guida sui programmi per masterizzare gratis e nel mio tutorial dedicato ai software per masterizzare?
Sono sicuro che riuscirai a trovare ciò che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo.

Se invece oltre che ricorrere all’uso di appositi programmi per masterizzare ti interessa capire come effettuare operazioni di scrittura e copia di dati su CD e DVD utilizzando gli strumenti disponibili di serie sul sistema in uso, da’ subito uno sguardo alle mie guide su come masterizzare con Windows 10, come masterizzare con Windows 8 e come masterizzare con Windows 7, a seconda dell’OS in uso sul tuo PC, oppure al mi tutorial su come masterizzare CD Mac, se utilizzi un Mac.

Hai esigenze di masterizzazione più avanzate?
In tal caso, puoi affidarti ad alcune rinomate soluzioni per la masterizzazione a pagamento. Se hai un PC Windows, puoi rivolgerti al famosissimo Nero che permette di masterizzare CD, DVD e Blu-Ray di qualsiasi genere e nelle sue edizioni più complete include anche dei software per modificare e organizzare i file multimediali.
Se utilizzi un Mac, invece, puoi rivolgerti a Toast Titanium che offre le stesse funzionalità di Nero nel mondo Apple.
Nero si può provare gratis per un periodo di prova di 15 giorni, Toast Titanium purtroppo no.



programmi per mkv



programmi per mkv

Dopo aver scaricato alcuni video da Internet, hai provato a riprodurli con il lettore multimediale installato “di serie” sul tuo computer, ma purtroppo non ci sei riuscito.
Analizzando meglio la situazione, ti sei reso conto che i file “problematici” sono in formato MKV e, non avendo mai avuto a che fare con video di questo genere, non sai come procedere.
Se le cose stanno effettivamente così, non ti preoccupare:
molto probabilmente, il programma che hai usato per riprodurre i file in questione non supporta tale formato e puoi risolvere cambiando player.

Se mi dedichi pochi minuti del tuo tempo libero, posso indicarti una serie di programmi per MKV che puoi utilizzare per riuscire nel tuo intento.
Per ciascun software che andrò a elencarti, ti illustrerò la procedura dettagliata per scaricarlo e installarlo sul tuo computer, dopodiché ti mostrerò anche come usarlo al meglio per riprodurre i video di tuo interesse o convertili in un altro formato. Come dici?
È proprio quello che volevi sapere? Allora non perdere altro tempo e approfondisci subito l’argomento.

Coraggio:
mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ritieni opportuno e leggi con attenzione i prossimi paragrafi.
Individua il programma che ritieni più adatto alle tue esigenze e ti assicuro che, mettendo in pratica le indicazioni che sto per darti, riuscirai a visualizzare i tuoi filmati senza riscontrare ulteriori problematiche.
Buona lettura e, soprattutto, buona visione!



Indice

  • Programmi per leggere MKV
    • VLC (Windows/macOS/Linux)
    • MPC-HC (Windows)
    • IINA (macOS)
  • Programmi per convertire MKV
    • Convertire MKV in AVI
    • Convertire MKV in MP4
    • Convertire MKV in DVD

Programmi per leggere MKV

Se sei alla ricerca di un programma per MKV che ti consenta di aprire e leggere file con questa estensione, ti sarà utile sapere che ne esistono così tanti che hai solo l’imbarazzo della scelta:
ecco una lista di quelli che ritengo più interessanti.

VLC (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 1



Tra i primi programmi per leggere MKV che puoi prendere in considerazione c’è VLC.
Se non ne hai mai sentito parlare prima, è un software open source e multipiattaforma, compatibile con Windows, macOS e Linux, capace di leggere numerosi formati video senza l’aggiunta di codec esterni.

Per scaricare VLC sul tuo computer, collegati al sito Web ufficiale del programma e fai clic sul pulsante Scarica VLC.
Completato lo scaricamento, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file vlc-[versione].exe appena ottenuto, premi sul pulsante per avviare l’installazione, scegli la lingua di tuo interesse (es.
Italiano) e fai clic sul pulsante OK.
Adesso, premi sul pulsante Avanti per tre volte consecutive, scegli l’opzione Installa e attendi che la barra d’avanzamento raggiunga il 100%, dopodiché premi sul pulsante Chiudi per avviare VLC e chiudere la finestra.

Se usi un Mac, apri il pacchetto dmg appena scaricato (vlc-[versione].dmg), sposta VLC nella cartella Applicazioni di macOS e apri quest’ultima, dopodiché fai clic destro sull’icona del programma, scegli l’opzione Apri e premi sul pulsante Apri per aprire VLC bypassando le restrizioni di macOS riguardanti le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio).
In caso di problemi, potrebbe esserti utile la mia guida dedicata al download di VLC.



IMMAGINE QUI 2

Adesso sei pronto per aprire il tuo file MKV con VLC.
Per farlo, fai clic destro sul file in questione, seleziona l’opzione Apri con e scegli la voce VLC dal menu che compare.



In alternativa, se intendi impostare VLC come programma predefinito per l’apertura dei file MKV, su PC Windows fai clic destro su un file MKV qualsiasi, scegli la voce Proprietà dal menu che si apre e, nella nuova finestra visualizzata, premi sul pulsante Cambia, dopodiché seleziona l’opzione VLC e premi sul pulsante OK.
Su Mac, invece, fai clic destro su un file MKV qualsiasi, seleziona l’opzione Ottieni informazioni dal menu che si apre, individua la sezione Apri con dalla finestra che ti viene mostrata e seleziona la voce VLC tramite il menu a tendina presente sotto l’opzione Apri con e premi sul pulsante Modifica tutti per salvare i cambiamenti.

In alternativa, puoi aprire un file MKV direttamente da VLC.
In tal caso, avvia il programma in questione, fai clic sulla voce Media nel menu in alto (su Mac clicca sul pulsante Apri media), seleziona l’opzione Apri file dal menu che compare (Sfoglia su Mac), scegli il file da aprire e premi sul pulsante Apri.

MPC-HC (Windows)

IMMAGINE QUI 3



Tra i programmi per aprire MKV che puoi installare sul tuo computer, se questo è equipaggiato con Windows, c’è anche MPC-HC, acronimo di Media Player Classic Home Cinema.
A differenza di quanto potrebbe far pensare il suo nome e la sua interfaccia, questo software gratuito non ha nulla a che fare con il più celebre Windows Media Player.

Per procedere al download e all’installazione di MPC-HC sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma, fai clic sul pulsante MPC-HC Download now! per avviarne lo scaricamento e attendine la conclusione.

Adesso, fai doppio clic sul file MPC-HC-[versione].exe ottenuto, premi sul pulsante Esegui e, nella nuova finestra aperta, premi sul pulsante OK per confermare la scelta della lingua italiana (o quella che preferisci).
Per avviare l’installazione del programma, premi sui pulsanti Avanti (per cinque volte consecutive) e Installa, dopodiché attendi che la barra d’avanzamento raggiunga il 100%, apponi il segno di spunta accanto all’opzione Avvia MPC-HC e premi sul pulsante Fine per chiudere la finestra e avviare il software.



Dopo aver avviato MPC-HC, fai clic sulla voce File nel menu in alto, scegli l’opzione Apertura rapida file dal menu che compare, seleziona il file MKV che intendi riprodurre e premi sul pulsante Apri.
In alternativa, fai clic destro sul file in questione e seleziona le opzioni Apri con e MPC-HC dal menu che si apre per riprodurre il file con il programma appena scaricato.

Infine, se vuoi impostare MPC-HC come programma predefinito per aprire i file MKV, fai clic destro su un file con estensione .mkv, scegli l’opzione Proprietà dal menu che compare, assicurati che sia selezionata la scheda Generali e premi sul pulsante Cambia accanto alla voce Apri con.
Clicca, quindi, sull’opzione MPC-HC, premi sul sul pulsante OK e il gioco è fatto.

IINA (macOS)

IMMAGINE QUI 4



Tra i programmi che puoi usare per leggere file MKV sul tuo Mac c’è anche IINA, un media player gratuito e open source che supporta tutti i principali formati video.
Ha un’interfaccia minimale e di semplice utilizzo, completamente in italiano.
Inoltre è molto rapido e “leggero”.

Se ritieni IINA il software più adatto alle tue esigenze, collegati all pagina principale del suo sito Internet e fai clic sul pulsante Download.
Attendi, quindi, che lo scaricamento sia completato, apri il pacchetto dmg ottenuto, sposta IINA nella cartella Applicazioni di macOS e apri quest’ultima.
Adesso, fai clic destro sull’icona del programma (il simbolo ▶︎ celeste), seleziona l’opzione Apri dal menu contestuale e premi sul pulsante Apri per avviare il software.
Quest’operazione è necessaria solo al primo avvio per evitare le restrizioni di macOS per le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati.



Per aprire il file MKV di tuo interesse, seleziona la voce Apri presente nella schermata principale di IINA, scegli il file video che intendi riprodurre e premi sul pulsante Apri.
In alternativa, fai clic sulla voce File presente nella barra dei menu e seleziona l’opzione Apri, altrimenti fai clic destro sul file di tuo interesse, scegli l’opzione Apri con e seleziona IINA dal menu che compare o, ancora, associa IINA ai file MKV tramite il menu Ottieni informazioni > Apri con, come ti ho spiegato nel capitolo dedicato a VLC.

Programmi per convertire MKV

Oltre ai programmi che ti ho proposto nei paragrafi precedenti per riprodurre file MKV, devi sapere che esistono anche software per modificare il formato dei tuoi file:
ecco, dunque, alcuni programmi per convertire MKV che potrebbero fare al caso tuo.

Convertire MKV in AVI

IMMAGINE QUI 5

Se stai cercando un programma per convertire MKV in AVI, la soluzione più adatta alle tue esigenze si chiama Adapter.
Se non ne hai mai sentito parlare, si tratta di un software gratuito disponibile per Windows e macOS che consente di convertire un file video in numerosi formati.



Per scaricare Adapter sul tuo computer, collegati al sito ufficiale del programma, fai clic sul pulsante Download Adapter e attendine lo scaricamento.
Adesso, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file adapter-[versione].exe, premi sui pulsanti Esegui e , scegli la lingua di tuo interesse (non è disponibile l’italiano) tramite il menu a tendina presente nella schermata Select the language to use during the installation e premi sul pulsante OK.

Clicca, quindi, sul pulsante Next, apponi il segno di spunta accanto all’opzione I accept the agreement e clicca sui pulsanti Next.
Scegli, poi, se scaricare anche FFMPEG (necessario per il corretto funzionamento del programma) e VLC (non necessario) e premi sui pulsanti Next e Install per procedere all’installazione.



Se, invece, hai un Mac, apri il pacchetto dmg appena scaricato, sposta Adapter nella cartella Applicazioni di macOS e apri quest’ultima, dopodiché fai clic destro sull’icona del programma, seleziona l’opzione Apri dal menu che compare e premi sul pulsante Apri per aggirare le limitazioni imposte da Apple verso gli sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio).
Al primo avvio del programma, accetta l’installazione di FFMPEG  (necessario per il corretto funzionamento del software).

Adesso sei pronto per convertire i tuoi file MKV in formato AVI.
Clicca, quindi, sul pulsante Browse, seleziona il file che intendi convertire e premi sul pulsante Apri, dopodiché scegli le opzioni Video, General e Custom AVI tramite il menu a tendina Select output format, fai clic sull’icona della rotella d’ingranaggio e, nel campo Directory, specifica la cartella nella quale salvare il file convertito.

Se lo desideri, imposta le opzioni di tuo interesse nelle sezioni Video, Resolution, Audio, Trim, Layers e Advanced e premi sul pulsante Convert per avviare la conversione.
Attendi, quindi, che la barra di conversione raggiunga il 100% e il gioco è fatto.



Convertire MKV in MP4

IMMAGINE QUI 6

Se la tua intenzione è convertire MKV in MP4, ti sarà utile sapere che, anche in questo caso, puoi usare Adapter, il software che ti ho indicato nei paragrafi dedicati alla procedura per convertire MKV in AVI.
Tuttavia, se vuoi affidarti a un altro valido programma completamente gratuito e disponibile per PC Windows e macOS, puoi scaricare HandBrake.

Per procedere al download, collegati al sito ufficiale del software e fai clic sul pulsante Download HandBrake.
Completato lo scaricamento, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file HandBrake-[versione]-Win-GUI.exe, premi sui pulsanti e Next, fai clic sulla voce I Agree e avvia l’installazione cliccando sul pulsante Install.
Attendi, quindi, che la barra d’avanzamento raggiunga il 100% e premi sul pulsante Finish per chiudere la finestra e completare l’installazione.



Su Mac, invece, apri il pacchetto dmg appena scaricato, trascina HandBrake nella cartella Applicazioni di macOS e apri quest’ultima, dopodiché fai clic destro sull’icona del programma, seleziona l’opzione Apri dal menu che compare e premi sul pulsante Apri per bypassare le restrizioni di macOS riguardanti applicazioni di sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio).

Adesso, avvia HandBrake, trascina il file MKV che intendi convertire nella finestra del programma (o fai clic sul pulsante Open source) e tramite il menu a tendina presente accanto alla voce Presets, scegli il profilo di conversione che preferisci.



Assicurati, poi, che accanto all’opzione Format sia selezionata la voce MP4, clicca sul pulsante Browse in basso a destra per indicare il percorso di salvataggio e il nome da attribuire al file convertito e fai clic sul pulsante Start encode nel menu in alto.
Attendi, quindi, che la barra di conversione visibile in basso a sinistra raggiunga il 100% e il gioco è fatto.
Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come convertire MKV in MP4.

Convertire MKV in DVD

IMMAGINE QUI 7

Se sei alla ricerca di un programma per convertire MKV in DVDMovavi Video Converter è una delle la soluzioni che puoi prendere in considerazione per riuscire nel tuo intento:
si tratta di un software che oltre a permettere semplici operazioni di editing, consente di convertire file in oltre 180 diversi formati.
È a pagamento (a partire da 29,95 euro) ma disponibile in una versione gratuita di 7 giorni che applica un watermark ai filmati di output.



Per scaricare Movavi Video Converter sul tuo computer, collegati al sito Internet della casa produttrice e fai clic sul pulsante Scarica gratis (se hai un Mac, seleziona l’opzione Vai alla versione Mac).
Completato il download, se hai un PC Windows, fai clic sul file MovaviVideoConverterSetup.exe, premi sul pulsante Esegui, apponi il segno di spunta accanto all’opzione Accetto i termini del contratto di licenza e clicca sul pulsante Installa.

Su Mac, invece, apri il pacchetto dmg appena scaricato, fai doppio clic sull’icona del programma, premi sul pulsante Continua per due volte consecutive e avvia l’installazione cliccando sui pulsanti Accetta e Installa.

Completata l’installazione di Movavi Video Converter, avvia quest’ultimo, fai clic sull’icona della freccia e seleziona il file MKV da convertire.
Scegli, quindi, l’opzione Video presente in basso, fai clic sulla voce DVD- Compatible Video e seleziona una delle opzioni disponibili tra DVD – PAL qualità media, DVD – PAL qualità alta, DVD – LOW qualità bassa ecc.



Fatta la tua scelta, fai clic sull’icona della cartella in basso, seleziona la cartella nella quale salvare il file convertito e premi sul pulsante Seleziona cartella, dopodiché premi sul pulsante Converti in basso a destra e attendi il completamento della conversione.

Per conoscere altre soluzioni di conversione, ti lascio alla mia guida su come convertire MKV in DVD.



programmi per musica mac



programmi per musica mac

I migliori programmi musicali per Mac.

Audacity

IMMAGINE QUI 1

Audacity è un potente software gratuito ed open source per l’editing audio che ha pochissime funzioni da invidiare ai più blasonati programmi commerciali del settore.
Dispone di un’interfaccia utente molto intuitiva (completamente in italiano) attraverso la quale è possibile tagliare, dividere, unire e mixare agevolmente brani musicali in vari formati ed applicare effetti speciali a questi ultimi.
Consente infatti di ridurre i disturbi delle registrazioni audio, normalizzare il volume delle canzoni, applicare riverberi, effetti di sfumatura e molto altro ancora.
È disponibile non solo per Mac OS X ma anche per Windows e Linux.
Scarica da qui.



iTunes

IMMAGINE QUI 2

Quando si parla di programmi per musica Mac è impossibile non pensare subito ad iTunes, uno dei più avanzati player audio attraverso il quale è possibile ascoltare, organizzare e gestire interi album musicali in maniera estremamente semplice.
Il software è preinstallato in OS X e permette non solo di riprodurre tutti i principali formati di file audio ma anche di ascoltare radio online, rippare CD musicali in file compressi, scaricare informazioni e copertine degli album da Internet, acquistare album e singoli a prezzi molto convenienti dall’iTunes Store e sincronizzare la propria musica con iPod, iPhone ed iPad.
È disponibile anche per Windows.
Scarica da qui.



GarageBand

IMMAGINE QUI 3

GarageBand è un popolarissimo software professionale dedicato alla produzione musicale che permette di creare e mixare brani musicali al computer usando una vasta gamma di strumenti ed effetti diversi.
Anche se include funzioni estremamente avanzate, è strutturato in modo da poter essere compreso ed utilizzato anche dagli utenti meno esperti che si intendono abbastanza di musica e molto meno di informatica.
Si trova preinstallato su molti Mac, ma è disponibile per l’acquisto sul Mac App Store, dove lo si trova al prezzo di 13,99 euro.
Ne esiste anche una bellissima versione mobile per iPad.
Scarica da qui.

My Music Converter

IMMAGINE QUI 4



Come suggerisce in maniera abbastanza facile il suo nome, My Music Converter è un ottimo programma che permette di convertire musica su Mac in maniera semplice ma offrendo agli utenti una serie di funzioni molto interessanti.
Il software supporta tutti i principali formati di file audio sia in input che in output (MP3, MP4, AAC, FLAC, WMA, ecc.) e per utilizzarlo basta trascinare i brani da convertire nella sua finestra principale.
Consente anche di estrapolare l’audio dai video e di aggiungere automaticamente le canzoni convertite alla libreria di iTunes.
È disponibile sul Mac App Store al prezzo di 3,59 euro.
Scarica da qui.

Radium

IMMAGINE QUI 5



Radium è semplicemente il miglior programma per le radio online disponibile per Mac.
Una volta installato, si posiziona nell’area di notifica di OS X permettendo di cercare e di ascoltare tantissime stazioni radio online di tutto il mondo.
Può contare su un database composto da centinaia di emittenti radiofoniche provenienti da oltre 50 Paesi del mondo catalogate in base al genere di appartenenza e complete di descrizioni molto esaustive.
Permette anche di aggiungere stazioni personalizzate e di creare un elenco di radio online preferite.
È disponibile sul Mac App Store al prezzo di 21,99 euro.
Scarica da qui.

Free Ringtone Maker

IMMAGINE QUI 6

Un’altra app dal nome abbastanza chiaro.
Free Ringtone Maker permette di creare suonerie per iPhone in maniera estremamente facile e veloce partendo da qualsiasi brano musicale salvato sul computer.
Per usarlo, basta trascinare in esso il brano da convertire in suoneria o selezionarlo dalla libreria di iTunes, selezionare la porzione di canzone da comprendere nella suoneria e cliccare sul pulsante per l’avvio del processo di conversione.
Al termine dell’operazione, la suoneria viene salvata nella libreria di iTunes, pronta per essere sincronizzata con iPhone.
È disponibile gratuitamente nel Mac App Store.
Scarica da qui.



programmi per organizzare musica



programmi per organizzare musica

I migliori programmi per organizzare la musica sul PC.

iTunes

IMMAGINE QUI 1

In una rassegna di programmi per organizzare musica non può assolutamente mancare iTunes, il software multimediale di Apple che consente di riprodurre, gestire ed acquistare canzoni in maniera molto comoda e veloce.
Tra le funzioni principali del programma troviamo il download automatico delle informazioni e delle copertine degli album da Internet, la creazione di playlist standard e dinamiche e, naturalmente, la sincronizzazione dei brani con iPhone, iPad ed iPod.
È preinstallato in Mac OS X mentre è disponibile sotto forma di download gratuito per Windows.
Scarica da qui.



MediaMonkey

IMMAGINE QUI 2

MediaMonkey è una delle migliori alternative ad iTunes e, come tale, consente di riprodurre ed organizzare musica con estrema facilità.
Supporta tutti i principali formati di file audio (MP3, AAC, OGG, WMA, FLAC, ecc.) ed include numerose funzioni avanzate, come quella per rippare CD musicali, scaricare informazioni e copertine da Internet, cancellare i brani doppioni e sincronizzare le proprie canzoni preferite con iPod ed altri media player portatili.
È disponibile in due versioni, una gratuita ed una a pagamento che supporta l’ottimizzazione automatica della libreria musicale insieme con altre funzioni avanzate.
Scarica da qui.



Foobar2000

IMMAGINE QUI 3

Foobar2000 è un media player dall’aspetto essenziale che “sotto il cofano” nasconde un mucchio di funzioni interessanti.
Supporta una vastissima gamma di file audio (MP3, MP4, AAC, CD Audio, WMA, Vorbis, FLAC, WavPack, WAV, AIFF, Musepack, Speex, AU, SND), permette di rippare CD audio e ed include funzioni avanzate riguardanti l’aggiunta di tag ai brani musicali.
È un programma molto leggero, questo significa che può essere eseguito senza problemi anche sui PC più datati.
Scarica da qui.

SongBird

IMMAGINE QUI 4



SongBird è un’applicazione musicale universale disponibile per Windows, Mac OS X, iPhone e dispositivi Android che consente di riprodurre ed organizzare la propria libreria musicale con estrema facilità.
Include la gestione avanzata delle playlist, la sincronizzazione dei brani con media player portatili e smartphone, la visualizzazione di notizie aggiornato in tempo reale su tutti i propri artisti preferiti e la condivisione wireless dei contenuti con vari dispositivi.
È disponibile anche sotto forma di web application utilizzabile da qualsiasi computer direttamente via browser.
Scarica da qui.

WinAmp

IMMAGINE QUI 5



WinAmp è un popolarissimo media player fra i più longevi del panorama informatico.
Da semplice lettore di file MP3, col tempo si è trasformato in un software multimediale all-in-one in grado di riprodurre e gestire tutti i principali formati di file audio e video, creare playlist, ottenere informazioni sugli album musicali da Internet e molto altro ancora.
Ha un’interfaccia utente molto facile da usare (intercambiabile tramite skin) e un sistema di plugin che permette di estenderne le funzionalità in moltissimi modi diversi.
Scarica da qui.

Clementine

IMMAGINE QUI 6

Clementine è una valida alternativa ad iTunes compatibile con Windows, Mac OS X e Linux che pur non disponendo di ampia fama, include tutte le funzioni che servono a gestire e riprodurre la propria libreria musicale in maniera comoda e semplice.Riproduce radio online, podcast, converte fra di loro i brani in formato MP3, Ogg Vorbis, Ogg Speex, FLAC ed AAC, scarica informazioni/copertine da Internet, permette di modificare i tag degli MP3, supporta i CD audio e permette perfino di riprodurre i brani conservati su Google Drive.
Scarica da qui.



programmi per pc



programmi per pc

Nel corso del tempo ho pubblicato moltissime liste di programmi sul mio blog, liste attraverso le quali ho cercato di consigliarti le migliori applicazioni per lavorare, scaricare file da Internet, comunicare con gli amici e – più in generale – sfruttare appieno le potenzialità del tuo computer.

Molti amici, però, mi hanno fatto notare che trovarle tutte non è facilissimo, ci vuole troppo tempo.
Allora eccomi qui con un bel post riepilogativo in cui sono elencati tutti i programmi per PC must-have, sia gratis che a pagamento.

Prendendo spunto da alcune fra le liste più interessanti che ho pubblicato in passato vedremo dunque quali sono i migliori software per navigare in Internet, chattare, proteggere il computer, gestire i file multimediali e fare molto altro ancora sui sistemi Windows.
Iniziamo subito!



Programmi per Internet

Principiamo questa raccolta di programmi per PC dai software dedicati alla grande Rete, quali browser, client per gestire la posta elettronica, applicazioni di messaggistica e programmi per scaricare file da Internet al massimo della velocità.

Browser

Se stai cercando un buon browser con il quale sostituire Internet Explorer ti consiglio vivamente di puntare su Chrome, il browser di Google che è estremamente rapido nel caricare le pagine, dispone di estensioni gratuite per aumentarne le funzioni e sincronizza tutti i dati di navigazione online su computer, dispositivi e sistemi operativi diversi.
In alternativa opterei per Mozilla Firefox che ha dalla sua una community molto vivace e la “trasparenza” tipica dei software open source.
Anche questo browser è molto rapido, può sincronizzare i dati di navigazione via Internet e dispone di un parco estensioni senza eguali con addon che sono decisamente più potenti e flessibili di quelli disponibili per qualsiasi altro browser.
Trovi i link per scaricare entrambi i programmi e altri consigli su browser interessanti da provare nella mia lista si programmi per navigare in Internet.



Posta Elettronica

Molti utenti hanno abbandonato i classici client per la posta elettronica in favore di servizi, come Gmail, Outlook e Virgilio Mail che consentono di gestire la propria corrispondenza direttamente dal browser.
Se tu non sei fra questi e cerchi una buona applicazione per la posta elettronica affidati a Mozilla Thunderbird che, proprio come Firefox, è gratis, open source e personalizzabile a fondo grazie alla disponibilità di numerose estensioni.
Trovi il link per scaricarlo e altri consigli sui programmi per la posta elettronica nel mio post sull’argomento.

Comunicazione

Anche se grazie a servizi come WhatsApp e Facebook la messaggistica si è trasferita quasi interamente su mobile, ci sono ancora delle ottime soluzioni per chattare e comunicare con i propri amici da PC.
Una delle più interessanti è Pidgin, un software IM gratuito e open source che permette di comunicare su tutte le principali reti di messaggistica, come per l’appunto Facebook, Google Hangouts, IRC ecc.
Poi non mi farei mancare Skype, il popolarissimo client VoIP che adesso è di proprietà di Microsoft ed è andato a sostituire il vecchio Messenger.
Naturalmente non consente solo di comunicare testualmente ma anche (anzi soprattutto) di effettuare chiamate e videochiamate gratis.
I link per il download e altri consigli sui migliori programmi per chattare li trovi nel mio post dedicato all’argomento.

Scaricare file da Internet

Quando si parla di programmi per scaricare file da Internet è praticamente impossibile non menzionare uTorrent, il miglior client per la rete BitTorrent, che è molto facile da utilizzare e garantisce download sempre abbastanza svelti.
Insieme ad esso ti consiglio di installare anche JDownloader che è un download manager a 360° capace di scaricare file da qualsiasi sito Web, catturare foto, video e link dal browser e gestire perfettamente gli account premium dei servizi di hosting.
Ti ho parlato ampiamente di entrambi i software nel mio post sui migliori programmi per scaricare file da Internet, mentre se sei interessato in maniera specifica ai programmi per scaricare musica e ai programmi per scaricare film dai un’occhiata ai relativi articoli.



IMMAGINE QUI 1

Programmi per il Lavoro

Adesso passiamo ai programmi per PC per il lavoro, ossia a tutti quei software che consentono di elaborare testi, fogli di calcolo, realizzare presentazioni, visualizzare e modificare PDF e stampare documenti.



Suite per l’ufficio

Microsoft Office è un pacchetto di software assai comune, molto potente ma anche costoso.
Se non intendi acquistarlo però puoi rivolgerti a LibreOffice che è una suite completamente free grazie alla quale realizzare documenti di testo, fogli di calcolo, presentazioni, database e altri documenti stampabili in maniera molto semplice.
Supporta tutti i file di Microsoft Office (sia in entrata che in uscita) ed è anche capace di modificare i documenti PDF.
Rimanendo in tema di PDF ti consiglio d’installare anche Sumatra PDF o Nitro Reader.
Il primo è un semplice lettore di documenti PDF noto per la sua leggerezza ed essenzialità, il secondo invece è un software molto più completo che consente non solo di leggere i PDF ma anche di modificarli e crearli partendo da documenti di Office e immagini digitali.
I post a cui puoi fare riferimento per scaricarli sono:
programmi per ufficio e programmi per PDF.

Stampa

Con Microsoft Publisher (incluso nel pacchetto Microsoft Office) e Impress (incluso in LibreOffice) si possono creare tantissimi tipi di documenti stampabili, come brochure, volantini e biglietti di auguri ma ci sono anche applicazioni più specifiche per creare locandine, stampare brochure, realizzare biglietti d’auguri e biglietti da visita.
Scopri quali sono i migliori visitando i post che ti ho appena linkato.

IMMAGINE QUI 2



Programmi per Sicurezza e Manutenzione

Scegliere i software con cui proteggere il proprio computer non è mai facilissimo, ad ogni modo se vuoi dormire sonni relativamente tranquilli puoi usare un antivirus come Bitdefender Free Edition che ha ottenuto quasi sempre il massimo dei voti nei test comparativi (ed è completamente gratis) e un antimalware di consolidata affidabilità come Malwarebytes Antimalware che puoi usare per effettuare una scansione in seconda battuta (non monitora il PC in tempo reale) e liberare il sistema da “fastidi” come le toolbar promozionali incluse in molti software gratuiti.
Per lo stesso scopo, se preferisci, puoi affidarti anche a Spybot.

Oltre alla protezione del computer da virus e malware è necessaria anche un’attività costante di manutenzione del sistema operativo, attività che puoi affidare ad applicazioni come CCleaner che permette di liberare l’hard disk dai file inutili, riparare gli errori presenti nel registro di Windows e velocizzare l’avvio del sistema rimuovendo i programmi impostati per l’avvio automatico.



Altro aspetto fondamentale riguardante la sicurezza informatica è l’utilizzo di password sicure per iscriversi ai servizi online.
Password che poi vanno custodite in maniera sicura.
A tal scopo mi sento di consigliarti le estensioni per il browser legate al servizio gratuito LastPass che consente di conservare in un archivio protetto tutti i dati di accesso ai siti Internet e richiamarli con una master password unica.
In alternativa potresti usare il programma a pagamento 1Password che si differenzia da LastPass per il fatto di custodire le password principalmente offline (si possono comunque sincronizzare online tramite Dropbox o iCloud) e per la possibilità di archiviare anche le informazioni relative a carte di credito e licenze di software.
Trovi i link per i download e altri software molto validi per proteggere/velocizzare il tuo PC nei seguenti post:
programmi per eliminare toolbar; programmi per liberare spazio su disco; programmi per password.

Programmi multimediali

Guardare film, archiviare foto, ascoltare musica:
con il tuo computer puoi fare questo e molto, moltissimo altro ancora.
Scopri come scaricando i software che sto per consigliarti.

Video

Dopo aver scaricato dei film da Internet con i software che ti ho indicato precedentemente vorrai gustarteli sul tuo PC senza problemi, qui entra in gioco VLC che è un fenomenale media player gratuito (oltre che open source) grazie al quale è possibile riprodurre qualsiasi tipo di file video senza ricorrere a codec esterni.
Se invece preferisci crearli i video, la scelta non può che cadere su Windows Movie Maker.
Si tratta del miglior software di video editing gratuito disponibile sui sistemi Microsoft che permette anche ai meno esperti di montare video, creare slideshow animati con foto, applicare scritte ed effetti ai filmati girati con le videocamere digitali e molto altro ancora.
Per approfondimenti dai un’occhiata ai miei post con i programmi per visualizzare video e i programmi per fare video.



Foto

Per quanto riguarda il fotoritocco c’è poco da dire:
Photoshop è il migliore.
È un software che permette di fare davvero di tutto con le immagini digitali e con un pizzico di pratica può essere usato anche dagli utenti meno esperti, tuttavia è molto costoso.
La sua migliore alternativa free si chiama GIMP e anche se non riesce a raggiungere il livello di completezza del software Adobe può essere usato con estrema soddisfazione anche dai professionisti del settore fotografico.
Tutt’altro che costoso è invece Picasa, eccellente software per l’archiviazione, la visualizzazione e la correzione delle immagini distribuito gratuitamente da Google.
Installalo e non avrai bisogno di altri programmi per le tue foto.
Trovi i link per i download e altri software interessanti per le foto nelle mie guide sui migliori programmi di fotoritocco e i migliori programmi per archiviare foto.

Musica

Il modo in cui si ascolta la musica sul PC è cambiato, adesso ci sono servizi di streaming come l’eccellente Spotify che consente di ascoltare gratuitamente (e soprattutto legalmente) qualsiasi tipo di canzone via Internet.
Te lo consiglio vivamente, anche perché la versione free ha come “controindicazione” solo qualche intermezzo pubblicitario fra un brano e l’altro.
Se poi sei un tipo più “tradizionalista” e ami ancora ascoltare la musica che hai scaricato in locale sul tuo PC, prova iTunes di Apple che tra l’altro dà accesso a un catalogo sterminato di musica da acquistare direttamente online.
Hai bisogno di effettuare registrazioni audio o piccole operazioni di editing musicale?
Non pensarci su due volte e installa Audacity, il miglior editor audio gratuito disponibile per Windows che consente di applicare una vastissima gamma di modifiche, correzioni e filtri speciali ai file audio WAV, MP3 ed OGG.
Trovi i link per i download nei miei post dedicati ai programmi per ascoltare musica, modificare musica e ascoltare radio online.



IMMAGINE QUI 3

Altre Utility imperdibili

In conclusione, voglio segnalarti dei programmi per PC di varia utilità che non ho menzionato nelle categorie precedenti.

Gestione archivi compressi

Quando si tratta di estrarre archivi compressi in formato ZIP, RAR o 7Z e di zippare file ci si può affidare senza troppi problemi all’eccellente programma gratuito 7-Zip che è molto leggero e facile da usare.
Se invece bisogna creare degli archivi in formato RAR bisogna rivolgersi per forza a WinRAR che è a pagamento ma è disponibile in una versione trial senza limiti di tempo (con funzionalità avanzate bloccate, come ad esempio la creazione di archivi protetti da password).
Approfondisci l’argomento leggendo il mio post sui programmi per estrarre file.



Backup

Creare delle copie di sicurezza dei file è fondamentale.
Puoi scegliere di fare i tuoi backup online usando soluzioni come Dropbox che offre oltre 2GB di spazio su Internet gratuitamente (sincronizzando i dati su tutti i computer in maniera automatica) oppure in maniera più tradizionale su hard disk esterni o altri supporti con EaseUS Todo Backup.
Trovi maggiori info nel mio articolo sui programmi per backup.

Masterizzazione

La diffusione dei servizi di cloud storage, come l’appena citato Dropbox, e di dispositivi di archiviazione versatili come le chiavette USB ha reso più marginale la masterizzazione dei file sui dischetti.
Ad ogni modo se il tuo PC è equipaggiato con un masterizzatore di DVD o Blu-Ray sarebbe un peccato non installare software come Ashampoo Burning Studio che permette di creare dischi di dati, CD audio, DVD video e duplicare dischi facilmente.
È disponibile sia in versione gratuita che in versione a pagamento con funzioni aggiuntive.
Scopri maggiori dettagli nella mia guida sui programmi per masterizzare.



programmi per progettare case gratis italiano



programmi per progettare case gratis italiano

Adori i programmi di grafica 3D, hai creatività, molto talento e, giusto giusto, un po’ di tempo libero…in più a breve cambierai casa e, visto che dovrai completamente ristrutturarla, prima di andarci a vivere, hai pensato che potresti coniugare tutti questi fattori per progettare in maniera amatoriale l’interno della tua nuova casa, utilizzando un software.
Beh, se le cose stanno effettivamente così e hai queste intenzioni in mente, sappi che hai la mia più completa approvazione.

Dal momento in cui, come ti ho detto, sono molto entusiasta di questa tua decisione, voglio fare in modo di poterti essere veramente d’aiuto nella realizzazione di questo obiettivo che ti sei prefissato.
Come?
È molto semplice, Dandoti qualche suggerimento che, sono sicuro, ti sarà molto utile.
Nel corso di questo tutorial, infatti, metterò a frutto le mie conoscenze riguardanti il vasto mondo del Web per suggerirti l’installazione di alcuni programmi che ti permetteranno di progettare la casa dei tuoi sogni.

Come dici?
L’argomento è di tuo vero interesse e vorresti saperne di più, mai hai il timore che possa suggerirti l’utilizzo di complicati software professionali con prezzi astronomici?
No, aspetta, ti rassicuro subito; non sarà così, vedrai.
Come potrai leggere tramite le righe che seguiranno, troverai indicazioni chiare e precise relativamente all’utilizzo di alcuni programmi per progettare case che, oltre ad essere del tutto gratuiti, si presenteranno con un’interfaccia utente in lingua italiana.
Insomma, cosa vuoi di più?! Immagino che, dopo queste premesse, tu non veda l’ora di iniziare, vero?
D’accordo, perfetto; hai ragione, basta chiacchere, mettiamoci all’opera.
Ti auguro una buona lettura.



Programmi per progettare case gratis in italiano

IKEA Home Planner (Online)

IMMAGINE QUI 1

Parlando di quali siano i migliori software e strumenti del Web per progettare case gratuitamente, bisogna per prima cosa citare IKEA Home Planner, strumento disponibile online con un’interfaccia utente completamente in lingua italiana.



Come è facilmente intuibile dal nome, il programma online IKEA Home Planner è sviluppato dalla nota azienda svedese d’arredamento.
Sì, rispondendo alla tua domanda implicita, si tratta dello stesso software che è possibile utilizzare in negozio per la progettazione del proprio arredamento (ti ricordo che i mobili Ikea sono componibili).

La caratteristica principale dello strumento IKEA Home Planner?
Sicuramente la sua estrema facilità di utilizzo (in negozio mi è capitato di vedere dei ragazzi aiutare i loro genitori nella progettazione dell’arredamento) e l’integrazione con i prodotti venduti dall’azienda di arredamento.

IKEA Home Planner è quindi utilizzabile in negozio, ma anche da casa, tramite l’apposito sito Internet.
Inoltre, effettuando la registrazione di un account in maniera del tutto gratuita, sarà possibile salvare online il progetto realizzato in autonomia a casa per poterlo così consultare direttamente in negozio.



Chiaramente non si può dire che IKEA Home Planner sia un software perfetto, totalmente privo di difetti; si tratta di uno strumento di progettazione 3D piuttosto basilare, legato al solo arredamento interno per alcune stanze principali:
cucina, camera da letto, bagno, sala da pranzo e ufficio.

Ovviamente non è al pari di un software professionale, si tratta di uno strumento che, oltre ad essere pensato per snellire il lavoro degli addetti al reparto dell’azienda, avvicina il pubblico al mondo progettazione 3D, mostrando come sia facile personalizzare la propria casa con il software proprietario.
Indirettamente è quindi anche un’efficace strumento di marketing.



Se desideri usufruire di IKEA Home Planner per progettare l’arredamento della tua casa in 3D e in 2D, devi collegarti al sito Internet ufficiale del software facendo clic qui.
Dovrai per prima cosa scegliere la tipologia di Planner da utilizzare.

In seguito, una volta che avrai fatto clic sul relativo strumento di progettazione, ti basterà eventualmente autorizzare l’installazione del plugin necessario al funzionamento (a volte parte in automatico senza alcun tipo di installazione aggiuntiva).
Vedrai che ti innamorerai di questo strumento di progettazione.

Sweet Home 3D (Windows/Mac/Online)

IMMAGINE QUI 2



Tra gli strumenti di maggiore importanza che ti permetteranno di progettare una casa in maniera del tutto gratuita vi è Sweet Home 3D.
In questo caso specifico si tratta di una doppia versione dello stesso programma, dal momento in cui è disponibile all’utilizzo in una versione online (che però richiede l’installazione del plugin Java) e un software gratuito che è possibile scaricare e installare sia su Windows che su Mac.

Ho scelto di parlarti di Sweet Home 3D dal momento in cui questo software è di facile utilizzo e ti permetterà di progettare l’interno della tua casa gratuitamente in ogni suo aspetto, a partire dalla progettazione della piantina.
L’interfaccia utente è in lingua italiana quindi, dopo che avrai fatto un po’ di pratica, sono sicuro che non avrai problemi ad utilizzarlo.



Come dici?
Sei interessato a provare questo software ma, prima di scaricarlo sul tuo computer, vorresti provarlo nella sua versione Web?
Nessun problema, ti spiego subito come procedere.

Per prima cosa collegati al sito ufficiale di Sweet Home 3D e, dal menu in alto, fai clic sulla dicitura Online.
Nel caso in cui il software online non si avvii, significa che sul tuo computer non è presente il plugin Java o è presente in una versione troppo vecchia (è richiesto il plugin nella versione 6, come minimo).
In questo caso, fai subito clic a questo link e scarica l’ultima versione del plugin Java facendo clic sul pulsante Download gratuito di Java.
Al termine dell’installazione, riavvia il computer per confermare le modifiche effettuate.

Qualora riscontrassi dei problemi, prova a ricaricare la pagina o ad avviare il tool online di Sweet Home 3D tramite un browser diverso.
Questo tool è un po’ vecchiotto e ogni tanto ha problemi; nel mio caso, dopo alcuni tentativi, ha incominciato a funzionare perfettamente con lo storico browser Internet Explorer.



Se invece desideri scaricare direttamente il software per PC o Mac di Sweet Home 3D, recati nuovamente sul sito Internet ufficiale e premi sul pulsante Download che puoi vedere in alto.

Dal momento in cui, anche per l’esecuzione del software, sarà richiesto il plugin Java, ti consiglio, per evitare problemi, di fare direttamente clic sulla dicitura Scarica Sweet Home 3D con Java Web Start.



SketchUp (Windows/Mac/Online)

IMMAGINE QUI 3

Hai scaricato i software per progettare casa che ti ho consigliato e ormai ci hai preso la mano.
Bene! Significa che è arrivata l’ora di passare a strumenti più professionali e completi.
Continua a leggere qui di seguito perché sto parlarti di un software piuttosto interessante.

Se le cose stanno effettivamente come le ho descritte, e quindi vorresti mettere alle prova le tue abilità con un software più avanzato, allora ti consiglio assolutamente di dare uno sguardo a SketchUp, un software altamente professionale scaricabile per PC Windows e Mac.



Sviluppato da Trible, multinazionale californiana, si tratta di un software sui puoi fare affidamento praticamente ad occhi chiusi.
Il punto di forza di questo programma è infatti dato dalla possibilità di costruire una casa in 3D partendo praticamente da zero.

Ci tengo quindi a farti presente che, rispetto agli altri strumenti, si tratta di un notevole passo in avanti.
Come potrai vedere recandoti al suo sito Internet ufficiale, SketchUp è un software rivolto a chi lavora nell’ambito della progettazione grafica e necessita di strumenti che siano il più completi possibili.



Per utilizzo amatoriale, puoi quindi scegliere se utilizzare il tool online SketchUp Free, software che funziona direttamente tramite browser e che non necessita di alcun tipo di installazione.
In alternativa, se desideri valutare le possibilità date da un software professionale, puoi utilizzare la versione di prova di SketchUp Pro.
In questo caso si tratta della versione del software pensata per gli addetti ai lavori (non a caso il suo prezzo di acquisto è di 695$).

Per quanto riguarda l’utilizzo lo strumento di progettazione 3D online, SketchUp Free, tutto quello che dovrai fare sarà recarti sul suo sito Internet principale e premere sul pulsante Avvia SketchUp Free.
Noterai subito l’interfaccia utente in lingua italiana di quest’applicativo Web e la professionalità dei numerosi strumenti messi a disposizione.

È inoltre da segnalare che, oltre a fornire la possibilità di progettare la struttura di una casa in maniera del tutto gratuita, SketchUp Free ti permetterà anche di arredarla, grazie all’integrazione con lo strumento Warehouse, dotato di un vasto database di oggetti d’arredo tridimensionali.



Altri programmi per progettare case (in italiano e in inglese)

Che ne dici se facciamo una veloce panoramica di altri software e tool online che ti permetteranno di progettare la tua nuova casa gratuitamente?
Desidero metterti a conoscenza di altri strumenti interessanti e, anche se non tutti sono in lingua italiana, sono sicuro che potrai fare uno sforzo in più, vista la loro ampia disponibilità.
Non credi?

  • Floor Planner (Online) – Se devi progettare una casa, la prima cosa da studiare è la sua planimetria.
    Puoi farlo in maniera semplice e veloce utilizzando questo tool online.
    La sua interfaccia utente è un po’ in lingua italiana e un po’ in lingua inglese ma questo non pregiudica la validità del servizio.
  • EasyHome HomeStyler (Online) – Cosa puoi volere di più da un tool online per l’Home design dall’interfaccia utente chiara e minimale?
    EasyHome HomeStyler è uno strumento di alta qualità in grado di risultare di facile utilizzo, nonostante l’interfaccia utente in lingua inglese.
  • Room Arranger (Window/Mac) – In questo caso siamo di fronte a un programma per la progettazione degli ambienti interni di una casa che supporta sia la visualizzazione bidimensionale che quella tridimensionale.
    La sua caratteristica principale è data dalla possibilità di arredare casa, creando mobili su misura.
    Si tratta di un software a pagamento in lingua inglese, con la possibilità di essere utilizzato gratuitamente per un periodo di prova di 30 giorni.

programmi per registrare canzoni



programmi per registrare canzoni

Sei appassionato al mondo della musica e ti piacerebbe avere a tua disposizione qualche bel software mediante cui poter comporre e registrare i tuoi brani?
Vorresti creare dei remix musicali ma non sai a quali strumenti affidarti?
Non preoccuparti, posso darti una mano io.
Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, oltre che della tua attenzione, posso illustrarti tutti quelli che a mio modesto avviso rappresentano i migliori programmi per registrare canzoni disponibili attualmente su piazza.

Di strumenti adibiti allo scopo ce ne sono a bizzeffe, sia per Windows che per macOS (oltre che per Linux), sia gratis che a pagamento.
Non devi far altro che individuare la soluzione che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo, scaricarla sul computer e cominciare subito a sfruttarla, attenendoti alle mie istruzioni sul da farsi.
Alcuni dei software indicati di seguito sono estremamente semplici da usare, altri sono un tantino più complessi ma, non temere, nulla che con un minimo di impegno e una buona dose di attenzione e di concentrazione non possa essere alla tua portata.

Allora?
Che cosa ci fai ancora li impalato?
Posizionati bello comodo e inizia subito a concentrarti sulle informazioni che trovi qui sotto.
Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso e che, addirittura, sarai pronto a fornire utili consigli al riguardo a tutti i tuoi amici interessati al medesimo argomento.
Buona lettura, buon download e, soprattutto, buon divertimento!



Indice

  • Audacity (Windows/macOS/Linux)
  • LMMS (Windows/macOS/Linux)
  • Virtual DJ (Windows/macOS)
  • GoldWave (Windows)
  • GarageBand (macOS)
  • App per registrare canzoni

Audacity (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 1

Audacity è, molto semplicemente, il miglior programma di editing audio disponibile in ambito gratuito, attraverso il quale è possibile creare, modificare e mixare musica con una vasta gamma di strumenti e funzioni di livello professionale.
Permette di registrare canzoni per poi editarle e mixarle con altre tracce tramite un’interfaccia molto semplice da usare anche per i non esperti del settore.



È completamente in italiano e con possibilità di esportare le proprie creazioni in formato MP3 (serve un plugin gratuito apposito).
Per quel che concerne la compatibilità, lo si può usare su tutti i principali sistemi operativi per computer:
Windows, macOS e Linux.

Per servirtene, collegati al suo sito Internet ufficiale e premi sul pulsante Download, in modo tale da effettuarne il download sul tuo computer. A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe appena ottenuto e fai clic sul pulsante Esegui nella finestra che ti viene mostrata su schermo.
Successivamente, premi sui pulsanti Si e OK, sul bottone Avanti per quattro volte di fila, su quello Installa, ancora una volta sul bottone Avanti e, per concludere, sul pulsante Fine.



IMMAGINE QUI 2

Su macOS, invece, apri il pacchetto .dmg che hai appena ottenuto, trascina l’icona di Audacity nella cartella Applicazioni del tuo Mac, fai clic destro su di essa e scegli Apri dal menu che si apre, dopodiché premi sul pulsante Apri, in modo tale da avviare il programma andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso i software provenienti dagli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

IMMAGINE QUI 3



Adesso che visualizzi la finestra di Audacity su schermo, fai clic sul pulsante OK in risposta all’avviso che ti viene mostrato, pigia sul menu File e scegli la voce Apri, per aprire un file audio preesistente e modificare quest’ultimo.
Se invece desideri creare una nuova registrazione, serviti del comando REC che trovi in cima alla finestra.

Potrai successivamente avvalerti dei menu (e delle relative opzioni) che trovi nella barra in alto della schermata di Audacity per applicare effetti vari, per generare silenzi, rumori ecc. Sotto i menu ci trovi i pulsanti e controlli per gestire la riproduzione musicale dei brani e per compiere operazioni di editing basilari.



Al centro della finestra c’è il tracciato del brano aperto o generato.
A sinistra, invece, ci sono le informazioni relative alla traccia e i comandi per gestire il suono, mentre in basso ci sono i comandi per regolare la frequenza e impostare i punti di inizio e fine di un’eventuale selezione.

Per quanto riguarda la possibilità di salvare il tuo file audio, puoi riuscirci facendo clic sul menu File, selezionando l’opzione Esporta audio (oppure quella Esporta audio selezionato, per esportare una specifica selezione), assegnando un nome a quest’ultimo, scegliendo il formato di output e premendo, infine, sui pulsanti SalvaOK.

IMMAGINE QUI 4



Per quanto riguarda invece l’uso di Lame MP3, il plugin per il supporto agli MP3, ti invito a fare riferimento alla mia guida dedicata in via specifica all’argomento, per scoprire subito come scaricarlo, installarlo e usarlo.

LMMS (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 5

LMMS è un programma per la produzione musicale gratuito e open source che ha davvero poco da invidiare a soluzioni analoghe a pagamento.
Include editor avanzati per tracce melodiche e beat, una vasta gamma di effetti, suoni e basi ritmiche preimpostate, strumenti per la registrazione e molto altro ancora.



La sua interfaccia non è molto immediata ma, grazie ai numerosi tutorial presenti in Rete, è possibile imparare a usarlo abbastanza facilmente.
È disponibile sia per Windows che per macOS (oltre che per Linux) ed è stato tradotto completamente in italiano.

Per effettuarne il download sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e fai clic sul pulsante Scarica ora, dopodiché premi sul pulsante blu che trovi sotto la dicitura Versioni Stabili nella nuova pagina che si apre.



A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e clicca sul pulsante Si.
Nella finestra che a questo punto ti viene mostrata, premi sui pulsanti Avanti e Accetto, premi ancora su Avanti, sul bottone Installa e su quello Fine.
Avvia quindi il programma richiamandolo dal menu Start.

IMMAGINE QUI 6

Se invece stai impiegando macOS, apri il pacchetto .dmg appena ottenuto e trascina l’icona di LMMS nella cartella Applicazioni del tuo Mac.
Dopodiché fai clic destro su di essa, premi sulla voce Apri annessa al menu che compare e poi sul pulsante Apri nella finestra su schermo, in modo tale da avviare il programma andando ad aggirare le limitazioni di Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio del software).



IMMAGINE QUI 7

Una volta visualizzata la finestra di LMMS, acconsenti all’uso della creazione della directory di lavoro, premi sul bottone OK in risposta agli avvisi su schermo e comincia a servirti dei vari comandi e degli strumenti disponibili per creare la tua composizione.
Per la precisione:
in alto c’è la barra degli strumenti con tutti i comandi per aprire e salvare file ecc.; a sinistra trovi la barra per accedere facilmente ai plugin strumentali, ai suoni e ai progetti, mentre al centro è presente l’editor per posizionare le canzoni e le basi melodiche, la sezione per inserire i beat e le linee di basso e il mixer per regolare volume ed effetti.



Per aggiungere una canzone, seleziona l’icona Instrument plugin che si trova sulla sinistra e trascina il pulsante AudioFileProcessor nell’editor a centro dello schermo.
Clicca poi sul bottone con la cartella nel riquadro di AudioFileProcessor comparso su schermo e seleziona il brano da importare. Se invece vuoi eseguire una registrazione al momento da una periferica audio, premi sul pulsante REC che trovi in cima.

IMMAGINE QUI 8

Quando necessario, potrai salvare la tua creazione musicale facendo clic sul menu Progetto in alto a sinistra, premendo sulla voce Esporta e scegliendo la posizione in cui effettuare il salvataggio del file e il formato di output dello stesso.



Virtual DJ (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 9

In un articolo dedicato a quelli che sono i migliori programmi per registrare canzoni è praticamente impossibile non fare il nome di Virtual DJ:
si tratta, infatti, del programma per DJ più popolare al mondo.
Permette di mixare, modificare e registrare due o più tracce musicali contemporaneamente.

Le creazioni realizzate possono essere riprodotte in tempo reale oppure esportate in file musicali WAV e CD musicali.
La sua interfaccia è stata tradotta completamente in italiano ed è molto facile da usare, anche per i semplici appassionati che non hanno mai provato software di audio editing.
È disponibile sia per Windows che per macOS ed è gratis, ma eventualmente è disponibile anche nelle varianti Pro, Business e Home Plus (tutte a pagamento), con funzioni extra.



Per scaricarlo sul tuo computer, collegati al suo sito Web ufficiale e fai clic sul pulsante Versione per PC oppure su quello Versione per Mac, a seconda se stai usando un PC Windows oppure un Mac, dopodiché premi sul bottone Download Now nella pagina che si apre.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto, seleziona la casella accanto alla voce I accept the terms in the License Agreement nella finestra che si è aperta sul desktop e clicca sul bottone Install, poi sul pulsante Si e su quello Launch VirtualDJ.



IMMAGINE QUI 10

Se invece stai utilizzando macOS, apri il pacchetto .pkg ricavato, premi sul bottone Continua nella finestra che si è aperta sulla scrivania e porta avanti la semplice procedura di setup che ti viene proposta premendo sui pulsanti Continua, Installa e Fine.
Quando richiesto, provvedi altresì ad autorizzare l’installazione digitando la password del tuo account utente su Mac.

IMMAGINE QUI 11



Ora che visualizzi la finestra di Virtual DJ sullo schermo, autenticati nel software con il tuo account Facebook, Microsoft, Google oppure tramite e-mail, premendo sui pulsanti su schermo e fornendo i dati di login richiesti (l’operazione non è obbligatoria ma ti permette di accedere a funzionalità aggiuntive).

Successivamente, naviga tra le cartelle del computer tramite la sezione in basso del programma e scegli i brani che vuoi mixare.
In alternativa, seleziona le tracce incluse nella libreria del programma, dopodiché trascina i file audio sui due vinili in alto.



A questo punto, puoi divertirti a scratchare i brani selezionati:
per riuscirci, clicca e, continuando a tenere cliccato, muovi il vinile.
Per applicare degli effetti, invece, devi premere sul menu EFFETTO e selezionare quello che preferisci.

IMMAGINE QUI 12

Se hai bisogno di regolare i parametri di riproduzione dei brani, serviti dell’equalizzatore che si trova in alto.
I player a destra e sinistra ti permettono invece di avviare e interrompere la riproduzione.
Ulteriori comandi sono disponibili nelle parti destra e sinistra della finestra di Virtual DJ, facendo clic sulla voce apposita, e nella parte centrale della finestra del programma.



GoldWave (Windows)

IMMAGINE QUI 13

GoldWave è un programma all-in-one per l’editing audio che permette di registrare canzoni, modificare tracce musicali esistenti e perfino digitalizzare vinili trasformandoli in file MP3.
Supporta tutti i principali formati di file audio (M4A, WAV, WMA, MP3, OGG, AIFF, AU, VOX e FLAC) ed è molto flessibile. Praticamente è l’ideale per chi ha bisogno di uno strumento completo, di caratura professionale senza spendere grosse somme.

Il programma è solo per sistemi operativi Windows ed è a pagamento, ma è disponibile in una versione di prova gratuita (quella che ho usato io per redigere questo passo) che permette di testarne le funzionalità per 30 giorni. Per scaricarla sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e premi sul pulsane Download GoldWave vx.xx che trovi in alto.



A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e clicca sul pulsante Si.
Nella finestra che si apre, premi sul bottone Avanti per due volte di fila e su quello Fine.
Dopodiché clicca sul pulsante OK.
Avvia quindi il programma facendo doppio clic sul relativo collegamento che sarà stato aggiunto al desktop.

IMMAGINE QUI 14



Ora che visualizzi la finestra del software su schermo, chiudi la guida introduttiva che ti viene proposta e premi sul bottone New collocato in alto, in modo tale da avviare la creazione di una nuova composizione musicale.
Se invece desideri aprire un file audio esistente, premi sul bottone Open e selezionalo tramite l’ulteriore finestra che si apre.

Serviti poi dei pulsanti che si trovano sulla barra degli strumenti in cima per apportare tutte le modifiche del caso:
puoi aggiungere effetti, intervenire sulla comprensione, sul rumore, sul livello dell’audio ecc.

IMMAGINE QUI 15



Se, invece, vuoi selezionare una parte del tuo file audio, usa il tracciato che si trova nella parte centrale della finestra del programma.
Nella finestra separata che trovi sulla destra, poi, ci sono i controlli per la riproduzione e il bilanciamento del volume.

Quando lo vorrai, potrai salvare la tua creazione musicale facendo clic sul menu File, sulla voce Save As (oppure su quella Save Selection As, per salvare la sola selezione) e indicando la posizione e il formato di output.

GarageBand (macOS)

IMMAGINE QUI 16



È praticamente impossibile parlare di programmi per registrare canzoni senza fare il nome di GarageBand.
Non ne hai mai sentito parlare?
Strano, è famosissimo.
Ad ogni modo, rimediamo subito:
si tratta del popolare programma di produzione audio sviluppato da Apple per macOS.
È incluso in molti dei computer della “mela morsicata” attualmente in commercio, ma può essere scaricato a costo zero anche in un secondo tempo, tramite il Mac App Store.

Ha un’interfaccia estremamente user-friendly che permette anche ai semplici appassionati di creare opere musicali con vari strumenti, effetti e tracce.
Da notare che esiste anche una versione per iPhone e iPad, la quale consente di suonare vari strumenti musicali semplicemente sfiorando il display del tablet (per maggiori informazioni al riguardo, leggi il passo successivo, quello dedicato alle app per registrare canzoni).



Mi chiedi come fare per potertene servire?
Te lo dico subito.
In primo luogo, avvia il programma richiamandolo tramite il Launchpad.
Se non riesci a trovare GarageBand, evidentemente è perché non è installato sul tuo Mac.
Per rimediare, collegati alla relativa sezione del Mac App Store Online, premi sul pulsane Vedi in Mac App Store e fai clic sul pulsante Ottieni/Installa presente nella finestra del Mac App Store che si è aperta sulla scrivania.
Se necessario, conferma il download digitando la password relativa al tuo account Apple.
Avvia poi il programma facendo clic sul pulsante Apri.

IMMAGINE QUI 17

A questo punto, seleziona l’icona Progetto vuoto nella finestra che si è aperta e clicca sul pulsante Scegli, indica quindi il tipo di traccia che intendi realizzare e premi sul bottone Crea.
Clicca, dunque, sul pulsante REC che si trova in cima per avviare una nuova registrazione oppure apri il file audio su cui vuoi intervenire premendo sul menu File e selezionando poi Apri.



IMMAGINE QUI 18

Serviti ora dell’editor di GarageBand per creare e modificare la tua composizione musicale.
Nella parte sinistra trovi la libreria di suoni e strumenti, nella parte superiore della finestra sono presenti gli strumenti tramite i quali effettuare il missaggio dei brani, mentre nella parte inferiore c’è l’editor vero e proprio contenente i controlli e l’equalizzatore.



In alto, invece, ci sono i pulsanti che consentono di effettuare operazioni varie:
regolare il ritmo, attivare il metronomo, mandare avanti o indietro la riproduzione ecc.
Ulteriori funzioni sono disponili nella barra dei menu.

Per salvare la tua creazione, devi fare clic sul menu Condividi, selezionare l’opzione Esporta brano su disco, assegnare un nome al file, scegliere il formato di output e la qualità e indicare la posizione su disco, appunto, per procedere con il salvataggio.

App per registrare canzoni

IMMAGINE QUI 19



E per quel che concerne il versante mobile?
Esistono delle applicazioni grazie alle quali è possibile registrare canzoni in mobilità?
La risposta è affermativa.
Qui di seguito trovi infatti segnalate quelle che ritengo essere le migliori risorse appartenenti alla categoria in oggetto, sia per Android che per iOS:
mettile subito alla prova!

  • Caustic 3 (Android/iOS) – famosa app per la produzione musicale che offre un vasto set di strumenti, mediante cui è possibile comporre musica elettronica in maniera semplice e divertente.
    Per Android il download è gratis ma per salvare ed esportare i brani in WAV, Ogg o MIDI occorre comprare il Caustic Unlock Key che costa 6,99 euro.
    Per iOS, invece, l’applicazione è solo a pagamento e costa 10,99 euro.
  • FL Studio Mobile (Android/iOS) – app che mette a disposizione degli utenti un mixer virtuale tramite cui è possibile accedere a svariate funzionalità e strumenti.
    L’applicazione consente altresì di importare ed esportare file in formato MIDI, WAV e MP3.
    La versione per Android costa 17,99 euro, mentre quella per iOS ha un prezzo pari a 14,99 euro.
  • G-Stomper Studio (Android) – ottima app per la produzione musicale che mette a disposizione dei suoi utilizzatori numerosi strumenti:
    un campionatore, una tastiera, un mixer di linea ecc.
    È altresì presente un sintetizzatore basato sul sistema VA-Bestia che permette anche agli utenti meno serrati in materia di produrre suoni complessi in maniera abbastanza semplice.
    Costa 13,99 euro.
  • GarageBand (iOS) – come anticipato nel passo precedente, GarageBand è disponibile anche in variane per iOS.
    Presenta bene o male le medesime caratteristiche del programma desktop, ma in tale veste è concepito per essere usato con maggiore facilità su schermi più piccoli e tramite touch.
    Si scarica gratis.

Per approfondimenti, leggi la mia guida dedicata alle app per creare musica, mediante la quale ho provveduto a parlarti in maniera più dettagliata delle applicazioni summenzionate.

programmi per rss



programmi per rss

I migliori programmi per feed RSS.

FeedDemon

IMMAGINE QUI 1

FeedDemon è uno dei migliori programmi per RSS disponibili su Windows.
Si tratta di un client per RSS gratuito che si sincronizza automaticamente con Google Reader importando ed esportando da esso la lista delle notizie lette e da leggere, i tag, le cartelle e tutte le impostazioni.
Include vari stili di visualizzazione che consentono di impaginare le news usando caratteri e colori differenti e permette di effettuare ricerche approfondite all’interno delle iscrizioni.
Supporta il download e la sincronizzazione dei podcast.
Scarica da qui.



RSSOwl

IMMAGINE QUI 2

RSSOwl è un ottimo client RSS gratuito ed open source in grado di sincronizzarsi con Google Reader.
È dotato della funzione di navigazione a schede e di un browser integrato attraverso i quali è possibile navigare su più siti Web e consultare più notizie contemporaneamente senza doversi destreggiare fra decine di finestre diverse.
Permette di ricevere news da alcuni dei principali social network e siti di news (es.
Twitter, YouTube, Digg, ecc.) e dispone di un sistema avanzato di ricerca che permette di trovare le informazioni in maniera rapida ed efficiente.
È disponibile per tutti i principali sistemi operativi ed è tradotto in lingua italiana.
Scarica da qui.



WebReader

IMMAGINE QUI 3

WebReader è un client desktop per Google Reader molto ben fatto caratterizzato da un’interfaccia utente molto curata e da funzioni avanzate.
È molto rapido nell’interfacciarsi con il servizio RSS di Google e mantiene sincronizzate tutte le news con quest’ultimo consentendo di visualizzare le notizie usando vari stili, font e colori.
Tra le sue funzioni avanzate ci sono la visualizzazione dei post su Readability fruizione dei contenuti offline.
È disponibile per tutti i principali sistemi operativi ma per funzionare richiede la presenza del software Adobe Air.
Scarica da qui.

FeedRoller RSS Ticker

IMMAGINE QUI 4



FeedRoller RSS Ticker non è un classico programma per la gestione dei feed RSS ma un software molto originale che permette di avere dei titoli con le notizie più recenti sul proprio desktop.
Supporta tutti i feed RSS e dispone di un’interfaccia utente molto personalizzabile.
Le notizie mostrate sul desktop automaticamente possono essere nascoste quando sono in esecuzione programmi a schermo intero.
Il programma è disponibile in versione portable, questo significa che non necessita di installazioni per poter funzionare e che può essere trasportato facilmente su qualsiasi chiavetta USB.
Scarica da qui.

FeedReader

IMMAGINE QUI 5



Feedreader è un programma per feed RSS gratuito che fa della sua leggerezza e del suo essere essenziale i suoi principali punti di forza.
La sua interfaccia utente non è particolarmente avanzata, ma proprio questo aiuta a renderlo essenziale e semplice da usare anche per gli utenti meno esperti.
È disponibile per Windows, Linux ed anche in una versione utilizzabile online via browser su qualsiasi computer.
La versione per Windows viene offerta anche in modalità no-install che può essere usata senza installazione e trasportata su qualsiasi penna USB.
Scarica da qui.

Reeder

IMMAGINE QUI 6

Reeder è uno dei migliori client per feed RSS disponibili per Mac OS X, iPhone ed iPad.
Caratterizzato da un’interfaccia molto curata ed elegante, questa applicazione dispone di tutte le funzioni più avanzate per consultare le proprie notizie preferite e condividerle su vari social network e servizi online.
Si sincronizza rapidamente con Google Reader e viene aggiornato molto spesso.
La versione per Mac OS X ed iPad costa 3,99 euro mentre quella per iPhone è disponibile a 2,39 euro.
Scarica da qui.



programmi per scaricare video da facebook



programmi per scaricare video da facebook

Hai trovato un video divertente su Facebook che vorresti scaricare sul tuo computer e/o sui tuoi device mobile in modo tale da poterlo poi mostrare a tutti i tuoi amici ma non hai la benché minima idea di come fare?
Non vedo il problema, posso darti una mano io! Se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo libero posso infatti indicarti quelli che sono i migliori programmi per scaricare video fa Facebook attualmente presenti sulla piazza.
E quando parlo di programmi non intendo solo i “classici” software da scaricare e installare sul PC anche le app per smartphone e tablet utili per lo scopo in questione.

Come dici?
Sei una frana in fatto di informatica e temi di non essere all’altezza del compito?
Ma dai, non fare il fifone.
Posso assicurarti che le risorse che sto per suggerirti sono semplicissime da utilizzare anche per chi, come te, non si reputa esattamente un esperto in fatto di nuove tecnologie.
Poi di che cosa ti preoccupi se ci sono qui io, pronto e ben disponibile a fornirti tutte le dritte del caso?

Suvvia dunque, mettiti ben comodo dinanzi il tuo computer oppure afferra il tuo smartphone o il tuo tablet e segui passaggio dopo passaggio le istruzioni che trovi qui sotto.
Vedrai, alla fine non solo potrai dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso ma sarai anche pronto a fornire utili consigli al riguardo a tutti i tuoi amici.
Che ne dici, scommettiamo?



Vai subito a ▶︎ Programmi per scaricare video da Facebook per computer | Programmi per scaricare video da Facebook per smartphone e tablet

Programmi per scaricare video da Facebook per computer

Iniziamo questa guida tutta dedicata a quelli che sono i migliori programmi per effettuare il download dei video da Facebook dalle risorse disponibili per computer, Windows o Mac che sia.
Trovi spiegato tutto qui di seguito.
Buona lettura!

4K Video Downloader (Windows/Mac)

IMMAGINE QUI 1



Il primo tra i programmi per scaricare video da Facebook che voglio consigliarti di provare è 4K Video Downloader.
Non ne hai mai sentito parlare?
Strano! È uno tra i software per il download di video più famosi al mondo.
È disponibile sia per Windows che per Mac e permette di scaricare filmati da Facebook e altri noti siti Internet.

Per effettuare il download del programma sul tuo computer, collegati al suo sito Internet e clicca sul pulsante Scarica 4K Video Downloader. A scaricamento completato, se stai usando Windows apri il file 4kvideodownloader_xx.exe appena ottenuto e clicca prima su e poi su OK e Avanti.
Metti poi il segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini del contratto di licenza e premi su Avanti per tre volte consecutive, poi su Installa e su Fine per portare a termine il setup.



Se invece stai usando un Mac, una volta effettuato il download del programma non devi far altro che aprire il pacchetto .dmg che contiene 4K Video Downloader e trascinare l’icona di quest’ultimo nella cartella Applicazioni di macOS/OS X.
Successivamente fai clic destro sulla sua icona annessa alla cartella applicazioni e seleziona la voce Apri dal menu che ti viene mostrato (va fatto solo la prima volta che avvii il programma).
In questo modo andrai ad aggirare le limitazioni imposte da Apple nei confronti degli sviluppatori non autorizzati.

Ad installazione completata, avvia il programma, copia l’indirizzo del video di Facebook che vuoi scaricare sul tuo PC, apri 4K Video Downloader e clicca sul bottone Incolla URL che si trova in alto a sinistra.
Nella finestra che a questo punto ti viene mostrata, seleziona la risoluzione in cui vuoi scaricare il fiato (es.
alta qualità o qualità normale) e avviane il download premendo sull’apposito bottone.

Se hai necessità, puoi anche selezionare la cartella in cui salvare il video cliccando sul pulsante […] in basso a destra ed estrapolare solo l’audio del filmato scelto selezionando l’apposita opzione dal menu a tendina in alto sulla sinistra.



ClipGrab (Windows/Mac)

IMMAGINE QUI 2

Altro software degno di nota ed adibito allo scopo in questione è ClipGrab.
Anche in tal caso, si tratta di un programma disponibile sia per Windows che per Mac (oltre che per Linux) che permette di effettuare il download dei filmati da Facebook ma anche da YouTube, Vimeo e altri servizi per lo streaming dei filmati, il tutto in maniera tanto semplice quanto veloce.
Permette di selezionare il formato in cui effettuare il download, la risoluzione e consente anche di estrapolare soltanto l’audio.



Per scaricare ClipGrab collegati al suo sito Internet e fai clic sul bottone Free Download!.
A scaricamento completato, se stai usando Windows avvia il file clipgrab-x.x.x-cgorg.exe dopodiché clicca su Esegui e poi su  e Avanti.
Accetta le condizioni di utilizzo del software mettendo il segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini del contratto di licenza e vai avanti con il setup cliccando su Avanti due volte consecutive. Se ti viene richiesto, togli il segno di spunta sulla possibilità di effettuare l’installazione di software promozionali aggiuntivi e concludi la procedura cliccando in sequenza su AvantiInstalla e Fine.

Se invece utilizzi un Mac, apri il pacchetto in formato .dmg che contiene il software che è stato appena scaricato sul tuo computer e copia la sua icona nella cartella Applicazioni di macOS/OS X ed il gioco è fatto.
Successivamente avvia il programma facendo clic destro sula sua icona nella cartella applicazioni e selezionando poi Apri dal men che compare.

Una volta visualizzata sul desktop la finestra del programma, seleziona la scheda Downloads, incolla l’indirizzo del video da scaricare nella barra collocata al centro, indica il formato di file in cui effettuare lo scaricamento dall’apposito menu a tendina, impostane la qualità dall’altro menu e clicca sul bottone Scarica questo clip!.



Per imposizione predefinita il video verrà salvato sul desktop ma puoi modificare il percorso accedendo alla scheda Impostazioni e poi alla sezione Cartella di destinazione.

Freemake Video Downloader (Windows)

IMMAGINE QUI 3



Freemake Video Downloader è un programmino gratuito disponibile per sistemi operativi Windows che permette di effettuare il download dei video presenti su molti siti Internet e servizi online, Facebook incluso.
Ha una bella interfaccia utente in lingua italiana, è semplicissimo da usare e consente anche di effettuare la conversione dei video da scaricare.
L’unica cosa di cui bisogna tener conto è che applica un fotogramma all’inizio e alla fine del video scaricato.
Per rimuoverlo occorre passare alla versione a pagamento.

Per effettuare il download del programma sul tuo computer, collegati alla sua home page e clicca sul pulsante Scaricare Gratis.
A download completato, avvia il file FreemakeVideoDownloaderSetup.exe appena ottenuto, clicca su Si in risposta all’avviso che vedi comparire a schermo e poi su OK per impostare l’italiano come lingua.
Rimuovi ora la spunta dalla voce relativa all’invio dei dati a Freemake se la cosa non ti aggrada (altrimenti lascia tutto così com’è) e poi fai clic sul pulsante Avanti per due volte di seguito.
Clicca poi sul pulsante Fine ed attendi qualche istante affinché la finestra del software appaia sul desktop.

A questo punto, copia l’URL del video su Facebook che vuoi scaricare, clicca sul pulsante Incolla indirizzo web in alto sulla sinistra, compila il modulo di login al tuo account sul social network annesso alla finestra del programma che vedi comparire e poi premi sul bottone Scarica/Scaricare e convertire (la scritta sul pulsante può variare in base alla scena precedentemente effettuata).



WinX YouTube Downloader (Windows)

IMMAGINE QUI 4

Da nome non si direbbe ma WinX YouTube Downloader è un software gratuito per sistemi operativi Windows che non solo consente di scaricare da Internet i video di YouTube ma anche quelli di diversi altri portali, Facebook compreso.
Tutti i filmati vengono scaricati senza perdita di qualità e nel formato d’origine.
L’interfaccia è ben curata ma è solo in lingua inglese.
Considerando però che il programma è semplicissimo da utilizzare la cosa non dovrebbe creare particolari problemi.



Peer effettuare subito il download sul tuo PC, collegati al suo sito Internet e fai clic sul pulsante Download Now posto al centro dello schermo.
A scaricamento completato apri il file Winx-youtube-downlaoder.exe appena ottenuto.

Clicca su si, poi su OK e successivamente su Next.
Accetta le condizioni di utilizzo del software selezionando la voce I accept the agreement e clicca ancora su Next per quattro volte di seguito dopodiché premi su Install e per concludere su Finish.

Adesso, clicca sul pulsante Click to add YouTube video URL presente sulla sinistra, poi premi sul pulsante Analyze annesso alla nuova finestra che è andata ad aprirsi a schermo, seleziona il formato video in cui intendi effettuare il download dall’elenco in basso (se disponibile) e fai clic sul bottone Ok che sta sempre in basso.



Per concludere, premi sul pulsante Download situato nella parte in basso a destra della schermata principale del programma ed attendi che il video venga scaricato.
A download ultimato, si aprirà automaticamente la cartella in cui il filmato è stato salvato.

Per imposizione predefinita tutti i video scaricati vengono salvati nella cartella Video del PC.
Se hai esigenze particolari puoi modificare il percorso di destinazione (prima di effettuare il download del video) indicando la posizione che preferisci in corrispondenza del campo Targe Folder: collocato nella parte in basso a destra della finestra principale del programma.

Programmi per scaricare video da Facebook per smartphone e tablet

Passiamo ora alle app per smartphone e tablet.
Se la cosa ti interessa continua pure a leggere, trovi indicate quelle che a mio avviso vale la pena prendere in considerazione su Android e iOS nelle seguenti righe.
Buon divertimento e, ovviamente, buon download!



Video Downloader for Facebook (Android)

IMMAGINE QUI 5

Utilizzi uno smartphone o un tablet Android e cerchi un’applicazione mediante cui poter effettuare il download dei tuoi filmati su Facebook?
Allora prova subito Video Downloader for Facebook che funziona in maniera estremamente semplice e veloce.



Dopo aver scaricato ed installato l’app, premi sul pulsante Login, accedi le credenziali d’accesso al tuo account Facebook, individua il video da scaricare e tappa sulla sua miniatura.

A questo punto seleziona, dal menu che vedi apparire a schermo, l’opzione Scarica ed attendi qualche istante affinché il download del filmato venga avviato e portato a termine.

Successivamente potrai visualizzare e gestire i filmati scaricati da Facebook direttamente dalla schermata dell’applicazione, semplicemente facendo tap sul pulsante Menu (quello con le tre linee in orizzontale) collocato in alto a sinistra e scegliendo poi la voce Downloads dalla barra che compare lateralmente.
In seguito, tappa sull’icona di un video per avviarne la riproduzione oppure premi sulla freccia che si trova accanto al suo nome per condividerlo in altre applicazioni (Share) o eliminarlo (Delete).



Nota: Se nel provare ad effettuare il download di un video da Facebook vedi apparire un messaggio d’errore prova a connetterti a Internet tramite Wi-Fi e non mediante rete dati per risolvere.

Video Saver (iOS)

IMMAGINE QUI 6



Se invece quello in tuo possesso è un iPhone oppure un iPad puoi effettuare il download dei video da Facebook rivolgendoti a Video Saver.
Si tratta di un’applicazione concepita in maniera specifica per lo scopo in questione, è molto intuitiva e per sfruttarla non occorre essere Mark Zuckerberg.

Dopo averla scaricata, installata ed avviata sul tuo dispositivo, per servirtene premi sul campo vuoto che si trova in alto, tappa su Paste URL ed incolla il link del video presente sul social network che vuoi scaricare.
Attendi poi che il video venga elaborato e che risulti visibile la sua anteprima nella parte in basso della schermata dell’applicazione.

In seguito, tappa sul pulsante blu Repost e dal menu che vedi comparire e seleziona l’opzione Salva video.
Il filmato verrà dunque salvato nella galleria del tuo iDevice e tu potrai accedervi premendo sull’app Foto e poi sull’album Video.



programmi per sincronizzare cartelle



programmi per sincronizzare cartelle

Per trasferire un file dal tuo computer di casa al portatile che usi per lavorare, sei solito utilizzare una chiavetta USB.
Purtroppo, però, l’ultima volta che hai messo in pratica questa soluzione, qualcosa è andato storto e, una volta arrivato sul posto di lavoro, ti sei accorto che il file di tuo interesse non era disponibile né sul tuo computer portatile né sulla chiavetta, costringendoti così a tornare a casa e ripetere la procedura.
Per non ritrovarti nuovamente in questa spiacevole situazione, ti piacerebbe conoscere una soluzione alternativa, magari anche più pratica da utilizzare:
è così?
Allora non vedo dove sia il problema:
se vuoi, ci sono qui io per suggerirti la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo, posso indicarti una serie di programmi per sincronizzare cartelle che ti permetteranno di condividere file su tutti i tuoi dispositivi e visualizzarli ovunque tu sia.
Infatti, devi sapere che affidandoti a questi software da installare sul tuo computer, puoi configurare la sincronizzazione di cartelle condivise che, sfruttando la connessione Internet, permettono di accedere ai file in esse contenuti sia da altri computer che da smartphone e tablet.
Come dici?
È proprio la soluzione che stavi cercando?
Allora non perdere altro tempo e approfondisci subito l’argomento.

Coraggio:
mettiti bello comodo, prenditi cinque minuti di tempo libero e leggi con attenzione i prossimi paragrafi.
Individua il programma che ritieni più adatto alle tue esigenze, segui le indicazioni che sto per darti e sono sicuro che riuscirai a sincronizzare le cartelle che desideri e condividere i tuoi file con semplicità.
A me, non resta altro che augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!



Indice

  • Dropbox (Windows/macOS/Linux)
  • OneDrive (Windows/macOS)
  • Backup e sincronizzazione di Google (Windows/macOS)
  • iCloud Drive (Windows/macOS)
  • Altri programmi per sincronizzare cartelle

Dropbox (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 1

Dropbox è tra i migliori programmi per sincronizzare cartelle.
Infatti, il celebre servizio di cloud storage permette di scaricare e installare sul proprio computer il client utile a condividere i propri file direttamente dal proprio dispositivo e di averli a disposizione automaticamente su tutti gli altri computer abilitati.



Per sincronizzare le cartelle con Dropbox, per prima cosa collegati al sito Web del servizio e crea il tuo account.
Inserisci, quindi, i tuoi dati nei campi Nome, Cognome, Email e Password, apponi il segno di spunta richiesto per accettare i termini del servizio e premi sul pulsante Registrati, dopodiché rispondi alle domande introduttive, premi sul pulsante Inizia gratis e clicca sul bottone Download di Dropbox per scaricare il client ufficiale del servizio.

Adesso, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file DropboxInstaller.exe, premi sul pulsante Esegui e attendi che l’installazione sia terminata. Se utilizzi un Mac, invece, apri il pacchetto dmg appena scaricato, fai doppio clic sull’icona di Dropbox, premi sul pulsante Apri e attendi il completamento dell’installazione.
Per la procedura dettagliata, ti lascio alla mia guida dedicata al download di Dropbox.



Dopo aver avviato il client del servizio, inserisci le credenziali di accesso al tuo account Dropbox nei campi Email e Password e premi sui pulsanti Accedi e Apri il mio Dropbox.
Completa, quindi, la configurazione del programma selezionando l’opzione Guida introduttiva e premendo sul pulsante Avanti per tre volte consecutive, dopodiché clicca sul pulsante Termina e il gioco è fatto.

In automatico, è stata creata sul tuo computer la cartella Dropbox utile per sincronizzare i tuoi file con tutti gli altri dispositivi.
Su PC Windows, accedi a Esplora File (l’icona della cartella gialla presente sulla barra delle applicazioni) e fai clic sulla voce Dropbox presente nella barra laterale a sinistra; se utilizzi un Mac, fai clic sull’icona del volto sorridente presente nella barra Dock per aprire il Finder e seleziona la voce Dropbox presente a sinistra per aprire la cartella di condivisione del servizio.

Adesso, non ti rimane che trascinare al suo interno i file da sincronizzare con gli altri dispositivi e in automatico saranno disponibili su tutti i computer sul quale è stato installato il client di Dropbox, su tutti i dispositivi mobili sui quali è stata scaricata l’applicazione Dropbox (Android/iOS/Windows 10 Mobile) e, ovviamente, accedendo al tuo account del servizio da browser.



Devi sapere che la versione gratuita di Dropbox offre 2 GB di spazio online.
Per avere più spazio a disposizione e usufruire di funzionalità avanzate, come l’accesso offline da dispositivi mobili e la cronologia delle modifiche ai file, è possibile sottoscrivere uno dei piani in abbonamento tra Plus (9,99 euro/mese o 99 euro/anno) e Professional (19,99 euro/mese o 199 euro/anno). Per approfondire l’argomento, puoi leggere le mie guide su come funziona Dropbox e su come condividere file su Dropbox.

OneDrive (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 2

OneDrive è il servizio di cloud storage di Microsoft, che consente di condividere file e sincronizzare cartelle sia online accedendo al proprio account da browser che scaricando il software gratuito per Windows e macOS.



Per sincronizzare cartelle con OneDrive, collegati al sito ufficiale del servizio, fai clic sulla voce Iscriviti gratuitamente e premi sul pulsante Crea un account Microsoft per creare un account Microsoft, indispensabile per procedere.
Per approfondire l’argomento, puoi leggere la mia guida su come creare un account Microsoft.

Dopo aver creato il tuo account, torna nella pagina principale di OneDrive, seleziona la voce Scarica presente nel menu in alto e, nella nuova pagina aperta, premi sul pulsante Scarica per avviare il download del client di OneDrive.



Completato lo scaricamento, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file OneDriveSetup.exe, premi sul pulsante Esegui e attendi che la barra di avanzamento raggiunga il 100%.
Se utilizzi un Mac, fai invece doppio clic sul file OneDrive.pkg, premi sul pulsante Continua per due volte consecutive e clicca sulla voce Installa, dopodiché inserisci la password del tuo account utente su macOS e premi sul pulsante Installa software per avviare l’installazione di OneDrive.
In alternativa, puoi scaricare il programma anche dal Mac App Store.

Adesso, avvia OneDrive e inserisci il tuo indirizzo email nel campo Immetti il tuo indirizzo email e premi sul pulsante Accedi, dopodiché inserisci la password del tuo account e clicca nuovamente sul pulsante Accedi.
Scegli, quindi, dove posizionare la cartella di OneDrive e premi sul pulsante Avanti, dopodiché specifica quali cartelle sincronizzare e clicca sui pulsanti Avanti e Apri la mia cartella OneDrive per completare la configurazione.

Tutto quello che devi fare per condividere un file con OneDrive e sincronizzare la cartella con tutti i tuoi dispositivi, è trascinare il file all’interno della cartella OneDrive creta poc’anzi e, in automatico, sarà disponibile sul tuo account e su tutti i dispositivi sul quale è installato il client del servizio o l’applicazione per device Android, iOS e Windows 10 Mobile.



Ti sarà utile sapere che OneDrive mette a disposizione gratuitamente 5 GB di spazio online.
Per aumentare lo spazio a propria disposizione, è possibile sottoscrivere un abbonamento che per 2 euro/mese offre 50 GB di spazio di archiviazione o attivare uno dei piani tra Office 365 Personal (7 euro/mese o 69 euro/anno) e Office 365 Home (10 euro/mese o 99 euro/anno) che permette di avere anche il pacchetto Office.
Puoi approfondire il funzionamento del servizio leggendo la mia guida su come funziona OneDrive.

Backup e sincronizzazione di Google (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 3

Tra i software da prendere in considerazione per sincronizzare cartelle c’è anche Backup e sincronizzazione di Google, un tool che permette di condividere file e sincronizzare cartelle tra il servizio di cloud storage di Google e il proprio computer.



Per utilizzarlo, è necessario avere un account Google:
se non ne hai ancora uno, collegati a questa pagina, inserisci i tuoi dati nei campi Nome, Cognome, Nome utente e Password, premi sul pulsante Accedi e segui la procedura guidata per completare la creazione.
Per approfondire l’argomento, puoi leggere la mia guida su come creare un account Google.

Adesso, collegati alla pagina principale di Google Drive, clicca sul pulsante Scarica presente nel box Backup e sincronizzazione e premi sul pulsante Accetta e scarica per avviare il download del client Backup e sincronizzazione di Google.
Completato lo scaricamento, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file installbackupandsync.exe, premi sul pulsante Esegui e attendi che l’istallazione sia completata, dopodiché premi sul pulsante Chiudi per chiudere la finestra e avviare il software.



Se utilizzi un Mac, invece, apri il pacchetto dmg appena scaricato, trascina Backup e sincronizzazione di Google nella cartella Applicazioni di macOS e apri quest’ultima, dopodiché fai clic destro sull’icona del programma e seleziona la voce Apri, per avviare il software la prima volta ed evitare le restrizioni di macOS per le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (le volte successive non ci sarà bisogno di questo passaggio).

Dopo aver installato Backup e sincronizzazione di Google sul tuo computer, avvialo, premi sul pulsante Inizia, inserisci le credenziali di accesso al tuo account Google nei campi Email o telefono e Password e clicca sul pulsante Accedi, dopodiché specifica di quali cartelle effettuare un backup continuo su Google Drive e premi sul pulsante Avanti.
Infine, assicurati che sia presente il segno di spunta accanto alla voce Sincronizza il mio Drive su questo computer e, se lo desideri, personalizza il percorso della cartella premendo sul pulsante  Cambia.
Clicca, quindi, sul bottone Avvia per completare la configurazione del programma.

In automatico sarà creata una cartella per la condivisione dei file con il tuo account Google e con tutti i dispositivi, compresi smartphone e tablet sui quali è installata l’applicazione Google Drive (Android/iOS).
Per accedere alla cartella di Google Drive (che viene sincronizzata in automatico a patto di avere una connessione Internet attiva) apri Esplora File su Windows e Finder su macOS e seleziona la voce Google Drive presente nella barra laterale a sinistra.
Per condividere un file, trascinalo all’interno della cartella, attendine la sincronizzazione (viene mostrato il simbolo ✓ verde) e il gioco è fatto.



Devi sapere che Google Drive è gratuito e mette a disposizione 15 GB di spazio online.
In alternativa, sono disponibili piani diversi in abbonamento che consentono di aumentare lo spazio:
si parte da un minimo 100 GB per 1,99 euro/mese fino a un massimo di 30TB per 299,99 euro/mese.
Per saperne di più, puoi leggere la mia guida su come funziona Google Drive e quella dedicata a questo servizio in abbonamento, chiamato Google One.

iCloud Drive (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 4

iCloud è un’altra valida soluzione per sincronizzare cartelle.
Il celebre servizio di Apple consente di archiviare online i propri file e sincronizzare le cartelle sia su tutti i dispositivi con la mela morsicata, effettuando l’accesso con il medesimo ID Apple su di essi, e anche su PC Windows, scaricando l’apposito client.



Se ritieni iCloud la soluzione più adatta alle tue esigenze e utilizzi un Mac, devi sapere che non è necessario scaricare e installare alcun software poiché il servizio è incluso nativamente su tutti i dispositivi Apple.
Tutto quello che devi fare, se non hai ancora provveduto, è abilitare iCloud Drive:
accedi, quindi, alle Preferenze di Sistema cliccando sull’icona della rotella d’ingranaggio presente nella barra Dock, seleziona la voce iCloud e, nella nuova finestra aperta, apponi il segno di spunta accanto all’opzione iCloud Drive, dopodiché premi sul pulsante Opzioni per visualizzare e scegliere le app che archiviano documenti su iCloud.

Se, invece, hai un PC Windows, collegati al sito di Apple e clicca sul pulsante Scarica per scaricare il client di iCloud.
Completato lo scaricamento, fai doppio clic sul file iCloudSetup.exe, premi sul pulsante Esegui e apponi il segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini dell’accordo di licenza, dopodiché clicca sul pulsante Installa, attendi che l’installazione sia completata e premi sul pulsante Fine per chiudere la finestra e iniziare a usure iCloud.



Adesso, avvia iCloud, inserisci i tuoi dati di accesso nei campi ID Apple e Password e fai clic sul pulsante Accedi, dopodiché assicurati che sia presente il segno di spunta accanto alla voce iCloud Drive e premi sul pulsante Chiudi per completare la configurazione di iCloud su Windows.
Se stai leggendo questa guida a scopo informativo e non hai ancora un ID Apple, ti lascio alla mia guida su come creare un ID Apple.

IMMAGINE QUI 5

Per condividere file e sincronizzare le cartelle utilizzando iCloud Drive, su Mac apri il Finder (il volto sorridente presente nella barra Dock) e fai clic sulla cartella iCloud Drive presente nella barra laterale a sinistra; su PC Windows, invece, apri Esplora File (l’icona della cartella gialla presente sulla barra delle applicazioni) e clicca sulla voce iCloud Drive visibile a sinistra.



Trascina, quindi, i file all’interno della cartella aperta e in automatico saranno sincronizzati su tutti i dispositivi sui quali è abilitato iCloud Drive associato al tuo ID Apple, compresi iPhone e iPad (tramite l’applicazione File installata di serie).
Per approfondire l’argomento, puoi leggere le mie guide su come funziona iCloud e su come accedere iCloud.

Se i 5 GB di spazio online offerti gratuitamente dal servizio non sono sufficienti, devi sapere che puoi aumentare lo spazio a tua disposizione sottoscrivendo uno dei piani in abbonamento disponibili:
50 GB per 0,99 euro/mese, 200 GB per 2,99 euro/mese e 2 TB per 9,99 euro/mese.

Altri programmi per sincronizzare cartelle

IMMAGINE QUI 6



Oltre ai software che ti ho proposto nei paragrafi precedenti, devi sapere che esistono altri programmi per sincronizzare cartelle.
Ecco una lista con ulteriori soluzioni che puoi prendere in considerazione.

  • SugarSync (Windows/macOS):
    è un altro valido servizio di cloud storage che offre gratuitamente uno spazio di archiviazione di 5 GB (sono disponibili anche piani in abbonamento a partire da 7,49 dollari/mese per 100 GB di spazio).
    Scaricando l’apposito client, consente di sincronizzare le cartelle dei vari computer con il proprio account.
    È disponibile anche sotto forma di applicazione per dispositivi Android e iOS.
  • FreeFileSync (Windows/macOS/Linux):
    è la soluzione ideale per chi è alla ricerca di un programma per sincronizzare cartelle dello stesso computer, ma anche di dispositivi connessi alla rete o hard disk esterni collegati al computer.
    È gratuito e completamente in italiano.
  • Allway Sync (Windows):
    è un software simile a FreeFileSync per sincronizzare cartelle dello stesso computer.
    Gli utenti più esperti possono trovare numerose funzionalità per configurare il tutto nei minimi dettagli.
    È disponibile gratuitamente per un uso privato.
  • LogMeIn (Windows/macOS):
    è un servizio che consente di accedere al proprio computer da qualsiasi dispositivo, condividendo file e sincronizzando cartelle.
    È disponibile in abbonamento con prezzi a partire da 349,99 dollari/anno, con la possibilità di testarne le funzionalità attivando la prova gratuita di 30 giorni.
  • Gruppo Home (Windows):
    non è un programma, bensì una funzionalità nativa di Windows, grazie alla quale i computer connessi in rete possono condividere e sincronizzare cartelle tra di essi.
    Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come sincronizzare cartelle con Gruppo Home.

programmi per stasera



programmi per stasera

Ogni giorno la stessa storia:
arrivi a casa dal lavoro e, dopo una giornata impegnativa, vorresti goderti una serata rilassante davanti alla televisione.
Purtroppo però, a causa della mancanza di tempo, non arrivi mai preparato alla visione serale e, puntualmente, finisci per fare zapping con il telecomando, nel tentativo di scoprire quali sono i programmi in onda.
Un sistema che ti fa perdere tempo e che trovi abbastanza antipatico:
scommetto che vorresti sapere se c’è un modo per conoscere in anticipo i programmi della serata in televisione.

Certo che c’è! Questa guida è stata scritta proprio con l’obiettivo di aiutarti a risolvere il tuo problema.
Solitamente la programmazione televisiva è organizzata in anticipo e la scaletta è pubblicamente disponibile alla lettura.
In questo modo potrai arrivare preparato alla visione e organizzare la tua serata per vedere la trasmissione che più preferisci.

Come dici?
Non sei molto pratico con il mondo di Internet e non sai dove recarti per vedere la programmazione televisiva?
Non preoccuparti, non è affatto un problema.
In questa guida ti spiegherò passo per passo come districarti nel vasto mondo del Web, indicandoti i migliori siti Internet dove trovare la programmazione della televisione.
Inoltre, per maggiore completezza d’informazione, ti segnalerò alcune applicazioni gratuite per dispositivi mobili Android e iOS.
Tramite le applicazioni da me segnalate potrai leggere la programmazione televisiva direttamente sul tuo smartphone o tablet.
Queste premesse ti hanno incuriosito e ora non vedi l’ora di saperne di più?
D’accordo, iniziamo subito.
Come al solito, ti auguro una buona lettura.



Staseraintv.com

IMMAGINE QUI 1

Se desideri scoprire la programmazione televisiva soltanto relativa alla giornata odierna, il primo sito Internet che ti consiglio di visitare è il portale Web www.staseraintv.com.



Questo sito Internet si prefigge l’obiettivo di indicare in Home Page soltanto la programmazione televisiva relativamente ai programmi giornalieri presenti in fascia serale.
La programmazione mostrata, infatti, inizia indicando i programmi presenti nella fascia pomeridiano-serale (intorno alle 18:00) e termina con l’indicazione dei programmi presenti in fascia notturna, partendo dalla seconda serata (dalle 23:00 fino alle ore 5:00 di mattina).
È comunque disponibile in qualsiasi momento alla lettura la programmazione televisiva completa.

Ciò che caratterizza il sito Web indicato è la sua interfaccia utente minimale correlata da alcuni riquadri dedicati ai suggerimenti per i film o le trasmissioni più importanti in onda.
Tramite i riquadri in questione sarà possibile leggere l’orario della programmazione suggerita e la trama del programma, del film o della serie televisiva.
Potrai così avere le idee più chiare su cosa guardare alla televisione.

Se desideri conoscere i programmi in onda nella serata odierna, apri il tuo browser che usi per navigare in Internet (ad esempio Google Chrome o Safari) e digita, nella barra degli indirizzi www.staseraintv.com.
Premi ora il tasto Invio dalla tastiera del tuo Computer Windows o Mac e attendi che venga caricata la pagina iniziale del sito Internet che ti ho indicato.



Come puoi vedere, questo sito Web indica la programmazione televisiva per tutti i programmi della serata sulle emittenti nazionali.
Sono anche inclusi i programmi che vengono trasmessi sulle emittenti televisive a pagamento come Sky e Mediaset Premium.
Vi è inoltre una sezione dedicata ai contenuti di prossimo arrivo su Netflix.

Se desideri conoscere la programmazione televisiva di un canale, tutto ciò che devi fare è fare clic sul pulsante con il logo del canale televisivo (per esempio Rai1).
Si aprirà così la schermata esclusivamente dedicata al canale televisivo da te scelto e potrai leggere la programmazione completa per la giornata odierna.
In alternativa, direttamente dalla Home Page del sito Internet in questione, puoi leggere la programmazione televisiva relativamente alla fascia serale per tutte le emittenti televisive.
Per sfogliare le altre pagine del sito Internet, al fine di individuare il canale televisivo da te desiderato, puoi utilizzare il pulsante Pagina [numero della pagina] che trovi in fondo (Pagina 2, Pagina 3 e così via).



Infine, non dimenticare di dare uno sguardo ai riquadri laterali con i consigli sui programmi in onda.

La guida TV del sito Internet www.staseraintv.com è consultabile anche tramite applicazione gratuita per dispositivi mobili Android, iOS e Windows Phone.

Questaseraintv.it

IMMAGINE QUI 2



Per consultare la programmazione televisiva puoi anche recarti sul sito Internet www.questaseratv.it il quale offre la lettura della programmazione della giornata odierna e di quella precedente.
L’interfaccia del sito Internet in questione è altrettanto semplice e minimale.

A differenza di altri siti Web, questo portale si fa però notare per la possibilità di vedere il trailer relativo al film o alla serie televisiva che sarà trasmesso.
In questo modo sarà più facile scegliere il programma da vedere.



Per utilizzarlo, collegati alla sua pagina Internet principale tramite il browser che usi per navigare su Internet.
Direttamente nella Home Page del sito Internet in questione potrai trovare l’elenco completo della programmazione televisiva.
Tieni però presente che anche questo Internet offre in Home Page soltanto la lettura della programmazione televisiva in fascia serale e notturna.
Per leggere la programmazione televisiva completa dovrai recarti singolarmente sulla scheda relativa ad un singolo canale televisivo.

Per sapere i programmi televisivi in onda puoi utilizzare i tasti rapidi presenti in alto:
Stasera in TV (per vedere l’elenco di tutti i programmi in onda in fascia serale/notturna), Film Stasera (per vedere soltanto l’elenco di tutti i film che andranno in onda in fascia serale/notturna), Ora in TV (fai riferimento a questo pulsante per vedere l’elenco di tutti i programmi attualmente in onda) e il pulsante Ieri in TV (per leggere la programmazione della serata precedente).

In alternativa, utilizza il menu a tendina Seleziona canale per trovare la programmazione televisiva di un canale a tua scelta.
In questo sito Internet non sono incluse le emittenti a pagamento come Sky o Mediaset Premium.
Inoltre, puoi leggere la programmazione televisiva direttamente dalla Home Page del sito Internet, sfogliando le pagine del sito Web tramite il pulsante con il numero della pagina (1, 2, 3 e così via).



Se desideri avere maggiori informazioni su una trasmissione che andrà in onda, puoi accedere alla scheda ad essa dedicata facendo clic sulla voce Continua a leggere.
Troverai la trama del film, della serie televisiva o del programma in questione e, se disponibile alla visione, anche il trailer.

Guidatv.sky.it

IMMAGINE QUI 3



Hai Sky e vorresti sapere quali sono i programmi che andranno in onda nel corso della serata?
Non è affatto un problema.
Puoi consultare la guida televisiva dell’emittente in questione tramite il sito Internet ufficiale di Sky.

Per farlo, apri il browser che utilizzi per navigare quotidianamente su Internet e recati sul sito Internet www.guidatv.sky.it.
Il sito Internet ufficiale di Sky si presenta con un’interfaccia utente ricca di elementi multimediali, di conseguenza il suo utilizzo può risultare inizialmente un po’ confusionario.

Nella Home Page del sito, in corrispondenza della voce Stasera in TV puoi trovare una serie di immagini corrispondenti alle schede dei principali programmi televisivi che andranno in onda in prima serata.



Più sotto, in corrispondenza della voce Il meglio della settimana, trovi la programmazione televisiva settimanale prevista in fascia serale.
In questa sezione vi è inoltre presente una suddivisione per generi:
Cinema, Intrattenimento, Sport, Doc e Lifestyle, Bambini e Musica. Sarà così possibile consultare la programmazione soltanto relativamente al genere di interesse.

Nella Home Page del sito segnalato vi è anche indicata una parte della programmazione per Sky On Demand e Sky Prima Fila.
È possibile saperne di più utilizzando rispettivamente i pulsanti Sfoglia tutto il catalogo e Tutta la programmazione.



Se desideri visualizzare la programmazione televisiva di Sky tramite una più comoda interfaccia a griglia, ti consiglio di fare clic sulla voce Griglia Programmi che trovi nel menu in alto.
In maniera visivamente più chiara potrai confrontare la programmazione televisiva per ciascun canale, con la programmazione riguardante tutta la giornata.

Come accedere al Televideo

IMMAGINE QUI 4

Se sei una persona amante delle tradizioni, puoi vedere l’elenco completo dei programmi televisivi direttamente dal tuo televisore accedendo alla pagina del Televideo.
Lo storico servizio di teletext della Rai mostra l’elenco completo della programmazione televisiva per alcuni canali nazionali.



Il teletext, seppur da considerare uno strumento tradizionale e un po’ limitato, si rivela ancora utile per chi non dispone di una televisione di ultima generazione e vuole consultare notizie, leggere guide ai programmi televisivi, e avere a disposizione altre informazioni utili direttamente sul proprio televisore.

Per accedere al televideo e leggere la programmazione televisiva è necessario almeno un televisore con decoder esterno, già integrato invece nei televisori di nuova generazione.
Per visualizzare il televideo basterà poi premere sul telecomando il pulsante con il simbolo del teletext (alcuni televisori hanno il telecomando con il pulsante Text o Txt.
Modelli più vecchi di televisioni potrebbero presentare questo pulsante sul telecomando del decoder.) Il tasto per accedere al Televideo potrebbe però cambiare a seconda del modello del televisore.



Si accederà così alla pagina iniziale del televideo (pagina 100) e la navigazione sarà possibile tramite la digitazione delle pagine desiderate tramite i pulsanti dei numeri sul telecomando.
In particolar modo, la pagina dedicata alla guida TV è indicata al numero 500 (per i canali Rai) e 300 (per i canali Mediaset).

Il Televideo è comunque consultabile anche tramite l’apposito sito Internet dedicato.

Applicazioni per consultare la guida TV

IMMAGINE QUI 5



Se stai cercando delle applicazioni che ti consentano di vedere l’elenco completo della programmazione televisiva, ti consiglio il download dell’applicazione SuperGuidaTV (Android/iOS).

Si tratta di un’applicazione senz’altro degna di nota di cui ti ho parlato nel dettaglio nella mia guida intitolata come registrare dal digitale terrestre.
Per consultare la programmazione televisiva ti consiglio anche il download dell’applicazione gratuita Guida TV GRATIS per Android.



programmi per testare la ram



programmi per testare la ram

Il tuo computer si blocca all’improvviso senza alcun valido motivo (almeno in apparenza) e non riprende a funzionare fin quando non lo spegni e non lo riavvii manualmente?
Molto probabilmente c’è qualche problema a livello di RAM.
Dare dei giudizi affrettati non è però nella mia natura ed è proprio per questo che oggi voglio suggerirti di fugare ogni tuo dubbio al riguardo ricorrendo all’uso di uno degli appositi programmi per testare la RAM che trovi in questa guida.

Prima di fornirti tutte le indicazioni del caso mi pare però doveroso schiarirti le idee in merito alla questione.
Qualora non ne fossi a conoscenza, la RAM, acronimo di Random Access Memory e meglio nota come memoria ad accesso casuale, è un componente fondamentale del computer.
Si tratta infatti della memoria in cui vengono conservati momentaneamente tutti i dati relativi ai processi che vengono eseguiti sul PC e quando questa risulta essere danneggia o è insufficiente il funzionamento dell’intero sistema viene compromesso e possono verificarsi problemi come quelli di cui sopra.

Chiarito ciò, direi quindi di non perdere ulteriore tempo prezioso, di mettere al bando le ciance e di cominciare immediatamente a darci da fare per andare a scoprire quali sono i migliori programmi per testare la RAM attualmente in circolazione, sia per quanto concerne l’universo Windows che quello Mac (oltre che per Linux).
Allora, sei pronto?
Si?
Ottimo! Iniziamo!



Nota: A prescindere dal programma utilizzato per testare la RAM, la procedura in questione potrebbe richiedere diversi minuti (in alcuni casi addirittura delle ore!) per essere completata, tutto dipende dal quantitativo della stessa installata sul computer. Proprio per questo, ti consiglio di avviare l’esecuzione di uno dei programmi per testare la RAM che trovi indicati qui sotto solo quando sei sicuro di non dover utilizzare il computer per un lungo lasso di tempo (es.
prima di andare a dormire).
Qualora l’esito del controllo portasse a galla la presenza di problemi nel tuo computer, contatta l’assistenza del relativo produttore o il tuo tecnico di fiducia per cercare di mettere a posto la situazione.

Memtest86

IMMAGINE QUI 1



Quando si parla di programmi per testare la RAM, è impossibile non menzionare Memtest86.
Si tratta di un avanzato software gratuito che si masterizza su un CD o un DVD vuoto e si avvia al posto di Windows per eseguire una serie di test sulla memoria del computer.

Non ha un’interfaccia utente molto accattivante (è solo testuale) ma è molto meno difficile da usare di quello che si teme.
Basta, di fatto, avviarlo ed attendere l’esito del controllo.
Per maggiori informazioni sul da farsi, puoi leggere la mia guida su come testare la RAM mediante cui ho provveduto a fornirti tutte le spiegazioni del caso.

Per effettuare il download di Memtest86 sul tuo computer e cominciare subito ad utilizzare il programma fai clic qui.



MemTest

IMMAGINE QUI 2

In un articolo dedicato a quelli che sono i migliori programmi per testare la RAM non può assolutamente mancare MemTest.
Si tratta di una piccola applicazione gratuita che permette di verificare il corretto funzionamento e la bontà della RAM direttamente da Windows senza riavviare il PC o masterizzare sistemi di verifica su CD e DVD.



Per utilizzarlo, basta lanciare il software, specificare il quantitativo di memoria da testare e cliccare sul pulsante Start testing.
Sono disponibili anche due versioni a pagamento del programma, una Pro che include report più approfonditi per i test e una Deluxe che supporta anche la creazione di un CD/DVD bootabile con cui testare la RAM più a fondo.

Per effettuare il download (ed eventualmente anche l’acquisto) di MemTest sul tuo computer e cominciare subito ad utilizzare il programma fai clic qui.

MemScope

IMMAGINE QUI 3



MemScope è un altro software gratuito per testare la RAM che funziona all’esterno del sistema operativo. Il software non include un’interfaccia grafica, funziona solo testualmente, ma con un po’ di pratica può essere utilizzato senza troppi problemi anche dai meno esperti in fatto di informatica.

Per utilizzare il programma bisogna prima scaricare la sua immagine ISO, poi masterizzarla su un CD/DVD vuoto e successivamente bisogna eseguire il boot del PC da quest’ultimo.
In seguito, bisogna premere il tasto 1 sulla tastiera del computer, selezionare il test da eseguire sulla memoria ed attendere il responso.



Per effettuare il download di MemScope sul tuo computer e cominciare subito ad utilizzare il programma fai clic qui.

Diagnostica Memoria Windows

IMMAGINE QUI 4

Forse non tutti lo sanno, ma per testare la RAM su Windows 7, Windows 8/8.x e su Windows 10 non c’è bisogno necessariamente di scaricare dei software di terze parti.
È possibile utilizzare anche l’utility Diagnostica memoria Windows inclusa “di serie” nel sistema.



Per accedervi, basta recarsi in Start, digitare il termine memoria nel campo di ricerca visualizzato a schermo e selezionare la voce Esegui la diagnosi dei problemi di memoria del computer dai risultati.
Successivamente bisogna acconsentire affinché il PC si riavvii dopodiché verrà eseguito il test prima della partenza del sistema operativo.
Puoi trovare maggiori info al riguardo nella mia guida su come ovviare ai problemi di RAM.

Apple Hardware Test

IMMAGINE QUI 5



Gli utenti Mac che hanno bisogno di testare la RAM del proprio computer possono rivolgersi all’Apple Hardware Test, uno strumento diagnostico gratuito incluso “di serie” nei computer di Cupertino che consente di effettuare dei test sullo stato della memoria, della scheda logica e di altri componenti del Mac in modo da rilevare eventuali malfunzionamenti dovuti a componenti difettosi.

Per utilizzarlo, occorre rimuovere tutti i dispositivi USB collegati al Mac, riavviare il sistema e tenere premuto il tasto D della tastiera in fase di accensione del computer.
Ti ho spiegato in maniera estremamente dettagliata in che modo procedere nella mia guida su come testare la RAM Mac.

Rember

IMMAGINE QUI 6



La soluzione per effettuare il test della RAM su Mac che ti ho già menzionato non ha saputo attirare in maniera particolare la tua attenzione?
Allora da’ subito uno sguardo a Rember e vedrai che non te ne pentirai.
Si tratta infatti di una delle migliori applicazioni gratuite della categoria per quanto concerne l’universo macOS. Si tratta essenzialmente di una GUI per l’utility memtest, attraverso cui è possibile esaminare la memoria dei computer Apple senza uscire da macOS.

Per utilizzarlo, non bisogna far altro che selezionare il quantitativo di RAM da testare selezionando l’opzione Tutta per tutta la memoria o specificando il quantitativo di memoria nel campo sottostante.
Il software include anche una funzione per terminare automaticamente tutti i programmi attualmente in esecuzione sul Mac, in modo da testare quanta più RAM possibile.



Per effettuare il download di Rember sul tuo computer e cominciare subito ad utilizzare il programma fai clic qui.

TechTool Pro

IMMAGINE QUI 7

I programmi per testare la RAM su Mac che ti ho già indicato non ti hanno soddisfatto?
Sei disposto anche a metter mano al portafogli per effettuare approfonditi test sulla memoria del tuo computer a marchio Apple e, perché no, anche per verificare l’effettivo buon funzionamento dell’intero sistema?
Allora non posso non consigliarti di rivolgerti è TechTool Pro.
Trattasi di un famoso uno strumento diagnostico commerciale in grado di testare vari componenti e non solo la memoria RAM.



Per quanto riguarda i moduli di memoria, questi sono testati con meccanismi simili a quelli di Memtest ed è possibile ottenere dettagli quali il produttore, la data di produzione e altro ancora.

Per effettuare l’acquisto e il download di TechTool Pro sul tuo computer e cominciare subito ad utilizzare il programma fai clic qui.



Geekbench

IMMAGINE QUI 8

Un altro software a cui puoi affidarti per testare le performance della RAM è Geekbench.
Si tratta di una soluzione universale per il benchmarking che consente di valutare lo stato della RAM ma, considerando la sua natura, anche e soprattutto quello del processore.

Può essere sfruttato non solo su computer, su Windows, macOS e Linux, ma anche su device mobile, sia che si tratti di uno smartphone o tablet Android che di un device iOS. Il software è a pagamento ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne tutte le funzioni per un periodo di 30 giorni.



Per effettuare il download (ed eventualmente anche l’acquisto) di Geekbench sul tuo computer e cominciare subito ad utilizzare il programma fai clic qui.

programmi per ufficio gratis



programmi per ufficio gratis

Se hai acquistato di recente un nuovo PC Windows è probabile che vi sia inclusa una versione di prova al famoso pacchetto di programmi per ufficio Microsoft Office.
Tale pacchetto integra infatti una serie di programmi utili per lavorare, tra cui anche software di frequente utilizzo come Microsoft Word, Microsoft Excel e Microsoft PowerPoint che, rispettivamente, ti consentono di scrivere, creare fogli di calcoli e di realizzare presentazioni mediante la creazione di diapositive.

Purtroppo però il pacchetto di software Microsoft Office, scaduta la versione di prova, richiede l’acquisto di una versione a pagamento con prezzi abbastanza elevati.
In quest’ottica, quindi, se non ti va di pagare per utilizzare questi strumenti pensati principalmente per lavorare, puoi rivolgerti ad alcuni tra i migliori programmi per ufficio gratis.

In alternativa al noto pacchetto di software di Microsoft di cui ti ho appena parlato, esistono diversi programmi per l’ufficio gratis che offrono funzionamenti del tutto simili, oltre che essere di facile e immediato utilizzo.
Spesse volte, infatti, i programmi per ufficio gratis sono realizzati basandosi su quelli a pagamento, garantendo così agli utilizzatori un’esperienza d’uso che si avvicina a quella data dal software originale.
Se sei dunque interessato a scoprire quali programmi per ufficio gratis utilizzare, ti suggerisco di prenderti qualche minuto di tempo libero per leggere con calma questa mia guida.



In questo tutorial ti parlerò infatti di quali sono i migliori programmi per ufficio gratis, spiegandoti i loro punti di forza.
Sei dunque pronto per iniziare?
Sì?
Benissimo, allora ti auguro una buona lettura.

Libre Office

IMMAGINE QUI 1



LibreOffice è una tra le migliori alternative gratuite al pacchetto di software Microsoft Office.
Si tratta infatti di una suite di software completamente gratuita e disponibile per privati ma anche aziende.
Il suo punto di forza è senz’altro la piena compatibilità con i file di Microsoft Office.
Voglio inoltre segnalarti la disponibilità di una pratica versione portable di Libre Office.
Potrai così scaricarla e utilizzarla senza dover obbligatoriamente installarla.
LibreOffice è una suite di programmi che è disponibile in diverse lingue, tra le quali anche l’italiano, ed è compatibile per PC Windows, Mac e Linux.

Per scaricare Libre Office sul tuo PC devi quindi recarti al sito ufficiale e poi premere sul pulsante Scaricate Ora.
Nella finestra successiva che andrà ad aprirsi potrai quindi scegliere se scaricare la versione per Windows o Mac, a seconda del sistema operativo del tuo PC.

Una volta completata la procedura di download, se stai utilizzando un PC Windows, apri il file di installazione di Libre Office appena ottenuto, fai doppio clic su di esso per avviarne l’installazione.
Se invece stai utilizzando un Mac, ti basterà fare clic sul file una volta scaricato, dopodiché dovrai trascinare l’icona del programma nella cartella Applicazioni.



Indipendentemente dal sistema operativo del tuo computer dovrai avviare l’installazione del software quindi, nella schermata che andrà ad aprirsi all’avvio del programma, dovrai premere il pulsante Next per due volte consecutive e poi il pulsante Install.
Premi poi sul pulsante Finish per concludere l’installazione.
Per avviare il programma ti basterà fare clic sulla sua icona.

Come puoi vedere, una volta che avrai avviato il programma, Libre Office offre la sua versione gratuita della maggior parte dei programmi per ufficio disponibili all’interno del pacchetto Microsoft Office:
Documento Writer corrisponde a Microsoft Word, Foglio Elettronico Calc corrisponde a Microsoft Excel, Presentazione Impress è il corrispettivo di Microsoft Power Point, Disegno Draw è simile a Microsoft Publisher e vi è poi Formula Math come editor per equazioni e formule e anche Database Base al posto di Microsoft Access.



Per utilizzare uno tra i programmi per ufficio gratis di LibreOffice ti basterà fare clic sul nome del programma che desideri utilizzare tra quelli appena elencati.
Se già conosci e hai in passato utilizzato i programmi per ufficio di Microsoft Office troverai familiari gli strumenti disponibili nei programmi per ufficio gratuiti offerti da LibreOffice.

Open Office

IMMAGINE QUI 2

 



Open Office è la suite per l’ufficio gratuita ed open source dalla quale è nato successivamente LibreOffice.
Sviluppata dalla società Software Foundation, è disponibile anche in una pratica versione portatile, che ti eviterà così noiose procedure d’installazione.

Prima della scissione tra LibreOffice e Open Office, era probabilmente OpenOffice uno tra i migliori software per ufficio gratis.
Ciò che ora differenzia i due pacchetti di software è il minor supporto da parte degli sviluppatori per OpenOffice.
Rispetto a LibreOffice, infatti, OpenOffice viene aggiornata meno di frequente ma si tratta comunque di una valida alternativa gratuita della suite Microsoft Word.



OpenOffice è completamente in italiano oltre ad essere con tutti i principali sistemi operativi (Windows, MacOS e Linux).
Comprende anch’esso programmi per videoscrittura, fogli di calcolo, presentazioni, database e disegno.
OpenOffice è disponibile al download gratuito per privati, per aziende e per la Pubblica Amministrazione, ed è compatibile con i file della suite di Microsoft Office.

Per scaricare la suite Open Office dovrai recarti al sito ufficiale e fare clic sul pulsante Download per poi fare clic sul pulsante Scarica Versione completa. Nella schermata successiva verrai rimandato al sito Web che ospita il client d’installazione e partirà quindi il download del pacchetto d’installazione di OpenOffice.
Se invece stai utilizzando un Mac, ti basterà fare clic sul file una volta scaricato, dopodiché ti basterà trascinare l’icona del programma nella cartella Applicazioni.

Per avviare l’installazione su Windows, fai doppio clic sul file scaricato e poi premi su SI per aprirlo.
Nel pannello di installazione fai clic su Avanti, sul pulsante Installa e poi su Fine.
Per completare l’installazione guidata fai poi clic su Avanti, inserisci il tuo nome utente e poi fai clic nuovamente su Avanti per due volte consecutive e poi fai clic sul pulsante Installa per poi concludere l’installazione, facendo clic su Fine.



A procedura completata dovrai effettuare la registrazione a Open Office:
clicca sul pulsante Avanti e inserisci poi i tuoi dati (nome, cognome, iniziali) e poi premi sul pulsante Fine.
Avrai così completato tutte le procedure necessarie e potrai incominciare a utilizzare Open Office.

Utilizzando Open Office avrai a disposizione strumenti simili a quelli di Microsoft Office:
Documento di testo, Foglio elettronico, Presentazione, Disegno, Database e Formula. Gli strumenti integrati per ogni software sono simili a quelli di Microsoft Office, anche se risultato meno completi rispetto a Libre Office.



Kingsoft Office

IMMAGINE QUI 3

 

Kingsoft Office è da menzionare senz’altro tra la lista dei programmi per ufficio gratis.
Si tratta di una suite di programmi in lingua inglese che include un’alternativa gratuita ai software di Microsoft Office per la realizzazione di documenti scritti, presentazioni e fogli di calcolo.
Include quasi tutte le funzioni di Word, Excel e PowerPoint ed è pienamente compatibile con i formati di file prodotti da questi software.
La sua interfaccia è molto curata anche se ricorda quella delle vecchie versioni di Microsoft Office.
È completamente gratuito ma purtroppo non contempla la lingua italiana né per l’interfaccia utente né per il controllo ortografico.
Inoltre la sua suite di pacchetti è limitata a soli tre strumenti:
WPS Writer (programma per la videoscrittura), WPS Presentation (programma per la creazione di presentazioni sotto forma di diapositive) e WPS Spreadsheet (per la creazione di fogli di calcolo).



Oltre ad essere utilizzabile su PC Windows, Kingsoft Office è disponibile gratuitamente anche per Linux, Android e iOS.
Non è invece disponibile la versione per MacOS.
Una volta che avrai scaricato il client di installazione dal sito ufficiale, avvia l’installazione facendo doppio clic sull’icona ottenuta per poi premere il pulsante Install Now.

Abi Word

IMMAGINE QUI 4



 

Abi Word è la soluzione ideale per chi non ha bisogno di programmi per ufficio gratis di tantissimi tipi ma si accontenta solo di un buon software per la videoscrittura.
Caratterizzato da un’interfaccia molto semplice ed elegante, lontana dall’esuberanza delle ultime edizioni di Microsoft Word, questo programma include tutti i principali strumenti per redigere documenti di livello professionale.
Supporta pienamente i formati di file di Microsoft Office ed è inoltre disponibile il dizionario per la correzione del testo in lingua italiana, permettendoti così attivare lo strumento di correttore ortografico.
Abi Word è disponibile per PC Windows e Linux.

Per scaricare Abi Word recati prima di tutto sul sito ufficiale per poi premere sul pulsante Microsoft Windows o Linux per scaricare il client di installazione.
Eseguilo facendo doppio clic su di esso e premendo poi sul pulsante SI per avviarlo.
Seleziona quindi la lingua italiana e premi sul pulsante Avanti in maniera consecutiva fino a che non verrà avviata e completata l’installazione del software.
Premi poi il pulsante Fine al termine dell’installazione.



All’avvio del software potrai sicuramente notare l’interfaccia spartana di Abi Word, pensata appositamente per evitare distrazioni e permettere così un’esperienza d’uso concentrata sulla videoscrittura.
Nonostante l’interfaccia sia quindi molto semplice e un po’ povera di funzionalità aggiuntive, Abi Word è sicuramente un ottimo programma di videoscrittura gratuito.

Altri programmi per ufficio gratis:

IMMAGINE QUI 5



 

I software per ufficio gratuiti che si propongono come alternativa al pacchetto Microsoft Office sono davvero tanti.
La scelta su quale utilizzare dipende tutto da quelle che sono le tue esigenze e le funzionalità aggiuntive di cui hai bisogno.
Posso quindi indicarti qui di seguito un elenco riassuntivo di altri popolari programmi per ufficio gratis.

  • SoftMaker FreeOffice:
    altra valida suite alternativa e gratuita a Microsoft Office.
    Rispetto ai programmi del pacchetto Office, SoftMaker FreeOffice contiene il software TextMaker, che corrisponde a Word, PlanMaker, che corrisponde ad Excel, Presentations, che corrisponde a PowerPoint oltre che il software Kexi, simile ad Access. Il software si presenta con un’interfaccia utente e il pieno supporto alla lingua italiana è disponibile gratuitamente sia per uso privato che per l’eventuale uso commerciale, ed è disponibile per i sistemi operativi Windows, Linux e Android.
  • Calligra Suite:
    suite di programmi per ufficio gratis che comprende diversi programmi:
    Words, che corrisponde a Word, Sheets, che corrisponde ad Excel, Stage, che corrisponde a PowerPoint.
    La suite di programmi è scaricabile in maniera del tutto gratuita e utilizzabile per PC Windows, su Mac e Linux.
  • OnlyOffice Desktop Editor: si tratta di una tra le migliori suite di programmi per ufficio gratis che puoi scaricare per scrivere testi, creare fogli di lavoro e realizzare diapositive per presentazioni.
    Il punto di forza di OnlyOffice Desktop Editor è la sua disponibilità per Windows, Mac e Linux ma anche come applicazione per dispositivi mobili Android e iOS.
     Degna di nota anche la disponibilità di effettuare una prova per la versione cloud della suite.

programmi per vedere foto



programmi per vedere foto

Non sei un professionista del settore, ciò va detto, ma la fotografia è comunque una tua grande passione.
Proprio per questo, ti piacerebbe sapere se esiste qualche bel software grazie al quale poter osservare al meglio i tuoi scatti.

Date le circostanze, direi che sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto.
Pensa un po’… con questo mio tutorial di oggi desideravo giust’appunto indicarti quelli che a mio modesto parere costituiscono i migliori programmi per vedere foto presenti su piazza.
Ce ne sono sia per Windows che per macOS (oltre che per Linux) e sono tutti completamente gratuiti ed estremamente semplici da usare.

Suvvia, dunque, non perdiamo altro tempo in chiacchiere ed entriamo immediatamente nel vivo della questione.
Spero che alla fine tu possa reputarti ben contento e soddisfatto di quanto appreso.
Sei pronto?
Sì?
Alla grande.
Allora al bando le ciance e procediamo.
Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca a lupo per ogni cosa.



Indice

  • Foto (Windows)
  • Foto (macOS)
  • XnView MP (Windows/macOS/Linux)
  • FastStone Image Viewer (Windows)
  • NexusImage (Windows)
  • IrfanView (Windows)
  • App per vedere foto

Foto (Windows)

IMMAGINE QUI 1

Chi cerca programmi per vedere foto e utilizza Windows 10, ha la possibilità di usare l’applicazione Foto per, appunto, visualizzare immagini varie sul computer.
È sviluppata da Microsoft stessa, la si trova preinstallata (quindi è gratis) e permette anche di modificare gli scatti fatti, grazie ai semplici ma efficaci strumenti per l’editing integrati.



Per servirtene, richiama l’applicazione Foto tramite il menu Start e seleziona le foto da visualizzare dalla sezione Raccolta oppure da quella Album (previa selezione del relativo album fotografico) o, ancora, da quella denominata Cartella (previa selezione della relativa cartella).
Successivamente, potrai visualizzare le immagini sotto forma di miniature o, facendoci doppio clic sopra, in maniera ingrandita

Quando apri una foto, puoi anche servirti dei pulsanti situati in alto per apportare semplici modifiche, condividere l’immagine, procedere con la stampa ecc.



Tieni poi presente che se Foto è impostato come programma predefinito per l’apertura delle immagini (per maggiori informazioni a riguardo, ti invito a leggere il mio tutorial su come cambiare programma predefinito), puoi visualizzare le tue foto anche facendo direttamente doppio clic sui relativi file.

Da notare che anche le precedenti versioni di Windows integrano un visualizzatore di foto che, sebbene un tantino meno funzionale ed elegante rispetto a quello di Windows 10, resta comunque molto valido.
Lo si può richiamare dal menu Start o facendo doppio clic sull’immagine da aprire.

Foto (macOS)

IMMAGINE QUI 2



Anche su macOS è disponibile una soluzione di serie per la visualizzazione delle immagini.
Similmente a Windows 10, anche in tal caso l’applicazione si chiama Foto.
Si tratta di una risorsa specifica per i computer a marchio Apple grazie alla quale, come lascia intendere lo stesso nome, è possibile visualizzare, organizzare e gestire le foto su Mac.
È stata sviluppata direttamente da Apple, è totalmente gratis ed è facilissima da usare.
Integra anche dei comodi strumenti grazie ai quai si possono eseguire semplici operazioni di image editing.

Per usarla, apri in primo luogo Foto cliccando sulla relativa icona (quella con il fiore multicolore su sfondo bianco) presente sulla barra Dock.
Una volta visualizzata la finestra principale dell’app, se non hai già provveduto a importare le immagini che vuoi visualizzare, fallo recandoti nel menu File (in alto a sinistra) e selezionando la voce Importa.
Successivamente potrai anche decidere di organizzare le foto in album, selezionando la voce apposita su schermo.

Tutte le foto ti saranno mostrate al centro della finestra, in miniatura.
A seconda di quelle che sono le tue esigenze, puoi scegliere di visualizzarle per ordine di importazione, per momenti, in raccolte o per anni, semplicemente selezionando le relative voci nella barra laterale di sinistra.



Se poi vuoi visualizzare una data immagine in maniera ingrandita, facci doppio clic sopra.
Nella schermata che successivamente ti sarà mostrata, potrai altresì apportare delle modifiche alla foto scelta premendo sul pulsante Modifica situato in alto a destra e servendoti delle barre di regolazione, dei pulsanti e degli strumenti che trovi a destra, previa selezione delle schede Regola, Filtri e Ritaglia.

XnView MP (Windows/macOS/Linux)

IMMAGINE QUI 3

In alternativa alle soluzioni di serie già menzionate, tra i programmi per vedere foto che voglio suggerirti di provare c’è XnView MP. Noto in primis per la sterminata gamma di file grafici che riesce ad aprire (oltre 400), questo software costituisce senza ombra di dubbio uno dei migliori della categoria.
Permette di leggere i dati EXIF delle foto, ridimensionare e ruotare le immagini, aggiungere effetti digitali, correggere gli errori più comuni degli scatti amatoriali, creare gallery per il Web, convertire e rinominare in serie le immagini, comparare le foto una di fianco all’altra e molto altro ancora.
È disponibile per Windows, macOS e Linux ed è gratis.



Per scaricarlo sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e premi sul pulsante Zip Win 64bit (se stai usando Windows a 64 bit), oppure su quello Zip Win 32bit (se stai usando Windows a 32 bit) o, ancora, sul bottone OSX DMG 64bit (se stai usando macOS).

A scaricamento ultimato, su Windows, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una posizione qualsiasi, apri il file .exe presente al suo interno e, nella finestra che compare sul desktop, clicca sul bottone Esegui.
Se ti viene mostrato un messaggio d’errore, fai clic destro sull’icona del programma e scegli l’opzione Esegui come amministratore dal menu contestuale, in modo tale da avviare il software con privilegi di amministrazione.



Se stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del computer, dopodiché facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri per due volte di fila, in modo tale da avviare il programma andando però ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso gli sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

A questo punto, a prescindere dal sistema operativo, clicca sul pulsante OK nella finestra che compare sul desktop e visualizzi finalmente la schermata principale di XnView MP.
Nella parte sinistra della stessa è presente la sezione tramite cui puoi selezionare le cartelle con le immagini, mentre a destra c’è il visualizzatore con le miniature dei file selezionati. In basso a sinistra trovi le informazioni relative all’immagine selezionata, al centro le categorie e a destra c’è l’anteprima.

Per visualizzare una foto ingrandita ti basta farci doppio clic sopra.
Se poi desideri apportare anche delle semplici modifiche alle tue immagini, puoi servirti dei pulsanti e dei comandi appositi che trovi sulla barra degli strumenti situata in alto.



FastStone Image Viewer (Windows)

IMMAGINE QUI 4

Come suggerisce abbastanza facilmente il nome, FastStone Image Viewer è un programma gratuito focalizzato sulla visualizzazione delle foto, ma non fa solo questo.
Ha un’interfaccia utente estremamente accattivante e user-friendly, che lo rende appetibile anche per gli utenti meno esperti, e supporta tutti i principali formati di file grafici.
Consente di visualizzare i dati EXIF delle foto, creare slideshow, ritoccare le immagini rimuovendone i difetti con un clic, inviare le immagini digitali come allegati nelle e-mail e molto altro ancora.
È compatibile con tutte le versioni di Windows ed è disponibile anche in forma portable, che cioè funziona senza richiedere installazioni.

Per scaricarlo sul tuo computer, visita il sito Internet del programma e clicca sul bottone download posto sotto la voce portable. A scaricamento completato, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una qualsiasi posizione di Windows, avvia il file .exe presente al suo interno e premi sul pulsante Si nella finestra che si apre.



In seguito, ti ritroverai dinanzi la finestra principale del software:
a sinistra è presente l’Esplora File tramite cui puoi scegliere le foto da visualizzare, a destra ci sono le miniature delle immagini (che puoi ingrandire facendoci doppio clic sopra), mentre in basso a sinistra c’è l’anteprima del file selezionato.

Nella parte in alto della finestra, poi, si trova la barra dei menu, mediante la quale puoi effettuare operazioni di editing basilari sulle immagini, aggiungere tag alle foto e via discorrendo, previa selezione delle voci apposite.
Ulteriori modifiche alle immagini possono essere apportate facendo clic destro sulla relativa miniatura e scegliendo l’opzione desiderata dal menu contestuale che compare.

NexusImage (Windows)

IMMAGINE QUI 5



NexusImage è un ottimo programma per vedere foto destinato a chi preferisce le soluzioni semplici e “agili”, ma non per questo poco performanti.
Funziona senza necessitare di installazioni, è solo per sistemi operativi Windows ed è gratis.
Da notare poi che include delle comode funzioni avanzate, come la possibilità di aggiungere commenti alle immagini e quella di visualizzare i dati EXIF.

Per scaricarlo sul tuo PC, recati sul sito Internet di NexusImage, individua il nome del programma nell’elenco che si apre e clicca sul relativo bottone Download. A download ultimato, estrai in una qualsiasi posizione l’archivio ZIP ricavato e avvia il file .exe presente al suo interno.
Successivamente, ti ritroverai dinanzi la finestra principale del programma.



Per cominciare a visualizzare le tue foto, fai doppio clic sulla finestra di NexusImage e seleziona la prima foto di tuo interesse. Così facendo, ti saranno mostrate automaticamente anche le altre immagini presenti nella stessa posizione, nella barra laterale di sinistra. Al centro dello schermo, invece, trovi la foto selezionata in precedenza in maniera ingrandita.

Per sfogliare le varie immagini serviti delle frecce direzionali sulla tastiera oppure fai doppio clic sulle miniature.
Se hai bisogno di cercare le foto per nome, puoi avvalerti del campo di ricerca apposito situato in alto a destra.

Se vuoi consultare le proprietà dell’immagine visualizzata e/o apportarvi semplici operazioni di editing, facci clic destro sopra e serviti, in base a quelle che sono le tue esigenze e preferenze, delle voci annesse al menu contestuale che si apre.



IrfanView (Windows)

IMMAGINE QUI 6

IrfanView è uno dei programmi per vedere foto più longevi e affidabili del panorama Windows.
Si tratta di un software gratuito e molto leggero, che quindi può essere usato senza problemi anche sui PC più datati, il quale, a dispetto dell’interfaccia minimalista, offre una serie di funzioni molto avanzate.
Permette, ad esempio, di rinominare e convertire le immagini in serie, aggiungere scritte alle foto, ridimensionare e tagliare le immagini digitali, correggere colore/luminosità, visualizzare i dati EXIF e molto altro ancora.
Le sue funzioni possono essere addirittura aumentate con l’ausilio di plugin esterni disponibili gratuitamente sul Web.

Per scaricarlo sul tuo computer, visita il sito Internet del programma e fai clic sul pulsante Download situato a sinistra, in corrispondenza del nome della versione di Windows che stai impiegando sul computer.
Dopodiché premi sul pulsante Download Now nella nuova pagina che si apre.



A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic sul pulsante Si.
Pigia dunque sul bottone Avanti per quattro volte di fila e concludi il setup cliccando sul pulsante Done.

Adesso, devi scaricare la traduzione in Italiano per l’interfaccia del programma.
Per cui, visita quest’altra pagina del sito Internet di FastStone Image Viwer e fai clic sul collegamento Installer che trovi in corrispondenza della dicitura Italian.
Avvia poi il file .exe relativo alla localizzazione in italiano appena ottenuto e, nella finestra che si apre sul desktop, premi sui bottoni Install e OK.



A questo punto, porta in primo piano la finestra del programma che intanto si è aperta, clicca sulla voce Options posta in alto, seleziona l’opzione Change Language, clicca sulla voce ITALIAN.DLL dal riquadro sulla destra nell’ulteriore finestra comparsa e poi clicca sul pulsante OK, in modo tale da tradurre in italiano IrfanView.

Ora puoi finalmente usare il programma per visualizzare le tue foto.
Per cui, clicca sul menu File in alto a sinistra, scegli la voce Apri e seleziona la foto che vuoi visualizzare.
Se poi hai bisogno anche di apportare semplici modifiche all’immagine, usa gli strumenti situati nella parte in alto della finestra.

App per vedere foto

IMMAGINE QUI 7



Per concludere in bella, come si suol dire, voglio segnalarti alcune app di cui puoi avvalerti sul tuo smartphone o tablet per visualizzare foto e immagini direttamente in mobilità.
Trovi dunque indicate quelle che a parer mio costituiscono le miglior della categoria, sia per Android che per iOS, proprio qui sotto.
Mettile subito alla prova, vedrai che non te ne pentirai!

  • Google Foto (Android/iOS) – è l’app gratuita di casa Google per la visualizzazione e la gestione delle foto in mobilità.
    Consente di visionare sia le foto salvate localmente che quelle nel cloud, effettua il backup automatico delle immagini e integra anche dei comodi strumenti di editing.
    Per approfondimenti, fa’ riferimento alla mia guida incentrata proprio su come funziona Google Foto.
  • Focus (Android) – applicazione per device Android che funge da visualizzatore di foto in mobilità, con in più il vantaggio di permettere di mantenere lontano da occhi indiscreti le immagini private.
    È gratis, ma le funzioni concepite in via specifica per salvaguardare la privacy vanno sbloccate mediante acquisti in-app (a partire da 1,22 euro).
  • Documents (iOS) – dal nome lo si capisce subito:
    non è propriamente un visualizzatore di foto, bensì un visualizzatore di documenti in generale.
    Integra però delle comode funzioni grazie alle quali è possibile aprir praticamente ogni formato d’immagine e, inoltre, è semplicissimo da usare.
    È gratis.

programmi per volantini



programmi per volantini

Vorresti creare dei volantini mediante cui cercare di promuovere la tua nuova attività ma non hai la benché minima idea di come fare?
Se la risposta è affermativa sono felice di comunicarti che sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto.
Nelle righe successive andrò infatti ad indicarti quelli che a parer mio rappresentano i migliori programmi per volantini attualmente presenti sulla piazza.
Contento?

Di programmi per volantini ce ne sono davvero per tutti i gusti e per tutte le esigenze:
per Windows, macOS e Linux; gratuiti ed a pagamento; di semplice ed intuitivo utilizzo e con funzionalità più avanzate e complesse.
Insomma, come puoi constatare tu stesso la scelta on manca affatto e di sicuro riuscirai a trovare ciò di cui hai effettivamente bisogno in men che non si dica.

Se sei quindi effettivamente interessato alla questione, ti suggerisco di non perdere ulteriore tempo prezioso, di mettere al bando le ciance e di cominciare subito a concentrarti sulla lettura di questo post.
Vedrai, alla fine potrai dirti più che soddisfatto oltre che ben felice di aver scoperto quali programmi per volantini utilizzare per i tuoi progetti.
Che ne dici, scommettiamo?



Scribus (Windows, macOS e Linux)

IMMAGINE QUI 1

Il primo tra i programmi per volantini che voglio consigliarti di utilizzare è Scribus.
Si tratta di un software gratuito ed open source che permette di realizzare contenuti editoriali, quali giornali, riviste, biglietti, cartoline e volantini.



Ha un’interfaccia utente abbastanza semplice da usare e sul suo sito Internet ufficiale è possibile trovare tantissimi utili tutorial che spiegano passo dopo passo come creare vari tipi di contenuti stampabili sfruttando appieno tutte le potenzialità del programma.

Scribus è gratis ed è compatibile con Windows, macOS e Linux. Per effettuare subito il download del software sul tuo computer fai clic qui.

LibreOffice Draw (Windows, macOS e Linux)

IMMAGINE QUI 2



Un altro ottimo programma e cui voglio invitarti a prestare attenzione è LibreOffice.
Si tratta di una suite di software per ufficio in lingua italiana e di natura open source ritenuta da molti la migliore alternativa free ad Office di Microsoft.
Come tale, offre delle validissime “controparti” di quasi tutti i programmi inclusi nel pacchetto Microsoft:
Excel, PowerPoint ed anche Word e Publisher, ai quali contrappone Writer, per la videoscrittura, e Draw, per il desktop publishing.
Entrambe le soluzioni consentono di creare contenuti stampabili di ogni tipo (fra cui i volantini).

Probabilmente non si tratta di uno strumento semplice da utilizzare tanto quanto la controparte di casa Redmond, non ha tutti i suoi template, ma nell’ambito gratuito rimane tra i migliori.



LibreOffice è gratis ed è disponibile per Windows, macOS e Linux (è preinstallato su molte distribuzioni).
Pr effettuare subito il download della suite sul tuo computer fai fai clic qui.

Microsoft Office (Windows e macOS)

IMMAGINE QUI 3

Microsoft Office, te l’ho accennato qualche riga più su, è senza ombra di dubbio uno dei migliori programmi per volantini attualmente in circolazione La famosa suite per la produttività di casa Redmond include infatti programmi, come Word e Publisher, che possono essere usati per lo scopo in questione restituendo in maniera semplice ma al tempo stesso professionale.



Grazie a Word ed in particolare modo mediante Publisher, si possono creare volantini, brochure, biglietti di auguri, giornali e molto altro ancora utilizzando una serie di modelli predefiniti di altissimo livello a cui possono essere aggiunti tantissimi templare gratuiti scaricabili direttamente da Internet, dal sito ufficiale di Office ma non solo.

Microsoft Office è disponibile sia per Windows che per macOS (dipende però dalla versione di Office verso la quale si è indirizzati!) ed è a pagamento.
Eventualmente è disponibile anche in una versione di prova a costo zero che permette di testarne appieno tutte le funzionalità per un periodo di tempo limitato (come ti ho spiegato nella mia guida su come scaricare Office gratis).
Per effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) della suite sul tuo computer fai clic qui.



Adobe InDesign (Windows e macOS)

IMMAGINE QUI 4

Adobe InDesign è uno dei più popolari software di desktop publishing di sempre.
Grazie alle sue tantissime funzioni avanzate e alla sua interfaccia utente immediata e facile da usare, è adatto sia ai principianti che agli esperti del settore.

Consente di creare qualsiasi tipo di contenuto editoriale:
giornali, riviste, volantini, flyer, brochure e molto altro ancora.
Include inoltre una vastissima gamma di strumenti avanzati che conferiscono un aspetto professionale a qualsiasi creazione.



InDesing è disponibile sia per Windows che per macOS, è un software a pagamento ed il suo acquisto è attualmente collegato alla sottoscrizione di un abbonamento mensile al servizio Creative Cloud di Adobe.
È comunque possibile usare il programma a costo zero per un periodo di prova di 30 giorni.
Per effettuare subito il download dl software (ed eventualmente anche l’acquisto) sul tuo computer fai clic qui.

Serif PagePlus Starter Edition (Windows)

IMMAGINE QUI 5



PagePlus Starter Edition è un programma che permette di realizzare e stampare documenti di ogni tipo:
volantini, brochure, flyer, pagine di giornali e molto altro ancora.

Include funzioni avanzate per il word processing, vari schemi di colori per creare facilmente grafiche accattivanti, un sistema di allineamento di scritte e immagini molto efficiente ed il supporto al drag-and-drop che permette anche agli utenti meno esperti di creare contenuti dall’aspetto professionale.

PagePlus Starter è disponibile solo per sistemi operativi Windows ed è gratis.
Eventualmente è disponibile anche in una versione a pagamento che offre maggiori funzionalità e modelli pronti all’uso rispetto all’edizione base.
Per effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) del software sul tuo computer fai clic qui.



Spring Publisher (Windows)

IMMAGINE QUI 6

Spring Publisher è un programma molto semplice da usare che permette di creare volantini, biglietti da visita, cartoline, lettere e molto altro ancora.
È caratterizzato da un’interfaccia utente molto ben organizzata e strutturata a schede (simile a quella di Office) che consente di avere tutte le funzioni principali del software sempre a portata di mano.



Consente di inserire non solo immagini e testi nelle proprie creazioni ma anche codici QR, mappe, elementi di grafica vettoriale ed altro ancora.
I file generati possono avere una qualità massima di 350 dpi per stampe dettagliatissime.

SpringPublisher è disponibile solo per Windows ed è gratis.
Ne esiste però anche una versione a pagamento con funzionalità aggiuntive.
Per effettuare subito il download (ed eventualmente anche l’acquisto) del software sul tuo computer fai clic qui.

Swift Publisher (macOS)

IMMAGINE QUI 7



In un articolo dedicato a quelli che sono i migliori programmi per volantini non può assolutamente mancare Swift Publisher, almeno non per quanto concerne l’universo Mac.
Si tratta infatti di un altro buon software appartenente alla categoria in questione grazie al quale, volantini a parte, si possono realizzare fogli di carta intestata, brochure, newsletter e molti altri documenti stampabili.

Il programma è dotato di un’interfaccia molto facile da usare ed una galleria composta da oltre 300 template pronti all’uso per realizzare di tutto e di più.
Ad essere particolarmente interessante è inoltre l’integrazione garantita con le librerie di macOS.



Swift Publisher è disponibile solo per macOS ed è una soluzione a pagamento.
Eventualmente è disponibile anche una versione di prova che permette di testare le funzionalità complete del programma per un periodo di 30 giorni.
Per effettuare subito il download (d eventualmente anche l’acquisto) del software sul tuo computer fai clic qui.

Pages (macOS)

IMMAGINE QUI 8

Hai un Mac e i programmi per volantini che ti ho già indicato non ti hanno soddisfatto?
Allora corri a provare Pages! Si tratta infatti del software commerciale per l’elaborazione dei testi e per il desktop publishing reso disponibile direttamente da Apple stessa per i suoi computer grazie al quale puoi redigere testi, creare brochure, poster, locandine e, chiaramente, anche volantini!



Il software presenta un’interfaccia decisamente elegante ed amichevole, i suoi controlli sono molto intuitivi e reattivi e sono disponibili svariati template per creare volantini pronti all’uso.

Pages è disponibile soltanto per macOS e può essere utilizzato a costo zero su tutti i Mac. Puoi effettuare il download del software sul tuo computer facendo clic qui.



Alternative

IMMAGINE QUI 9

I programmi per volantini che ti ho proposto nelle righe precedenti non hanno saputo attirare in maniera particolare la tua attenzione?
Anziché scaricare nuovi software sul tuo computer preferiresti ricorrere all’uso di una soluzione fruibile direttamente online? Allora leggi la mia guida su come creare volantini online! Ci trovi indicati alcuni utilissimi servizi Web mediante i quali puoi far fronte alla tua esigenza.

I risultati che puoi ottenere sono di buon livello, al pari (o quasi) di quelli che può restituirti uno dei programmi per volantini di cui sopra.
L’unica differenza sta, appunto, nel fatto che per poter sfruttare queste risorse dovrai agire dalla finestra del browser Web che solitamente utilizzi per navigare in rete e dovrai avere una connessione ad Internet sempre attiva.