Esportare i siti preferiti su Firefox su Windows



Come esportare i preferiti di Firefox su Windows

scritto da IlMagoDelComputer

In questo articolo ti illustrerò come esportare i siti preferiti di Firefox su Windows.
Sul tuo computer Windows solitamente trovi installato il browser di default di Microsoft che può essere il classico browser Internet Explorer oppure Edge (a seconda di quanto è moderno il tuo sistema operativo).

E’ possibile installare anche browser alternativi come Google Chrome oppure Mozilla Firefox.
In questo articolo parleremo proprio del browser Mozilla Firefox ed in particolare dei siti preferiti.

Quando si passa da un browser ad un altro, oppure quando si configura un nuovo computer, si può avere l’esigenza di esportare i siti preferiti del browser per poterli avere sul nuovo computer da configurare.
In questo tutorial ti illustrerò la procedura per esportare i siti preferiti di Firefox, in modo da importarli poi su un altro computer sempre con il browser Firefox installato.

Passaggi per esportare i siti preferiti di Firefox su Windows

Il primo passo che devi compiere per esportare i preferiti di Firefox su Windows 



  • avvia il browser Mozilla Firefox sul tuo PC
    cliccando sull’icona del programma nel desktop

 

  • clicca sul pulsante (≡) collocato in alto a destra

    Nel menu che compare lateralmente sulla destra

 

  • clicca sulla voce Libreria

  • premi poi su Segnalibri

  • e vai su Visualizza tutti i segnalibri in fondo al menu

 

In alternativa, per accedere alla finestra con tutti i segnalibri

puoi premere contemporaneamente i tasti Ctrl+Maiusc+B sulla tastiera del PC.



  • si aprirà una nuova finestra

  • premi sul tasto Importa e salva

  • si aprirà una nuovo menu
  • seleziona la voce Esporta segnalibri in HTML…

  • si aprirà una nuova finestra

  • scrivi il nome che vuoi assegnare al file di backup dei preferiti
    (nel campo di testo Nome file)

  • specifica anche la posizione nella quale preferisci salvare i segnalibri di Firefox servendoti dell’apposita barra laterale situata sulla sinistra

  • per terminare premi sul tasto Salva per esportare i siti preferiti

Formato del file che contiene i siti preferiti di Firefox

Al termine della procedura

otterrai un file in formato HTML che potrai utilizzare per importare i preferiti di Firefox nel nuovo browser che intendi usare

Creare un file ISO per Windows 10



Creare un file ISO per Windows 10

scritto da IlMagoDelComputer

www.winfacile.itwww.pctutorials.itwww-tutorialissimo.com

In questo tutorial ti spiegherò che cosa è un file ISO e come creare un file ISO per Windows 10, per poter creare dei supporti di installazione di Windows (come pennette/chiavette USB o DVD contenenti appunto i file di installazione di Windows 10).

Questo articolo è molto utile se vuoi creare una chiavetta USB che contenga i file di installazione di Windows 10, per poter installare Windows 10 su un secondo computer che hai, oppure se vuoi re-installare Windows 10 sul tuo attuale computer, in caso di rallentamento del sistema operativo, o virus o altri malfunzionamenti del sistema operativo.

Con la chiavetta di installazione di Windows 10 potrai re-installare il sistema operativo Windows 10 nuovamente sul tuo computer e far ritornare il computer come nuovo.



Stessa cosa vale se vuoi creare un DVD di installazione di Windows 10.

In questo articolo ti spiegherò prima di tutto come creare un file ISO che contenga i file di installazione di Windows 10, che potrai riversare su un DVD.

Questo DVD ti permetterà di re-installare il sistema operativo Windows 10 sul tuo computer (se ha malfunzionamenti) oppure su un altro computer che hai.

 

Cosa è un file ISO per Windows ?

Una immagine ISO è un grosso file contenitore che contiene appunto il sistema operativo Windows 10 e si può copiare in un DVD oppure in una pennetta USB facilmente perchè è rappresentato da un solo file.



Se hai un computer con Windows 10, per poter creare una immagine ISO di Windows 10, bisogna usare un particolare software scaricabile dal sito ufficiale Microsoft, chiamato Strumento per la creazione dei supporti.

Ora vediamo nel dettaglio la procedura per creare un file ISO per Windows 10, con il quale potrai creare chiavette USB di installazione di Windows 10 e DVD di installazione di Windows 10.

 

Per poter scaricare il software chiamato Strumento per la creazione dei supporti devi:

– avere una copia originale di Windows (devi avere il seriale della Licenza di Windows)



– visita il link

https://www.microsoft.com/it-it/software-download/windows10

– clicca sul pulsante blu Scarica ora lo strumento

(come in figura qui sotto)

{IMM – PULSANTE SCARICA ORA}



Apparirà una finestra orizzontale in basso allo schermo con tre pulsanti (Esegui, Salva, Annulla)

– premi il pulsante Esegui

{IMM – FINESTRA ESEGUI SALVA ANNULLA}

Apparirà ora una finestra che ti chiede di autorizzare l’uso dell’app

– clicca sul pulsante Si



Apparirà una finestra chiamata Comunicazioni e condizioni di licenza applicabili

– leggi se vuoi il testo 

– premi il pulsante Accetta

{IMM – COMUNICAZIONI E CONDIZIONI DI LICENZA APPLICABILI}

NOTA
Questo software che hai scaricato serve per fare due cose:
– aggiornare Windows ad una versione più recente di Windows



oppure

– creare supporti di installazione (unità flash USB, DVD o file ISO) (che è l’opzione che ci interessa)

Apparirà una schermata (come la seguente) che ti chiede cosa vuoi fare:

– scegli l’opzione Crea supporti di installazione (unità flash USB, DVD o file ISO) 

– premi il tasto Avanti



{IMM – CREA SUPPORTI DI INSTALLAZIONE}

Appare ora una schermata con delle opzioni pre-compilate

(Lingua, Edizione, Architettura)

– premi semplicemente il tasto Avanti

{IMM – SELEZIONARE LINGUA ARCHITETTURA ED EDIZIONE}



Appare ora una schermata che ti chiede dove vuoi salvarei files di installazione di Windows:

– su una chiavetta USB oppure su un file ISO

– scegli l’opzione File ISO

– premi il tasto Avanti

{IMM – SCEGLI IL SUPPORTO DA USARE}



Appare una finestra che ti chiede dove vuoi salvare il file ISO che stai creando

– scegli una cartella del computer dove vuoi salvare il file (che si chiamerà Windows.iso)

– ad esempio scegli la cartella Documenti del tuo computer

– premi poi il tasto Salva

{IMM – ESPLORA FILE DOCUMENTI}



Il file ISO viene scaricato e salvato nella cartella selezionata

Verrà mostrato lo stato di avanzamento del salvataggio

{IMM – download di windows 10 in corso}

Una volta terminato il download appare la seguente schermata chiamata Sto verificando il download, durante la quale il sistema operativo verifica l’integrità dei files scaricati.

{IMM – VERIFCA DOWNLOAD}



Al termine di questa verifica, finalmente viene salvato il file nella cartella che hai selezionato

Come giocare al solitario su Windows



Come giocare al solitario su Windows

scritto da Il Mago Del Computer

In questo tutorial vedremo come giocare al solitario su Windows, in tutti i modi possibili, ossia:

giocare al solitario tramite un’applicazione già integrata sul tuo sistema operativo Windows
(Se hai una versione di Windows che già comprende l’applicazione gioco Solitario)

scaricare l’applicazione gioco Solitario dal Microsoft Store per poterla scaricare ed installare sul tuo computer
(Se il tuo sistema operativo Windows non comprende già l’applicazione Solitario installata)

scaricare applicazioni del gioco del Solitario di terze parti (ossia prodotte da altre aziende di sviluppo software)



giocare al Solitario online tramite dei siti sui quali puoi navigare tramite il tuo browser integrato (Internet Explorer o Edge oppure altri come Chrome o Firefox)

 

Gioco del solitario su Windows 8

Dalla versione di Windows 8 e Windows 8.1 il gioco del solitario è stato rimosso dalla versione base di Windows, pre-installata sui computer.

Se hai Windows 8 o Windows 8.1 puoi scaricare il gioco del solitario ed altri giochi di carte dal Microsoft Store.

Gioco del solitario su Windows 10

Su Windows 10 il gioco del solitario è tornato pre-installato nel sistema operativo, probabilmente a grande richiesta da parte degli utenti, in ogni modo è possibile sia cancellarlo, sia scaricarlo nuovamente dal Microsoft Store, se cancellato in precedenza.



Il download del gioco del solitario su Windows 10 è totalmente gratuito.

La nuova interfaccia di gioco è diversa rispetto al precedente solitario che hai visto sulle versioni di Windows 7 o Windows XP.

In questo articolo vedremo insieme tutti i modi possibili per scaricare il gioco del solitario su Windows e le varie differenze tra le varie versioni del gioco del solitario su Windows.

 

 



Come scaricare il solitario di Windows classico dal Microsoft Store

In questo paragrafo ti spiego in modo facile come scaricare il gioco del solitario classico, che hai sempre visto su Windows XP o 7, sulle nuove versioni Windows 8 oppure Windows 10.

Gli store di applicazioni sono una delle grandi innovazioni degli ultimi 10 anni.
Sia per gli smartphone che per i computer è ora possibile acquistare e scaricare software direttamente dagli store online, senza acquistare un CD-ROM o supporto fisico per avere un programma.
Microsoft ha aperto appunto il suo Microsoft Store e su questo negozio online sono disponibili app per computer sia gratuite che a pagamento da scaricare ed installare sul tuo computer.
Tra queste migliaia di applicazioni è presente appunto il classico e storico gioco del solitario che abbiamo sempre visto su Windows nelle versioni precedenti.
La nuova versione del solitario ha un’interfaccia rivisitata e migliorata, come puoi vedere nella schermata seguente.

{IMM – SOLITARIO PER WINDOWS}

 

Per scaricare il gioco del solitario su Windows 8 oppure scaricare il gioco del solitario su Windows 10, segui la procedura seguente:



– apri il Microsoft Store dal tuo computer Windows
(Devi essere connesso ad Internet)

{IMM – ICONA MICROSOFT STORE}

– cerca il software chiamato Microsoft Solitaire Collection, che è un’app che contiene varie versioni dei classici solitari Microsoft.

All’interno di questa collezione di solitari per Windows ci sono i seguenti solitari:
Spider
TriPeaks
Pyramid
FreeCell
Klondike

{IMM – GIOCO Microsoft Solitaire COLLECTION SU Microsoft Store}



 

– premi sul pulsante Ottieni per effettuare il download della collezione di solitari dal Microsoft Store

{IMM – PULSANTE OTTIENI}

 

DEVI AVERE UN ACCOUNT MICROSOFT
Per poter scaricare applicazioni sul tuo computer dal Microsoft Store devi avere un account Microsoft.



Se hai già un account Microsoft devi semplicemente inserire username e password del tuo account Microsoft per effettuare l’accesso al Microsoft Store, mentre se non hai un account, devi necessariamente crearne uno per poter scaricare applicazioni.

 

VERSIONE GRATUITA E VERSIONE A PAGAMENTO DEL SOLITARIO
Nel Microsoft Store trovi sia una versione totalmente gratuita dell’applicazione collezione di solitari, sia una versione a pagamento con abbonamento mensile o annuale.
La versione a pagamento non ha pubblicità al suo interno,
e costa o 1,99 € al mese oppure14,99 € all’anno.

 

 



Programmi facili per registrare audio su Windows



Programmi facili per registrare audio su Windows

In questo articolo ti elencherò alcuni programmi facili per registrare audio su Windows, in modo che potrai scaricarli gratis ed installarli sul tuo computer, ed iniziare a registrare dei file audio con il microfono del tuo computer, oppure con un microfono collegato alla scheda audio del tuo computer (se ha un ingresso audio).

Come aumentare la grandezza del testo su Windows 10



Come aumentare la grandezza del testo su Windows 10

In questo tutorial vedremo come ingrandire i caratteri del testo su Windows 10, in modo da vedere meglio i testi che leggi e scrivi al computer.

Su nessun sistema operativo c’è ancora una funzione rapida magari sempre attiva sulla barra delle applicazioni, per ingrandire e rimpicciolire velocemente i caratteri del testo sullo schermo.
Aumentare la grandezza del testo visualizzato a schermo con un semplice controllo posizionato ad un angolo dello schermo sarebbe ottimo.

Comunque sia sul sistema operativo Windows che su altri sistemi operativi è possibile aumentare la dimensione del testo per non sforzare la vista nel leggere caratteri troppo piccoli sullo schermo.

Ci sono vari modi per ingrandire i caratteri sullo schermo su Windows.

il primo modo può essere quello di diminuire la risoluzione dello schermo impostata in Impostazioni > Sistema > Schermo > Risoluzione,



in questo modo le finestre aperte sullo schermo si vedranno più grandi e di conseguenza i testi che appaiono sulle finestre.

Il secondo modo, sempre dalla finestra Impostazioni di Windows, è andare a regolare un parametro chiamato proprio Dimensione di testo, app e altri elementi, studiato proprio per questo scopo.
C’è un menu a tendina apposito per modificare la grandezza del testo sullo schermo.

Lavorare al computer per editare testi con caratteri molto piccoli può provocare stanchezza della vista o disturbi in generale alla vista se non fai le giuste pause almeno ogni due ore e se lavori oltre 8 ore al giorno.
Bisogna prestare la massima attenzione quando si lavora al computer sia alla postura del corpo e delle mani, sia agli occhi.

A tutte le persone che lavorano molte ore al computer consiglio:
sedia ergonomica con pistone e braccioli,
mouse ergonomico verticale per evitare tendiniti con tappetino morbido per appoggiare il polso,
digitare i tasti sulla tastiera senza applicare forza eccessiva,
monitor se possibile anti-riflesso o se si ha un monitor lucido,
comunque cercare di orientare le luci in modo da non stancare eccessivamente la vista, ad esempio evitare luce solare che batte sul monitor e ci impedisce di vedere bene quello che appare sullo schermo.

In questo articolo vedremo come ingrandire i caratteri del computer su Windows 10 andando a modificare le impostazioni del testo dalla finestra Impostazioni di Windows, che permette di gestire periferiche del computer e layout del sistema operativo (veste grafica e modo in cui vengono visualizzate le schermate).



Come aprire la finestra delle Emoji su Windows 10



Come aprire la finestra delle Emoji su Windows 10

In questo breve tutorial vedremo come aprire la finestra delle Emoji su Windows 10, in modo da inserire icone e faccine colorate nei nostri testi che scriviamo sui social network oppure sui nostri documenti.

Le icone Emoji o animaticons sono un set di caratteri che si possono inserire nei testi, alcune di queste sono animate.

Celebri sono le faccine Smile, in tutte le varianti.

Su Windows si può aprire velocemente una finestra delle Emoji con una combinazione di tasti da tastiera.

Apparirà una finestra per la celta delle emoji da inserire nei testi.



{IMM – PANNELLO EMOJI}

 

 

Procedura per aprire la finestra Emoji su Windows 10

La combinazione di tasti per aprire la finestra di scelta delle Emoji è:

– premi tasto Windows + tasto . (punto) dalla tastiera



{IMM – COMBINAZIONE TASTI WINDOWS + .}

Sotto alla finestra c’è un menu orizzontale per la scelta delle categorie.

Il primo pulsante è una lente di ingrandimento per cercare una Emoji per nome.

Il secondo pulsante serve per cercare le emoji usate recentemente.

Il terzo riquadro si chiama Smile e animali, e comprende appunto una grande varietà di faccine e icone di animali.



{IMM – SMILE E ANIMALI}

Il quarto pulsante si chiama Contatti e comprende una serie di faccine + busti e icone di attività quotidiane, come fare la doccia, fare il bagno, nuotare e una serie di icone di mani, come pollice su, pollice giù e simili.

{IMM – CONTATTI}

La categoria seguente di chiama Celebrazioni ed oggetti ed ha come icona un palloncino.

Comprende un set di caratteri per descrivere varie attività della vita, soprattutto celebrazioni ed eventi a cui si partecipa.



{IMM – CELEBRAZIONI ED OGGETTI}

Altre categorie di emoji presenti sono Cibo e piante:

{IMM – CIBO E PIANTE}

Altre categorie di emoji presenti sono Trasporti e luoghi:

{IMM – TRASPORTI E LUOGHI}



L’ultima categoria si chiama Simboli:

{IMM – SIMBOLI}

Al momento non è possibile ridimensionare la finestra delle Emoji o spostare la finestra dove vuoi liberamente sullo schermo.

La finestra delle emoji è ancorata all’angolo in basso a destra dello schermo su Windows.

Driver Universali per Windows 10 – Universal Windows Drivers UWD



Driver Universali per Windows 10 – Universal Windows Drivers UWD

In questo articolo ti parlerò dei Driver Universali per Windows conosciuti con la sigla UWD (che in inglese sta per Universal Windows Drivers),
che sono un nuovo formato di drivers grafici progettati e rilasciati da Intel per Windows 10 e Windows Server.

Questi driver UWD hanno un grado maggiore di compatibilità e possono funzionare sia su computer fissi e portatili sia su tablet.
Sono stati progettati per lavorare bene con le nuove applicazioni create appositamente per la piattaforma UWP (Universal Windows Platform) di Microsoft.

 

 

Procedura per aggiornare i driver Universal Windows Drivers (UWD) 

In questo paragrafo ti spiegherò come disinstallare i driver attuali per un controller grafico Intel e come installare i nuovi driver UWD per la stessa periferica.



– clicca il tasto Start di Windows (posizionato in basso a sinistra sullo schermo)

{IMM – TASTO START DI WINDOWS}

– premi poi l’icona Impostazioni (l’ingranaggio sulla sinistra)

{IMM – ICONA IMPOSTAZIONI DI WINDOWS}

Si aprirà la finestra Impostazioni di Windows.



– clicca sulla voce App

{IMM – VOCE APP}

– premi ora sulla voce App e funzionalità sulla sinistra

{IMM – APP E FUNZIONALITA’}

In questa schermata vengono elencate tutte le app installate sul computer



– scegli il driver della tua periferica dalla lista delle app installate

– premi il pulsante grigio Disinstalla per disinstallare il driver

{IMM – DISINSTALLA}

– per rendere attiva la modifica Riavvia il computer

{IMM – RIAVVIA IL COMPUTER}



Procedura per installare un driver Universal Windows Drivers (UWD) 

In questo paragrafo ti spiegherò come installare un driver UWD scaricato da Internet per una tua periferica Intel.

– visita il sito della Intel

– scarica il driver dal sito

(il driver è una file eseguibile chiamato ad esempio uwd_win64_xxxxx.exe )

– una volta scaricato il file nel tuo computer, clicca due volte per lanciare l’esecuzione del file .exe appena scaricato



 

Schede grafiche Intel per quali installare i nuovi drivers UWD

Di seguito sono elencati una serie di controller grafici per i quali è stata rilasciata una nuova versione del driver per Windows 10

(in formato UWD Universal Windows Driver)

Intel® HD Graphics 500/505 (chiamato anche Apollo Lake)

Intel® HD Graphics 510/515/520/530 (chiamato anche Skylake)



Intel® Iris™ Pro Graphics 580 (chiamato anche Skylake)

Intel® Iris™ Graphics 540 (chiamato anche Skylake)

Intel® UHD Graphics 620/630 (chiamato anche Coffee Lake)

Intel® Iris™ Plus Graphics 655 (chiamato anche Coffee Lake)

Intel® UHD Graphics 600/605 (chiamato anche Gemini Lake)



Intel® HD Graphics 620/630 (chiamato anche Kaby Lake)

Intel® Iris® Plus Graphics 640/650 (chiamato anche Kaby Lake)

Intel® HD Graphics 610/615 (chiamato anche Gemini Lake)

Come nascondere un programma installato su Windows



Come nascondere un programma installato su Windows

In questo tutorial vedremo come nascondere un programma installato su Windows, nella lista dei programmi installati.

In questo articolo ti mostrerò come usare un programma molto semplice per Windows chiamato Hide From Uninstall che serve per nascondere un programma installato dalla lista dei programmi installati su Windows (la lista delle applicazioni installate che vedi sul Pannello di Controllo di Windows)

Come sapere la versione di Windows 10 installata sul computer



Come sapere la versione di Windows 10 installata sul computer

In questo articolo ti spiegherò come scoprire quale versione di Windows è installata sul tuo computer.

Dalla nascita di Windows ad oggi sono state create tante versioni del sistema operativo, anche i meno esperti di computer avranno certamente sentito parlare di Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Windows 8, Windows 10, ebbene, ognuna di queste è una versione del sistema operativo Windows.

Il sistema operativo Windows di oggi è sempre l’evoluzione del sistema operativo Windows originario, e nel corso del tempo ogni versione è stata caratterizzata da funzionalità peculiari.

Oltre al nome con cui è conosciuta, poi ogni versione si può distinguere in versione Home (per la famiglia e la casa) oppure Professional o Business o Enterprise, che contraddistinguono delle versioni di Windows create appositamente per le aziende.

Esistono anche delle versioni di Windows chiamate NT oppure Windows Server, che sono delle versioni per professionisti per essere installate su server, o per fare in modo che un computer svolga funzionalità da server.



Oltre a questi nomi che contraddistinguono le varie versioni di Windows, con il termine build, si descrive la singola versione intermedia rilasciata tra una versione e l’altra.

Ad esempio dopo aver creato una data versione, lanciata sul mercato con un dato nome, dopo qualche mese potrebbe essere uscita una variante della stessa versione con alcune funzionalità aggiuntive, come ad esempio la risoluzione di piccoli bug software (che gli sviluppatori non hanno avuto il tempo di risolvere per la data di rilascio) oppure con funzionalità aggiuntive migliorative della versione precedente.

In questo caso la versione del software avrà lo stesso nome testuale ma avraà un numero di build magiore (il numero di build è un numero progressivo).

Come attivare il tema chiaro su Esplora file su Windows 10



Come attivare il tema chiaro su Esplora file su Windows 10

In questo articolo ti spiegherò come attivare il Tema Chiaro su Esplora File su Windows 10, in modo da personalizzare graficamente con il tema chiaro di Windows l’interfaccia di esplorazione dei files, con la quale puoi visualizzare unità, cartelle e files salvati nei vari dischi del tuo computer.

La finestra Esplora File, anche nota come Esplora Risorse o Risorse del computer è una delle interfacce principali di Windows con la quale l’utente interagisce di più per visualizzare, modificare, spostare e cancellare files all’interno del computer.

Come attivare il tema scuro su Esplora file su Windows 10



Come attivare il tema scuro su Esplora file su Windows 10

In questo articolo ti spiegherò come attivare il Tema Scuro su Esplora File su Windows 10, in modo da personalizzare graficamente con il tema scuro di Windows l’interfaccia di esplorazione dei files, con la quale puoi visualizzare unità, cartelle e files salvati nei vari dischi del tuo computer.

La finestra Esplora File, anche nota come Esplora Risorse o Risorse del computer è una delle interfacce principali di Windows con la quale l’utente interagisce di più per visualizzare, modificare, spostare e cancellare files all’interno del computer.

Come spostare le cartelle di sistema Documenti Immagini e Download di Windows su hard disk esterno



Come spostare le cartelle di sistema Documenti Immagini e Download di Windows su hard disk esterno

In questo tutorial vedremo come spostare le cartelle di sistema Documenti Immagini e Download di Windows su hard disk esterno, in modo da non occupare spazio sul disco interno dove risiede il sistema operativo Windows, ma liberare spazio dal disco interno e salvare tutti i dati su disco esterno o disco secondario interno.

Se il tuo computer ha un disco interno molto capiente superiore come spazio di archiviazione ad 1 TB, non c’è motivo di preoccuparsi, puoi tranquillamente salvare alcuni dati come documenti e foto e file scaricati da Internet nelle cartelle di sistema: Documenti Download Immagini di Windows.

Se hai moltissimi dati da salvare, come ad esempio migliaia di fotografie e video da scaricare dal tuo cellulare ti consiglio però di non appesantire il disco interno dove risiede il sistema operativo (di solito è l’unità C: in Windows), ma salvare i tuoi dati su un disco secondario interno (se il tuo computer monta un secondo hard disk interno) oppure su un disco esterno USB.

Come spostare le cartelle di sistema di Windows su disco esterno



Come spostare le cartelle di sistema di Windows su disco esterno

In questo tutorial vedremo come spostare le cartelle di sistema di Windows su disco esterno, in modo da non occupare spazio sul disco interno dove risiede il sistema operativo Windows, ma liberare spazio dal disco interno e salvare tutti i dati su disco esterno o disco secondario interno.

Se il tuo computer ha un disco interno molto capiente superiore come spazio di archiviazione ad 1 TB, non c’è motivo di preoccuparsi, puoi tranquillamente salvare alcuni dati come documenti e foto e file scaricati da Internet nelle cartelle di sistema: Documenti Download Immagini di Windows.

Se hai moltissimi dati da salvare, come ad esempio migliaia di fotografie e video da scaricare dal tuo cellulare ti consiglio però di non appesantire il disco interno dove risiede il sistema operativo (di solito è l’unità C: in Windows), ma salvare i tuoi dati su un disco secondario interno (se il tuo computer monta un secondo hard disk interno) oppure su un disco esterno USB.

Come disinstallare QuickTime su Windows



Come disinstallare QuickTime su Windows

In questo tutorial ti spiegherò come disinstallare il programma QuickTime (lettore multimediale Apple) sul tuo computer con sistema operativo Windows.

Quicktime Player è il lettore pre-definito di sistema che si trova installato di base su tutti i Mac di casa Apple, è un ottimo lettore per leggere file di tipo .MOV e di tipo .MP4, in particolare i file di tipo MOV che sono file proprietari Apple.
Gli utenti Apple che usano quotidianamente il Mac scaricano però inoltre altri lettori multimediali evoluti come il celebre lettore multimediale VLC perchè hanno delle funzionalità per gestire playlist di video e gestione della velocità di riproduzione e vari effetti, più ricche rispetto a QuickTime Player.
Io stesso ul mio Mac utilizzo solitamente VLC come lettore predefinito per vedere video.

In questa guida di oggi ti mostrerò in modo dettagliato tutti i passaggi per disinstallare QuickTime su Windows, se non ti occorre questo lettore sul tuo computer con Windows.
Windows ha il suo lettore multimediale e anche su Windows puoi installare lettori multimediali evoluti come VLC.
Per anni inoltre, quando si usavano molto i CD e DVD, vi erano numerosi software lettori multimediali come il celebre PowerDVD per leggere e riprodurre DVD video.

In questo articolo vedremo dunque nel dettaglio la procedura per la rimozione del lettore QuickTime Player da Windows.

Come rinominare più file in una volta su Windows



Come rinominare più file in una volta su Windows

scritto da Il Mago Del Computer
siti web www.ilmagodelcomputer.comwww.winfacile.itwww.pctutorials.it www.melatutorials.itwww.ilmagodellamela.itwww.melafacile.it

In questo tutorial vedremo come rinominare più files in una volta su Windows 10, per rinominare cioè una lista di files con un numero progressivo, oppure per rinominarli con nomi differenti.

Finalmente dopo tanti anni Windows si è dotato di una funzione che serve a moltissimi programmatori ed ingegneri informatici, ma anche moltissimi grafici e fotografi che lavorano con molti files di immagine, ossia rinominare più file in una volta sola. (funzione anche nota con il nome batch renaming).

Io personalmente ho sempre usato programmi di terze parti per poter rinominare a piacimento una selezione di files contenuti in una data cartella, in rete ci sono diversi programmi gratuiti per eseguire questa funzione con diversi parametri impostabili e configurabili a piacimento.

Ad esempio se vuoi che i files selezionati abbiano tutti uno stesso prefisso o tutti uno stesso suffisso, e poi abbiano un numero progressivo, sicuramente ti occorrerà un programma di terze parti che abbia queste funzionalità per rinominare i files in automatico.



In questa guida invece parliamo di una esigenza più semplice, ossia rinominare più files in una volta, con un prefisso uguale e con un numero progressivo, senza particolari opzioni aggiuntive.
In questo articolo ti spiegherò come rinominare più files con Windows senza usare programmi aggiuntivi, ma direttamente dall’interfaccia di Windows.

Come capire se Windows 10 è originale



Come capire se Windows 10 è originale

In questo tutorial vedremo come capire se Windows 10 è originale, e trovare il seriale Product Key di Windows inserito durante l’attivazione.

Come bloccare il browser con una password



Come bloccare il browser con una password

scritto da Il Mago Del Computer
sito web www.ilmagodelcomputer.com

In questo tutorial vedremo come bloccare il browser con una password, in particolare vedremo come bloccare il browser Google Chrome con una password di blocco iniziale.

Se condividi il computer con altre persone ti consiglio di creare account separati per Windows, in modo che ogni account abbia le proprie impostazioni, il proprio desktop personalizzato.
Se hai necessità anche di salvaguardare i dati salvati nel tuo browser, come l’elenco dei siti visitati, i cookies, la lista di nomi utenti e passwords, questo tutorial ti spiegherà come bloccare il tuo browser con una password di accesso per tutelare questi dati.
In particolare in questo tutorial parleremo di Google Chrome e di come bloccare il browser Google Chrome attraverso una apposita estensione per il browser, scaricabile appositamente.

Le estensioni sono dei programmi aggiuntivi che si installano sui browser per aggiungere funzionalità ai browser stessi.
Google Chrome non ha una funzionalità integrata per bloccare l’uso del browser mediante una password, oppure personalizzare l’uso del browser per vari utenti diversi.

In questa guida vedremo un’estensione per Google Chrome che si chiama PassBrow, per proteggere con password il browser Chrome.



Come deframmentare un disco su Windows 10



Come deframmentare un disco su Windows 10

scritto da Il Mago Del Computer
sito web www.ilmagodelcomputer.com

In questo tutorial vedremo come deframmentare un disco su Windows 10, in modo da ottimizzare il modo in cui sono salvati i dati su un determinato hard disk.
La deframmentazione di un disco è un processo che consente di scrivere i dati su un determinato disco in modo da velocizzarne il più possibile la lettura, per minimizzare il tempo di accesso e lettura dei dati.

 

 

Procedura per deframmentare un disco su Windows 10

La funzionalità per deframmentare un disco su Windows è presente sin da varie versioni precedenti di Windows.
Se hai un hard disk con molti dati salvati e noti che l’accesso al disco per aprire e leggere i files si è rallentato notevolmente ed inspiegabilmente puoi provare ad usare lo strumento di deframmentazione per ottimizzare il modo in cui i dati vengono posizionati sul disco, in modo da velocizzare il più possibile l’accesso in lettura.



Se tutto il computer risulta rallentato, probabilmente il problema non è dovuto ad un disco da deframmentare, ma probabilmente ad un sistema operativo poco ottimizzato.
In questo ultimo caso ti consiglio di fare un backup dei dati e re-installare Windows da capo, riportando in questo modo Windows alla velocità iniziale, come quando hai acquistato il computer.

L’utility di deframmentazione ti permette per prima cosa di fare un check per verificare che il disco esaminato abbia la necessità di essere deframmentato oppure no.

Per lanciare la funzione di deframmentazione dischi su Windows 10 segui i passaggi seguenti:

– clicca il bottone Start di Windows (il pulsante in basso a sinistra sullo schermo)

– nella barra di ricerca di Windows scrivi la parola deframmenta



{IMM – BARRA DI RICERCA deframmenta}

Windows troverà un’app chiamata Deframmenta e ottimizza unità e la mostrerà nel menu come primo risultato di ricerca

– clicca sull’app trovata chiamata Deframmenta e ottimizza unità

{IMM – DEFRAMMENTA RISULTATI DI RICERCA}

– scegli la voce Ottimizzazione unità



Vedrai una schermata chiamata Ottimizzazione unità

{IMM – OTTIMIZZAZIONE UNITA’}

– individua un riquadro che si trova in basso chiamato Ottimizzazione pianificata

Se la deframmentazione automatica è attivata, troverai la scritta Attivata

Questo vuol dire che Windows sta costantemente ottimizzando i dischi del computer in modo automatico, man mano che salva i dati sugli stessi.



{IMM – OTTIMIZZAZIONE PIANIFICATA}

– controlla i dischi elencati sotto il riquadro Stato nella stessa schermata

{IMM – STATO}

 

Nel riquadro Stato trovi elencati i dischi del computer e sotto il campo Stato corrente troverai la scritta Ottimizzazione necessaria in corrispondenza del disco che ha bisogno di manutenzione



PER ANALIZZARE UN DISCO
– per analizzare un disco con stato impostato su Ottimizzazione necessaria:

– seleziona la riga del disco

– premi il pulsante Analizza (subito sotto il riquadro)

{IMM – SELEZIONA E BUTTON ANALIZZA}

 

PER OTTIMIZZARE UN DISCO (DEFRAMMENTANDOLO)

– se la funzione Analizza ha dato come suggerimento quello di deframmentare il disco, premi il pulsante Ottimizza



Windows procederà ad effettuare una ottimizzazione dei dati salvati su disco, in modo da posizionarli in modo da ritrovarli velocemente per l’apertura e lettura successiva.

 

Come cambiare le impostazioni della deframmentazione automatica

Per andare a modificare le impostazioni dell’utility deframmentazione dischi, clicca sul pulsante Modifica impostazioni posizionato in basso a destra nella schermata (come in figura seguente).

{IMM – MODIFICA IMPOSTAZIONI}

Nella schermata Impostazioni:



– metti un check sulle opzioni:
Esegui in base a una pianificazione (scelta consigliata)
Notifica in caso di tre esecuzioni pianificate consecutive non completate 

 

FREQUENZA DELL’OTTIMIZZAZIONE AUTOMATICA DISCHI

Da queste impostazioni è possibile impostare la frequenza con la quale Windows effettuerà in automatico la deframmentazione ed ottimizzazione dei dischi.

Le opzioni selezionabili sono:
– Ogni settimana
– Ogni mese
– Ogni giorno 

Se crei tantissimi file al giorno oppure se scarichi da Internet centinaia di file al giorno e li salvi su uno dei dischi esaminati, ti consiglio di impostare la frequenza come settimanale o mensile.



L’opzione Ogni giorno la scarterei, a meno che tu non salvi veramente una mole di dati giornaliera enorme su disco.

{IMM – MENU A TENDINA FREQUENZA}

– premi poi il pulsante Scegli per scegliere gli hard disk ai quali applicare l’ottimizzazione automatica

Ti consiglio di scegliere i dischi dove salvi spesso molto materiale.

Controllo periodico dell’ottimizzazione dei dischi

Sulle vecchie versioni di Windows, ottimizzare il computer al meglio era davvero importante per ottenere delle prestazioni soddisfacenti da programmi di montaggio audio o montaggio video, e altri programmi che mettono a dura prova hardware del computer.



C’è da dire che onestamente è passato molto tempo dalle vecchie versioni di Windows ad oggi e l’hardware dei computer è cambiato tantissimo ed ha raggiunto ottime prestazioni senza bisogno di accorgimenti particolari di ottimizzazione, che 20 anni prima erano necessari.

Ti consiglio in generale di provvedere alla deframmentazione ed ottimizzazione dei dischi se noti che stai salvando davvero tanti dati su disco e se pensi che l’accesso in lettura e scrittura dei dati si sia rallentato

Ti consiglio di attivare l’ottimizzazione automatica dei dischi

Ti consiglio di andare a fare un controllo periodicamente, magari ogni 6 mesi sullo stato di ottimizzazione dei dischi usati dal tuo computer

Come convertire MP4



Come convertire MP4

scritto da Il Mago Del Computer
sito web www.ilmagodelcomputer.com

In questo tutorial vedremo come convertire MP4 in altri formati video compatibili con il programma o il sistema operativo dove intendi visualizzare il file.
Hai scaricato da Internet un file video MP4 ma il tuo lettore multimediale non è in grado di leggerlo e riprodurlo ?
La tua videocamera o smartphone realizza video in formato MP4 compresso ma il tuo sistema operativo sembra non avere un lettore multimediale adatto per la riproduzione del file ?

Vuoi inserire dei file MP4 di video scaricati da Internet sul tuo smartphone ma non riesci a riprodurli in questo formato ?
Probabilmente è arrivato il momento di imparare come convertire MP4 in altri formati video.

In questa guida ti spiegherò prima di tutto quali sono i formati video e in cosa si differenziano, e poi ti mostrerò tutti i passaggi per poter convertire file MP4 in altri formati come l’AVI o il formato MOV di Apple.
Niente paura dopo la lettura di questo articolo sarai padrone di tutte le tecniche per poter convertire MP4 in altri formati e conoscere i maggiori convertitori MP4 disponibili sul mercato per tutte le piattaforme.

I convertitori MP4 che ti sto per consigliare sono etremamente semplici da utilizzare.
Che aspettiamo ? Ti ruberò soltanto pochi minuti del tuo tempo che ti saranno molto utili al fine di imparare come convertire file MP4.



 

Come installare il programma Freemake Video Converter per convertire file video MP4 in altri formati 

Il primo convertitore MP4 che ti consiglio di provare è Freemake Video Converter per Windows, il quale consente di convertire tra loro tutti i principali formati di file video (DVD compresi) in maniera estremamente semplice e rapida.
Supporta le tecnologie CUDA e DXVA per accelerare il processo di elaborazione dei filmati ed è completamente in italiano.

Per scaricare il programma sul tuo computer, segui la procedura qui sotto:

  • collegati al suo sito Internet ufficiale
  • clicca sul pulsante Scarica

 

  • Una volta terminato il download del file di installazione (file con estensione .exe) fai doppio click sul file FreemakeVideoConverterSetup.exe appena scaricato

Si aprirà una finestra.



  • nella finestra che si apre, fai click prima sul pulsante
  • e poi su OK.

 

  • Elimina dunque il segno di spunta dalla voce relativa all’invio di statistiche di utilizzo del software (ammesso che tu non voglia fornire questo tipo di informazioni agli sviluppatori)

 

  • vai avanti con il setup cliccando su Avanti.

 

  • Ora, togli il segno di spunta dalle opzioni relative ad Linkury Smartbar, AVG TuneUp o altre applicazioni “extra” per evitare il download di software promozionali

 

  • dopodiché seleziona la voce Installazione personalizzata
  • elimina la spunta dalla dicitura Installa plugin per evitare l’installazione di componenti aggiuntivi per Chrome o Firefox

 



  • concludi il processo d’installazione di Freemake Video Converter cliccando prima su Avanti due volte consecutive
  • e poi su Fine.

 

  • Prima della fine del setup verranno scaricati alcuni componenti del software da Internet, quindi assicurati di avere una connessione attiva.

 

Come convertire file MP4  in altri formati con Freemake Video Converter 

Vediamo ora la procedura pratica per importare un file video MP4 sul programma Freemake Video Converter e convertirlo nel formato desiderato.
Per trasformare un video in MP4 con il convertitore di Freemake Video Converter sei i passaggi seguenti:

  • clicca sul pulsante +Video collocato in alto a sinistra, nella schermata principale dell’applicazione
  • seleziona il filmato (oppure i filmati) da convertire.

{IMM – FILE VIDEO IMPORTATO NEL PROGRAMMA}

  • Dopodiché fai click sull’icona In MP4 situata in basso a destra

{IMM – SCELTA FORMATO DI CONVERSIONE}



 

  • scegli la cartella in cui salvare il file di output, attraverso il pulsante […]

{IMM – SCELTA CARTELLA DI DESTINAZIONE}

 

  •  clicca su Converti per avviare il processo di trasformazione del video.

{IMM – PULSANTE CONVERTI}

 



IMPORTARE UN VIDEO DA DVD NEL PROGRAMMA
Se hai bisogno di convertire un DVD video, per trasformarlo in uno o più file video di altri formati, segui i passaggi seguenti:

  • inserisci il DVD nel computer
  • clicca sul pulsante +DVD 
  • dopo aver selezionato la traccia video da convertire (sono supportati solo i dischi non protetti), procedi con la conversione come appena visto insieme.

 

CONVERTIRE VIDEO NEL FORMATO COMPATIBILE CON APPLE
Se hai bisogno di creare video ottimizzati per dispostivi come iPhone, iPad, smartphone Android ecc. utilizza gli appositi pulsanti collocati nella parte bassa della finestra (es. Per Apple, Per Android) anziché l’icona generica In MP4 che ti ho indicato prima.

 

Come usare Instagram dal computer Windows o Mac



Come usare Instagram dal computer Windows o Mac

scritto da Il Mago Del Computer
sito web www.ilmagodelcomputer.com

In questo articolo vedremo come usare Instagram dal computer Windows o Mac, per accedere e visualizzare i profili del social network Instagram direttamente dal computer.
Ti fornirò dei link utilissimi a dei programmi che servono per scaricare i tuoi profili Instagram in automatico, senza neppure aprire il sito, e fare il download completo di tutte le foto e video di un dato profilo Instagram che ti piace seguire, comodamente dal computer di casa.
Usando Instagram da computer e scaricando profili Instagram in automatico dal computer eviterai di perdere tempo a navigare a mano dal cellulare su Instagram.
Hai sempre usato instagram dal tuo telefono e lo vorresti usare anche dal tuo pc?
Perchè no, tutto ciò è possibile e non hai nemmeno bisogno di fare chissà cosa o installare programmi assurdi e difficili da usare, visto che Instagram stessa fornisce gli strumenti utili ad usare Instagram per pc.
Instagram è da sempre un social network basato su un’app, sia per dispositivi Android che per dispositivi Apple con iOS.
Infatti, prima di essere stata comprata da Facebook, Instagram per computer non veniva molto usata.

Accedendo dal pc su Instagram, potevi visualizzare solo alcune foto dei profili, non potevi vedere le notifiche e non potevi cercare un profilo specifico.
Tutto questo per fortuna è cambiato, adesso su instagram per pc puoi visualizzare tutte le foto di un profilo, le storie, le notifiche e usare l’app come quella che usi sul tuo telefono android o iOS, visto che è molto simile anche come interfaccia.

Non solo, su Instagram per computer puoi anche caricare delle storie su Instagram, scrivere sulle foto e personalizzarle come meglio credi, anche con foto già scattate.
Non è necessario quindi avere un pc con una fotocamera o una webcam per poter caricare foto su Instagram poichè puoi caricare delle foto che sono già salvate sul pc.

Se quindi ritieni più comodo usare Instagram per pc o vuoi provare il social network su pc, continua a leggere e ti spiegherò passo passo come scaricare, installare ed usare Instagram per computer.
Nel caso il tuo dispositivo non fosse compatibile con l’app del microsoft store di windows o nel caso avessi un mac, puoi usare Instagram per pc nella sua versione web.
Ma andiamo con calma, rilassati e vediamo come si usa Instagram per computer.



Come creare una partizione con Windows 7



Come creare una partizione con Windows 7

In questo tutorial vedremo come creare una partizione con Windows 7, in modo da dividere l’hard disk del tuo computer in due o più partizioni per poter separare il sistema operativo Windows 7 dai tuoi dati e documenti per esempio.
Con Windows 7 è possibile  creare partizioni logiche dell’hard disk senza dover installare programmi di altre aziende su Windows.
Anche nelle versioni precedenti di Windows è sempre stato possibile partizionare i dischi, e formattare le partizioni logiche.

Come confrontare due cartelle su Windows



Come confrontare due cartelle su Windows

scritto da Il Mago Del Computer
In questo articolo vedremo di recensire dei programmi che servono per confrontare due file o cartelle su Windows.
Se hai due cartelle che contengono centinaia di files e vuoi confrontarle per capire se il loro contenuto sia identico o meno, puoi servirti di alcuni programmi progettati appositamente per confrontare file e cartelle sul sistema operativo Windows.