come installare una stampante su Windows 10



Come installare una stampante su Windows 10

In questo tutorial vedremo come installare una stampante su Windows 10, in modo da collegare correttamente ed eseguire correttamente la procedura di installazione della stampante al proprio computer.

Installare una stampante su Windows è sempre stato abbastanza semplice, e con le ultime versioni di Windows il processo non è diventato più complesso.

Se hai comunque difficoltà nell’installazione di una data stampante appena acquistata, in questo articolo ti mostrerò nel dettaglio i passi da seguire per installare senza problemi una stampante.

In questo articolo vedremo come installare due tipi di stampanti:

stampanti collegabili con cavo USB ad una delle porte USB del computer



stampanti che si connettono senza fili al tuo computer, tramite rete WiFi

La prima cosa da fare è capire che tipo di connessione è possibile fare con la tua stampante.

Sulla confezione della stampante e sul libretto delle istruzioni sarà sicuramente spiegato se puoi collegare la stampante via rete WiFi oltre che nel modo classico tramite cavetto USB (di solito fornito nella confezione).

Il modo più veloce per collegare la stampante senza problemi di configurazione è sicuramente via cavo USB.

In questo articolo ti mostrerò le varie procedure per configurare le stampanti USB e WiFi al tuo computer con sistema operativo Windows.



 

 

Installare una stampante USB su Windows 10

Nei paragrafi seguenti vediamo come installare una stampante USB su computer con sistema operativo Windows 10, vedremo le procedure per installare le stampanti più diffuse delle marche più famose: EPSON, HP, Samsung e simili.

Di solito la procedura standard è molto semplice:

– collega la porta USB della stampante ad una delle porte USB della computer



– collega il cavo di alimentazione della stampante alla presa elettrica

– inserisci il CD di installazione della stampante nel computer e lanciare la sua esecuzione (lancia il file setup.exe)

(All’interno del CD di installazione c’è un programma di installazione che installa i driver della stampante sul computer, in modo che il computer riconosca perfettamente la stampante)

– a questo punto accendi la stampante
– apri un documento di Microsoft Word o Wordpad
– prova a stampare il documento 


SENZA CD ROM
Se nella confezione della stampante non sono forniti CD ROM di installazione, probabilmente sarà necessario visitare il sito ufficiale del produttore e cercare sul relativo sito un file di driver da scaricare ed installare sul computer.



 

 

Come aggiungere stampante di rete su Windows 10



Come aggiungere stampante di rete su Windows 10

In questo tutorial vedremo come aggiungere stampante di rete Windows 10, per poter appunto installare e configurare una stampante di rete al tuo computer Windows o alla tua rete di computer aziendale.

Una stampante di rete è una stampante alla quale si può accedere da una rete locale aziendale o domestica, identificandola tramite un Indirizzo IP.

In un ufficio, solitamente, la stampante di rete è una grossa fotocopiatrice / stampante / fax collegata alla rete LAN dell’ufficio.

Se configurata correttamente, tutti i computer dell’ufficio possono accedere a questa stampante e acquisire documenti, e stampare documenti da questa stampante.

La differenza rispetto ad una stampante normale collegata alla porta USB di un computer ed una stampante di rete, sta nel fatto che una stampante classica collegata via USB è visibile solo da computer alla quale è collegata, e non è collegata alla rete, mentre una stampante di rete, ha la possibilità di essere connessa via cavo di rete (cavo Ethernet) alla rete dell’ufficio oppure tramite WiFi, e si può identificare da tutti i computer con un indirizzo IP specifico, per poterla condividere.



In questo articolo vedremo nel dettaglio come aggiungere una stampante di rete su Windows 10.

Come disattivare Windows Defender completamente



Come disattivare Windows Defender completamente

In questo tutorial vedremo come disattivare Windows Defender completamente, in modo da installare poi un diverso antivirus tuo preferito.

Windows Defender è l’antivirus integrato di Windows già pre-installato sulle versioni più recenti di Windows.

Se per qualche ragione personale oppure per motivi aziendali (magari la tua azienda ha un contratto annuale con un altro antivirus) vuoi disattivare Windows Defender ed installare un altro antivirus, in questo articolo ti mostrerò la procedura per disattivare completamente Windows Defender.

Quando viene effettuata una nuova installazione di Windows 10, l’antivirus Windows Defender viene attivato dunque in modo automatico.

Nel caso in cui l’antivirus di sistema venga disattivato per installare un altro antivirus, qualora quest’ultimo poi venga a sua volta disattivato, Windows Defender viene riattivato in automatico dal sistema, per non lasciare il sistema operativo senza protezione.



Windows Defender in taluni casi, anche quando viene installato un antivirus aggiuntivo, continua a monitorare il sistema in parte.

Per questo alcune aziende produttrici di antivirus hanno protestato tirando in campo l’antitrust europea.

In questo articolo vedremo come poter disattivare Windows Defender completamente.

 

 



Come disattivare Windows Defender dal registro di sistema

Ora vediamo i passaggi da effettuare per modificare il registro di sistema di Windows e disattivare da lì Windows Defender.

Per poter modificare il registro di sistema si può aprire l’applicazione RegEdit di Windows, oppure accedere al registro di sistema tramite Prompt di comandi. 

DISATTIVARE Windows Defender DAL PROMPT DI COMANDI DI WINDOWS

– sulla barra di ricerca di Windows scrivi cmd

{IMM – BARRA DI RICERCA DI WINDOWS}

– premi dalla tastiera la combinazione di tasti CTRL+MAIUSC+INVIO



{IMM – COMBINAZIONE TASTI CTRL+MAIUSC+INVIO }

Si aprirà la console dove scrivere comandi testuali

{IMM – CONSOLE PROMPT DI COMANDO}

– scrivi la seguente riga di comando 

reg add “HKLM\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows Defender” /v DisableAntiSpyware /t REG_DWORD /d 00000001 /f



Per disattivare Windows Defender

 

RI-ATTIVARE Windows Defender DAL PROMPT DI COMANDI DI WINDOWS

Per riattivare l’antivirus Windows Defender una volta disattivato, sempre dal prompt dei comandi, scrivi la seguente riga:

reg add “HKLM\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows Defender” /v DisableAntiSpyware /t REG_DWORD /d 00000000 /f

Come cambiare risoluzione schermo su Windows 10



Come cambiare risoluzione schermo su Windows 10

In questo tutorial vedremo come cambiare la risoluzione dello schermo su Windows 10, per aumentare o diminuire il dettaglio delle immagini che vedi sul tuo schermo.
La risoluzione è il numero di pixel (punti) che vedi sul lato orizzontale dello schermo moltiplicato per il numero dei pixel che vedi sul lato verticale.

La risoluzione di uno schermo FULL HD è per esempio: 1920 punti in orizzontale per 1080 punti in verticale. (1920 x 1080 o anche 1080p)
Maggiore è la risoluzione del tuo schermo, maggiore sarà lo spazio a disposizione per mostrare oggetti come le finestre di Windows e dei programmi che usi.
Maggiore è la risoluzione, minori saranno le dimensioni dei caratteri dei testi sulle finestre.

Nel tempo la risoluzione degli schermi è andata via via migliorando:
dagli anni 80 in poi si è partiti da schermi con risoluzione 320×200 pixel chiamata anche CGA (Color Graphic Adapter) sino a EGA (Enhanced Graphic Adapter) (640×350 pixel) e VGA (Video Graphic array) (640×480 pixel) fino ai formati HD Ready (1280×720 pixel) e FULL HD (1920×1080 pixel) fino ai più moderni monitor 4K (detto anche UHD, Ultra High Definition)  (3840×2180 pixel) e 5K (attualmente lo schermo 27″ degli iMac).

Data una fotografia con una determinata risoluzione, uno schermo con maggiore risoluzione può mostrare una maggiore porzione dell’immagine rispetto ad uno schermo con risoluzione minore.

In questo articolo vedremo come cambiare la risoluzione dello schermo su Windows 10, per adattare la risoluzione dello schermo alle nostre esigenze.
Ovviamente ogni schermo ha una risoluzione massima oltre la quale non si può andare.
Se un dato schermo ha come risoluzione massima il FULL HD, avrà una risoluzione massima di 1920 x 1080 pixel, e non potrà mostrare più punti di questi.
Vediamo un pò di storia delle risoluzioni e poi la procedura per modificare la risoluzione dello schermo su Windows 10.



 

Storia delle risoluzioni dello schermo

 

Come creare un disco di ripristino su Windows 10



Come creare un disco di ripristino su Windows 10

In questo tutorial vedremo come creare un disco di ripristino su Windows 10 per avere a disposizione uno strumento per far ripartire velocemente Windows in caso di problemi di avvio e malfunzionamenti durante l’avvio.

Un disco di ripristino su Windows è un disco creato dal sistema operativo stesso, che ti permette di avviare Windows e riportare alla vita una copia di Windows che ha smesso di funzionare per qualche malfunzionamento o virus.

Gli utenti di Windows al contrario degli utenti Mac, sono abituati a frequenti problematiche del sistema operativo, conflitti tra applicazioni per via di librerie software condivise, problemi causati da virus presi online e simili.

Capita spesso di dover trovarsi con il sistema operativo rallentato oppure non in grado di eseguire l’avvio del computer.

In questi casi, se non si è in grado di ripristinare il funzionamento corretto della propria copia di Windows installata sul computer, bisogna formattare completamente il disco di avvio e installare nuovamente il sistema operativo da zero.



In questo caso, se i documenti e i files del sistema operativo si trovano sullo stesso disco e nella stessa partizione si rischia di perdere i dati.

Per evitare di perdere i tuoi documenti e files, bisogna ricorrere ad alcune precauzioni:

1 – salvare i propri documenti e files in una partizione dedicata del disco fisso (se il tuo computer ha solo un hard disk) diversa dalla partizione dove è installato il sistema operativo Windows

2 – fare un backup di questo disco su un secondo disco preferibilmente esterno

3 – creare un disco di ripristino di Windows per rendere di nuovo operativo il computer in caso di mancato avvio del sistema operativo



Separare i propri dati dal sistema operativo è saggio perché nel caso in cui si debba formattare completamente il disco di avvio, si potrà procedere velocemente senza dover estrarre prima i propri dati dal disco di avvio.

Se tra l’altro il disco non si avvia bisognerà provare un sistema di avvio da disco esterno o da network per poter accedere poi a tale disco e salvare i dati.

Nel peggiore dei casi bisognerà smontare l’hard disk e collegarlo ad un altro computer funzionante, mediante un lettore di hard disk esterno.

Per evitare tutte queste procedure dispendiose di tempo, consiglio vivamente di:

– salvare i propri dati in un secondo disco esterno oppure interno (se il computer ha più di un disco) 



– oppure perlomeno creare due partizioni dello stesso disco interno (una per il sistema operativo e una per i dati), se il tuo computer ha solo un disco interno.

Fare un backup dei dati è sempre saggio in ogni occasione sia che tu abbia importanti file di lavoro sia che tu abbia solo documenti domestici e foto delle vacanze e ricordi vari.

Perdere i propri contatti, documenti e fotografie non è mai piacevole, e fare una copia di riserva dei dati ti è utile nel caso in cui il disco dove risiedono i tuoi dati smetta di funzionare per qualche malfunzionamento tecnico dovuto a danno accidentale o usura o errore logico.

Installare Windows da capo è una operazione abbastanza noiosa, che sin dalle prime versioni di Windows prendeva molto tempo.

Oltre all’installazione del sistema operativo bisogna poi considerare anche il tempo necessario per re-installare tutti i programmi che precedentemente erano installati sul computer.



Per rendere operativi alcuni programmi molto spesso bisogna inserire numeri seriali e/o account e simili informazioni, quindi in genere si perdono diverse ore per effettuare un ripristino completo di sistema operativo e programmi.

 

 

Procedura per creare un disco di ripristino su Windows 10

Su Windows 10 è possibile creare un’unità di ripristino che conterrà dei files per:

  • eseguire l’avvio di Windows
  • eseguire degli strumenti di diagnostica del sistema per poter controllare lo stato del disco ed eseguire formattazioni

L’unità di ripristino può essere:



  • un hard disk esterno
  • una chiavetta/pennetta USB (dotata di spazio sufficiente, almeno 16 GB di memoria)
  • clicca sul menu Start di Windows 

{IMM – MENU START DI WINDOWS}

  • scrivi la frase disco di ripristino nella barra bianca di ricerca

{IMM – CAMPO DI RICERCA}

Il sistema operativo troverà la seguente voce

  • scegli la prima voce trovata

{IMM – RICERCA DISCO DI RIPRISTINO}

A questo punto ti viene chiesto di collegare ad una porta USB un dispositivo dove salvare i file di ripristino,



puoi scegliere:

– una chiavetta/pennetta USB (capiente almeno 16GB)
– 
un hard disk esterno

  • metti il segno di spunta sulla voce Esegui il backup dei file di sistema nell’unità di ripristino
  • clicca sul bottone Avanti

Windows inizierà a preparare i files necessari per creare il disco di ripristino (Attendi qualche minuto)

{IMM – PREPARAZIONE UNITA’ DI RIPRISTINO}

  • sotto la scritta Unità disponibili, clicca sull’unità alla quale hai collegato il tuo dispositivo per selezionarla

{IMM – UNITA’ DISPONIBILI}



 

  • premi il pulsante in basso a destra Avanti 
  • premi sul pulsante Crea per copiare i file di ripristino sul tuo dispositivo.

ATTENZIONE!
I files contenuti nella chiavetta/pennetta USB verranno tutti cancellati, e soprascritti con i file di ripristino di Windows

{IMM – CREAZIONE UNITA’ DI RIPRISTINO}

 

Come criptare una cartella Windows 7



Come criptare una cartella Windows 7

In questo tutorial vedremo come criptare una cartella su Windows 7, per proteggere con password una cartella, in modo da renderla inaccessibile ad altri utenti.

Al giorno d’oggi, specialmente se condividi il computer con altre persone, familiari o estranei, è necessario proteggere alcuni documenti e files ai vogliamo accedere in maniera esclusiva, senza renderli disponibili ad altri utenti.

Per fare questo bisogna utilizzare dei programmi aggiuntivi da installare sul computer, per poter mascherare una cartella mediante cifratura dei dati e proteggerla con una password.

La cifratura è un processo matematico regolato da un algoritmo, che permette di operare su documenti digitali per rendere il loro contenuto non leggibile ad occhio umano.

I Testi in chiaro e le immagini in chiaro vengono trasformate in sequenze di caratteri che non hanno più una apparente sequenza logica, e quindi un utente non riesce a leggere il testo o identificare il contenuto di una immagine.



In contesti lavorativi è necessario dotarsi di strumenti per cifrare file e cartelle, al fine di proteggerle da occhi indiscreti di altri utenti.

In questa guida vedremo come scaricare ed installare il programma AxCrypt e poi vedremo anche la procedura per criptare una cartella del computer usando AxCrypt su Windows.

Come criptare una cartella su Windows 7 con AxCrypt

In questo paragrafo parleremo di AxCrypt un programma gratuito che consente di criptare una cartella su Windows 7, così i files contenuti al suo interno saranno protetti dall’accesso, dunque di fatto inaccessibili.

La cartella sarà accessibile solo mediante una password di sblocco.

Come scaricare AxCrypt

Vediamo per prima cosa come scaricare dal sito internet ufficiale di AxCrypt il software e poi come installarlo sul nostro computer con sistema operativo Windows 7.



Per far funzionare AxCrypt su Windows è richiesto almeno il sistema operativo Windows Vista o superiore.

– visita il seguente link per scaricare il file di installazione del programma

Download

{IMMAGINE DEL SITO}



– clicca sul link chiamato AxCrypt-2-Setup.exe per scaricare il programma AxCrypt sul tuo computer

Il download del programma inizierà e scaricherà il programma sull’hard disk del tuo computer.

 

Come installare AxCrypt

Una volta completato lo scaricamento del file di installazione sul tuo computer, devi farlo partire per eseguire l’installazione del programma.

– clicca due volte sul file appena scaricato chiamato AxCrypt-2-Setup.exe



Si aprirà una finestra con il programma si installazione di AxCrypt.

– clicca sul pulsante Next in basso a destra per procedere nell’installazione.

{IMMAGINE INSTALLAZIONE}

 

Ad un certo punto apparirà un testo che spiega le condizioni di utilizzo del programma.



– metti il check di spunta sulla voce I accept the terms in the License Agreement

– procedi sempre premendo il tasto Next 

– premi il tasto Install per eseguire l’installazione del programma

– premi poi il tasto chiamato Finish per terminare l’installazione

A questo punto il programma è installato e puoi eseguirlo normalmente come fai con tutti i programmi su Windows.



Come criptare una cartella su Windows 7 con AxCrypt

A questo punto vediamo come usare AxCrypt per cifrare una cartella su Windows 7, la procedura è molto semplice:

– seleziona la cartella che vuoi criptare usando il tasto destro del mouse 

Apparirà un menu con varie opzioni

– scegli la voce AxCrypt > Cifrare dal menu che compare. 

{IMMAGINE – MENU TASTO DESTRO}



 

Si aprirà una finestra che ti chiede di scegliere una password per eseguire questa cifratura dei dati.

– scegli una password ed inseriscila nel campo Inserire la password e Verificare la password 

– poi premi sul pulsante OK per eseguire l’operazione di cifratura dei dati